Banner sfondo 2 AFFAREFATTO

grandesucc060418Molfetta. Un grande riscontro di pubblico e critica sta riscuotendo la personale di Natale Addamiano. Una pittura che racconta la luce, in corso a Roma.

In concomitanza con la mostra “Turner. Opere dalla Tate”, il Chiostro del Bramante di Roma sta accogliendo la mostra “Addamiano. Una pittura che racconta la luce”, negli ambienti dello Spazio Gallerie.

La mostra presenta, fino al 2 maggio 2018, due serie di opere che hanno caratterizzato il pensiero dell’artista nel corso degli anni e che sono state oggetto di un’incessante revisione: i Cieli stellati e le Gravine.

Il progetto espositivo, a cura di Matteo Galbiati, si lega alla mostra del grande artista inglese in modo armonico e corrispondente, trovando nella pittura contemporanea di Natale Addamiano una naturale convergenza di sensibilità e di visione.

L'artista pugliese, infatti, lungo la sua attività di ricerca ha posto come fondamento del suo sguardo un colore poetico che si esprime attraverso un segno-materia capace di far vibrare l'immagine in una luce atmosferica e cangiante. Come avviene per la visionarietà del colore di Turner, maestro putativo per Addamiano che ne è interprete e lettore attento, anche la sua pittura riverbera un’intensa sensibilità lirica che seduce lo sguardo portando a recepire significati profondi, le cui radici intime affondano ben oltre il confine dell'immagine reale.

Completa la mostra un catalogo bilingue (italiano-inglese) edito da Skira editore, contenente un testo di Matteo Galbiati, la riproduzione di tutte le opere esposte e un’aggiornata nota bio-bibliografica.


grandesucc060418Molfetta. Un grande riscontro di pubblico e critica sta riscuotendo la personale di Natale Addamiano. Una pittura che racconta la luce, in corso a Roma.

In concomitanza con la mostra “Turner. Opere dalla Tate”, il Chiostro del Bramante di Roma sta accogliendo la mostra “Addamiano. Una pittura che racconta la luce”, negli ambienti dello Spazio Gallerie.

La mostra presenta, fino al 2 maggio 2018, due serie di opere che hanno caratterizzato il pensiero dell’artista nel corso degli anni e che sono state oggetto di un’incessante revisione: i Cieli stellati e le Gravine.

Il progetto espositivo, a cura di Matteo Galbiati, si lega alla mostra del grande artista inglese in modo armonico e corrispondente, trovando nella pittura contemporanea di Natale Addamiano una naturale convergenza di sensibilità e di visione.

L'artista pugliese, infatti, lungo la sua attività di ricerca ha posto come fondamento del suo sguardo un colore poetico che si esprime attraverso un segno-materia capace di far vibrare l'immagine in una luce atmosferica e cangiante. Come avviene per la visionarietà del colore di Turner, maestro putativo per Addamiano che ne è interprete e lettore attento, anche la sua pittura riverbera un’intensa sensibilità lirica che seduce lo sguardo portando a recepire significati profondi, le cui radici intime affondano ben oltre il confine dell'immagine reale.

Completa la mostra un catalogo bilingue (italiano-inglese) edito da Skira editore, contenente un testo di Matteo Galbiati, la riproduzione di tutte le opere esposte e un’aggiornata nota bio-bibliografica.

WEB TV

WEBtv