Banner sfondo 2 NEW OPTIC - OK nuovo 2017-2019

alliceo110218Molfetta. Giornata mondiale della lingua greca – Quella lingua il cui studio è il marchio distintivo del Liceo Classico, che consente l’accesso ad un sapere antico e capace ancora di parlare al cuore ed alla mente.

I docenti che la insegnano, regalano, per questa Giornata che la celebra, la loro citazione preferita.

Elisabetta Ierimonti e Paola Spaccavento si riferiscono ad autori e opere diverse, ma che dicono parimenti di amore.

Dall'Antigone di Sofocle, v. 523:

"Di certo non sono nata per condividere l'odio, ma l'amore", sceglie la prof.ssa Ierimonti.

Porta con sé Saffo, invece, la prof.ssa Paola Spaccavento:

Ο]ἰ μὲν ἰππήων στρότον οἰ δὲ πέσδων

οἰ δὲ νάων φαῖσ’ ἐπ[ὶ] γᾶν μέλαι[ν]αν

ἔμμεναι κάλλιστον, ἔγω δὲ κῆν ὄτ -

τω τις ἔραται

Quale la cosa più bella

sopra la terra bruna? Uno dice una torma

di cavalieri, uno di fanti, uno di navi.

Io, ciò che s'ama”.

Per la prof.ssa Emilia de Ceglia sono di Euripide le parole greche più importanti: “Ascolta i suggerimenti che provengono dal cuore”.

Noi, come le foglie che genera la stagione di primavera

dai molti fiori, non appena crescono ai raggi del sole,

simili a quelle godiamo dei fiori della giovinezza

per un momento, senza sapere dagli dei né il male

né il bene”, di Mimnermo.

Me lo ripeteva un mio docente universitario, da allora non lo ho più dimenticato”, afferma la prof.ssa Bianca Maizza.

ἀλλὰ πὰν τόλματον”, vale a dire “ma tutto si può sopportare”, dice Saffo nella sua "Ode della gelosia"; “la citazione che ripeto da sempre a me stessa: tutto si può sopportare”, è la scelta della prof.ssa Iacobellis

La prof.ssa Eleonora Sciancalepore fa riferimento ancora una volta all’Antigone di Sofocle, al “coro del progresso umano”, capace di guardare all’essenza dell’umano:

Padrone assoluto

dei sottili segreti della tecnica,

può fare il male

quanto il bene.

Se rispetta le leggi del suo paese

e la giustizia degli dèi,

come ha giurato, nella città

sarà considerato grande;

ma ne sarà cacciato

se per arroganza

lascerà che il male lo contamini.

Spero che un simile individuo

non si accosti al mio focolare,

non condivida i miei pensieri”.

Il greco è la lingua della giustizia per il prof. Emmanuele Colonna:

O Perse, tu ascolta Giustizia e la violenza non favorire [...]

Per quelli che a cittadini e stranieri sentenze amministrano

rette e mai s'allontanan dal giusto,

la loro città fiorisce e il popolo in essa risplende;

sulla terra c'è Pace nutrice di giovani, né mai a loro

la guerra tremenda destina Zeus onniveggente”.

Esiodo - Opere e giorni


alliceo110218Molfetta. Giornata mondiale della lingua greca – Quella lingua il cui studio è il marchio distintivo del Liceo Classico, che consente l’accesso ad un sapere antico e capace ancora di parlare al cuore ed alla mente.

I docenti che la insegnano, regalano, per questa Giornata che la celebra, la loro citazione preferita.

Elisabetta Ierimonti e Paola Spaccavento si riferiscono ad autori e opere diverse, ma che dicono parimenti di amore.

Dall'Antigone di Sofocle, v. 523:

"Di certo non sono nata per condividere l'odio, ma l'amore", sceglie la prof.ssa Ierimonti.

Porta con sé Saffo, invece, la prof.ssa Paola Spaccavento:

Ο]ἰ μὲν ἰππήων στρότον οἰ δὲ πέσδων

οἰ δὲ νάων φαῖσ’ ἐπ[ὶ] γᾶν μέλαι[ν]αν

ἔμμεναι κάλλιστον, ἔγω δὲ κῆν ὄτ -

τω τις ἔραται

Quale la cosa più bella

sopra la terra bruna? Uno dice una torma

di cavalieri, uno di fanti, uno di navi.

Io, ciò che s'ama”.

Per la prof.ssa Emilia de Ceglia sono di Euripide le parole greche più importanti: “Ascolta i suggerimenti che provengono dal cuore”.

Noi, come le foglie che genera la stagione di primavera

dai molti fiori, non appena crescono ai raggi del sole,

simili a quelle godiamo dei fiori della giovinezza

per un momento, senza sapere dagli dei né il male

né il bene”, di Mimnermo.

Me lo ripeteva un mio docente universitario, da allora non lo ho più dimenticato”, afferma la prof.ssa Bianca Maizza.

ἀλλὰ πὰν τόλματον”, vale a dire “ma tutto si può sopportare”, dice Saffo nella sua "Ode della gelosia"; “la citazione che ripeto da sempre a me stessa: tutto si può sopportare”, è la scelta della prof.ssa Iacobellis

La prof.ssa Eleonora Sciancalepore fa riferimento ancora una volta all’Antigone di Sofocle, al “coro del progresso umano”, capace di guardare all’essenza dell’umano:

Padrone assoluto

dei sottili segreti della tecnica,

può fare il male

quanto il bene.

Se rispetta le leggi del suo paese

e la giustizia degli dèi,

come ha giurato, nella città

sarà considerato grande;

ma ne sarà cacciato

se per arroganza

lascerà che il male lo contamini.

Spero che un simile individuo

non si accosti al mio focolare,

non condivida i miei pensieri”.

Il greco è la lingua della giustizia per il prof. Emmanuele Colonna:

O Perse, tu ascolta Giustizia e la violenza non favorire [...]

Per quelli che a cittadini e stranieri sentenze amministrano

rette e mai s'allontanan dal giusto,

la loro città fiorisce e il popolo in essa risplende;

sulla terra c'è Pace nutrice di giovani, né mai a loro

la guerra tremenda destina Zeus onniveggente”.

Esiodo - Opere e giorni

WEB TV

WEBtv