Banner sfondo 2 NEW OPTIC - OK nuovo 2017-2019

areadiric110618Molfetta. A seguito dell’approvazione progetto di messa in sicurezza nuovo porto commerciale da parte del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e Ministero dell’Ambiente, individuazione e classificazione degli ordigni bellici con rimozione e smaltimento delle masse metalliche negli specchi acquei interessati dai lavori di completamento delle nuove opere foranee, la Giunta Comunale si è riunita per approvare l’ampliamento area di ricognizione del fondale marino.

I costi dei lavori appaltati alla ditta STES di Mola di Bari ammontano a 568 mila euro circa. L’ultimazione dei lavori in questione era prevista per inizio gennaio 2014, ma l’alta concentrazione di residuati bellici costringeva a fare una perizia di variante.

I lavori furono prorogati anche a causa del sequestro dell’area che dilungò notevolmente i tempi del completamento della bonifica e a causa del numero dei residuati superiore alle previsioni.

Si decide pertanto di approvare la perizia di variante numero 2 redatta dalla direzione dei lavori ingg. Gianluca Loliva e Franco Grimaldi. Si conferma il responsabile del procedimento l’architetto Lazzaro Pappagallo.


areadiric110618Molfetta. A seguito dell’approvazione progetto di messa in sicurezza nuovo porto commerciale da parte del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e Ministero dell’Ambiente, individuazione e classificazione degli ordigni bellici con rimozione e smaltimento delle masse metalliche negli specchi acquei interessati dai lavori di completamento delle nuove opere foranee, la Giunta Comunale si è riunita per approvare l’ampliamento area di ricognizione del fondale marino.

I costi dei lavori appaltati alla ditta STES di Mola di Bari ammontano a 568 mila euro circa. L’ultimazione dei lavori in questione era prevista per inizio gennaio 2014, ma l’alta concentrazione di residuati bellici costringeva a fare una perizia di variante.

I lavori furono prorogati anche a causa del sequestro dell’area che dilungò notevolmente i tempi del completamento della bonifica e a causa del numero dei residuati superiore alle previsioni.

Si decide pertanto di approvare la perizia di variante numero 2 redatta dalla direzione dei lavori ingg. Gianluca Loliva e Franco Grimaldi. Si conferma il responsabile del procedimento l’architetto Lazzaro Pappagallo.

WEB TV

WEBtv