Banner sfondo 2 TEAM BRILLANTE CERCA TE (6)

expriviaitaltel1632019Molfetta. È stato approvato il primo bilancio consolidato del gruppo Exprivia|Italtel ha con ricavi e marginalità in crescita e debiti in calo, in linea col piano industriale.

Il 2018, infatti, è stato il primo anno dell’ingresso di Italtel nel perimetro di consolidamento anche economico del gruppo, a seguito della acquisizione dell’81% del capitale da parte della pugliese Exprivia nel dicembre 2017.

I ricavi ammontano a 623,2 milioni di euro (614,1 nel ‘pro forma’ del 2017), Ebitda a 41,8 milioni (26 nel 2017), Ebit 21 milioni (8,7 nel 2017) e risultato netto di -0,9 milioni (-10 nel 2017) a causa di perdite su cambi per circa 5 milioni. La posizione finanziaria netta è in miglioramento a -214,6 milioni rispetto a -222,8 del 2017. Al netto della controllata Italtel, Exprivia chiude con un risultato netto di 4,8 milioni rispetto a 50mila euro del 2017.

Una significativa crescita è stata registrata nel comparto Industria il cui business registra complessivamente un +10% sul 2017. In linea con le aspettative il +2% nel mercato della Sanità, che vede l’aumento della spesa dei privati quale fattore di crescita e il mercato della Pubblica Amministrazione per le razionalizzazioni nella spesa pubblica.

“I positivi risultati raggiunti dal gruppo nel 2018 – afferma Domenico Favuzzi, presidente e a.d. di Exprivia Spa – confermano la bontà delle direttrici del piano industriale basato sull’integrazione delle competenze tra Exprivia e Italtel. Entrambe hanno mostrato di poter sviluppare sinergie in linea con i trend tecnologici globali, dalle numerose declinazioni della robotica industriale, alla intelligenza artificiale applicata ormai a tutti i campi della vita privata e pubblica, come sperimentato al recente Mobile World Congress 2019 di Barcellona, dove il gruppo ha presentato un’ampia gamma di soluzioni per le diverse aree di business presidiate, costruite mettendo assieme competenze e progetti. Oggi ci presentiamo nel panorama nazionale e internazionale con una forza ricca di 4000 qualificate risorse e una presenza in 20 paesi con un’offerta innovativa per estrarre sempre più valore dai dati raccolti e trasmessi dalle nuove reti intelligenti”.


expriviaitaltel1632019Molfetta. È stato approvato il primo bilancio consolidato del gruppo Exprivia|Italtel ha con ricavi e marginalità in crescita e debiti in calo, in linea col piano industriale.

Il 2018, infatti, è stato il primo anno dell’ingresso di Italtel nel perimetro di consolidamento anche economico del gruppo, a seguito della acquisizione dell’81% del capitale da parte della pugliese Exprivia nel dicembre 2017.

I ricavi ammontano a 623,2 milioni di euro (614,1 nel ‘pro forma’ del 2017), Ebitda a 41,8 milioni (26 nel 2017), Ebit 21 milioni (8,7 nel 2017) e risultato netto di -0,9 milioni (-10 nel 2017) a causa di perdite su cambi per circa 5 milioni. La posizione finanziaria netta è in miglioramento a -214,6 milioni rispetto a -222,8 del 2017. Al netto della controllata Italtel, Exprivia chiude con un risultato netto di 4,8 milioni rispetto a 50mila euro del 2017.

Una significativa crescita è stata registrata nel comparto Industria il cui business registra complessivamente un +10% sul 2017. In linea con le aspettative il +2% nel mercato della Sanità, che vede l’aumento della spesa dei privati quale fattore di crescita e il mercato della Pubblica Amministrazione per le razionalizzazioni nella spesa pubblica.

“I positivi risultati raggiunti dal gruppo nel 2018 – afferma Domenico Favuzzi, presidente e a.d. di Exprivia Spa – confermano la bontà delle direttrici del piano industriale basato sull’integrazione delle competenze tra Exprivia e Italtel. Entrambe hanno mostrato di poter sviluppare sinergie in linea con i trend tecnologici globali, dalle numerose declinazioni della robotica industriale, alla intelligenza artificiale applicata ormai a tutti i campi della vita privata e pubblica, come sperimentato al recente Mobile World Congress 2019 di Barcellona, dove il gruppo ha presentato un’ampia gamma di soluzioni per le diverse aree di business presidiate, costruite mettendo assieme competenze e progetti. Oggi ci presentiamo nel panorama nazionale e internazionale con una forza ricca di 4000 qualificate risorse e una presenza in 20 paesi con un’offerta innovativa per estrarre sempre più valore dai dati raccolti e trasmessi dalle nuove reti intelligenti”.

WEB TV

WEBtv