Banner sfondo 1600 AGATA

hockeyestrelas19112019Molfetta. Dal tacco dell’Italia alla vetta della serie A2, l’Estrelas viaggia in classifica e conquista la terza piazza solitaria dopo il suo quarto successo in sei partite. Al “PalaFiorentini”, che si conferma sinonimo di emozioni, anche il Trissino crolla (2-1) al termine di una gara decisamente da sconsigliare ai deboli di cuore per i continui capovolgenti di fronti e per l’intensità di come le due squadre si sono affrontate.

I biancorossi conquistano, infatti, l’intera posta in palio al termine di una gara combattuta ed equilibrata che, i ragazzi di Pino Marzella, hanno sempre dimostrato di avere in pugno e controllato nonostante la volontà e determinazione degli ospiti: con i due estremi difensori che hanno blindato le loro porte.

Il tecnico molfettese manda in pista sin dall’inizio il quintetto base e con una marcatura ad hoc sul capocannoniere del torneo Pasquale Manuel Claudio che, per la prima volta in questa stagione, non riesce ad andare a rete fermandosi in classifica marcatori a quota 16.

È il Trissino a sbloccare la gara dopo appena 3 minuti e 44 secondi con Giulio Nardon, alla seconda marcatura stagionale, che riesce a trovare un varco nelle maglie difensive biancorosse e a superare e a deporre la pallina alle spalle del portiere Belgiovine. I ragazzi biancorossi, non si scompongono più di tanto, ragionano e cercano l’attimo per pareggiare la gara offrendo uno spettacolo da veri “campioni”, Santeramo ha la possibilità di pareggiare con un tiro diretto che trova pronto l’estremo difensore ospite a neutralizzarlo, ma il pareggio è nell’aria perché i ragazzi di casa meritano il pareggio per l’intensità di come giocano. Il “Leone” Sinisi trova il modo di mettere la partita in parità, per Maurizio-gol è il settimo centro stagionale, l’1-1 non si sblocca e le due squadre vanno con questo punteggio al riposo.

L’emozioni non sembrano finire al “PalaFiorentini” è un continuo capovolgimento di fronte con la gara che sembra ormai destinata a finire in parità ma, a 10 dal termine il signor Giombetti, decreta il penalty per il biancorossi dal dischetto va Luca Santeramo che con freddezza e lucidità mette dentro il momentaneo 2-1, che durerà fino al suono della sirena con un pubblico in piedi ad incitare i “beniamini” di casa e scandendo i secondi finali, con tutti i biancorossi ad abbracciarsi in pista per un’impresa non da poco conto contro una squadra ben attrezzata e organizzata.

Gli esami per i biancorossi non finiscono mai, archiviata la pratica Trissino i biancorossi sono chiamati ad un’altra trasferta impegnativa contro il roller Bassano.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna


hockeyestrelas19112019Molfetta. Dal tacco dell’Italia alla vetta della serie A2, l’Estrelas viaggia in classifica e conquista la terza piazza solitaria dopo il suo quarto successo in sei partite. Al “PalaFiorentini”, che si conferma sinonimo di emozioni, anche il Trissino crolla (2-1) al termine di una gara decisamente da sconsigliare ai deboli di cuore per i continui capovolgenti di fronti e per l’intensità di come le due squadre si sono affrontate.

I biancorossi conquistano, infatti, l’intera posta in palio al termine di una gara combattuta ed equilibrata che, i ragazzi di Pino Marzella, hanno sempre dimostrato di avere in pugno e controllato nonostante la volontà e determinazione degli ospiti: con i due estremi difensori che hanno blindato le loro porte.

Il tecnico molfettese manda in pista sin dall’inizio il quintetto base e con una marcatura ad hoc sul capocannoniere del torneo Pasquale Manuel Claudio che, per la prima volta in questa stagione, non riesce ad andare a rete fermandosi in classifica marcatori a quota 16.

È il Trissino a sbloccare la gara dopo appena 3 minuti e 44 secondi con Giulio Nardon, alla seconda marcatura stagionale, che riesce a trovare un varco nelle maglie difensive biancorosse e a superare e a deporre la pallina alle spalle del portiere Belgiovine. I ragazzi biancorossi, non si scompongono più di tanto, ragionano e cercano l’attimo per pareggiare la gara offrendo uno spettacolo da veri “campioni”, Santeramo ha la possibilità di pareggiare con un tiro diretto che trova pronto l’estremo difensore ospite a neutralizzarlo, ma il pareggio è nell’aria perché i ragazzi di casa meritano il pareggio per l’intensità di come giocano. Il “Leone” Sinisi trova il modo di mettere la partita in parità, per Maurizio-gol è il settimo centro stagionale, l’1-1 non si sblocca e le due squadre vanno con questo punteggio al riposo.

L’emozioni non sembrano finire al “PalaFiorentini” è un continuo capovolgimento di fronte con la gara che sembra ormai destinata a finire in parità ma, a 10 dal termine il signor Giombetti, decreta il penalty per il biancorossi dal dischetto va Luca Santeramo che con freddezza e lucidità mette dentro il momentaneo 2-1, che durerà fino al suono della sirena con un pubblico in piedi ad incitare i “beniamini” di casa e scandendo i secondi finali, con tutti i biancorossi ad abbracciarsi in pista per un’impresa non da poco conto contro una squadra ben attrezzata e organizzata.

Gli esami per i biancorossi non finiscono mai, archiviata la pratica Trissino i biancorossi sono chiamati ad un’altra trasferta impegnativa contro il roller Bassano.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

WEB TV

WEBtv