Redazione_Online

Redazione_Online

VIA PANISCOTTI-LIBERATORIOMOLFETTA – Il Liberatorio Politico torna a rivendicare la riapertura del passaggio pedonale di via Paniscotti, già al centro di una pregressa diatriba sulla sua natura di passaggio pedonale pubblico o privato. Per il Liberatorio Politico, quel passaggio deve essere aperto alla pubblica fruibilità pedonale. Per qualcun altro, evidentemente no. Nel caso dovessero pervenire alla redazione di questa testata, contributi e/o comunciati da parte dei fautori della tesi avversa, si darà corso alla pubblicazione, come è giusto che sia, affinchè i lettori siano liberi di farsi un'idea propria su questa viecenda.    

piazza principe degrado vadaliMOLFETTA - Piazza Principe di Napoli: una squadra di demolitori in azione. Sembrerebbe essere questa la miglior didascalia alla foto inviata da un lettore, che denuncia lo stato di totale abbandono e degrado della Piazza. 

IMG-20140508-WA005MOLFETTA. La targa con l’apostrofo al posto dell’accento sulla a non si era mai vista. Accade anche questo nella città Molfetta.

 

ambulanteportatoriMolfetta. Segnalazione ricevuta sulla nostra pagina facebook: E' normale che un ambulante si metta a vendere parcheggiando il proprio automezzo sistematicamente su un'area riservata a portatori di handicap?
E' normale che lo faccia tutti i giorni?
E' normale che l'auto della Polizia Urbana ci passi davanti senza batter ciglio? ( Visto con i miei occhi )
Si... ormai in questo Paese è tutto inspiegabilmente NORMALE !!
Dove andremo a finire ??

canedec4Cruenta la scena davanti alla quale i volontari della Lega Nazionale per la Difesa del Cane si sono trovati, sconvolti ed impotenti: Katio, un pastore tedesco del canile comunale di Molfetta che, dopo l’abbandono subito, aveva riacquistato fiducia nell’uomo, grazie alle amorevoli cure dei volontari, la mattina del 23 maggio u.s. ha vissuto un infausto epilogo della sua esistenza, poiché letteralmente tirato per la testa, “a suon di morsi”, dai cani confinanti e quindi dilaniato, attraverso uno degli innumerevoli squarci nelle reti dei recinti.

A nulla sono valse le reiterate diffide dell’Associazione, a chi avrebbe dovuto, nel tempo e per tempo (Comune, in qualità di proprietario della struttura e Multiservizi, in qualità di gestore), occuparsi della manutenzione ordinaria e straordinaria del canile, al fine di garantire il benessere dei cani ospitati e la sicurezza sui luoghi di lavoro del personale ivi operante e dei volontari.

luigimerolaMolfetta- Tutti si aspettavano come colpevole il nome di uno dei soliti politici spavaldi che da sempre parcheggiano nei posti vietati. E invece a parcheggiare in corso Dante a Molfetta, durante un gustoso pranzo, è stato don Luigi Merola. In realtà sono stati gli Angeli Terreni che dal 2004 lo proteggono dopo le minacce ricevute per le innumerevoli campagne contro la camorra. Con il termine Angeli Terreni ovviamente ci riferiamo alla scorta che protegge don Luigi negli appuntamenti pubblici.

lampione1Molfetta - Mentre nelle altre città si valorizza la storia intitolando monumenti e associazioni, alla presenza di autorità civili, religiose e militari, a Molfetta si distrugge e vilipende tutto (monumenti e patrimonio storico). Dopo il cimitero, il monumento ai caduti e la lapide col nome della via intitolata ai caduti degli attentati a Nassiriya, ora è toccato ad uno dei 3 lampioni che  sovrastano la targa commemorativa dei molfettesi caduti nella grande guerra.

legacane0505134Molfetta - Mi ritrovo qui a scrivere, piena di rabbia e indignazione per dar voce a chi non ce l'ha, purtroppo. Una storia come tante alle quali però non possiamo e non vogliamo abituarci.
Nel pomeriggio di domenica è arrivata una segnalazione ai volontari della Lega del Cane; giunti sul posto (prima del ponte di Via Ruvo) hanno trovato per terra e malconcio un simil pastore dallo sguardo buono, dolce, disperato e disarmante. Alle zampe aveva delle buste blu legate con un filo bianco. Quando i volontari l'hanno liberato si sono trovati di fronte a qualcosa di inimmaginabile : la parte inferiore di una delle zampe completamente mozzata, l'altra senza dita, tutto profondamente infetto.

parcheggioperfettoMolfetta - Il nuovo asfalto è stato ultimato da giorni e, di conseguenza, è stata ripristinata la segnaletica orizzontale. Ma in un punto di Via Pierluigi da Palestrina qualche cosa è andata storta! Questa volta non ci riferiamo a chi ha asfaltato, ma a chi parcheggia e, forse, ha sempre parcheggiato in quel punto. Dal giorno del ripristino della segnaletica tutti hanno parcheggiato a spina di pesce quando invece si dovrebbe parcheggiare... Google street ci svela il mistero. Le vecchie abitudini sono difficili da perdere.

 

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino