Redazione_Online

Redazione_Online

stazionemolfettaMolfetta - Damiano, un nostro lettore, ci scrive per cercare di rispondere alla denuncia della signora Maria pubblicata nei giorni scorsi e riguardante la baby-gang che sta terrorizzando la stazione ferroviaria di Molfetta.
"E’ mai possibile che un gruppo di giovinastri possa creare questo clima di terrore, facendola sempre franca? E’ mai possibile che le forze dell’ordine non inizino ad agire, specie dopo che un vigile è stato malmenato?" Come genitore vivo la stessa tensione della Signora Maria, e come genitore peraltro ho vissuto in primis tale sgradevole esperienza attraverso mio figlio.

furto cellulareMolfetta - Uno studente universitario pendolare di Molfetta ci scrive per focalizzare l'attenzione sulla situazione di grave insicurezza che affligge la stazione ferroviaria, meta ogni giorno di centinaia di studenti e lavoratori pendolari. Ogni giorno, e più volte al giorno, si sente di coetanei che vengono avvicinati e derubati (quasi sempre dei cellulari) da una baby-gang del luogo, spesso con l'uso della violenza. "Io sono una delle vittime" afferma l'autore della e-mail che prosegue "I colpevoli sono stra-noti alle forze dell'ordine, uno di questi è lo stesso che spedì in ospedale due vigili qualche mese fa. Siamo stufi, vorremmo recarci sul luogo di lavoro/studio senza temere per la nostra incolumità".

rulotte caniMolfetta - Un nostro lettore ci scrive per segnalarci “una situazione impressionante nella zona Madonna dei Martiri ed esattamente di fronte alla pizzeria “Marechiaro”. C’è un tipo, una specie di barbone quasi sempre ubriaco, che vive in una roulotte, occupando per giunta abusivamente uno spazio di demanio marittimo, che tiene in “ostaggio” una decina di cani. Li tiene tutti perennemente legati ad una catena di mezzo metro circa con dei ripari ridicoli e delle ciotole di acqua e cibo spesso vuote. Ci sono anche 4 cani di piccola taglia chiusi in un micro spazio, senza alcun riparo o copertura e pieno di feci!

panchina 25feb2013 1Molfetta - Spesso pubblichiamo segnalazioni di lettori che denunciano le situazioni di degrado in cui versano alcune delle panchine pubbliche molfettesi. Quella che vi mostriamo oggi, però, ha qualcosa di molto particolare: qualcuno ha infatti divelto dalla sua sede originale una panchina installata in piazza Alcide De Gasperi e che, per motivi ancora da comprendere, è stata ritrovata poggiata, o meglio "arrampicata", sulla recinzione della villetta. Forse l'autore di tale gesto avrebbe voluto portare con se tale panchina?

fontanaviasanpaoloMolfetta - Ancora una volta riceviamo la segnalazione di un nostro lettore che denuncia lo stato di degrado in cui versa una delle fontane pubbliche della nostra città. La segnalazione di oggi si riferisce a quella sita all'incrocio di via San Paolo con via Madonna degli Angeli. Ci auguriamo che presto chi di competenza intervenga per riparare tale fontana sicuramente meglio di quanto abbiano potuto fare, con i mezzi a loro disposizione, gli abitanti di buona volontà del quartiere.

LOCALIZZA IL LUOGO...

fulmineviasalepicoMolfetta - La forte pioggia che ha colpito la nostra città nella mattinata di domenica 24 febbraio è stata caratterizzata soprattutto dai numerosi lampi e tuoni che, con la loro potenza, hanno destato il sonno di numerosi molfettesi. Uno fra tutti, ci segnalano i nostri lettori, è caduto proprio per strada, in via Giacomo Salepico, lasciando sull'asfalto il segno che vedete nella foto che pubblichiamo.

LOCALIZZA IL LUOGO...

parcheggioviale feb2013Molfetta - Diamo spazio alla segnalazione di una nostra lettrice che ci invia la foto che vedete per denunciare la presenza a Molfetta di "parcheggiatori fantasiosi" che "se il posto non c'è, se lo creano", cosi come accaduto nei giorni scorsi lungo viale Pio XI. "E così -prosegue l'autrice della segnalazione- il marciapiede è completamento ostruito. Ma, in fondo, tutto rientra nella normalità molfettese."

panchinecorso 5feb12Molfetta - Ancora un gesto di inciviltà nella nostra città: come testimoniano le foto, sono state distrutte da ignoti idioti alcune delle panchine installate lungo corso Umberto. Il nostro "corso", quello che dovrebbe essere il centro della vita commerciale cittadina, si sà, non gode di moltissime strutture che favoriscano la vivibilità del nostro centro, eppure qualcuno si è letteralmente "divertito" a distruggere quel poco che c'è, o per meglio dire, che c'era.

bucaviacairoli1Molfetta - Riceviamo una segnalazione da parte di un lettore circa la buca creatasi da una zona di asfalto fresato e non sostituito con il nuovo all'angolo tra via Cairoli e via Campanella, a due passi dal centralissimo corso Umberto. "La buca -racconta la segnalazione- diventa sempre più grande e le macchine sempre più spesso urtano il sotto scocca".

LOCALIZZA IL LUOGO...

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino