Redazione_Web Online

Redazione_Web Online

Molfetta. L’ex magistrato ha dalla sua parte una nuova lista di candidati, composta da Area Pubblica e Sinistra Italiana

molfettadragohome«Vogliamo restare al servizio della città e mettere a disposizione di Molfetta le energie dei nostri attivisti e militanti, per costruire buona politica e buone politiche», così hanno esordito i componenti di Area Pubblica e Sinistra Italiana, ufficializzando la composizione di una lita unica a sostegno del candidato sindaco Lillino Drago, magistrato di lungo corso in pensione, a guida di una coalizione composta già da PD, Movimento Cinque Stelle, Con, Rinascere e Senso Civico.

A stretto giro giunge il commento di Drago, che in una nota stampa scrive: «Esprimo grande apprezzamento per la scelta di Sinistra Italiana e del movimento Area Pubblica di contribuire, al mio fianco, alla costruzione di un’alternativa seria, credibile e competitiva, l’unica realmente in grado di porre fine alla nefasta stagione politica caratterizzata dal malgoverno di Tommaso Minervini».

Con queste parole Lillino Drago plaude alla decisione di Sinistra Italiana e del movimento Area Pubblica di dar vita a una lista unitaria a sostegno del candidato sindaco della coalizione riformista, democratica e progressista.

«Nel corso del confronto che abbiamo sviluppato in questi giorni, abbiamo avuto modo di verificare concretamente come ci sia ampia convergenza sui punti programmatici che riteniamo prioritari per la città, così come sono identici i valori di cui siamo portatori e che ci accomunano: dalla legalità alla trasparenza amministrativa, dalla solidarietà alla giustizia sociale, dalla sostenibilità ambientale all’accoglienza, dalla tutela del territorio al rilancio turistico e culturale di Molfetta, avendo sempre come obiettivo il miglioramento della qualità della vita dei cittadini. Era naturale che le nostre strade si incontrassero e che si potesse sviluppare un percorso comune, e ringrazio queste due importanti comunità politiche per aver voluto raccogliere la sfida di un cambiamento reale e possibile per la nostra città, mettendo da parte divisioni e distinguo in un apprezzabile sforzo unitario. Prendo in prima persona l’impegno di aprire una stagione nuova di buona politica a Molfetta, assieme a tutte le forze che mi sostengono e che costituiscono, oggi, una coalizione forte e autorevole, in grado di governare con serietà e competenza la città nei prossimi cinque anni. Sento su di me tutta la responsabilità del delicato compito che mi è stato affidato ma sono pronto a fare fino in fondo la mia parte, per ribadire giorno dopo giorno che Molfetta merita un’amministrazione all’altezza della sua storia, in grado di proiettarla verso quel futuro migliore che costruiremo insieme».

Molfetta. In tanti i concittadini che domenica scorsa hanno fatto il tifo per la giovanissima molfettese in gara nello show condotto da Flavio Insinna

molfettamariachiaraleredità1Fino a ieri guardava L’Eredità sul divano con i nonni, oggi partecipa da protagonista allo show. Maria Chiara de Candia, 19enne nata e cresciuta a Molfetta, domenica 10 aprile è apparsa sulla rete ammiraglia della Rai in prime time, nel celebre show condotto da Flavio Insinna.

Una puntata poco fortunata per la giovane molfettese, fermatasi al quarto gioco, prima del “Triello”, che ha portato con sé, però, tanta emozione e una grande lezione di vita. Come la stessa Maria Chiara spiega, tutto è iniziato per gioco qualche mese fa. Dopo l’invio della domanda di partecipazione è stata convocata per il primo casting, fino a concludere le selezioni e ritrovarsi in studio, una decina di giorni fa, per la registrazione della puntata.

Iscritta al primo anno di Lettere Classiche all’Università di Bari, Maria Chiara de Candia ha già le idee chiare sul suo futuro e anche per questo motivo ha voluto prendere parte a una delle trasmissioni più note della TV italiana: vuole diventare sceneggiatrice. Cinema, teatro, televisione, lei vuole scrivere le storie che vengono rappresentate e raccontate al grande pubblico.

«È stata un’esperienza molto emozionante – spiega Maria Chiara de Candiae allo stesso tempo dura da affrontare, perché la situazione in studio è molto diversa da come sembra da casa. Il fatto di rispondere senza poter leggere le domande sullo schermo, ma solo ascoltandole da Flavio Insinna rende tutto più complicato. A questo si aggiunge l’emozione e anche l’ansia, che devo imparare a dominare.

Non sono riuscita ad arrivare fino in fondo ma il gioco è così ed è giusto prenderla con filosofia, anche perché a mio modo ho vinto la possibilità di entrare in uno dei più importanti studi televisivi d’Italia e iniziare a respirare un’aria che vorrei mi diventasse familiare. Se avessi vinto, infatti, avrei investito tutto nella mia formazione. Amo scrivere e ho appena iniziato un percorso lungo, che spero sia la strada giusta per realizzare il mio sogno professionale».

Per chi volesse recuperare o rivedere la puntata de L’Eredità di domenica 10 aprile, la registrazione è su RaiPlay a questo link.

Molfetta. I cittadini che vivono nei paesi dell’unione europea conservando la residenza a Molfetta, come negli altri comuni in cui si procederà all’elezione di sindaco e consiglieri comunali, possono fare richiesta di voto entro il prossimo 3 maggio

molfettaelezionicomunaliIn occasione delle prossime elezioni dirette del Sindaco e del Consiglio comunale fissate per domenica 12 giugno 2022 e delle eventuali operazioni di ballottaggio per l’elezione del Sindaco, che si svolgeranno domenica 26 giugno 2022, anche i cittadini degli altri paesi dell’Unione Europea potranno votare nel comune ove sono residenti presentando apposita domanda entro il 3 maggio 2022.

Nella domanda, da presentare all’ufficio protocollo comunale, oltre all’indicazione del cognome, del nome, luogo e data di nascita, dovranno essere espressamente dichiarati: la cittadinanza; l’attuale residenza nonché l’indirizzo nello stato di origine; la richiesta di iscrizione nell’anagrafe della popolazione residente nel comune, sempreché non siano già iscritti; la richiesta di iscrizione nella lista elettorale aggiunta.

Il modulo di domanda è disponibile presso l'Ufficio Elettorale o scaricabile dal sito web del Comune http://www.comune.molfetta.ba.it. nella bacheca “Servizio Elettorale”, sezione modulistica.

Alla domanda dovrà essere allegata, a pena di esclusione, copia del documento di identità in corso di validità. Il Comune comunicherà al diretto interessato l’esito della domanda.

Molfetta. Dopo la pulizia, che sarà effettuata a stretto giro, la struttura tornerà fruibile a cittadini e studenti entro la fine della primavera

molfettabibliotecahomeLa Biblioteca comunale “G. Panunzio”, dopo circa tre anni di chiusura dovuta a un importante intervento di riqualificazione e ammodernamento, torna ad accogliere cittadini e studenti. Riapertura prevista entro la fine della primavera, come si legge nella determina che dispone l’affidamento del servizio di pulizia dei locali interni.

Interessata dai lavori previsti dal bando “Community Library”, grazie al quale il Comune di Molfetta si è aggiudicato un finanziamento di 2milioni di euro, la struttura è attualmente oggetto di alcuni interventi complementari in via di ultimazione.  

Ai fini della riapertura – si legge nella determinazione dirigenziale – i locali della Biblioteca necessitano di interventi di pulizia da effettuarsi in modo accurato e diligente per assicurare un alto grado di decoro per gli ambienti”. A questo scopo, è stato individuato tra i fornitori dell’Ente comunale un operatore economico specializzato, che si occupi di pulire a fondo gli ambienti dai residui dei materiali utilizzati durante i lavori, della pulizia di tutti i vetri presenti nella struttura, anche quelli raggiungibili solo con attrezzature idonee e l’aspirazione della polvere con spolveratura a umido di termoconvettori e arredi.

Ad occuparsi del servizio di pulizia dei locali interni alla Biblioteca comunale “G. Panunzio” sarà la Cooperativa Sociale Clean Service per un importo complessivo di 19.703 euro, Iva inclusa.

Molfetta. Parte dell’incasso della serata di sabato 16 aprile sarà devoluta a favore della nuova missione umanitaria avviata su Molfetta

DF SOCIALEDF Theatre si unisce alla nuova missione di solidarietà organizzata dalla Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi, dal Consolato Onorario Moldova in Bari, dall'Ordine di Malta - Delegazione Puglia-Lucania, dal SER Molfetta e dal CISOM - Raggruppamento Puglia, in soccorso della popolazione ucraina.

«Il DF Theatre, da sempre in prima linea nel sociale, è con il cuore a pezzi per ciò che sta accadendo in Ucraina». Inizia con queste parole il post pubblicato sulla pagina Facebook della storica struttura.

«Nonostante il settore dell'intrattenimento notturno sia stato tra i più vessati durante la pandemia, oggi il DF Theatre, che sta pian piano recuperando forza e dignità, ha deciso di attuare una iniziativa in favore di tutti gli sfollati ucraini che sono arrivati in Italia o che si accingono a farlo.

Infatti, in collaborazione con il sovrano ordine dei Cavalieri di Malta, il Consolato onorario della Repubblica di Moldova, il SerMolfetta, il DF Theatre devolverà parte dell'incasso della serata di Sabato 16 Aprile in beneficenza, proprio a favore di quelle famiglie di profughi che saranno trasferite nel nostro territorio.

Una iniziativa di solidarietà da parte di una struttura appartenente a un mondo spesso demonizzato dall'opinione pubblica, ma che per fortuna nella realtà dei fatti è da sempre dall'altra parte della barricata.

Esprimendo la massima solidarietà non solo a parole ma con le azioni, il progetto DF Theatre per il sociale aggiunge un altro tassello ed è e sarà sempre dalla parte di chi ha bisogno, con ogni forza possibile».

Molfetta. Il Presidente del Consiglio comunale, ringraziando consiglieri e dipendenti comunali, lascia intuire il suo rinnovato impegno al fianco del sindaco uscente

molfettanicolapiergiovannicontentSi è svolto ieri, lunedì 11 aprile, l’ultimo Consiglio comunale del mandato del sindaco Tommaso Minervini, candidatosi alle prossime elezioni amministrative per guidare una seconda consiliatura. A poche ore dalla seduta, il Presidente del Consiglio comunale Nicola Piergiovanni affida a Facebook il suo sentito ringraziamento verso consiglieri e dipendenti comunali per il lavoro svolto negli ultimi cinque anni.

Deciso a candidarsi nuovamente al fianco del sindaco uscente, Nicola Piergiovanni scrive: «Quella che si è appena conclusa è stata una gran bella avventura. Cinque anni intensi, vissuti a tutto tondo. Con compagni di viaggio che, pure nelle differenze, sono stati eccezionali. Insieme abbiamo accolto Papa Francesco, evento unico e irripetibile nella storia della città.

Abbiamo attraversato il dramma della pandemia e del lockdown. Abbiamo avviato e riavviato opere strategiche. Abbiamo restituito la città ai cittadini. Potevamo fare di più? Certo. Potevamo fare meglio? Certo.  Ma non siamo stati fermi. Non siamo scappati di fronte alle difficoltà.

Al momento del nostro insediamento abbiamo trovato una città stanca, buia, addormentata, che veniva fuori da oltre due anni di commissariamento. Cinque anni dopo Molfetta è, di nuovo, un pullulare di cantieri, di iniziative culturali, di progetti in itinere, di opere pubbliche realizzate. Per questo vorrei ringraziare tutti a prescindere dai colori, dalle ideologie, dai percorsi personali. Siamo stati una grande squadra che, per cinque anni, ha lavorato solo ed esclusivamente per il bene della città, della nostra Molfetta.

Quello di ieri, 11 aprile, è stato l’ultimo Consiglio comunale di questa Consiliatura, un percorso che sarà ricordato, senza ombra di dubbio, tra i più operosi al netto di quello che riusciranno a dire i delatori di mestiere. Oggi possiamo dire che Molfetta è una città bella. Grazie a tutti i consiglieri, assessori, dirigenti, dipendenti comunali e al sindaco Tommaso Minervini».

Molfetta. In attesa del campionato, la Molfetta Calcio partecipa alla trasmissione “Passione Calcio Femminile”, rotocalco della San Marino RTV

molfettacalciofemminileTVsanmarinoDomani, mercoledì 13 aprile, alle ore 22.25, una rappresentanza della Molfetta Calcio Femminile sarà ospite di “Passione Calcio Femminile” rotocalco della San Marino RTV. In attesa che la Federazione ufficializzi la partenza e, conseguentemente, il calendario del campionato d’Eccellenza Femminile Pugliese, la Molfetta Calcio Femminile prosegue la preparazione atletica in vista del massimo torneo regionale, nel quale vuole provare ad avere un ruolo da protagonista.

La Coppa Italia regionale di categoria (che ha visto per pochi punti trionfare il Phoenix Trani) ha dato delle importanti indicazioni a tutto lo staff tecnico (guidato dal mister Vincenzo Petruzzella) e a quello dirigenziale. Al di la di quelli che saranno i risultati che conseguiranno le biancorosse nel prossimo Campionato d’Eccellenza, il progetto che ruota intorno al calcio femminile a Molfetta continua ad essere un punto cardine della Molfetta Calcio, società che ha deciso fortemente di puntare sulla crescita sportiva ed umana di giovanissime atlete del territorio.

Un progetto che ha già messo le radici in città ed è pronto a fare il salto di qualità già nell’immediato futuro. A quasi un anno dallo storico esordio della Molfetta Calcio Femminile, la società ha ben accolto l’invito di “Passione Calcio Femminile”, rotocalco tv della San Marino RTV, Radiotelevisione di Stato della Repubblica di San Marino consociata RAI, in onda da nove anni, interamente dedicato ai campionati di calcio femminili con immagini ed interviste.

Goal, interviste e commenti sui campionati di serie A, serie B, serie C ed eccellenza femminile: questo e molto altro ancora è quanto trattato dal rotocalco settimanale condotto da Paolo Crescentini ed Elia Gorini in onda ogni mercoledì in seconda serata. Per l’occasione, domani sera la Molfetta Calcio Femminile sarà presente con una sua rappresentanza negli studi della San Marino RTV per raccontarsi e per fare il punto della situazione sulle prospettive future del calcio femminile in Puglia.

La trasmissione andrà in onda alle ore 22.25 (ed in replica giovedì 14 aprile alle ore 9) e sarà visibile al canale 831 del digitale terrestre e via satellite al canale 520 della piattaforma SKY e 93 di TivùSat e piattaforma Eutelsat. Nello specifico, a rispondere alle domande dei due giornalisti sportivi, ci saranno Flavia Petruzzella e Teresa Pischetola (rispettivamente attaccante e difensore della Molfetta Calcio Femminile), la dirigente Teresa Racanati e il Direttore Generale della Molfetta Calcio, nonché Responsabile del Settore Femminile Loredana Lezoche. «Raccontare a una tv nazionale quello che è attualmente il nostro progetto – ha commentato il DG della Molfetta Calcio – ritengo sia prestigioso, ma soprattutto importante per il futuro del calcio femminile pugliese. Un movimento che va assolutamente incentivato con la formazione di atlete a trecentosessanta gradi. Come settore femminile siamo nati proprio con questo obiettivo ed è proprio su questo che vogliamo concentrarci anche in futuro, non privo di novità. Continuo a pensare – ha concluso Loredana Lezocheche l’educazione sportiva sia alla base dei successi, sia in campo che fuori. La Molfetta Calcio vuole essere proprio questo».

Molfetta. L’azienda servizi municipalizzati si occuperà della sanificazione tra giovedì 14 e sabato 16 aprile

molfetadisinfezionescuolecomunaliAvranno inizio dopodomani, giovedì 14 aprile, gli interventi di disinfezione degli istituti scolastici cittadini, programmati nei giorni precedenti l’interruzione delle attività didattiche per le festività pasquali, sulla base di un calendario già comunicato agli uffici competenti.

Le operazioni saranno svolte dall’Azienda servizi municipalizzati. Le attività didattiche potranno riprendere regolarmente il giorno seguente le operazioni di disinfezione.

Giovedì 14 Aprile:

SCUOLE MATERNE 1° CIRCOLO:

Via Gorlitz Gazzi, Via Pietralcina (ang. Via Montini).

SCUOLE MATERNE 2° CIRCOLO:

Filippetto (via Bari), Asilo nido di Levante (via Don Minzoni).

SCUOLE MATERNE 3° CIRCOLO:

Via Togliatti (IACP zona mezzogiorno), Nido di Ponente (Viale Papa Giovanni XXIII).

SCUOLE MATERNE 4° CIRCOLO:

Via Victor Hugo’ De Amicis Viale Papa Giovanni XXIII.

SCUOLE MATERNE 5° CIRCOLO

Materna Maria Montessori” (via Maggialetti), Scuola Elementare R. Scardigno (Piazza A. de Gasperi), Materna Jean Piaget” (via gen. Poli), Materna “Aldo Capitini” (via G. di Vagno).

Venerdì 15 Aprile:

SCUOLE ELEMENTARI

Manzoni e scuola materna ex via Amedeo (via C. Alberto), Cozzoli e scuola materna P. Harris (Via Berlinguer), Cesare Battisti e scuola materna ex via Ten. Lusito (via F. Cavallotti), San Giovanni Bosco, Zagami compreso asilo ex zona ponente (Via L. Azzarita), Seminario (Via Entica della Chiesa), Arbusto compresa materna Rione Arbusto (via Caduti sul Mare).

Sabato 16 Aprile:

SCUOLE MEDIE:

Apicella compresa materna ex Gagliardi Gadaleta, Savio, Giaquinto, Pascoli, Poli, Prefabbricata di Levante (via XXV aprile) comprese sedi distaccate allocate.

Molfetta. Tutti i vincitori del Certame Filosofico intitolato a Pantaleo Carabellese

molfettacertamecarabelleseDal 7 al 9 aprile ha avuto luogo a Molfetta la seconda edizione del Certame Filosofico Nazionale Carabellesiano. L’iniziativa è stata promossa dai Licei Classico-Scientifico “Einstein/Da Vinci” di Molfetta, diretti dalla Prof.ssa Giuseppina Bassi, e dall’Opera Pia Monte di Pietà e Confidenze di Molfetta, presieduta dall’Ing. Sergio de Ceglia, con il patrocinio dell’Università degli Studi di Bari, dell’Università degli Studi di Perugia e della sezione barese della Società Filosofica Italiana.

Al Certame hanno partecipato quarantotto studenti provenienti da dodici istituti liceali: Licei Classico/Scientifico “Einstein – da Vinci” di Molfetta, Licei Classici “Flacco” e “Socrate” e Licei Scientifici “Salvemini” e “Scacchi” di Bari, Liceo Classico “de Sanctis” di Trani, Licei “da Vinci” di Bisceglie, Liceo Scientifico “Cafiero” di Barletta, Liceo Artistico “Federico II” di Corato, Liceo Scientifico “Fermi – Monticelli” ed European High School di Brindisi, Liceo Classico Statale "Paolo Sarpi" di Bergamo, Licei “Fantoni” di Clusone (BG).

Per la sezione Università, hanno partecipato sei studenti provenienti dalle Università di Bari e di Perugia e dall’Istituto Teologico Pugliese. 

Gli studenti si sono cimentati nell’elaborazione di un breve saggio relativo a brani tratti dallo scritto di Pantaleo Carabellese, Che cos’è la filosofia? (1942), riedito nel 2021 dal prof. Marco Moschini dell’Università di Perugia per la casa editrice Morlacchi.

Il Comitato Scientifico, che ha elaborato il testo della prova e valutato gli elaborati, è stato composto dalla Prof.ssa Annalisa Caputo del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Bari, dai Proff. Furia Valori, Marco Moschini e Marco Casucci del Dipartimento di “Filosofia, scienze sociali, umane e della formazione” dell’Università di Perugia e dai Proff. Mario De Pasquale e Sabino Lafasciano della Società Filosofica Italiana – Sezione di Bari.

La Commissione Giudicatrice, presieduta dal Presidente dell’Opera Pia Monte di Pietà e Confidenze, costituita dal Dirigente Scolastico dei Licei Classico-Scientifico “Einstein/Da Vinci” di Molfetta, dai membri del Comitato Scientifico e da un componente dell’Opera Pia, in qualità di segretario, ha attribuito così i premi in palio: SEZIONE STUDENTI SCUOLA SECONDARIA -I premio € 1000,00 a Giovanni Rustico del Liceo Scientifico-Linguistico-Tecnologico-Coreutico “L. Da Vinci” – Bisceglie, II premio € 800,00 a Ivan Altomare Licei Scientifico “Einstein Di Molfetta,  III premio € 500,00 a Ettore Mastrorosa del Liceo Scientifico “Fermi – Monticelli” ed European High School – Brindisi; SEZIONE STUDENTI UNIVERSITARI: I premio € 1500,00 a Luca de Fabritiis della Facoltà Teologica Pugliese, II premio € 1000,00 a Aldo Bracaglia dell’Università di Perugia.

Gli studenti dei Licei Classico – Scientifico  “Einstein / Da Vinci” di Molfetta che hanno partecipato al Certame hanno riportato alte votazioni: Mauroandrea Andriani (90/100) e Anna Serena de Musso (91/100) della 5A del Liceo Classico, Ivan Altomare (95/100), Alessio Annese (90/100) e Gianluca Palombella (90/100) della 5B del Liceo Scientifico.

Il saggio di Ivan Altomare, classificatosi secondo, è stato così giudicato: “L'elaborato è ottimo e gli argomenti indicati dalla traccia sono affrontati in maniera adeguata, come attestato anche da citazioni pertinenti. Ottima anche la conoscenza della filosofia di Carabellese, sia riguardo al problema interno, sia relativamente al problema oggettivo della filosofia. L'elaborato manifesta una capacità argomentativa buona, nel trattare l'ontologismo critico carabellesiano, a cui si aggiunge ottima capacità critica, con lessico appropriato. I nuclei fondamentali sono percorsi con coerenza, sebbene manchi una paragrafazione adeguata. Il candidato, nel situare la problematica, evidenzia originalità e capacità critica sia nella capacità di contestualizzazione nel dibattito filosofico, sia nell'attualizzazione della concezione carabellesiana della filosofia”.

Per ulteriori informazioni è consultabile il sito curato dal Prof. Alberto Altamura www.certame-carabellesiano.it.

Molfetta. Il Settore socialità invita le realtà del terzo settore a proporre progetti utili alla città, da svolgere in partenariato con le istituzioni

molfettasocialitàFondazione CON IL SUD e ActionAid Italia, tramite la collaborazione con FRIC -Fondazione Realizza il Cambiamento, promuovono il bando “Realizziamo il cambiamento con il Sud” per contrastare la povertà economica e tutelare i diritti dei più fragili nelle regioni meridionali.

Il bando si rivolge alle organizzazioni del terzo settore, che potranno collaborare con istituzioni, università, mondo economico e della ricerca per azioni di contrasto alla povertà economica e marginalità sociale. A disposizione complessivamente 1 milione di euro. La prima scadenza è il 30 maggio e il Settore Socialità del Comune di Molfetta invita a presentare progetti interessanti e utili per la città.

Il bando vuole sostenere interventi di contrasto alla povertà e promozione dei diritti, con un approccio fondato sul welfare comunitario e caratterizzato dalla piena partecipazione e messa in rete di portatori e portatrici di diritto e di tutti gli attori coinvolti (istituzioni, enti privati e pubblici, gruppi formali e informali) e da una presa di responsabilità degli stessi enti promotori. 

Saranno sostenuti interventi a favore di soggetti che vivono in condizioni di vulnerabilità quali persone con background migratorio, donne, giovani e altre fasce sociali che si trovano in condizione di povertà e/o di diritti negati. 

Le iniziative, che avranno una durata compresa tra i 18 e 24 mesi, dovranno essere presentate da un partenariato composto da almeno tre enti di cui uno ricopra la funzione di soggetto proponente. I contributi richiesti potranno variare da un minimo di 40.000 euro ad un massimo di 60.000 euro con un cofinanziamento previsto del 10% dell’importo richiesto.  

È possibile reperire maggiori informazioni a questo link.

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino