Redazione_Web Online

Redazione_Web Online

Molfetta. Il quarto e ultimo evento della rassegna  di Teatro del Sacro andrà in scena venerdì 1° aprile presso il Nuovo Teatro del Carro, già Auditorium Madonna della Rosa

molfettatatoricontentLa scorsa domenica sul palco del Nuovo teatro del Carro, per il terzo appuntamento con la rassegna teatrale Prima che il gallo canti, è andata in scena  La buona novella da De Andrè alla nostra terra.

Lo spettacolo  ha visto sul palco attori e musicisti che in un connubio di note, voci e parole hanno raccontato la tradizione della nostra cara città.

Sul palco Pietro Capurso assieme a Gabriella Caputi e Cosimo Boccassini hanno declamato testi in lingua molfettese, tratti dalla tradizione popolare e ispitrati al protovangelo di Giacomo, uno dei vangeli apocrifi a cui la stessa Buona novella di Andrè si ispira.

Le vicende apocrife della vita di Maria, dalla sua infanzia al momento della morte di suo figlio Gesù, narrate in lingua da Pietro Capurso e Gabriella Caputi, sono state intervallate dai racconti della tradizione e cultura molfettese. Dalle cerimonie del periodo pasquale eseguite nell'antichità alle frasi in latino che le donne ascoltavano a messa e che ripetevano e pronunciavano con la forte interferenza linguistica dal molfettese, stravolgendo completamente i termini. E i ricordi legati alle attività femminili come quello de le méste, ovvero le maestre di cucito che insegnavano alle bambine e alle giovani donne l'arte del cucito che sarebbe servita a preparare il corredo in vista del futuro matrimonio. Storie di donne in un continuo parallelismo con la figura di Maria.

Dai racconti affiora un altro ricordo quello delle donne che si ritrovavano in casa per recitare il rosario che la brava Gabriella Caputi ha fatto rivivere sedendosi in platea e invitando il pubblico a partecipaere alla litania.

Un tuffo nei ricordi di una Molfetta lontana. Parole ed espressioni che suscitano tenerezza e una sorta di nostalgia per le nostre antiche tradizioni popolari.

Le parole e  il valore dei testi declamati sono stati magnificati dalla narrazione musicale ispirata alla buona novella di De Andrè ed eseguita da tre musicisti professionisti. La chitarra di Vito Vilardi, suonata con maestria, i liuti di Nicola Nesta a ricordare le sonorità mediorientali e la voce e l'interpretazione fuori dal comune di Pantaleo Annese hanno fatto vivere al pubblico una serata di vera passione.

Con lo spettacolo Pietro e Giuda  a cura del Carro dei Comici che andrà in scena venerdì 1 aprile si concuderà Prima che il gallo canti, rassegna del Teatro del Sacro. Lo spettacolo si terrà presso l'Auditorium Madonna della Rosa in via Papa Giovanni Paolo II.

Inizio spettacolo alle ore 20.30.

Molfetta. Residenti ed esercenti lamentano la presenza del cantiere allestito oltre un anno fa per consentire la riqualificazione della Piazza

molfettapiazzacappucciniPiazza Margherita di Savoia, meglio conosciuta a Molfetta come Piazza Cappuccini, è tutta un cantiere da oltre un anno. Affidati a ottobre del 2020, i lavori sono stati avviati nel febbraio successivo e avrebbero dovuto concludersi a novembre del 2021. Ad oggi, invece, l’intervento di ristrutturazione e riqualificazione previsto dal Comune di Molfetta per un importo di 700mila euro, non è ancora terminato e il cantiere è fermo da mesi.

A lamentare i disagi causati dalla prolungata durata dei lavori sono naturalmente i residenti, infastiditi dalla polvere che si solleva dall’area recintata soprattutto nelle giornate ventose, assieme agli esercenti della zona, penalizzati ormai dall’assenza di passeggio.

«Il cantiere è fermo praticamente da metà ottobre – riferisce un operatore commerciale – e non si sa quando riprenderanno i lavori. È incredibile che dopo un periodo economicamente disastroso dovuto alla pandemia, dobbiamo far fronte anche a questo tipo di disagi. Qui non c’è più movimento, questa zona non è più frequentata come una volta e noi viviamo alla giornata, lavorando sette giorni su sette per portare a casa lo stipendio. Noi commercianti della zona, chi più chi meno, siamo tutti nella stessa situazione».

L’area del cantiere include una superficie di circa 1800 metri quadrati, su cui è prevista una riqualificazione del lastricato, la creazione di aree di sosta per le auto, di aree verdi e il rifacimento dell’impianto di illuminazione. 

A spiegare il motivo del ritardo nella realizzazione e consegna dell’opera, il dirigente del V Settore - Lavori Pubblici, l’ingegnere Domenico Satalino, che riferisce: «Per dare maggior lustro alla Piazza è stato scelto un marmo particolare, il Morato Moresco, di grande pregio, ma di difficile reperimento. In fase di esecuzione si è pensato all’ipotesi di trovare un materiale alternativo, ma il risultato non sarebbe stato lo stesso. Perciò, dato che in Puglia vi è una sola azienda che fornisce questo marmo, l’impresa ha dovuto attendere che il fornitore consegnasse il materiale al marmista che sta modellando i blocchi che servono per realizzare l'opera. Sinora sono stati realizzati tutti i lavori di predisposizione che era possibile eseguire, fatta eccezione per la posa in opera della pavimentazione. I materiali per il lastricato saranno pronti a partire dalla metà del prossimo mese, quando saranno presumibilmente consegnati i blocchi per installare due delle cinque fioriere previste dal progetto. A ridosso delle celebrazioni pasquali la ditta riadatterà i limiti del cantiere per consentirne un più agevole svolgimento e i lavori potranno così riprendere a fine aprile».

Molfetta. Medaglia d’argento per il piccolo Francesco Spadavecchia, medaglie di bronzo per Rosaria Ragnatela e Daniele Strobbe

molfettaasdtheboxcontent1Nello scorso weekend si sono svolte a Cellamare, le qualifiche per i Campionati Italiani assoluti di sollevamento pesi olimpico indetti dalla Fipe. La Asd The BOX di Molfetta ha partecipato schierando ben 10 atleti, di cui 6 nella under 15,

Francesco Scardigno, Vito Mininni, Gabriele Strobbe, Davide Annese, Francesco Spadavecchia, Domenico Cirilli, e 4 senior, Alessia Nappi, Rosaria Ragnatela, Rossana Gentile, Ornella De Florio.

La associazione Molfettese ha totalizzato tre medaglie: il bronzo di Rosaria Ragnatela nella cat. -55kg senior, il bronzo di Gabriele Strobbe, al suo esordio in pedana, nella categoria -73kg esordienti under 15, e l’argento del piccolo Francesco Spadavecchia under 13 nella categoria -49kg.

Alcuni di questi atleti, allenati dal tecnico federale, nonché atleta Daniela Franco, sono reduci dalle finali nazionali dello scorso anno dove la Asd The Box ha già collezionato due bronzi qualificandosi come terza società italiana nella categoria under 13. Presenti sul campo gara anche i tecnici Vanni Altomare, e Rossana Gentile nella doppia veste di tecnico e atleta.

Dopo questa competizione, l’agenda sportiva di fa densa di impegni, per la associazione molfettese, da sempre attivissima nelle discipline del CrossFit, del sollevamento pesi olimpico, e nel Brazilian jiu-jitsu. Oltre alle partecipazioni ai campionati di Brazilian jiu-jitsu di Torino e Napoli previsti per il 3 aprile e per il primo maggio, dal 5 al 9 maggio, infatti, saranno presenti sui campi gara internazionale di Atene, per la disciplina del CrossFit, con Daniela Franco. In bocca al lupo a tutti!

 

Molfetta. Sul palco della Cittadella degli Artisti venerdì 1° aprile, alle ore 20.30, si terrà il debutto regionale dello spettacolo Il bacio della vedova del pluripremiato drammaturgo Israel Horovitz

molfettailbaciodellavedovahome280322Dopo una tournée nazionale che ha toccato i teatri di Bologna, Udine, Cervia e Salerno, lo spettacolo Il bacio della vedova di Israel Horovitz debutterà, in una prima regionale, sul palco della Cittadella degli Artisti di Molfetta.

Il bacio della vedova, opera del drammaturgo statunitense Israel Horovitz, fa parte della nuova produzione Teatri di Bari. Il testo è stato tradotto da Mariella Minnozzi e curato nella regia da Teresa Ludovico che porta in scena un cast di giovani e potenti attori e ci accompagnerà nell’esplorazione di quello che la stessa regista definisce il «cono d’ombra che abita ognuno di noi»

Archie e George, interpretati da Alessandro Lussiana e Michele Schiano di Cola, due giovani uomini di provincia, amici sin dai tempi della scuola, rivedono Margy, Diletta Acquaviva, una loro compagna di ritorno al paese dalla città dove ormai vive. Questo lo schema all’interno del quale il pluripremiato drammaturgo statunitense Israel Horovitz costruisce un testo incalzante, che cattura lo spettatore con la leggerezza e poi lo spiazza, trascinandolo in una storia dai risvolti inaspettati.

Le repliche dello spettacolo sono in programma ad aprile al Teatro Radar di Monopoli, il 2 aprile ore 21 e il 3 aprile ore 18, e al Teatro Kismet di Bari il 9 aprile alle ore 21 e il 10 aprile alle ore 18.

I biglietti sono disponibili presso il botteghino della Cittadella degli Artisti in via Bisceglie 775 a Molfetta.

Il botteghino è attivo tutti i giorni, tranne il lunedì dalle ore 17 alle ore 20.

Costo del biglietto intero 12, ridotto 8 euro.

Per informazioni 39 3921638782 / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Per chi possiede la myWorld card di Teatri di Bari, sarà rimborsato del 3% del prezzo d'acquisto di biglietti e abbonamenti, oltre a cashback su migliaia di esercizi convenzionati al circuito myWorld. È possibile iscriversi sul sito myworld.com e scaricare l'app myWorld Benefits, disponibile negli store Ios e Android.

Il programma completo della Stagione 2021.22 in Cittadella sul sito www.teatridibari.it

Molfetta. Giunta alla XX edizione, la manifestazione si svolgerà dall’11 al 13 aprile tra convegni, performance artistiche, tornei sportivi e premiazioni

molfettaistitutoalberghieroL’Istituto Alberghiero di Molfetta celebra la XX edizione delle Giornate dell’Arte e della Creatività Studentesca incentrata quest’anno sul tema “SCUOLA&TERRITORIO – sapori, itinerari, tradizioni e cultura”.

La manifestazione, che si svolgerà lunedì 11, martedì 12 e mercoledì 13 aprile secondo la formula ben collaudata negli anni, purtroppo sospesa a causa della pandemia, sarà scandita dalle performance artistiche degli studenti, dai tornei sportivi, dal premio Civiltà e dalla premiazione degli studenti diplomati con lode.

Durante tutta la durata dell’iniziativa, saranno allestiti degli spazi espositivi volti a documentare l’attività curricolare svolta nel corso dell’anno e uno spaccato della realtà produttiva del nostro territorio con cui costantemente interagisce.

Saranno organizzati anche dei seminari formativi diurni e pomeridiani, aperti agli studenti dell’Istituto e agli operatori di settore, gestiti da affermate personalità del settore dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera.

Tra i momenti principali della manifestazione, il convegno sul “Tradizione e identità culturale di un popolo” con la partecipazione di autorità civili ed istituzionali; l’evento presso la Villa Comunale di Molfetta con uno show cooking sui i piatti della tradizione molfettese e l’illustrazione degli itinerari turistici del territorio; la serata di musica e canto con la presenza dell’Orchestra Sinfonica della BAT “Biagio Abbate” diretta dal M° Benedetto Grillo e dell’Alter Chorus di Molfetta diretto dal prof. Antonio Allegretta.

IL PROGRAMMA:

Lunedì 11 aprile

Campo Sportivo Petrone

ore 09.00 -12.00

Torneo di calcio istituti scolastici superiori - eliminatorie

Sede via Giovinazzo

ore 09.00 -12.00

Stand espositivi a cura dei Dipartimenti di Disciplina

Performance di danza, musica, spettacolo a cura di alunni e docenti Istituto Alberghiero

Sede Apicella

ore 09.00 -12.00

Laboratori del gusto con esperti del mondo del lavoro ed ex alunni, per le classi 3^ e 4^ dei settori CUCINA, PASTICCERIA, SALA

Seminari formativi con esperti del mondo del lavoro per le classi settore ACCOGLIENZA TURISTICA

Sede via Giovinazzo

ore 15.00 -18.00

Seminario formativo per alunni, docenti e operatori del settore

Stagionalità in cucina: valorizziamo la nostra terra

executive chef Stefano Di Gennaro

Martedì 12 aprile:

Campo Sportivo Petrone

ore 09.00 -12.00

Torneo di calcio istituti scolastici superiori - eliminatorie

Sede via Giovinazzo

ore 09.00 -12.00

Stand espositivi a cura dei Dipartimenti di Disciplina

Performance di danza, musica, spettacolo a cura di alunni e docenti Istituto Alberghiero

Sede Apicella

ore 09.30

Convegno: Tradizione e identità culturale di un popolo

alla presenza di rappresentanti del mondo del lavoro autorità civili ed istituzionali

Un happy hour speciale

Sede via Giovinazzo

ore 19.30

Musicarte

Orchestra Sinfonica BAT

“Biagio Abbate”

direttore M° Benedetto Grillo

Alter Chorus Molfetta

direttore prof. Antonio Allegretta

docenti e ATA Istituto Alberghiero Molfetta

Mercoledì 13 aprile:

Campo Sportivo Petrone

ore 09.00 -12.00

Torneo di calcio istituti scolastici superiori Finali

Sede via Giovinazzo

ore 09.00 -12.00

Stand espositivi a cura dei Dipartimenti di Disciplina

Performance di danza, musica, spettacolo a cura di alunni e docenti Istituto Alberghiero

ore 11.00

Cerimonia di Premiazione

Concorso Turistico Enogastronomico

Contest Cena a 4 mani

Studenti diplomati con lode a.s. 2020-21

Torneo di calcio

Sede Apicella

ore 09.00 -12.00

Laboratori del gusto con esperti del mondo del lavoro ed ex alunni, per le classi 3^ e 4^ dei settori CUCINA, PASTICCERIA, SALA

Seminari formativi con esperti del mondo del lavoro per le classi settore ACCOGLIENZA TURISTICA

Sede via Giovinazzo

ore 15.00 -18.00

Seminario formativo per alunni, docenti e operatori del settore: Tradizione e innovazione in pasticceria

Pastry chef Nico Marzocca

Villa Comunale

ore 19.30

L’Alberghiero nella città di Molfetta

I piatti della tradizione molfettese, itinerari turistici del territorio

a cura di Alunni, docenti e ATA Istituto Alberghiero Molfetta

Molfetta. L'amministrazione comunale pubblica il programma di interventi previsti per la riqualificazione del nosocomio cittadino, finanziati grazie a fondi regionali, europei e PNRR

molfettaospedaledontoninobelloAmmonta complessivamente a circa 16 milioni di euro il programma d'interventi previsti dalla Asl di Bari nel Comune di Molfetta per la riqualificazione e l'ammodernamento dell'Ospedale Don Tonino Bello. Pubblicato sul sito istituzionale, il documento entra nel merito dei lavori di cui necessita il nosocomio, dettagliandone gli importi.

Edificato negli anni '60, l'Ospedale di Molfetta presenta oggi diverse criticità, che è necessario risolvere. Per ovviare al problema della promiscuità tra utenti del distretto socio sanitario 1 e quelli del presidio ospedaliero è prevista la realizzazione di una Casa di Comunità nei pressi del nosocomio per accogliere i locali del distretto socio sanitario ed eventualmente quelli destinati ai servizi del Dipartimento di Prevenzione attualmente dislocati in via Togliatti e via Caduti sul lavoro.

Il programma d'interventi prevede la sostituzione di tutti gli infissi presenti nell'ottica di un efficientamento complessivo della struttura; la realizzazione di una sala d'aspetto all'interno del Pronto Soccorso; l'implementazione con testaletto e impianto ad aria compressa nel reparto di Terapia intensiva attualmente in via di realizzazione.

Previsto inoltre l'ammodernamento del comparto operatorio e del reparto Dialisi; la ristrutturazione dei reparti di Medicina, Chirurgia e Cardiologia, unitamente alla messa in sicurezza e all'adeguamento dei locali dell'Obitorio e della Guardia Medica. A questi lavori, si aggiunge il miglioramento dei percorsi verticali con l'implementazione e la sostituzione di impianti elevatori, montacarichi e ascensori; la ristrutturazione della centrale termica; la realizzazione di una nuova isola ecologica per la raccolta di rifiuti solidi urbani e sanitari.

È necessario inoltre per consentire una sicura viabilità interna, il rifacimento del manto stradale e del parcheggio, con la installazione della segnaletica orizzontale e verticale. Infine, sono previsti interventi volti all'adeguamento della struttura alle normative antisismiche e antincendio, nonchè l'adeguamento funzionale dell'impianto elettrico, termico, idraulico e degli impianti elevatori.

I lavori programmati e già finanziati grazie a fondi regionali, europei e del PNRR, avranno un importo complessivo di 15.793.407 euro.

Molfetta. Il sindaco si complimenta con i membri della Fondazione musicale e con chi ha contribuito al successo del primo evento in programma

molfettainflammatus«È stato un appuntamento di alto spessore culturale in cui la musica e la danza si sono sposate con grande eleganza». Il sindaco Tommaso Minervini ha commentato così la manifestazione di apertura di Inflammatus, il cartellone predisposto dalla Fondazione Valente in occasione della Quaresima.

Ad infiammare il pubblico presente, nella Chiesa della Madonna della Pace, è stato lo "Stabat Mater" di Giovan Battista Pergolesi, con le voci soliste di Sara Allegretta e Paola Leoci, e l'Ensemble S. Teresa dei Maschi diretta da Sabino Manzo.

«Mi complimento – ha continuato il primo cittadino - con Sara Allegretta, nella duplice veste di soprano e di direttore artistico della Fondazione Valente, Paola Leoci, altra voce solista, ma anche con Laura Volpe, che ha danzato sulle coreografie di Nicolò Abbattista, talento molfettese, direttore artistico della Compagnia di danza Lost Movement di Milano e Christian Consalvo».

Molfetta. La gara 1 dei quarti di finale playoff si giocherà sabato 2 aprile alle ore 19 presso il Palapoli di Molfetta

molfettavirtus280322Una grande prestazione quella della Dai Optical Virtus Molfetta che ieri, domenica 27 marzo ha battuto in trasferta la Bisanum Viaggi Vieste per 57-83.

Con questa vittoria, la squadra molfettese si conferma capolista nella classifica finale della regular season del campionato di C Gold Puglia.Seppur privi di OrlandoBellinzona e il secondo allenatore Vittorio, la Dai Optical Virtus Molfetta sfodera una prestazione maiuscola in terra foggiana.Il primo quarto è molto equilibrato e ha come protagonisti Callara per i padroni di casa e Buljan per i viaggianti. Tidey e Orefice provano ad allungare ma i canestri di Buljan e la tripla a fil di sirena di Biasich chiudono il primo quarto sul punteggio di 17-21.

Copione quasi identico nel secondo quarto: Orefice e Callara riportano in parità Vieste che allunga anche sul + 4 ancora con il proprio capitano. Ed è qui che la Dai Optical Virtus Molfetta è brava a non disunirsi e a riportarsi in vantaggio trascinata da un sontuoso Buljan in versione tuttofare. La Virtus si porta sul + 4 grazie ai canestri di Calisi e Feruglio ma è costretta a dover rinunciare a Delic, infortunato e si va al riposo lungo sul punteggio di 36-41.Al rientro dagli spogliatoi la Virtus Molfetta dà la sterzata decisiva al match trascinata dalle triple di Liso e da un Calisi che sale in cattedra in questa terza frazione con palle rubate e canestri decisivi.

Buljan è straripante dominando sotto le plance soprattutto in difesa strappando rimbalzi e rubando palloni importantissimi mentre Formica e Feruglio non si risparmiano nel pitturato. Coach Gallo è molto bravo con le rotazioni dando minuti importanti a Lo Piccolo e la Dai Optical chiude il terzo quarto sul punteggio di 48-64.Nell’ultimo quarto Vieste alza bandiera bianca: Liso con due "bombe" consecutive chiude virtualmente il match mentre Buljan delizia i palati fini meritandosi l’applauso dello sportivissimo pubblico di Vieste. Nel finale Lo Piccolo e Kodu realizzano per la Dai Optical che sbanca Vieste con il punteggio di 57-83.Grande partita della Dai Optical Virtus Molfetta che in un incontro decisivo e tutt’altro che facile sfodera una prestazione maiuscola mostrando finalmente una grande attitudine difensiva. Una grande prova di squadra e di gruppo impreziosita dalla prestazione perfetta di un Buljan dominante sia nella fase realizzativa che nella fase difensiva.Il primo posto in regular season ci permetterà di affrontare l’eventuale bella nei turni playoff in casa.
Gara 1 dei quarti di finale playoff si giocherà sabato 2 Aprile alle ore 19 al Palapoli di Molfetta.

Il nostro avversario sarà la Libertas Basket Altamura, classificatasi all’ottavo posto.Bisanum Viaggi Vieste – Dai Optical Virtus Molfetta – 57-83.Bisanum Viaggi Vieste: Zustovich 4, Orefice 18, Basta, Dusels 2, Totaro ne, Callara 18, Raul Diaz 2, Tidey 8, De Leo 5, Hoxha, All: Ciociola.Dai Optical Molfetta: Buljan 32, Formica 4, Lo Piccolo 4, Feruglio 5, Guzman, Garcia, Biasich 10, Calisi 13, Delic 2, Liso 9, Kodu 4. All: Gallo.Arbitri: Mitrugno Marco di Mesagne e Ranieri Domenico di Mola Di Bari.

Molfetta. Sono aperte le iscrizioni per la frequenza dell’Asilo Nido - Sezione Primavera Comunali per l'Anno Educativo 2022/23. Le istanze dovranno essere inviate tramite PEC entro il 29 aprile 2022

molfettanido280322Il Comune di Molfetta comunica che sono aperte le iscrizioni ai nidi comunali per l'anno 2022/23. Il servizio è rivolto a bambini e bambine residenti nel territorio comunale, di età compresa tra i tre mesi e i tre anni non compiuti alla data del 31 dicembre 2022. I bambini potranno frequentare il Nido dal lunedì al venerdì. Il modello di iscrizione e il presente avviso saranno scaricabili dal sito www.comune.molfetta.ba.it.

Le istanze di iscrizione e/o di riconferma, indirizzate al Settore Socialità saranno inviate esclusivamente all'indirizzo PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., entro e non oltre le ore 12 del giorno 29 Aprile 2022, unitamente ad autocertificazione riguardo l'attività lavorativa svolta da entrambi i genitori, reddito ISEE del nucleo familiare del corrente anno. Si dovranno inoltre indicare le avvenute vaccinazioni del minore e copia del documento di identità del dichiarante (ai sensi del Regolamento UE n. 679/2016 General Data Protection Regulation). I dati personali forniti saranno trattati anche con strumenti informatici della comunicazione e pubblicazione, esclusivamente nell'ambito del procedimento per il quale sono richiesti e per le finalità strettamente connesse a tale scopo.

La mancata presentazione ISEE comporterà applicazione di retta massimale. Le istanze, pervenute nei termini stabiliti dal presente avviso, daranno luogo a graduatoria come previsto dall'art 5 del Regolamento della Gestione Sociale e di Funzionamento del Nido, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del 30/05/2014.

Coloro che non saranno ammessi alla frequenza formeranno, nell’ordine di graduatoria, le liste di attesa cui attingere in caso di nuove disponibilità, come disciplinato dall’art. 4 del succitato Regolamento.La quota a carico degli utenti è stabilita per l'anno 2022 con deliberazione di G.C. n 15 del 11/ 01/2022 salvo modifiche per l’anno 2023.

La graduatoria sarà pubblicata sul sito istituzionale www.comune.molfetta.ba.it., in allegato privacy e presso la Direzione del Nido Comunale via Don Minzoni, s.n.c.Per ulteriori informazioni l’utenza potrà telefonare alla Direzione del Nido Comunale (dott.ssa A. Elia) Via Don Minzoni s.n. c. (080 3341931) e presso il Settore Socialità (sig.ra R. Natilla) Via Cifariello, 29 - (080 3374636).

Molfetta. Il candidato sindaco Pasquale Drago interviene sulla realizzazione del nuovo ospedale tra Molfetta e Bisceglie

pasquale drago fotoDopo la diffusione della notizia dell'individuazione dell'area che, tra Molfetta e Bisceglie, accoglierà il nuovo Ospedale nord barese,il candidato sindaco Pasquale Drago accusa il primo cittadino Tommaso Minervini di “mistificazione della realtà”.

«In realtà – commenta Drago, candidato sindaco di Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, CON, Rinascere e Senso Civico – in questi anni l’amministrazione comunale di Molfetta ha solo perso tempo. Nel 2019, infatti, il Presidente Michele Emiliano annunciò ufficialmente la disponibilità di 107 milioni di euro per la realizzazione di questa struttura, demandando al Comune di Molfetta il compito di individuare subito, di concerto con il Comune di Bisceglie, l’area dove far sorgere il nuovo ospedale, in modo da consentire l’avvio di tutto il complesso iter burocratico e amministrativo finalizzato alla realizzazione dell’opera. Ma il Comune di Molfetta se l’è presa comoda e solo nel 2020 si decise a individuare un’area di costruzione, per di più palesemente inadeguata perché interessata da vincoli idrogeologici. A causa di questo grossolano errore, il procedimento amministrativo si è sostanzialmente bloccato per ben due anni e solo ora, a pochi mesi dalle elezioni amministrative, si annuncia in pompa magna l’individuazione dell’area di costruzione, per di più nella città di Bisceglie. È chiaro che si tratta solo di campagna elettorale. Ma quello che ci preoccupa maggiormente è che questi ritardi del Comune di Molfetta potrebbero determinare la perdita dei 107 milioni di euro già stanziati dalla Regione negli scorsi anni, dal momento che – come sostenuto pochi giorni fa dall’assessore regionale alla sanità, Rocco Palese, in Consiglio regionale – queste risorse potrebbero essere utilizzate per completare la realizzazione del nuovo ospedale di Andria, mentre per quello del Nord Barese si dovrà attingere ad altri finanziamenti, con gli ulteriori inevitabili ritardi e le ulteriori inevitabili incertezze».

«Ci auguriamo – conclude Pasquale Drago – che Molfetta non debba pagare a caro prezzo l’inefficienza di questa amministrazione comunale. Dal canto nostro seguiremo questa vicenda con la massima attenzione e solleciteremo, attraverso i nostri canali politici e istituzionali, la Regione Puglia, a partire dal Presidente Michele Emiliano, affinché l’iter amministrativo proceda speditamente e quest’opera fondamentale per la collettività possa vedere la luce nel più breve tempo possibile».

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino