Redazione_Web Online

Redazione_Web Online

Molfetta – Si svolgerà ad Ostia sabato prossimo, il campionato italiano riservato agli atleti under 17 di lotta libera e lotta femminile

molfettateampalombaL’ASD molfettese Palomba Francesco Wellness Club parte alla conquista del Campionato nazionale di Lotta Libera in programma a Ostia per sabato prossimo, 19 marzo. Il Team, che ha programmato l’intera preparazione fisica e tecnica proprio in vista di questa competizione, partirà con una delegazione composta da 12 atleti, accompagnati dai coach Claudio De Mita, Tommaso Cilardi, Nicolangelo Samarelli e dott. Giuliano Palomba.

I colori sociali saranno difesi nella lotta libera da Diego Ragno (65 kg), Nicolò Mastrofilippo (65 kg), Elvio Minervini (71 kg) Daniele Rapanaro (71 kg) Giovanni La Forgia (71 kg), Mirko De Nichilo (92 kg) Giuliano Polacco (92 kg), Giuliano Spaccavento (110 kg) e Martino Piliero (110 kg); nella lotta femminile da Rossella Palomba (61 kg), Giada Capuano (65 kg) e Lisa Spaccavento (65 kg).

Tra i sicuri protagonisti ci saranno Mirko De Nichilo, Martino Piliero, Giuliano Spaccavento, già campioni italiani negli scorsi anni, ma potranno puntare al podio anche tutti gli altri giovani lottatori della compagine molfettese.

Il palio anche il titolo a squadre, competizione che vedrà tra i favoriti proprio il Team Francesco Palomba.

Sarà possibile seguire la diretta streaming, a partire dalle ore 10 e tenersi aggiornati sui risultati live attraverso il sito dedicato alla trasmissione dell'evento.

Molfetta. L'assessore regionale Pentassuglia ha chiesto ai pescatori di preparare le autocertificazioni che attestano le spese di carburante negli ultimi tre mesi

molfettapescatoriregionepugliacontentSbloccare i contributi Covid per il comparto pesca e varare misure immediate per far fronte al caro gasolio. Sono gli impegni presi nel corso di un incontro alla Regione Puglia dall’assessore regionale Donato Pentassuglia, davanti alla delegazione della marineria molfettese, guidata dal presidente di Federpesca Franco Minervini, al sindaco Tommaso Minervini e al consigliere regionale Saverio Tammacco.

«Siamo già in economia di guerra – ha detto il primo cittadino nel suo intervento – e oltre ai problemi economici iniziano i problemi sociali veri, che non vanno sottovalutati. Occorre intervenire subito e coprire questo differenziale dell’aumento del prezzo del gasolio. La Regione può e deve intervenire per difendere i comparti più in difficoltà come la pesca e l’agricoltura».

Pentassuglia ha quindi rassicurato i pescatori molfettesi: «Sto cercando di disegnare un percorso per arrivare al miglior risultato possibile». Poi ha chiesto loro di predisporre delle autocertificazioni con cui attestare il costo del carburante nel primo trimestre 2021 e 2022.

Oggi si riunirà il Consiglio regionale, dove Tammacco sosterrà le misure per contrastare le tre emergenze principali: il caro gasolio (per autotrasporto e pescherecci), il caro bollette e il prezzo del latte, che al momento non è remunerativo per i produttori.

Molfetta. Su iniziativa del settore socialità e dell'associazione CibiAmoci, il Comune aderisce alla giornata di sensibilizzazione al tema

giornata nazionale disturbi alimentariOggi, martedì 15 marzo, Piazza Municipio si colora di lilla in occasione della Giornata nazionale sui disturbi dei comportamenti alimentari e aderisce alla campagna di sensibilizzazione del “Fiocchetto lilla” con l’esposizione di un grande striscione sul Palazzo di Città.

L’iniziativa è del Settore socialità del Comune di Molfetta e dell’associazione CibiAmoci che, per conto del Comune, da oltre un anno gestisce lo Sportello di ascolto dei disturbi alimentari e, da qualche settimana, a seguito del rinnovo del progetto triennale dedicato al benessere psico fisico dei bambini degli adolescenti e dei giovani, è impegnata in una serie di incontri formativi e informativi nelle scuole medie e superiori di Molfetta. Iniziativa che sta riscuotendo un grande successo di partecipazione e di adesione.

«E’ importante riconoscre da subito i segnali legati ai disturbi alimentari – sottolinea il Sindaco, Tommaso Minervini - per questo il Settore Socialità è all’avanguardia per intercettare il profondo disagio ed evitare la cronicizzazione delle problematiche fisiche e psicologiche dei ragazzi. E su questo sono concentrati ben due assessori Sgherza, alla socialità, e De Pietro, alle politiche giovanili. E’ importante lavorare con le scuole, nelle scuole, con le famiglie ma anche sensibilizzare l’opinione pubblica».

Molfetta. Si è tenuto ieri pomeriggio il consiglio comunale monotematico che ha visto la partecipazione straordinaria degli studenti di scuola secondaria

molfettaconigliomonotematicoguerraucrainaMolfetta ribadisce il suo deciso no alla guerra in Ucraina e nel mondo attraverso un’altra importante attestazione di vicinanza e solidarietà alla popolazione ucraina, vessata dallo scorso 24 febbraio dall’invasione militare delle forze armate russe. Si è svolto nel pomeriggio di ieri, lunedì 14 marzo, il Consiglio comunale monotematico durante cui è stato discusso e approvato all’unanimità il documento che traccia, in maniera ideologica e pragmatica, il percorso improntato sui valori della pace e della nonviolenza lungo cui la città di Molfetta intende procedere.

È stato un momento istituzionale di altissimo valore civico, che ha visto ancora una volta protagonisti gli studenti molfettesi di scuola superiore, presenti in via simbolica attraverso la partecipazione di tutti i rappresentanti d’istituto. Dopo la grande manifestazione di lunedì 7 marzo, che nonostante la pioggia incessante e il freddo ha coinvolto centinaia di ragazzi, gli studenti molfettesi si schierano ancora una volta e in prima linea contro ogni forma di violenza e abuso di potere. Lo fanno citando nella sala consiliare di Palazzo Giovene Tucidide e Bob Dylan, mentre ribadiscono di essere figli di una storia che insegna a vivere nel solco della fratellanza e dell’eguaglianza sociale.

«Siamo il futuro di questa città – hanno spiegato gli studenti intervenuti – e ora siamo un po’ confusi e smarriti. Cresciuti all’ombra dorata della pace, ora siamo di fronte al ripetersi degli episodi più disastrosi della storia contemporanea. Questa guerra ci costringe ad assistere a dinamiche di potere vecchie, già studiate sui libri di storia e allora ci chiediamo che senso abbia apprendere gli errori del passato per continuare a ripeterli. Crediamo nella buona volontà delle persone come don Gino Samarelli, attraversate davvero da sentimenti nobili come la solidarietà e l’umanità. Ognuno di noi può fare qualcosa, perché questa non è una guerra tra Russia e Ucraina, è una guerra che mette in discussione i nostri principi democratici. Tocca a noi rivendicare con forza la fine della Guerra Fredda. Democrazia, libertà e dignità sono le parole d’ordine del nostro impegno».

Iniziato alle ore 17 e conclusosi alle ore 19.30, il consiglio comunale ha visto l’avvicendarsi degli interventi di assessori, consiglieri di maggioranza e di opposizione, degli studenti e infine del sindaco, Tommaso Minervini, che ha ringraziato i ragazzi per aver accettato l’invito, esortandoli a continuare a portare avanti la loro campagna pacifista. Nel suo discorso il sindaco ha ringraziato di cuore le associazioni di volontariato, don Gino Samarelli e ha riservato parole di sincera stima e ammirazione nei confronti delle due donne partite al fianco di don Samarelli proprio nella Giornata internazionale per i diritti della donna.

Dopo il dibattito è stato letto il testo della delibera sottoposta al voto dei 22 consiglieri presenti in aula e approvata all’unanimità. Il Consiglio comunale di Molfetta, oltre ad esprimere massima solidarietà al popolo ucraino, perseguendo gli insegnamenti del Vescovo Don Tonino Bello, delibera «di impegnare il sindaco e la giunta comunale ad aiutare concretamente i cittadini ucraini nel nostro territorio e a predisporre un piano di accoglienza per i rifugiati ucraini; a coadiuvare e coordinare le famiglie molfettesi disponibili ad accogliere, facilitando l’inserimento dei minori nelle attività scolastiche ed extrascolastiche.

Di esprimere alle Autorità nazionali e internazionali europee ed extraeuropee l’invito della nostra Comunità affinché siano messi in campo tutti gli strumenti della diplomazia internazionale per fermare la guerra e scongiurare l’espandersi della stessa, affinché ogni sforzo diplomatico venga posto in essere per promuovere e facilitare la cessazione delle ostilità».  

Prima di terminare la seduta, i membri del consiglio e tutti i presenti hanno osservato, in piedi, un minuto di silenzio per commemorare le vittime della guerra in Ucraina.

Molfetta. Il trofeo, ricevuto nei giorni scorsi, è stato presentato ai tifosi

molfettanoxpalafiorentini"Sei a casa". È così che la Nox Molfetta ha dato il benvenuto social al PalaFiorentini alla Coppa ricevuta dalla Federazione Italiana Gioco Calcio e dalla Lega Nazionale Dilettanti - Puglia la scorsa settimana per aver vinto il campionato nella stagione 2020/2021 e ottenuto sul campo la promozione diretta in A2

A margine della sfida di campionato contro la Soccer Altamura, sconfitta proprio nella passata stagione per il salto nella seconda categoria di futsal in rosa, il trofeo è stato mostrato ai tifosi da capitan Narsete e compagne. Con loro lo staff tecnico e la dirigenza, applauditi da tutto il pubblico presente con il presidente Luciano Savi, grande artefice del progetto Nox Molfetta. 

A portare la Coppa in campo una rappresentanza delle piccole del settore giovanile biancorosso, entusiaste di condividere il momento con le beniamine della prima squadra. 

Molfetta. Ogni sera la comunità dei fedeli è invitata a riunirsi in preghiera di fronte all’icona della Madonna della Pace di Molfetta

molfettacasupoladelcustodeLa Parrocchia della Madonna della Pace di Molfetta promuove un momento di raccoglimento spirituale per invocare la fine della guerra in Ucraina. L’appuntamento è in chiesa ogni giorno alle ore 20.30.

«Voi, avete una grossa responsabilità. La vostra parrocchia si intitola Madonna della Pace. Sapete che oggi il mondo è sconvolto da tante lotte, da tante guerre. Fate in modo che su questo tema della pace la vostra parrocchia si caratterizzi e sia un punto di riferimento costante e per tutti».

Il 26 novembre 1992, don Tonino Bello pronunciò queste parole che costituiscono un vero e proprio testamento spirituale per la comunità parrocchiale. Don Tonino caldeggiò l’iniziativa promossa dal primo parroco don Luca Murolo, il quale durante il periodo della guerra del Golfo invitava a pregare per la pace dinanzi al Santissimo Sacramento che era solito esporre alle ore 16 del pomeriggio nella casupola del custode del cantiere dei lavori per la costruzione del nuovo centro parrocchiale. 

«Anche noi, dopo trent’anni, in queste ore drammatiche della storia in cui il conflitto e la divisione sembrano avere la meglio – spiegano dalla Parrocchia Madonna della Paceaccogliamo l’invito di don Tonino e vogliamo chiedere al Signore per intercessione di sua Madre, il dono della pace in Ucraina, affinché le armi, gli interessi di parte e l’odio dei prepotenti possano cedere il posto al rispetto della dignità di ciascuno e al dialogo. Pertanto ogni sera ci ritroveremo in chiesa alle 20.30 dinanzi all’icona della Madonna della Pace per un breve momento di preghiera. L’iniziativa promossa dall’omonima associazione mariana operante in parrocchia, sarà estesa a tutto il tempo della quaresima e vi potranno prendere parte anche le altre comunità parrocchiali e chiunque lo desiderasse».

Molfetta. Brutta sconfitta per la capolista, raggiunta in classifica dal Corato e in vantaggio ora solo grazie alla differenza canestri negli scontri diretti

molfettadavirtushomeBrutta sconfitta per la Dai Optical Virtus Molfetta che subisce il terzo stop stagionale ed esce sconfitta meritatamente dal PalaBalestrazzi di Bari con il punteggio di 111-102 a favore di una grintosa Adria Bari.

Ancora una volta l’inizio del match della Dai Optical è da incubo: Rodriguez, Buzzo e Meistas realizzano subito per i padroni di casa approfittando degli errori difensivi dei biancoazzurri. Rodriguez da tre punti è letale mentre la difesa ospite è imbarazzante. Buljan e Delic provano a dare una scossa agli ospiti ma l’Adria si porta sul +16 e il primo quarto termina 33-17.

Nel secondo quarto la Dai Optical prova a rientrare nel match affidandosi ai punti da sotto di Danilo Feruglio che sfrutta la sua presenza nel pitturato realizzando ben 11 punti in questa fase. Bari trova ancora punti preziosi da Lupo e Buzzo e si va al riposo lungo sul punteggio di 56-47.

Al rientro dagli spogliatoi la musica non cambia. La Dai Optical prova a rifarsi sotto con BuljanDelic e Calisi ma Bari si riporta nuovamente sul + 14 trascinata da Meistas e Rodriguez che puniscono puntualmente una difesa ospite completamente in bambola e il terzo quarto termina 87-73.
L’ultimo quarto rispecchia nel migliore dei modi la serata della Virtus: ad ogni tentativo di rimonta, la squadra biancoazzurra subisce canestri facili per via di una difesa molle e poco aggressiva. L’Adria supera i 100 punti e festeggia nel migliore dei modi un successo meritatissimo costringendo i viaggianti al terzo stop stagionale.

Brutta sconfitta per la Dai Optical Virtus Molfetta raggiunta in classifica dal Corato e in vantaggio ora solo grazie alla differenza canestri negli scontri diretti.

A Bari, ancora una volta, sono emersi i soliti problemi difensivi cui bisogna porre urgentemente rimedio in vista dei playoff. Non può una squadra come la Dai Optical subire 111 punti se vuol puntare a qualcosa di importante.
Rimangono solo due partite, da vincere assolutamente, per mantenere il primo posto in classifica.
Adesso non si può più sbagliare.

Prossimo impegno per la Dai Optical Virtus Molfetta domenica 20 Marzo, alle ore 18.00, al Palapoli, contro la Libertas Basket Altamura.

Gmc Adria Bari – Dai Optical Virtus Molfetta – 111-102

Adria Bari: Notaristefano, Ravelli 8, Rodriguez 29, Buzzo 23, Lupo 10, Ferraretti 12, Pugliese 2, Lella, Meistas 27, Ciccarelli ne, Leone, All: Cazzorla

Dai Optical Molfetta – Bellizona, Buljan 32, Formica 4, Orlando, Lo Piccolo 4, Feuglio 16, Guzman, Calisi 13, Delic 21, Liso 12. All: Gallo

Arbitri: Giulio di Vittorio di Ruvo di Puglia e Serse Matteo di Brindisi.

Molfetta. Si terrà domani alle ore 18.30 presso lo Spazio Galileo la presentazione del libro scritto dall'autrice tranese Laura Tafaro

molfettarinascerelibrocontentI disturbi del comportamento alimentare affliggono sempre più persone, soprattutto tra giovani e giovanissimi. In occasione della Giornata Nazionale dedicata a questa attualissima problematica, che ricorre domani, martedì 15 marzo, a Molfetta si terrà la presentazione del libro "Rinascere", scritto dall'autrice tranese Laura Tafaro.

L'evento, patrocinato dalla ASL della BAT, si svolgerà all'interno dello Spazio Galileo, situato al civico 43 di via Galilei , dalle ore 18.30 alle ore 20.30.

Il libro, pubblicato da Sogna Italia editore a dicembre dello scorso anno, racconta la storia di Paola, una ragazza che decide di affrontare e risolvere i suoi problemi con il cibo, di alleggerire quel carico esistenziale che per troppo tempo l'ha tenuta lontana da se stessa, dalle sue reali inclinazioni, facendole perdere di vista ciò che davvero conta nella vita.

Paola affronta un percorso terapeutico di comunità all'interno di Villa Hope, dove troverà la forza per guardare negli occhi i suoi demoni interiori, confrontandosi con le storie di vita degli altri pazienti della struttura, che esattamente come lei cercano di guarire da un disturbo comportamentale legato al cibo. È una storia di speranza che si intreccia a informazioni e dettagli tecnici che spiegano cosa sia e come si declinano i disturbi del comportamento alimentare, fornendo preziosi spunti di riflessione.

«La storia di Paola – spiega l'autrice Laura Tafaro è assolutamente vera e si intreccia con le storie di altri pazienti della comunità. Il libro è stato scritto in maniera corale, grazie al coinvolgimento dei ragazzi di cui ho parlato, che si sono addirittura scelti il proprio nome di fantasia. Ho scritto il romanzo in meno di venti giorni, sul finire della mia ultima esperienza da terapeuta condotta all'interno di una struttura sanitaria di Guidonia. Il libro non è solo testimonianza del percorso di guarigione di Paola e degli altri pazienti che come lei sono riusciti a guarire, ma è anche una raccolta di strumenti terapeutici utili alla guarigione. Sono riportati i brani scelti per la musicoterapia e una serie di dettagli che permettono di addentrarsi in una realtà difficile da immaginare, ma molto più comune di quanto si possa pensare. La storia termina con un colpo di scena che per ovvi motivi non svelerò, ma ci tengo a dire – conclude l'autrice – che si tratta di una evoluzione, di una catarsi intima e collettiva che dà vita a un vero e proprio romanzo di formazione».

Prenderanno parte alla presentazione del libro "Rinascere" il dottor Andrea Ferrante, psichiatra dell'ASL di Bari, il dottor Giuseppe Latilla e la dottoressa Rosanna Lauro, entrambi psicologi-psicoterapeuti, rappresentanti della SIPEM SoS PUGLIA. Prevista inoltre la partecipazione di una referente dell'associazione Cibiamoci, responsabile a Molfetta dello Sportello di ascolto per la prevenzione e cura dei disturbi alimentari e dei progetti avviati all'interno delle scuole cittadine e di Vincenza Mangino, miss Puglia 2021/22. Al termine dell'incontro letterario, è prevista una degustazione di vini pugliesi a cura della cantina Tenuta degli Eruli di Barletta.

Partner dell'evento sono SoS PUGLIA – Società Italiana Psicologia dell'Emergenza e Associazione Mano Nella Mano Aps di Molfetta.

Per partecipare alla presentazione è gradita la prenotazione al numero 340 557 15 27.

Molfetta. La marcia avrà inizio dal sagrato della parrocchia Cuore Immacolato di Maria venerdì prossimo alle ore 19 e si snoderà attraverso le vie del centro cittadino per concludersi sul sagrato della Cattedrale

molfettamarciapaceucraina14032022Ci sarà la Municipalità di Molfetta, con il gonfalone e il sindaco, Tommaso Minervini, venerdì 18 marzo alle ore 19 in occasione della marcia per la Pace in Ucraina, che, nel giorno del compleanno dell’indimenticato don Tonino Bello, taglierà Molfetta riproponendo il percorso della Marcia della Pace, voluta proprio da don Tonino, il 31 dicembre del 1992.

L’iniziativa è stata organizzata dalla Rete dei Diritti Negati e dalle Parrocchie molfettesi ed è aperta a tutti coloro che intendono manifestare il proprio dissenso alla guerra in Ucraina e a tutte le guerre e alle violazioni dei diritti umani in ogni parte del mondo.

«Convintamente – sottolinea il primo cittadino, Tommaso Minervini – saremo in piazza per testimoniare il nostro no a tutte le guerre e per rilanciare l’appello di Papa Francesco che, riferendosi alla guerra in Ucraina, ha chiesto, in nome di Dio, di fermare questo massacro esortando, ancora una volta, all'accoglienza dei tanti rifugiati e chiedendo a tutte le comunità diocesane e religiose di aumentare i momenti di preghiera per la pace».

La marcia avrà inizio dal sagrato della parrocchia Cuore Immacolato di Maria (San Filippo Neri) alle ore 19 e si snoderà attraverso le vie del centro cittadino per concludersi sul sagrato della Cattedrale. Sono previsti gli interventi di Don Renato Sacco, Rosa Siciliano, Nicola Colaianni e di Don Gino Samarelli.

Molfetta. Ostico sin da subito, il match si conclude con la sconfitta delle molfettesi

molfettadinamo14032022

Torna sconfitta la Dinamo Molfetta dallo scontro in trasferta contro le fucsia del Brio Lingerie Cerignola. La squadra ospitante guadagna 3 punti importanti per la classifica che la vede provvisoriamente seconda a pari merito con City Amatori Bari.

Il match contro il Cerignola appare subito ostico per le ragazze arancio, che entrano in campo non al massimo della forma fisica e senza ritrovare la grinta che ha accompagnato le passate partite.

Le avversarie sfruttano il vantaggio partendo subito all’attacco, e dopo un momento di incertezza la Dinamo inizia a reagire rendendo la partita più avvincente e combattuta. E’ sicuramente Cosentino a tenere duro e a mantenere alta la determinazione delle compagne, con una bella prova anche dai 9 metri. Non è facile per le ragazze di Mister Valentino vincere il primo set, con il parziale di 25-19.

Non trova una strada la compagine di Mister Marzocca nei successivi due set, nonostante l’avvicendamento in campo di Abbattista/Sancilio nel doppio cambio con Cosentino/Sciancalepore, e l’ausilio di Calò in seconda linea.

I parziali si chiudono con 25-16 il secondo e 25-17 il terzo.

La Dinamo, che si attesta in quinta posizione, incontrerà nelle prossime due settimane nel recupero dell’andata e per la partita di ritorno l’Asd Asem Volley Bari, quarta in classifica con un solo punto di differenza. Sfida diretta che la Dinamo dovrà affrontare con tutta la grinta e la concentrazione di cui è capace.

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino