Redazione_Web Online

Redazione_Web Online

Molfetta. Risultano ancora dispersi i molfettesi Mauro Mongelli e Sergio Bufo, tra i cinque membri dell’equipaggio a bordo del rimorchiatore Franco P. naufragato al largo di Bari 

molfettarimorchiatoreaffondato.homeSono trei membri dell’equipaggio recuperati senza vita in mare, a seguito della tragedia avvenuta nella serata di ieri, mercoledì 18 maggio, a 52 miglia a Nord di Bari in un punto al confine tra le acque italiane e croate. Due dei dispersi sono di Molfetta, Mauro Mongelli di 59 anni, e Sergio Bufo di 60 anni. Dei tre uomini che hanno perso la vita in mare, due sono di Ancona, Luciano Bigoni di 65 anni e Andrea Massimo Loi, di 58 anni, e un terzo è residente a Pescara con origini tunisine, il 63enne Jelali Ahmed. 

I corpi sono stati individuati dagli elicotteri impiegati per le attività di soccorso, coordinate dalla Capitaneria di Porto di Bari e condotte in collaborazione con la Capitaneria di Porto croata, che hanno visto l’intervento di mezzi civili e militari per passare al setaccio un’area di oltre 600 miglia quadrate.

Salvo il comandante dell’equipaggio, Giovanni Petralia, 63enne catanese riuscito a trovare riparo su una zattera di salvataggio, su cui è stato ritrovato a notte fonda dai soccorritori. Trasferito all’Ospedale “Di Venere” di Bari, l’uomo non è in gravi condizioni di salute e appena gli sarà possibile dovrà corrispondere agli inquirenti la sua versione dei fatti per chiarire le dinamiche dell’incidente.

La Procura della Repubblica di Bari ha aperto un fascicolo d’indagine con le ipotesi di reato di naufragio e omicidio colposo. Saranno ascoltati anche gli 11 membri dell’equipaggio a bordo della chiatta trainata dal rimorchiatore anconetano, che hanno dato l’allarme attorno alle ore 21 di ieri per poi rimanere in balia delle correnti fino a poche ore fa, prima di essere agganciati e trainati all’interno del Porto di Bari.

La Capitaneria di Porto di Bari sta verificando inoltre l'eventuale inquinamento del mare nel punto in cui è affondato il rimorchiatore anconetano, che a quanto sembra trasportava diverse casse di carburante. Affondato in un tratto di mare profondo circa mille metri, è altamente improbabile che il rimorchiatore venga recuperato.

Molfetta. Ci sarebbero dei molfettesi tra i cinque dispersi a seguito del tragico incidente avvenuto nella serata di ieri al largo della costa barese. In corso le ricerche da parte di Capitaneria di Porto barese e croata, Guardia di Finanza e Aeronautica militare

molfettarimorchiatoreaffondato.jpgcontentUn tragico incidente si è verificato nelle acque pugliesi, a 52 miglia a Nord di Bari, intorno alle ore 20.30 di ieri, mercoledì 18 maggio. Il rimorchiatore Franco P., partito da Ancona e diretto a Porto Romano in Albania, per cause ancora in via di accertamento, è affondato mentre trainava una chiatta con a bordo 11 persone.

Degli undici membri dell'equipaggio della Franco P., sei sono stati trovati a bordo dagli ufficiali della Capitaneria di Porto di Bari, che hanno tratto in salvo anche il comandante dell'imbarcazione, un 63enne di Catania, ritrovato in mare a bordo di una zattera. L'uomo, in stato di shock, è stato trasferito presso il Policlinico di Bari.

Risultano dispersi in mare 5 membri dell'equipaggio, tra cui dovrebbero esserci dei molfettesi. Le ricerche dei marittimi dispersi, coordinate dalla sala operativa della Capitaneria di Porto di Bari, si stanno concentrando in un'area di circa 600 miglia quadrate, coinvolgendo la Capitaneria di Porto Croata e la centrale operativa di Roma. Sono state dirottate sul luogo del disastro cinque navi mercantili, tre vedette della Capitaneria di Porto di Bari, mentre dall'alto operano tre elicotteri: uno della Guardia Costiera, uno della Guardia di Finanza e uno dell'Aeronautica militare.

Stando a quanto si apprende dalla Capitaneria di Porto barese, uno degli elicotteri avrebbe individuato i corpi in mare di due dei cinque dispersi.

Molfetta. Il sindaco incontra la città questa sera alle ore 19.30 a Piazza Paradiso e organizza una chiamata alla mobilitazione cittadina per la sicurezza dei lavoratori in mare

molfettasindaco25aprileA seguito del tragico incidente avvenuto al largo di Bari nella serata di mercoledì scorso, il sindaco Tommaso Minervini invita la cittadinanza a partecipare all'incontro di stasera in Piazza Paradiso. Organizzato inizialmente per presentare alla città il progetto elettorale che lo vede candidato a un secondo mandato da primo cittadino, il sindaco non rinuncia a incontrare la cittadinanza in un momento così delicato.

«Sono in costante contatto con l'Ammiraglio Leone di Bari - spiega Tommaso Minervini - che sta seguendo le operazioni in mare. Mi ha informato che la Capitaneria è ancora impegnata nella ricerca dei due dispersi. Nel frattempo, questa sera, in piazza Paradiso, collettivamente commemoreremo in forma pubblica i nostri lavoratori del mare, mobilitando tutta la nostra comunità. Non bisogna rimanere inermi e chiudersi in casa in maniera passiva, ma - come abbiamo sempre fatto nei momenti di grande difficoltà - dobbiamo dare prova di una sentita partecipazione corale per esprimere il nostro dolore, ma soprattutto per alimentare la speranza. La mia è una chiamata alla partecipazione popolare perché occorre reagire tutti insieme, mobilitandoci attivamente per la sicurezza sul lavoro. La nostra riflessione, il nostro impegno è quello di cercare di fare ancora di più in termini di sicurezza e prevenzione per evitare che in futuro si ripetano tragedie di questo tipo. Rinnovo il mio invito alla partecipazione attiva di tutti, ci vediamo stasera in piazza».

L'incontro si terrà nella serata di oggi, venerdì 20 maggio, alle 19.30, in piazza Paradiso.

Molfetta. La II edizione della manifestazione si svolgerà dal 4 al 9 giugno tra Molfetta, Castel del Monte e Lecce

molfettaspecialcorpuscontentTorna quest’anno, in chiave inclusiva, l’evento sportivo ideato, organizzato e promosso dalla FNBB – Fitness Natural Body Building, che a Molfetta è rappresentata dal presidente nazionale Gianfranco Tarantini. Sport, musica, arti visive e spettacolo si fondono per un unico obiettivo: rendere il corpo il vero protagonista della scena.

Dopo il successo della prima edizione, l’evento quest’anno vede il coinvolgimento diretto di atleti con disabilità intellettiva. In collaborazione con Stichting Astara, fondazione olandese che si occupa dell’inserimento delle persone con disabilità intellettive nello sport, e con la supervisione di Special Olympics Europe, la più grande organizzazione sportiva al mondo per le persone con disabilità intellettive, la FNBB ha messo a punto un evento itinerante che si svolgerà prevalentemente a Molfetta, facendo tappa a Castel del Monte e a Lecce.

L’evento coinvolgerà due squadre juniores miste di ragazzi e ragazze disabili e normodotati, che rappresenteranno Italia e Olanda. Nel progetto saranno coinvolti anche professori e studenti dell’IISS “Mons. A. Bello” di Molfetta. I ragazzi della IIIA - indirizzo servizi culturali e dello spettacolo si occuperanno della realizzazione del servizio fotografico e delle riprese video dell’intera manifestazione, coordinati da Yam Yang Lee, Roger Wijsen, e Sara Donahue, fotografi ufficiali della FNBB International.

«L’idea ci è venuta confrontandoci con Jos Wolfs, allenatore di basket che con Astara in Olanda ha già iniziato questo percorso – spiega il presidente nazionale FNBB, Gianfranco Tarantini – organizzando manifestazioni sportive trasversali come la nostra, che coinvolgano in maniera attiva le persone con disabilità intellettiva. Dall’esperienza condotta in questi mesi di preparazione abbiamo compreso quanto sia formativa l’inclusività anche per educatori e ragazzi normodotati. Questi ragazzi hanno dei talenti incredibili e anche per loro, come per tutti, lo sport è un elemento utile per socializzare e migliorarsi atleticamente, oltre che umanamente, in un contesto in cui si è tutti uguali».

IL PROGRAMMA:

Sabato 4 giugno alle ore 16 presso la Cittadella degli Artisti si terrà il Gran Gala di presentazione della II edizione di Special Corpus, preceduto dalla FNBB Italian Cup 4th Edition, competizione valida per la selezione in vista del Campionato Europeo. Durante la serata si esibiranno musicisti, cantanti, ballerini, atleti di Arti Marziali coreografate. Atleti e artisti diversamente abili e normodotati si esibiranno insieme sullo stesso palco, in una serata di spettacolo che sarà aperta da serata Gaetano Schettini, vincitore di Sanremo Jukebox 2021 e semifinalista di “All Together Now”. In esposizione nella sala polivalente de “La Cittadella degli Artisti”, una mostra di pittura curata da un artista autistico di Molfetta.

Domenica 5 giugno dalle ore 10 alle ore 13, presso l’Agriturismo Gardenia di Molfetta, si svolgerà “Ritmo e interazione”, un seminario di introduzione alle percussioni con il Maestro Stefano Vestrini, docente di musica presso il Saint Louis College of Music di Roma. Il Maestro Vestrini insegnerà ai ragazzi a tenere il ritmo con tamburi e oggetti d’uso comune, dirigendo l’orchestra di percussionisti in un’esibizione musicale di gruppo, in stile “drum circle”.

Lunedì 6 e Martedì 7 giugno dalle ore 10 alle ore 13, presso il Palazzetto dello Sport Giosuè Poli di Molfetta, i ragazzi si ritroveranno sul campo di Basket. Saranno guidati da Jos Wolfs, più volte campione nazionale olandese, sia da giocatore sia da allenatore, e dal nostro Francesco Infante, giocatore della Pavimaro Pallacanestro Molfetta, nonché Managing Director presso Sports Around The World. La prima giornata sarà dedicata all’apprendimento e la seconda ad una partita amichevole tra le rappresentative.

Mercoledì 8 giugno dalle ore 10 alle ore 18, presso la struttura “Trulli di Piano Mangieri” a Corato, nei pressi di Castel Del Monte, si svolgeranno attività ludico-motorie a cavallo.

Giovedì 9 giugno dalle ore 10.00 alle ore 17, lungo la costa di Molfetta, in località da definire, si terrà una battuta di Snorkeling. In condizioni di completa sicurezza, condotti da un esperto istruttore, i ragazzi impareranno a usare maschera e boccaglio per osservare il fondo del mare, nuotando in superficie. Nel pomeriggio è prevista una visita al Centro di Recupero Tartarughe Marine del WWF.

Molfetta. Verranno eseguite domani mattina le operazioni di rimorchio e brillamento condotte dal nucleo SDAI di Taranto

molfettabrillamentoordinanzacapitaneriadiportoProsegue l’attività di bonifica delle acque del Porto di Molfetta. Saranno eseguite nella mattinata di domani, venerdì 20 maggio, a partire dalle ore 9 circa, le operazioni di rimorchio e brillamento di alcuni ordigni bellici. L’intervento sarà condotto dal nucleo SDAI di Taranto, che si occuperà di rimorchiare il materiale bellico attualmente ubicato nel Porto di Molfetta, per poi procedere al brillamento nel punto designato (Lat. 41°13’24.24” N – Long. 016°36’57.10”).

Il Comandante della Guardia Costiera, capo del Circondario marittimo e Comandante del Porto di Molfetta, Armando Piacentino, ha emesso una nuova ordinanza relativa agli obblighi cui attenersi durante le operazioni previste.

"Durante le operazioni di rimorchio degli ordigni – si legge nell'ordinanza – è fatto obbligo a tutte le unità di navigare mantenendosi a distanza prudenziale di sicurezza di almeno 100 metri, ad una velocità massima di tre nodi, o comunque alla velocità minima per navigare in sicurezza, ponendo la massima attenzione alle eventuali segnalazioni provenienti dalle imbarcazioni impegnate nel trasferimento".

Lo specchio acqueo interessato dalle attività di bonifica, indicato nella planimetria allegata all'ordinanza, è interdetto alla navigazione, transito, ancoraggio e sosta di qualsiasi imbarcazione e, in generale, a qualsiasi attività di superficie e subacquea, entro un raggio di 500 metri. La balneazione e le immersioni subacquee, sportive e professionali, invece, sono assolutamente vietate entro un raggio di un chilometro dal punto di brillamento.

Molfetta. Potenziato il progetto di teleassistenza dedicato alle persone anziane, grazie all’impiego di un nuovo smartwatch provvisto di Gps e capace di rilevare, tra le altre cose, battito cardiaco e pressione sanguigna

molfettateleassistenzaanzianihomeA partire dal 16 maggio scorso l’Ambito Territoriale Sociale di Molfetta – Giovinazzo ha attivato un nuovo servizio potenziato che sostituisce i braccialetti di telesoccorso per anziani già precedentemente sperimentati. Il servizio, di cui abbiamo dato notizia a marzo scorso, quando è stato finanziato, subisce un notevole miglioramento tecnologico rispetto i braccialetti fino ad ora in funzione che erano riservati esclusivamente ad anziani presso il domicilio e/o nelle vicinanze della base di ricezione.

I nuovi dispositivi, in numero più che doppio rispetto ai precedenti (120 braccialetti rispetto ai 50 precedenti), sono smartwatch di ultima generazione, del tutto simili ad orologi che, però, hanno alcune peculiarità quali la possibilità di fare e ricevere chiamate telefoniche; poter emettere un segnale di soccorso ed SOS sonoro e non - contattando in caso di attivazione la centrale d’emergenza ed anche numeri telefonici di parenti.

Lo smartwatch possiede anche un GPS interno capace di risalire alla posizione dell’utente ed alcuni sensori capaci di rilevare i parametri si salute: battiti cardiaci, pressione sanguigna e, numerose altre Health App che ne fanno un dispositivo di telesoccorso evoluto, unico nel suo genere.

L’Ambito Territoriale Sociale ha voluto migliorare per restare al passo con i tempi e consentire sempre una più ampia gamma d’assistenza, non necessariamente composta di utenti non autosufficienti.

Il gestore tecnologico, impegnato da tempo nel telesoccorso e nella telemedicina, tra gli altri con le Regioni Basilicata, Calabria, Lombardia e Alto Adige, oltre che con AUSL Napoli, Modena e Aosta, collabora con il Campus Biomedico di Roma. Avrà in carico la gestione del servizio di telesoccorso e teleassistenza per i prossimi 12 mesi.

Molfetta. Durante il 55esimo CleanUp tenutosi ieri mattina su Lungomare Colonna sono stati raccolti 71,5 Kg di rifiuti

molfetta2handsOltre 71 chilogrammi di rifiuti, tra indifferenziato, plastica, vetro e polistirolo sono stati raccolti su Lungomare Colonna, presso la spiaggia de “La Bussola”. Protagonisti del 55esimo CleanUp organizzato dall’associazione 2hands Molfetta, in collaborazione con 2hands Giovinazzo, gli studenti della IVB dell’IISSMons. Bello” di Molfetta.

Ventotto volontari, tra studenti, professori e attivisti di 2hands, hanno riempito diciannove sacchi di spazzatura, accatastati all’ingresso della spiaggia a chiusura dell’evento tenutosi nella mattinata di ieri, martedì 17 maggio, pronti per essere prelevati dagli operatori ecologici dell’ASM.

A entrare nel merito dell’iniziativa, la responsabile di 2hands Molfetta, Federica Mastropasqua, che spiega: «Il CleanUp di ieri si inserisce in un progetto avviato in collaborazione con 2hands Giovinazzo, che punta a sensibilizzare e coinvolgere le scuole del territorio. Gli attivisti giovinazzesi, in questo caso, si sono occupati della parte teorica e noi di quella pratica. Abbiamo raccolto sulla spiaggia de “La Bussola” 25 chili di indifferenziato, 25 di plastica, 19,5 chili di vetro e 2 di polistirolo. Non è tanto, di solito in quella zona si accumula più spazzatura. Speriamo sia il segnale di un reale cambiamento».

«Grazie alla collaborazione con ASM, che coinvolgiamo per ogni attività sul territorio comunale – spiega Riccardo Mancini, presidente 2hands Organization – i rifiuti raccolti vengono prelevati dagli operatori e smaltiti correttamente. Questo è un passaggio fondamentale dei nostri interventi, operati sempre in sinergia con gli enti locali. In questo senso, intendiamo riattivare il gruppo Facebook “Segnalazioni” di 2hands Molfetta, attraverso cui noi operiamo da tramite tra i cittadini e il Comune. Uno strumento utile, che prevede la disposizione su una mappa interattiva delle segnalazioni presenti e il loro continuo aggiornamento. Il progetto, svolto in modalità “pilota” con il Comune di Molfetta, va rimodulato e ottimizzato sulla scorta di altre esperienze, ad esempio la 2Map creata a Giovinazzo, affinché possa tornare a rendere un servizio utile alla cittadinanza».

Molfetta. Disposta la procedura di assunzione di 4 istruttori amministrativi, 2 istruttori tecnici, 5 agenti di Polizia Locale, 1 istruttore tecnico informatico, 1 istruttore direttivo amministrativo e 1 collaboratore amministrativo

molfettamunicipiodettaglioIl Comune di Molfetta è pronto ad assumere nuovo personale a tempo pieno e indeterminato. Come annunciato un mese fa, sono stati pubblicati sul sito istituzionale nella giornata di ieri, martedì 17 maggio, i bandi per il reclutamento di 14 nuove risorse da collocare in vari settori.

Nello specifico, in esecuzione del Piano occupazionale del 2021, l’ente comunale ha necessità di reclutare 14 nuove risorse: 4 istruttori amministrativi contabili (Cat. C); 2 istruttori tecnici (Cat. C) di cui 1 riservato alle FFAA; 5 agenti di Polizia Locale (Cat. C) di cui 2 riservati alle FFAA; 1 istruttore tecnico informatico (Cat. C); 1 istruttore direttivo amministrativo (Cat. D); 1 collaboratore amministrativo (Cat. B3).

Per candidarsi è necessario produrre la documentazione richiesta e presentare la domanda di partecipazione esclusivamente online, attraverso il portale dedicato. La scadenza alle ore 23.59 del 30esimo giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Per partecipare alla selezione è necessario eseguire, entro la data ultima di presentazione delle domande, un versamento di 10,33 euro attraverso il sistema PagoPA. Il giorno indicato per la prima prova scritta o per la preselezione, che si terrà nel caso in cui il numero delle domande fosse 20 volte superiore al numero delle risorse da assumere, il candidato dovrà presentare la stampa della domanda di partecipazione prodotta online, copia del versamento effettuato (non rimborsabile) e copia di un documento di riconoscimento.

Molfetta. L’allerta meteo della Protezione Civile della Regione Puglia termina alle ore 20 di questa sera

molfettameteoallertagiallaUna parentesi di maltempo è prevista per il pomeriggio e la tarda serata di oggi, martedì 17 maggio. La Protezione Civile della Regione Puglia ha infatti diramato nelle scorse ore un messaggio di allerta gialla per rischio meteorologico, idrogeologico ed idraulico.

Sono infatti previste, si legge nel testo della comunicazione, “precipitazioni isolate, a prevalente carattere di rovescio o temporale ad evoluzione pomeridiana, su zone interne, con quantitativi cumulati generalmente deboli”.

Da domani torna il caldo, ma sarà torrido e infatti i meteorologi annunciano si tratterà di un anticipo d’estate. A causa dell’anticiclone Nord africano battezzato Hannibal, che prosegue dal Marocco verso la Spagna per poi giungere in Italia, si registreranno da domani e per i prossimi giorni temperature superiori ai trenta gradi. Il picco si raggiungerà sabato prossimo, con valori attorno ai 35/36 gradi all’ombra.

Molfetta. La Diocesi ha messo a punto un programma dedicato a ragazzi e adulti, che si concluderà con la seconda edizione del Premio Letterario "Don Tonino Bello"

manifesto SCS22 web 01Anche quest’anno la Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi si appresta a vivere la Settimana della Comunicazione con una serie di appuntamenti in vista della 56^ Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, che ricorre il 29 maggio, per approfondire il tema proposto da Papa Francesco “Ascoltare con l’orecchio del cuore”.

Si parte lunedì 23 maggio alle ore 19.30 dalla parrocchia Immacolata di Giovinazzo con l’incontro dall’ascolto all’annuncio per giovani dai 16 ai 35 anni, che prevede l’intervento di don Mimmo Bruno, fondatore di “Annunciate dai tetti”, agenzia di comunicazione e Aps che accompagna i giovani all’uso consapevole e creativo della tecnologia e dei media (radio, tv, social).

Giovedì 26 maggio, alle ore 19.30 presso l’auditorium “Don Tonino Bello” della parrocchia S. Achille di Molfetta, Renato Piccoli, giornalista Tgr Rai Puglia, e don Vito Piccinonna, direttore della Caritas dell’Arcidiocesi di Bari-Bitonto, dialogheranno sul tema Ascolto e accoglienza. Dinamiche di un incontro per approfondire, a partire dalle sollecitazioni del messaggio del Papa, il significato e l’importanza dell'ascolto nella comunicazione, nel giornalismo e nei contesti in cui si vive l'accoglienza di persone migranti o in condizioni di povertà, fragilità e marginalità. Al termine della serata, esibizione musicale a cura dell’Ensemble MusicaInsieme di Molfetta diretta dal maestro Annalisa Andriani, per vivere l’ascolto secondo una prospettiva artistica. L’evento conferirà 2 crediti formativi ai giornalisti che si iscriveranno a questo link accedendo con credenziali alla piattaforma dell’Ordine.

Domenica 29 maggio alle ore 19, in occasione della 56^ Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, il Vescovo S.E. Mons. Domenico Cornacchia celebrerà la Santa Messa presso la parrocchia San Domenico a Ruvo. Durante la celebrazione verrà, inoltre, conferito il mandato agli animatori diocesani e parrocchiali della cultura e della comunicazione.

Seguiranno altri appuntamenti all’inizio del mese di giugno. Martedì 7, sarà presentato il libro “San Francesco di Sales comunicatore” di don Vincenzo Marinelli alle ore 19.30 presso la parrocchia San Giacomo di Ruvo di Puglia. Dialogherà con l’autore Susanna M. de Candia, redattrice del settimanale diocesano Luce e Vita, per far conoscere la figura del santo vescovo, patrono dei giornalisti e Dottore della Chiesa, nell’anno del IV centenario dalla morte.

Giovedì 9 giugno si conclude il calendario di eventi con la serata di proclamazione dei vincitori della seconda edizione del Premio LetterarioDon Tonino Bello, promosso dalla redazione di Luce e Vita e dall’associazione Stola e Grembiule. Presso l’Aula Magna del Seminario Vescovile di Molfetta, a partire dalle ore 20, il comitato organizzatore del Premio presenterà le giurie e gli esiti delle valutazioni da loro effettuate. Saranno premiati i primi tre classificati delle due sezioni che compongono il Premio - poesia metafisico-civile e giornalismo di prossimità - e saranno conferite alcune menzioni di merito.

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino