Redazione_Web Online

Redazione_Web Online

Molfetta. Nella mattinata di oggi gli operai della Multiservizi hanno provveduto all’eliminazione di cinque alberi di pino dallo spartitraffico di via don Giovanni Minzoni

molfettaeliminazionealberiviadonminzoni 5Cinque alberi di pino marittimo, piantati lungo lo spartitraffico di via don Giovanni Minzoni, sono stati abbattuti nella mattinata di oggi, mercoledì 21 settembre. Al lavoro sin dalle prime ore del mattino gli operatori della Molfetta Multiservizi, che si sono occupati dell’eliminazione dei cinque alberi a causa del loro precario stato di salute.

I pini in questione, infatti, risultavano indeboliti e pericolanti. Per evitare che potessero spezzarsi e provocare danni, il Comune di Molfetta ne ha disposto l’abbattimento e la conseguente messa in sicurezza dell’area a verde.

Via don Giovanni Minzoni è una strada parecchio frequentata nelle ore diurne soprattutto in virtù della presenza del nido comunale e del centro di ricerche radiologiche del dott. Maggialetti. Tantissimi inoltre i residenti del circondario che lì portano a passeggio i propri cani.

Molfetta. Chi vorrà raggiungere il Puglia Village in settimana potrà farlo a bordo della linea 4 nei giorni feriali e della linea 6 in quelli festivi

molfettamtmnavettapugliavillaggeLinea diretta tra Molfetta e Puglia Village tutti i giorni della settimana fino al 2024. È stato sancito nei giorni scorsi un nuovo accordo tra MTM e il management della Land of Fashion pugliese, che prevede la proroga del servizio giornaliero di trasporto/navetta dal centro cittadino sino al templio molfettese dello shopping.

Il Sindaco, Tommaso Minervini, e l’amministratore unico MTM, Gerardo Serino si sono detti soddisfatti dell’accordo che consolida il rapporto esistente, ampliandone la durata in considerazione dell’ottima riuscita della collaborazione.

Partendo dalla stazione ferroviaria, tutti coloro che vorranno raggiungere il Puglia Village per trascorrere una giornata in totale relax, all’insegna dello shopping, potranno utilizzare la linea numero 4, nei giorni feriali, e la linea 6, nei festivi.

A tutti coloro che usufruiranno del servizio di MTM, Puglia Village offrirà gratuitamente il biglietto per il ritorno in centro: basterà recarsi all’infopoint del Puglia Village mostrando il biglietto della corsa dell’andata già effettuata.

Molfetta. Organizzato dal Circolo della Vela di Molfetta, il Trofeo Sancilio chiude come ogni anno la stagione diportistica e apre quella delle regate

molfettatrofeosancilioIl Trofeo Sancilio torna ad animare il Porto di Molfetta e la sua costa. La storica regata velica, organizzata dal Circolo della Vela di Molfetta e giunta alla sua quattordicesima edizione, si terrà tra sabato 24 e domenica 25 settembre per chiudere, come di consueto, la stagione diportistica e aprire quella delle competizioni sportive.

Concepito come una grande festa della vela che si celebra su uno sfondo mozzafiato, nelle acque che lambiscono il centro storico di Molfetta, il Trofeo Sancilio si svolge su un percorso complessivo di otto miglia marine tra il Porto e Torre Gavetone. La prima giornata, quella di sabato 24 settembre, sarà dedicata alla raccolta delle iscrizioni, alla cerimonia di consegna del Trofeo al comitato organizzatore e alla visita guidata del centro storico. L’indomani, domenica 25 settembre, sarà invece la giornata dedicata alla competizione vera e propria. La cerimonia di premiazione si terrà giovedì 29 settembre presso l’Oasi San Giacomo.

Ai fini della sicurezza della navigazione e della salvaguardia della vita umana in mare, la comandante della Capitaneria di Porto di Molfetta, Giulia Petruzzi, ha sottoscritto un’ordinanza che dispone il divieto a tutte le imbarcazioni di ormeggiare, sostare e stazionare sulla Banchina Seminario, dalla radice di Banchina San Domenico sino allo scivolo che precede gli ormeggi delle Unità della Guardia Costiera e sul tratto di banchina San Domenico (metri 50) angolo con banchina Seminario. Solo per domenica 25 settembre, dalle ore 10 alle ore 18, e comunque sino al termine della regata, nella zona di mare interessata è vietato transitare, ancorare e sostare con qualsiasi unità navale; effettuare attività di immersione con qualunque tecnica e a qualunque scopo; svolgere attività di pesca di qualsiasi natura; praticare la balneazione e svolgere qualsiasi altra attività direttamente e/o di riflesso connessa agli usi pubblici del mare.

Trofeo Sancilio Molfetta – Il Programma:

Sabato 24 settembre
Banchina Seminario

15:00 - Arrivo delle imbarcazioni e ormeggio nei pressi del Duomo
16:00 - Apertura gazebo info point per iscrizioni e ritiro pacco regata e inviti per la premiazione
18:00 - Proiezione foto delle edizioni precedenti
19:00 - Visite Guidate nel Centro Storico
20:00 - Cerimonia di consegna al Comitato Organizzatore del Trofeo Challenge da parte del Circolo della Vela di Molfetta, che ne è detentore
21:00 - Pizza on boat (pizza e birra per gli equipaggi)

Domenica 25 settembre
Banchina Seminario

9:30 - Briefing con i giudici del Comitato di Regata
10:55 - Segnale di avviso
10:55 - Partenza della Regata Velica "XIV Trofeo Sancilio"

Giovedì 29 settembre
Oasi San Giacomo

20:00 - Welcome drink e Apericena
21:00 - Premiazione degli equipaggi classificati, Premi speciali e Trofeo Challenge Sancilio 2022
22:30 - Torta e finale a sorpresa

Molfetta. Il Gal Ponte Lama invita i privati a partecipare all’incontro informativo per l’intercettazione di contributi economici utili al recupero e alla ristrutturazione dei manufatti rurali

molfettacontributirestauromanufattiruraligalpontelamaA tutela del paesaggio rurale, sono in arrivo dei contributi economici a favore dei privati per il recupero e la ristrutturazione dei manufatti storici. Il bando, nello specifico, si rivolge a proprietari privati di trulli, lamie, casedde, pagliari, in pietra o in tufo, a secco e non, realizzati entro la prima metà del secolo scorso.

Per la distribuzione dei fondi strutturali della Comunità Europea, il GAL Ponte Lama organizza un incontro tecnico volto alla presentazione del bando, Sottomisura 7.6, "Sostegno per studi/investimenti relativi alla manutenzione, al restauro e alla riqualificazione del patrimonio culturale e naturale dei villaggi, del paesaggio rurale e dei siti ad alto valore naturalistico, compresi gli aspetti socioeconomici di tali attività, nonché azioni di sensibilizzazione in materia di ambiente”.

L’incontro si terrà oggi, mercoledì 21 settembre, alle ore 16.30 nella Sala degli Specchi di Palazzo Tupputi a Bisceglie. I contributi disponibili sono riservati a soggetti privati interessati al risanamento e alla ristrutturazione di architetture rurali.

«Sollecito tutti coloro che, nelle loro proprietà si ritrovano vecchi manufatti architettonici – l’invito del Sindaco, Tommaso Minervini - a partecipare all’incontro per poter poi attivare tutte quelle procedure utili ad ottenere finanziamenti finalizzati a conservare le nostre origini per coloro che verranno dopo di noi».

Obiettivo del bando è proprio favorire la tutela e la conservazione del patrimonio architettonico rurale tradizionale pugliese mediante interventi di manutenzione, recupero, restauro e ristrutturazione dei morfotipi insediativi edilizi rurali tipici presenti nei diversi ambiti paesaggistici della Puglia e quindi nella nostra area di competenza.

Molfetta. Docente in pensione, tra le fondatrici dell’Associazione Eirene, Lucia Sgherza lascia i suoi cari all’età di 78 anni

molfettaluttoluciasgherzahomeMolfetta dice addio a Lucia Sgherza, instancabile animatrice della vita culturale in città. Docente in pensione, tra le fondatrici dell’Associazione Eirene di cui era presidente, Lucia Sgherza è venuta a mancare nelle scorse ore all’età di 78 anni.

La ricorda con stima e affetto il sindaco Tommaso Minervini, che in una nota dichiara: «Ci ha profondamente rattristati la notizia della scomparsa improvvisa della professoressa Lucia Sgherza. Di lei ricorderemo, per sempre, il suo sorriso e la sua allegria, ma soprattutto la sua capacità nell’organizzare eventi culturali. Donna di cultura e di aggregazione sociale, prima docente, poi fondatrice, in ultimo, dell’Associazione Eirene. Una vita intera per la cultura ed il sociale. Una bella persona. Una di quelle che lasciano il segno, che ti restano dentro. Con la sua morte Molfetta perde un altro tassello importante».

Numerosi i concittadini che la ricordano via social. Sulla Pagina Facebook dell’Associazione Molfettesi nel Mondo si legge: «Alla sua famiglia, a Mimì suo compagno di vita, ai suoi figli, a tutti i suoi cari, giunga il nostro affetto e la nostra vicinanza. Ciao Lucia. Siamo tutti certi che ora allieterai gli angeli. Stavamo pensando ad un evento da organizzare insieme… ed ora, siamo increduli che Tu, all’improvviso, sia volata via. Con Te, Molfetta perde un’instancabile promotrice di azioni positive ed iniziative culturali per la terza età e non solo. Riposa in pace e consola da lassù la Tua famiglia, i Tuoi amici e i tanti, come noi dell’Associazione Molfettesi nel Mondo, che sentiranno la Tua mancanza».

Molfetta. L’impatto non ha lasciato scampo al motociclista, morto sul colpo. Trasportato in ospedale in codice rosso il giovane conducente dell’auto contro cui si è schiantato il centauro

molfettaambulanzaincidenteUn tragico incidente avvenuto nella notte di oggi, martedì 20 settembre, sulla strada statale 16 a Molfetta, all’altezza dello svincolo di Cola Olidda, è costato la vita a un centauro 35enne di Trani. La vittima, Alessio Caio, viaggiava a bordo della sua moto di grossa cilindrata, pare a velocità sostenuta, ed ha perso la vita a seguito di un violento impatto contro una Lancia Y.

Il centauro, che procedeva verso nord sulla sua Aprilia Tuono 1000, si è trovato l'utilitaria in piena carreggiata e non è riuscito a evitare l'impatto. Guidata da un ragazzo di 22 anni, la Lancia Y ha sbandato colpendo prima il guard rail per poi fermarsi al centro della carreggiata.

Dopo lo scontro, è stato tempestivo l'arrivo del personale medico-sanitario del 118, giunto a bordo di due ambulanze. Per il centauro, con ogni probabilità morto sul colpo, non c’è stato nulla da fare, mentre il giovane conducente della Lancia Y è stato trasferito d’urgenza in Pronto Soccorso. Il ragazzo è stato affidato in codice rosso alle cure dei medici del Policlinico di Bari.  Non è in pericolo di vita.

Sulle dinamiche del sinistro indagano i Carabinieri della Stazione di Giovinazzo, intervenuti sul posto per eseguire i rilievi di rito.

Molfetta. Tutti i servizi scolastici sono stati avviati o verranno avviati a strettissimo giro. Le parole del sindaco Minervini e dell’assessore Capurso

molfettamensascolasticaservizioÈ appena iniziato il nuovo anno scolastico e il Comune di Molfetta avvia tutti i servizi connessi. Trasporto scolastico, assistenza specialistica e mensa. È partito da subito il servizio di trasporto scolastico sia per i portatori di disabilità che per gli altri bimbi. Ieri, lunedì 19 settembre, è partita l’assistenza specialistica nelle scuole, anche con un notevole incremento del numero dei bambini da seguire e servizio assicurato per l’intero anno scolastico.

A cominciare da lunedì della prossima settimana, 3 ottobre, parte il servizio mensa scolastica che, «solo con questa amministrazione – precisa il sindaco Tommaso Minervini - è stato assicurato appena pronti i dati degli utenti. Come è ovvio, affinché il servizio mensa possa partire, è necessario che le scuole indichino, nei primi giorni dell’anno scolastico, le anagrafiche dei bambini che decidono di usufruire o meno del servizio ed eventuali intolleranze».

«I nostri uffici del Settore Socialità – aggiungono il Primo cittadino e l’assessore alla socialità, Anna Capurso - sono al lavoro da settimane per garantire tutti i bimbi, conciliare le esigenze delle famiglie con quelle della Istituzione scolastica. Colgo l’occasione per ricordare che non c’è stato alcun incremento nei costi dei servizi, laddove dovuti, e, per quello che riguarda il servizio di refezione scolastica, sarà servito ai bimbi un nuovo menu validato dal Servizio di igiene degli alimenti e della nutrizione, il Sian, mentre l’assistenza specialistica ha incrementato, di gran lunga, grazie all’ottima capacità organizzativa ed operativa del Settore socialità, il numero degli utilizzatori».

Per essere precisi il servizio di mensa scolastica nel 2013 ha avuto inizio il 21 ottobre, nel 2014, il 27 ottobre, nel 2015 il 4 novembre, nel 2016 il 14 novembre, nel 2017 e nel 2018 il 15 ottobre, nel 2019 il 14 ottobre, nel 2021 il 4 ottobre, nel 2022 il 3 ottobre.

«Questo – conclude il Sindaco Minervini - per chiarezza e onor di verità, al di là dei facili strumentalismi di chi non pensa a ciò che dice».

Molfetta. Disegnata da Adriano Pisanello e pubblicata da La Meridiana, la prima graphic novel sull’indimenticato Vescovo di Molfetta sarà in libreria a metà ottobre

molfettagraphicnoveldontoninobellocontent.jpgLa vita del Venerabile don Tonino Bello diventa una graphic novel. Il suo lucido pensiero e la sua profonda umanità vengono raccontati con il linguaggio semplice del fumetto dall’illustratore Adriano Pisanello, che ha da pochissimo dato alle stampe in collaborazione con Salvatore Leopizzi, curatore dei testi, la graphic novel “Don Tonino Bello. Una storia che parla di futuro”.

Vignette, disegni e dialoghi raccontano con immediatezza ciò che don Tonino è stato, la sua vita, le sue scelte e le sue azioni profetiche. Edito da La Meridiana, il volume è in stampa e sarà disponibile in libreria a metà ottobre, me è già possibile l’acquisto online sul sito della casa editrice. A curare la prefazione, Giancarlo Piccinni, presidente della Fondazione Don Tonino Bello di Alessano, che recentemente ha pubblicato “Anticorpi di Pace”, un libro che raccoglie diversi scritti inediti del Venerabile.  

«È sembrata un’avventura – scrive nella prefazione Giancarlo Piccinniquella vissuta con don Tonino; un viaggio, una scoperta, un giorno sempre nuovo, un sogno come solo i fumetti possono consegnarti, quasi un attimo, un attimo fuggente che però si è scolpito nell’animo di chi lo ha incontrato e che non ha avuto difficoltà, da subito, a mettersi sui suoi passi, a seguirlo, a dire con il cuore: O capitano, mio capitano!».

L’avventura, il viaggio, la scoperta sono ora una graphic novel di grande attualità, che si pone l’obiettivo di far conoscere alle giovani generazioni il pensiero e la vita dell’immenso don Tonino Bello.

Molfetta. Il consigliere Infante chiede la redazione e la divulgazione di un Piano energetico comunale che garantisca il risparmio, ma che allo stesso tempo rispetti le esigenze dei cittadini

molfettainfante210622Aumentano i costi dell’energia e anche i Comuni si danno da fare per risparmiare. A Molfetta, a ridosso delle prime luci dell’alba, in alcuni quartieri le luci si spengono prima del previsto proprio per ridurre l’esborso economico dell’ente.

In merito a questa soluzione adoperata dal Comune di Molfetta, si esprime il consigliere di minoranza in forza a Rifondazione Comunista, Giovanni Infante, che in una nota stampa spiega: «Da poco più di un mese assistiamo in città a spegnimenti dell'illuminazione pubblica in diverse parti della città, si tratta in alcuni casi di depotenziamento dell'illuminazione in altri di uno spegnimento totale, spesso nelle ore a cavallo dell'alba. A precise richieste di chiarimenti avanzate all'assessore competente e all'amministrazione, ci è stato comunicato che si tratta di misure di risparmio energetico per fronteggiare i crescenti costi. Comprendiamo le difficoltà che il Comune di Molfetta sta attraversando e che riguardano i comuni di tutta Italia, ma non ne condividiamo il metodo.

Il 2 agosto scorso, in occasione del discorso di insediamento durante il primo consiglio comunale, il sindaco Tommaso Minervini presentò le novità elencate nel suo programma elettorale in tema di "risparmio e comunità energetiche da fonti rinnovabili" e la prospettiva di collocare impianti fotovoltaici sul mercato ortofrutticolo, in alcune aree della zona industriale, su alcuni istituti pubblici e strutture sportive. A tal proposito anticipò l'imminente costituzione di un comitato tecnico ed indicò che già dal mese precedente, quindi da luglio 2022, aveva dato disposizione affinché la pubblica illuminazione fosse spenta un'ora prima dell'orario previsto. Si tratta dell’ultima comunicazione pubblica sull’argomento.

Con l'arrivo dell'ora legale e dell’inverno che coincidono necessariamente con consumi energetici suppletivi, è fondamentale che venga predisposto un piano comunale che valuti effettivamente la portata delle misure da prendere. Sarebbe quindi auspicabile un comunicato periodico da parte del Comune per informare i cittadini sulle disposizioni intraprese, sulla programmazione degli orari delle limitazioni e delle sospensioni totali della pubblica illuminazione e dei quartieri di volta in volta interessati. Questo per evitare che a pagarne le conseguenze siano lavoratori, lavoratrici e studenti universitari che popolano le strade cittadine già dalle primissime ore del mattino e che si ritroverebbero a percorrerle in pieno buio in condizioni di sicurezza precaria, con decisioni al solito calate dall’alto e improvvisate.

Chiediamo inoltre che venga avviato un intervento di vigilanza di quei quartieri che, a rotazione, saranno interessati dal progressivo spegnimento delle luci dato che non tutte le zone della città sono dotate di telecamere di videosorveglianza. Infine, ci piacerebbe sapere se l'amministrazione comunale oltre a mettere in campo misure per ridurre nell'immediato i consumi energetici, ha in programma investimenti a lungo termine, intanto sostituendo tutte le rimanenti lampade a incandescenza con luci a led e poi investendo su lampioni alimentati con pannelli solari e con sensori di movimento.

In questo senso, riteniamo urgente che il Comune predisponga un Piano Energetico Comunale, che nel concreto favorisca la creazione di comunità energetiche rinnovabili e preveda l’installazione di impianti fotovoltaici su edifici pubblici, fornendo il supporto tecnico e legale a quei condomini che vorranno realizzare le comunità energetiche. La crisi energetica che stiamo affrontando sarà lunga e pesante e pensiamo sia fondamentale che l'amministrazione pubblica metta in campo una discussione che investa il consiglio comunale e la città».

Molfetta. Un’auto si è ribaltata questa notte sulla SS16 all’altezza dell’uscita Molfetta-Terlizzi, ma all’arrivo dei soccorsi l’abitacolo era vuoto: l’auto è risultata rubata poche ore prima

molfettacarabinieriIncidente nella notte sulla strada statale 16 in direzione sud, all’altezza dell’uscita Molfetta-Terlizzi: un’auto si è ribaltata ed è finita sulla corsia di sorpasso intorno alle ore 3.30 di questa notte, lunedì 19 settembre, non coinvolgendo fortunatamente nessun altro mezzo.

All’arrivo dei soccorsi però l’abitacolo era vuoto. Immediatamente sono stati allertati i Carabinieri della Compagni a di Molfetta che ora indagano per furto. L’auto, una Nissan, è risultata rubata durante la notte stessa a Molfetta. Il conducente, avendo perso il controllo del veicolo per cause in via di accertamento, è riuscito a scappare prima dell’arrivo dei soccorsi.

In corso le indagini dei Carabinieri per stabilire la dinamica del sinistro e per individuare chi si è reso responsabile del furto.

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino