Redazione_Web Online

Redazione_Web Online

Molfetta. L'interruzione temporanea riguarderà via Baccarini e zone limitrofe

molfettainterruzionecorrenteelettrica17maggioDomani, martedì 17 maggio, diverse strade a ridosso del centro di Molfetta saranno nuovamente interessate da una prolungata interruzione della fornitura di energia elettrica. La comunicazione giunge da E-distribuzione, azienda di Enel che ha provveduto ad affiggere nelle zone interessate i consueti avvisi.

L’erogazione di energia elettrica sarà interrotta dalle ore 8.30 fino alle ore 16.30 di martedì 17 maggio, per consentire ai tecnici della società di intervenire sugli impianti. Le strade interessate dalla mancanza temporanea di servizio sono: via Ten. Lusito, via Cap. De Candiavia Cap. Azzaritavia Ten. Polivia Cap. Magronevia Ten. Silvestrivia Baccarini.

Durante i lavori, si legge nell’avviso, l’erogazione di energia elettrica potrebbe essere momentaneamente riattivata, pertanto si invita l’utenza a non commettere imprudenze e non utilizzare gli ascensori.

Per ulteriori informazioni sui lavori programmati è possibile consultare il sito di E-distribuzione, oppure inviare un SMS al numero 320 204 1500 riportando il codice POD presente in bolletta, a ancora scaricare l’App gratuita di E-distribuzione.

Molfetta. Il taglio del nastro avverrà alla presenza dell’intera coalizione, oggi alle ore 18.30 in Corso Umberto

molfettapietromastropasquaUn luogo aperto a tutti, punto di riferimento per chi crede credono nel ricambio generazionale della classe politica molfettese. Così il candidato sindaco Pietro Mastropasqua e la coalizione “Molfetta Vincente” definiscono il comitato elettorale che sarà inaugurato nel pomeriggio di oggi, sabato 14 maggio, alle ore 18.30 su Corso Umberto I. All’evento sarà presente Pietro Mastropasqua e l'intera coalizione composta da "Obiettivo Molfetta", "Molfetta nostra", "La città in comune", Nuovo PSI / PRI, Forza Italia e Fratelli d'Italia.

Battezzato col nome di "Casa Molfetta", il comitato elettorale rappresenta, come spiegano dalla coalizione: «Il luogo nel quale è possibile poter partecipare attivamente alla rottura netta con il passato che l'elezione di Pietro Mastropasqua a primo cittadino di Molfetta rappresenta.

Un posto dove, al di là della sua fisicità, sarà possibile contribuire attivamente, con idee e progetti, al cambio della vecchia classe politica e conoscere ancora più da vicino la vision politica innovativa di Pietro Mastropasqua a favore di tutti i cittadini e di tutte le categorie sociali ed economiche della città.

Non sarà un semplice e banale, freddo e scontato comitato elettorale bensì un luogo aperto all'ascolto di tutti i molfettesi, alle loro esigenze e alle loro richieste per avviare, già in questa fase, il cambiamento di cui Molfetta ha manifestato la propria volontà. "Casa Molfetta", questo il nome, consentirà a tutti di conoscere il 42enne avvocato e tutti coloro che lo stanno fin d'ora sostenendo all'elezione a sindaco nella competizione elettorale del 12 giugno».

«Casa Molfetta è volutamente un luogo di prospettiva politica e relazionale - annuncia Pietro Mastropasqua - per marcare da subito la netta differenza con il mondo chiuso ed autoreferenziale che ci ha governato negli ultimi anni».

Molfetta. Il match si giocherà oggi, sabato 14 maggio, con fischio d’inizio alle ore 16 al Palazzetto dello sport Polivalente Lazzaro

molfettaaquiledegigliocontentLe Aquile Molfetta del presidente Donato de Giglio sono pronte per l’ultima gara del loro primo storico campionato in A2. La compagine molfettese si giocherà la permanenza nella seconda categoria nazionale con la forte squadra calabrese: Polisportiva Futura.

Il match si giocherà oggi, sabato 14 maggio, con fischio d’inizio alle ore 16 al Palazzetto dello sport Polivalente Lazzaro, diretta streaming a cura della squadra locale. La Futura, terribile matricola del girone, dopo aver già raggiunto la salvezza è ancora in lotta per un posto nei play off ma molto dipenderà anche dai risultati degli altri campi pertanto ci si aspetta una gara di livello.

Al Molfetta invece basteranno i tre punti per evitare i play out e quindi conquistare la matematica salvezza.

«E’ la gara più importante - afferma subito il presidente Donato de Giglio - della stagione e dobbiamo cercare di limitare al massimo errori individuale ed imporre il nostro gioco dal primo minuto dopo il ko rimediato con il Pirossigeno. Sappiamo che la permanenza in A2 dipende solo ed esclusivamente da noi, non possiamo permetterci di fare calcoli perché in questo momento la priorità è quella di vincere contro una squadra forte come la Polisportiva Futura -sottolinea il presidente biancorosso-  La stagione è stata travagliata da infortuni e casi covid ma visto i tanti sacrifici mi aspetto il massimo impegno da parte di tutti gli elementi e quella grande voglia di lottare su ogni pallone per raggiungere il tanto obiettivo stagionale».

Bari. Il Piper Lounge Bar, nato quattro anni fa grazie al sodalizio tra il molfettese Danilo Di Clemente e la bartender Rossella Mastrangelo, festeggia oggi quattro anni di attività con un evento esclusivo. Attesi tanti amici, ma anche personalità istituzionali

molfettapiperlocandina4compleannoÈ festa oggi al Piper Lounge Bar, l’ormai famoso locale che da quattro anni anima la movida diurna e notturna del Lungomare di Santo Spirito a Bari. A soffiare sulla quarta candelina, Danilo Di Clemente, affermato imprenditore molfettese, e la sua socia in affari Rossella Mastrangelo, bartender e responsabile food&beverage. Assieme a loro, un’affiatata squadra di 18 giovani collaboratori, tanti amici, ma anche alcune personalità di spicco nelle istituzioni baresi. Da alcune indiscrezioni trapelate nelle scorse ore, potrebbe esserci in veste informale anche il sindaco Decaro.

Una festa che rimarrà alla storia e che si spera possa essere di buon auspicio per chiudere il capitolo pandemia. È questo che si augurano Danilo e Rossella, orgogliosi di aver dato vita a un’attività capace di assicurare stabilità ai propri dipendenti, con cui si è creato un rapporto di fiducia reciproca che va oltre il piano professionale.

«Il nostro non è un lavoro facile – spiegano Danilo e Rossellaci impegna per tante ore e richiede un’alta attenzione al cliente. Per giunta lavoriamo mentre gli altri si divertono, perciò la prima cosa che abbiamo pensato di costruire, dopo aver dato vita alla struttura, è stata la comunità che avrebbe vissuto al suo interno. È un orgoglio per noi poter dire che siamo una famiglia. Ed è proprio questo il nostro valore aggiunto. Anche se siamo aperti da maggio a settembre, siamo riusciti ad assicurare un discorso di continuità ai nostri collaboratori non stagionali e, di anno in anno, tutti si impegnano per far vincere la squadra. Un team che è in continua crescita, perché facciamo tanta formazione e che riparte quest’anno con ancora più entusiasmo, sperando di poterci lasciare alle spalle la pandemia».

L’evento che celebra il quarto compleanno del Piper Lounge Bar ha inizio oggi alle ore 16 di oggi, sabato 14 maggio, e si protrarrà fino a chiusura. La selezione musicale che farà da sfondo ai diversi momenti della festa è a cura di Giampy Dj (Demodé Club).

Molfetta. Il XLI Capitolo Provinciale ha confermato fra Alessandro alla guida della Provincia e ha eletto il nuovo definitorio. Nominato Vicario provinciale fra Nicola Violante, rettore della Basilica della Madonna dei Martiri di Molfetta

molfettafraalessandromastromatteorielezioneministrofratiminoricontentFra Alessandro Mastromatteo guiderà per altri tre anni i Frati Minori di Puglia Molise. La conferma del suo terzo mandato consecutivo giunge nella mattinata di ieri, venerdì 13 maggio, a margine della cerimonia di rinnovo delle cariche tenutasi presso il Centro di spiritualità "Padre Pio" di San Giovanni Rotondo. La Provincia di San Michele Arcangelo dei Frati Minori di Puglia e Molise, riunita nel XLI Capitolo, dopo la rielezione a Ministro Provinciale di fra Alessandro Mastromatteo, ha proseguito con la nomina a Vicario provinciale di fra Nicola Violante, rettore della Basilica della Madonna dei Martiri di Molfetta, e dei definitori: fra Filippo D’Alessandro, fra Carlo Roberto, fra Marco Valletta e fra Antonio Lembo.

Il Capitolo è iniziato lunedì 9 maggio e si è sviluppato sul tema “Poiché per questo vi mandò nel mondo intero” (LOrd 8: FF216). L’introduzione nella prima giornata è stata affidata al Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori fra Massimo Fusarelli, 121° successore di Francesco d’Assisi, che ha rimarcato l’importanza per i frati di vivere andando per il mondo, stando al fianco delle persone, dei più poveri, dei più piccoli, ma anche sapendo incontrare i potenti, sempre con lo stile delle beatitudini, portando la pace e non avendo nulla con sé.

A seguire, la fraternità ha approvato il regolamento del Capitolo e poi ha ascoltato le varie relazioni. Il primo giorno ha relazionato il Visitatore Generale fra Francesco Ielpo e nei giorni a seguire sono intervenuti il Ministro Provinciale per riferire sul percorso fatto negli ultimi tre anni, l’Economo e i Segretari provinciali per la Formazione e gli Studi e per le Missioni e l’Evangelizzazione. Preziosi gli interventi esterni del Ministro provinciale dei Cappuccini, fra Maurizio Placentino, e di S. Ecc. Mons. Francesco Moscone, Arcivescovo di Manfredonia-Vieste-S.Giovanni Rotondo e fra Paolo Quaranta, Ministro Provinciale dei Frati Minori del Salento. Le sorelle Clarisse hanno fatto giungere i loro saluti al Capitolo e sostenuto i frati con la preghiera.

Fra Alessandro Mastromatteo, nato a Lucera (FG) il 19/08/1980, ha conseguito nel giugno del 2006 il grado accademico di baccelliere presso la Facoltà teologica pugliese in Bari. Nel 2006, dopo l’Ordinazione diaconale ha chiesto e ottenuto di proseguire gli studi presso la Pontificia Università Antonianum di Roma ove nel 2008 ha conseguito la Licenza e nel 2011 il Dottorato di ricerca in Teologia con specializzazione in Spiritualità. Il 19 maggio 2007 è stato ordinato presbitero nel Santuario San Francesco di Lucera da Mons. Francesco Zerrillo, vescovo di Lucera-Troia. Ha svolto attività di ricerca e docenza presso la Facoltà di Teologia della Pontificia Università Antonianum e l’Istituto Filosofico Sacro Cuore di Campobasso. È autore di alcune pubblicazioni (monografie e articoli in riviste) sulle fonti francescane del XIII e XIV secolo. Dal 2013 al 2019 è stato vice-Postulatore per la Causa del Beato Giacomo Illirico da Bitetto (BA) e per quelle del Venerabile Mons. Agostino Castrillo, OFM e del Servo di Dio Mons. Vittorio Cordisco. Attualmente è Vice Postulatore per la Causa di beatificazione del venerabile don Tonino Bello. Il 12 maggio 2016, con decreto di nomina da parte del Definitorio generale OFM, è stato eletto per la prima volta Ministro provinciale.  Il 12 maggio 2022, a sei anni esatti dalla sua prima nomina, è stato rieletto dalla fraternità provinciale riunita in Capitolo, Ministro provinciale per il prossimo triennio.

Molfetta. La competizione, organizzata dall’IISS “Vespucci” e intitolata alla compianta Prof.ssa Veneziano, si terrà sabato prossimo 21 maggio con partenza da Banchina Seminario

molfettatrofeodelsolevespuccicontentManca poco all’atteso Trofeo del Sole, manifestazione sportiva remiera con lance a 10 rematori e timoniere che si svolgerà nelle acque del Porto vecchio di Molfetta sabato 21 maggio, a partire dalle ore 9.

Organizzata dall’IISS “Amerigo Vespucci”, in collaborazione con la Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso, il Comune di Molfetta, la Federazione Italiana Cronometristi e la sezione molfettese della Lega Navale Italiana, la competizione è intitolata alla memoria della compianta Marta Veneziano, docente dell’istituto Nautico di Molfetta che per prima ha “iniziato” gli studenti alla pratica dell’attività sportiva della voga, che affonda le sue radici nella tradizione marinara della città.

Inizialmente dedicato agli studenti dell’istituto, il Trofeo del Sole oggi coinvolge squadre provenienti da Bari, Gaeta, Gallipoli, Barletta, Taranto, Siniscola (Sardegna), Trieste e dalla Slovenia, oltre alle squadre delle Scuole superiori di Molfetta e Giovinazzo. Dopo due anni di stop imposto dalla pandemia, torna una tra le competizioni sportive più amate dagli studenti dei Nautici del circondario, che cresce di anno in anno appassionando scuole provenienti anche dall’estero.

La squadra che vince il Trofeo del Sole, come da tradizione, si aggiudica una scultura creata dall’artista e artigiano Pasquale De Nichilo, donata all’istituto Nautico “Vespucci”. Il trofeo rappresenta i simboli della nostra terra: lo scheletro di una bilancella adagiato su un tronco d’ulivo.

La manifestazione sportiva si svolgerà su Banchina Seminario, mentre la premiazione si terrà presso il Molo Pennello, all’interno della sede della Lega Navale di Molfetta, alla presenza delle autorità civili e militari della Capitaneria di Porto.

Molfetta. La presentazione delle candidature potrà essere effettuata nella giornata di oggi fino alle ore 20 ed entro mezzogiorno di domani

molfettamunicipioInizia alle ore 8 di oggi, venerdì 13 maggio, il conto alla rovescia per la presentazione delle candidature in vista delle elezioni amministrative di domenica 12 giugno. L’Ufficio Elettorale della sede comunale di Piazza Municipio resterà aperto fino alle ore 20 di stasera e nella mattinata di domani, sabato 14 maggio, fino alle ore 12, termine ultimo per la consegna.

Circa seicento i candidati che aspirano a occupare uno scranno in Sala Carnicella, per un totale di 25 liste a sostegno di 4 candidati sindaco. Il primo cittadino uscente, Tommaso Minervini, può contare sull’appoggio del consigliere regionale Saverio Tammacco e sui candidati che compongono le 11 liste a suo supporto, tra cui spiccano i nomi del presidente del consiglio comunale Nicola Piergiovanni, degli assessori Maridda Poli, Gianna Sgherza, Ninni Camporeale, Antonio Ancona e Giacomo Rossiello e su alcuni consiglieri uscenti, tra cui Carmen Minuto e Alina Losito.

Magistrato in pensione e già coordinatore della Direzione distrettuale Antimafia di Bari, Lillino Drago è il candidato sindaco che ha messo d’accordo il centro sinistra molfettese, allargando una coalizione che vede convergere il Movimento Cinque Stelle insieme a forze civiche di lungo corso e più recenti. Supportata dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, la candidatura a sindaco di Drago conta sul sostegno di sei liste: Pd, Rinascere, Drago Sindaco, Movimento Cinque Stelle, Con e Molfetta Libera, lista composta dal movimento Area Pubblica e la divisione locale di Sinistra Italiana.

Rappresenta il centrodestra, con il sostegno della coalizione “Molfetta Vincente”, il candidato sindaco Pietro Mastropasqua, avvocato, poco più che quarantenne, ma con alle spalle un percorso politico promettente, iniziato nel 2008 in consiglio comunale e proseguito con la nomina ad assessore all’urbanistica. Dalla sua parte un big della politica locale: l’ex sindaco e già senatore della Repubblica, Antonio Azzollini. Mastropasqua conta sul supporto delle sezioni molfettesi di Fratelli d’Italia, Forza Italia e Partito Repubblicano Italiano, nonché su altri tre movimenti civici.

La sinistra radicale di Molfetta ha il volto di Giovanni Infante, medico 63enne con alle spalle un lungo percorso politico e di volontariato. Infante rappresenta il partito molfettese di Rifondazione Comunista/Compagni di Strada, che si presenta con due liste e come alternativa diametralmente opposta alle altre tre coalizioni.

Molfetta. Il consiglio di amministrazione ha approvato il resoconto intermedio di gestione, che riporta nel primo trimestre dell’anno una crescita dei ricavi e di tutti gli indici di redditività

molfettaexpriviafavuzzicontentLa crisi economica dovuta alla pandemia non frena la crescita di Exprivia, gruppo societario di Molfetta che registra nel primo trimestre dell’anno un +7,2% nei ricavi, che salgono a 43,8 milioni di euro rispetto ai 40,9 milioni del 2021. Questo è quanto emerge dal Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2022, approvato in data di ieri, giovedì 12 maggio dal Consiglio di Amministrazione di Exprivia, società quotata al mercato Euronext Milan di Borsa Italiana.

Positivi tutti gli indicatori di redditività del periodo. Nel primo trimestre dell’anno l’EBITDA è in significativo miglioramento attestandosi a 5,9 milioni, in incremento del 24,2% rispetto ai 4,7 milioni del 2021, l’EBIT si attesta a 4,3 milioni in incremento del 40,6% rispetto ai 3,1 milioni del 2021, il risultato ante imposte a 3,8 milioni in incremento del 62,3% rispetto a 2,3 milioni del 2021. La Posizione Finanziaria Netta risulta pari a -32,4 milioni rispetto ad Euro -26,5 milioni al 31 dicembre 2021 e a Euro -40,5 milioni del 31 marzo 2021 in miglioramento quindi, rispetto a quest’ultima, di 8,1 milioni. Il patrimonio netto al 31 marzo 2022 è pari a euro 79,2 milioni rispetto ad euro 76,4 milioni al 31 dicembre 2021.

«I risultati conseguiti nel primo trimestre dell’anno – spiega Domenico Favuzzi, presidente e amministratore delegato di Exprivia – confermano l’efficacia delle strategie del gruppo, pur nel contesto dell’incertezza macroeconomica. Il gruppo è cresciuto in tutti i settori di mercato serviti, come ad esempio Difesa e Aerospazio che segna un incremento del +31,7% rispetto al primo trimestre 2021, Banche, Finanza e Assicurazioni che registra un +17,5% e il recupero del settore Industria con un +12%. Continua la crescita del mercato della Sanità e Pubblica Amministrazione, trainati dalla partenza degli investimenti previsti dal PNRR, mentre si rilevano flessioni negative nei settori dell’Oil&Gas che, nonostante gli aumenti senza precedenti dei prezzi dell’energia, rileva una diminuzione della domanda della stessa nel primo trimestre 2022 nello scenario caratterizzato dalla frenata della produzione industriale, e Telco&media per via della riorganizzazione che coinvolge i principali operatori e i loro piani di investimento».

Molfetta. I fondi serviranno a rafforzare i servizi sociali comunali, favorire percorsi di autonomia per persone con disabilità e contrastare la povertà estrema

molfettaaereaIn materia di assistenza e sostegno a disabili e cittadini in situazioni di indigenza economica, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, ha destinato ai comuni della Puglia 81 milioni di euro, di cui oltre 1.6 milioni spettano alla città di Molfetta.

I fondi provengono dal Piano nazionale di ripresa e resilienza e dovranno essere investiti dai singoli enti comunali per favorire l'attività di inclusione sociale dei soggetti fragili e vulnerabili, come famiglie e bambini, anziani e disabili non autosufficienti, persone senza fissa dimora.

Nello specifico, la misura prevede interventi di rafforzamento dei servizi a supporto delle famiglie in difficoltà, soluzioni alloggiative e dotazioni strumentali innovative rivolte alle persone anziane o disabili, per garantire loro una vita autonoma e indipendente, servizi socio-assistenziali domiciliari, forme di sostegno agli operatori sociali per contrastare il fenomeno del burn out e iniziative di housing sociale di carattere sia temporaneo, sia definitivo.

Al Comune di Molfetta, entrando nel merito dell’attribuzione, sono stati stanziati 210mila euro per il rafforzamento dei servizi sociali e di prevenzione del fenomeno del burn out tra gli operatori sociali. Altri 715mila euro andranno a finanziare i percorsi di autonomia per persone con disabilità per favorire l’autonomia abitativa e lavorativa. Infine, altri 710mila euro dovranno servire a contrastare la povertà estrema.   

Molfetta. Nel programma elettorale di Rifondazione Comunista/Compagni di Strada, un'iniziativa mirata a risollevare le sorti del commercio e dell'imprenditoria locale

molfettagiovanniinfanteGiovanni Infante, candidato sindaco con Rifondazione Comunista/Compagni di strada, lancia un nuovo interessante punto inserito nel programma elettorale "Più di così" messo a punto per le elezioni amministrative del prossimo 12 giugno. Si tratta di Resp@ - Rete economica solidale pubblica, un'iniziativa mirata a risollevare le sorti del commercio e della piccola imprenditoria locale. «Il commercio di prossimità vive una crisi storica dovuta soprattutto all’avvento della grande distribuzione prima e dell’e-commerce dopo – si legge nella nota diffusa alla stampa da Giovanni Infante e dai candidati di Rifondazione – e aggravata dalla pandemia che ormai da due anni sconvolge le nostre vite. Di fronte a questa crisi niente e quasi niente è stato fatto se non iniziative estemporanee che non hanno dato una risposta organica e strutturata al settore così fortemente colpito. Riteniamo sia necessario costruire una rete capace di intercettare parte dei flussi di consumo in entrata e che coinvolga sia gli operatori che l’amministrazione comunale.

L’importanza di una vetrina illuminata e di una saracinesca aperta non è solo legata a questioni economiche ma coinvolge altri aspetti della vita quotidiana della nostra comunità. Un negozio, una attività aperta sono un argine allo svuotamento delle nostre strade e le nostre piazze e contribuiscono a combattere fenomeni di microcriminalità. Per questi motivi proponiamo la creazione di Resp@, una Rete Economica Solidale Pubblica delle imprese urbane che unisca in consorzio tutti gli operatori economici con la partnership di tutte le associazioni di categoria e delle associazioni di strada e il supporto dell'Ente comunale. La proposta di rete Resp@ non è rivolta soltanto al settore del commercio ma anche ai settori dell'artigianato e primari (pesca e agricoltura) e mira a non disperdere le risorse pubbliche e le energie private in mille iniziative senza un coordinamento. A questa rete e alle sue iniziative saranno destinate le risorse a disposizione del Comune per sostenere l’economia cittadina urbana, non solo le attività dello storico “quadrilatero del commercio” ma anche quelle dei quartieri storici di Ponente e Levante e dei quartieri di espansione a mezzogiorno, vecchia e nuova 167, che hanno bisogno di alimentare la presenza di operatori e attività economiche per non ridursi a periferie vuote. 

Resp@ serve a favorire il potenziamento del sistema d'offerta attraverso iniziative di fidelizzazione e scontistica permanenti rivolte ai consumatori nella logica del gruppo d’acquisto solidale a livello di massa. Ogni cittadino che aderisce come consumatore a Resp@, aderisce a un circuito qualificato presente in tutta la città con vantaggi economici e sconti fedeltà.Programmare durante tutto l’arco dell’anno – non solo a Natale, Pasqua e festa patronale – eventi promozionali nei quartieri con il concorso integrato del mondo dell’associazionismo culturale, sportivo, del volontariato e il sistema delle istituzioni formative. Istituire tra le aziende aderenti come circuito paramonetario locale di credito/debito complementare e supplementare rispetto a quello in euro, attraverso un'unità di conto digitale (ad es. con Sardex in Sardegna) in cui le aziende possono finanziarsi e sostenersi a vicenda senza il pagamento di interessi e commissioni. Si possono così liberare nuove risorse private, si favorisce l'aumento delle relazioni interne tra gli operatori e si promuove l'accesso alla rete di potenziali nuovi soggetti che volessero cimentarsi in nuovi investimenti. Insomma una rete capace di rimettere al centro la nostra città, stimolare la cooperazione tra i soggetti economici e tra questi ultimi e i cittadini. Tutto questo per rimettere in moto un processo di crescita collettiva, programmata e condivisa della nostra comunità per affrontare al meglio le sfide del futuro senza lasciare indietro nessuno».

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino