Redazione_Web Online

Redazione_Web Online

Molfetta. Tra i 14 punti all’ordine dell’ordine del giorno, l’approvazione in via definitiva del Regolamento comunale per l’occupazione di spazio e suolo pubblico

molfettaconsigliocomunaleConvocato dal Presidente del Consiglio comunale, Nicola Piergiovanni, torna a riunirsi mercoledì 6 aprile alle ore 16, in seduta straordinaria di 1^ convocazione con il prosieguo, presso la Sala Consiliare “Gianni Carnicella” – Palazzo Giovene, il Consiglio comunale. In trattazione 14 argomenti, secondo il seguente ordine del giorno:

1. Presa d’atto delle dimissioni dalla carica di Consigliere comunale della Sig.ra de Candia Paola Lucrezia e subentro, ai sensi dell’art. 45 comma 1° del T.U.EE.LL. n. 267/2000, del Consigliere comunale Sig. Albertini Gian Michele. Convalida;

2. Commissione Consiliare Permanente n. 5 “Politiche Sociali, Solidarietà, Volontariato e Politiche Giovanili”. Sostituzione componente;

3. Commissione Elettorale Comunale (deliberazione C.C. n. 06/2017). Sostituzione componente;

4. Acquisizione in forma di cessione volontaria dell’immobile nel Centro Storico Via S. Andrea nn. 54-56;

5. Approvazione del nuovo “Piano comunale di Protezione Civile”, quale aggiornamento dell’esistente “Piano”, approvato con deliberazione di C.C. n. 42 del 1993, aggiornato con delibera di C.C. n. 28 del 4/9/2014 e successivamente con deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del C.C. n. 111 del 26/4/2017;

6. Costituzione Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile del Comune di Molfetta e approvazione del relativo regolamento;

7. Regolamento comunale per le occupazioni di spazi ed aree pubbliche annesse ai pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande (dehors). Approvazione definitiva;

8. Approvazione Documento Strategico del Commercio (L.R. 16 aprile 2015 n. 24);

9. Opere di urbanizzazione primaria del Comparto 17 di PRGC ed aree di prossimità fino a Via Bisceglie. Interventi nn. 4-5 di cui alla deliberazione di G.C. n. 167 del 7/8/2020. Adozione della Variante ai sensi dell’art. 19 DPR n. 327/2001, dell’art. 12 della L.R. 3/2005 e ll.mm.ii. e dell’art. 16 della L.R. 13/2001;

10. Attuazione del Piano Urbanistico Esecutivo del Comparto urbanistico n. 18 del PRGC. Acquisizione suoli per viabilità. Vincolo preordinato all’esproprio;

11. O.d.G. sulla situazione lavoratori della Bosch (su proposta di Consiglieri di minoranza);

12. Piano di adeguamento del PRGC al PPTR ai sensi dell’art. 97 delle NTA del PPTR. Adozione della Proposta di Piano e formalizzazione della proposta ai fini VAS;

13. Realizzazione di un impianto di interesse pubblico costituito da immobili ed attrezzature sportive su area in parte di proprietà privata e in parte di proprietà comunale, alla Via Traversa Borsellino (ex Comparto 14 PRGC). Atto di indirizzo per affidamento in concessione dell’area di proprietà comunale. Approvazione schema di convenzione;

14. Realizzazione di un intervento d’interesse pubblico su area di proprietà in parte privata e in parte pubblica, sita alla Via Berlinguer, costituito da un corpo di fabbrica a destinazione commerciale di media struttura di vendita per prodotti alimentari e non (area privata) con annessi parcheggio pubblico, spazio scenico per bambini e campo da gioco polifunzionale per calcetto, basket e pallavolo (area di proprietà pubblica);

La seduta sarà trasmessa integralmente in “streaming” e si svolgerà a porte chiuse quale misura precauzionale all’emergenza epidemiologica da COVID – 19 e saranno assicurate le distanze previste dal D.P.C.M. 8/3/2020.

Molfetta. Durante la conferenza stampa tenutasi questa mattina, è stato reso noto che il calendario dei riti resta inalterato, ma confraternite e fedeli dovranno attenersi al protocollo anticontagio stabilito

molfettacomferenzastampasettimanasantacontentMolfetta ritrova la sua identità collettiva e si prepara a rivivere i riti di comunità che scandiscono la Settimana Santa. Durante la conferenza stampa tenutasi nella tarda mattinata di oggi, venerdì 1° aprile, all’interno dell’Aula Magna del Seminario Vescovile, il Vescovo Monsignor Domenico Cornacchia e il sindaco Tommaso Minervini hanno reso noto il calendario di feste e processioni, soffermandosi sulle modalità da seguire per prendervi parte.  

«Ho la gioia di comunicare, a nome della Diocesi, a tutti i cittadini che ne fanno parte – ha dichiarato il Monsignor Cornacchia prima di leggere il documento approvato dalla Conferenza Episcopale Pugliese del 16 marzo scorso - che i momenti di festa e preghiera che precedono la Pasqua torneranno a svolgersi in presenza. Torneremo a scambiarci gli auguri più belli, pregando per le popolazioni che sono invece in sofferenza. Pasqua vuol dire passaggio e mi auguro che un cambiamento avvenga verso la pace. Ala di riserva, come suggeriva don Tonino Bello, dobbiamo esserlo tutti. Perciò, auguri di cuore».

Durante la conferenza è intervenuto don Gennaro Bufi, direttore dell’ufficio diocesano per le confraternite, ricordando che la processione conserva “il suo carattere di manifestazione di fede solo se ancorata alla sua natura teologica, liturgica e antropologica”.

«Le processioni – ha continuato don Gennaro – rappresentano, soprattutto in questo tempo, un segnale di speranza, un cammino per dire no alle ingiustizie, alle guerre e al male che deturpa l’umanità. Pertanto, è possibile riprendere la pratica delle processioni, sia quelle riguardanti la Pasqua sia quelle delle Feste patronali, parrocchiali e confraternali, adottando le indicazioni anticontagio stabilite».

«Molfetta, come tutte le altre città della Diocesi – ha dichiarato il sindaco Minerviniriprende le attività fondamentali della propria vita comunitaria. Un "sabato del villaggio" indispensabile, iniziato con l’uscita della croce, che fa incontrare tante persone e permette di prepararsi a vivere la festa. Con il Vescovo, don Gennaro e i Priori delle Arciconfraternite abbiamo visto i percorsi e confermato tutti gli appuntamenti come da tradizione. A giorni sarà pubblicato un decreto che dispone l'uso di mascherine e green pass. D'intesa con Polizia Locale e Carabinieri, unitamente alle associazioni di Protezione civile abbiamo messo a punto un servizio d'ordine che assicuri il normale svolgimento delle processioni e dei momenti di fede. È un ritorno alla nostra anima, sarà una Pasqua che riporterà quel senso di comunità e di coesione mancata per due anni».

IL PROTOCOLLO ANTICOVID PER CONFRATERNITE E FEDELI:

Green-pass base per i portatori dei simulacri;

Uso della mascherina FFP2 per i ministri, i membri delle Confraternite e Associazioni che partecipano alle processioni;

Uso delle mascherine per tutti gli altri fedeli che partecipano alle processioni o vi assistono sostando lungo le strade, sui sagrati delle Chiese, nelle piazze;

Tampone rapido per quei portatori destinati ad essere numerosi e a stare troppo vicini sotto alcuni simulacri, data la loro imponenza;

Valutare, in accordo con le autorità cittadine, il percorso delle processioni in modo da evitare strade e spazi ristretti;

Organizzare un adeguato servizio d’ordine attento a garantire durante lo svolgimento delle processioni la distanza necessaria per evitare pericoli di contagio;

I portatori dei simulacri rendano il proprio servizio con compostezza e spirito di fede, evitando ogni forma di esibizionismo;

Si favorisca una partecipazione orante a tutte le processioni, individuando alcuni animatori della preghiera.

Molfetta. Sarà presentato a mezzogiorno di oggi il programma dei riti di comunità che scandiscono la settimana precedente alla Pasqua

molfettasabatosantohomeMolfetta torna a vivere le emozioni dei riti della Settimana Santa. Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, riprendono a svolgersi in presenza, seppur con le dovute precauzioni, le celebrazioni che scandiscono i sette giorni precedenti alla Pasqua.

Tutti i dettagli relativi a feste religiose e processioni in programma saranno resi noti oggi, venerdì 1° aprile, alle ore 12 all’interno dell’aula magna del Seminario Vescovile, in Piazza Giovene 4. Alla presenza del sindaco di Molfetta, Tommaso Minervini, e del Vescovo Monsignor Domenico Cornacchia, si terrà una conferenza stampa dedicata alle comunicazioni riguardanti il calendario degli appuntamenti nelle quattro città della Diocesi.

Come annunciato dalla Conferenza Episcopale Pugliese, a partire dal mese di aprile è “possibile autorizzare i Comitati delle feste religiose a svolgere le attività loro proprie, non dimenticando che essi devono essere debitamente approvati dalla competente autorità ecclesiastica.

Sempre a partire dal mese di aprile è nuovamente possibile riprendere la pia pratica delle processioni, facendo in modo che alcuni volontari del servizio d’ordine ne garantiscano lo svolgimento secondo le regole vigenti. Le processioni e le celebrazioni all’aperto, tuttavia, saranno consentite con il Nulla osta dell’Ordinario del luogo e, come previsto dalla Legge, previa comunicazione al Comune e all’Autorità di pubblica sicurezza, competente per territorio, almeno 3 giorni prima. In chiesa e nei luoghi chiusi le disposizioni di sicurezza anti-Covid rimarranno invariate, fino a nuove disposizioni”.

Molfetta. L’iniziativa si svolgerà dal 3 al 7 aprile presso il Seminario Regionale "Pio XI"

molfettadigitalworlddiocesicontentAnche  quest’anno  il  Seminario  Regionale  Pugliese  “Pio  XI”  di  Molfetta  propone il consueto appuntamento della Settimana di cultura dal 3 al 7 aprile prossimo,  dal  titolo  “Digital  Wor(l)d.  Essere  umani  nella  rete”.  Si  rifletterà  sul  rapporto tra  mondo, Parola e parole, nell’era digitale.

Ad aprire l’evento, domenica 3 aprile, sarà una proposta cinematografica, “The  Social Network” (regia di D. Fincher), guidati dal critico Giuseppe Grossi.

Lunedì 4, invece, sarà offerto un approfondimento sull’uso “buono” delle parole  nel  digitale:  Rosy  Russo,  presidente  di  “Paroleostili”,  Associazione  impegnata  da  tempo nella riflessione sullo stile comunicativo nel  web, dialogherà con la prof.ssa  Silvana Campanile.

Martedì 5 ad essere protagonista sarà la figura e l’opera di Pier Paolo Pasolini,  nel centenario dalla nascita, attento e “profetico” osservatore dell’influenza dei media  sulle relazioni umane. La mostra-video, “Io, Pier Paolo Pasolini”, verrà introdotta dal  prof. Valerio Capasa.

La serata di mercoledì 6 aprile sarà dedicata ad una riflessione di carattere etico- giuridico: interverrà don Fortunato Di Noto, presidente dell’Associazione “Meter” e  presbitero  impegnato  ad  abitare  le  “periferie  digitali”.  Dialogherà  con  lui  il  prof.  Saverio Di Liso.

A  conclusione  della  Settimana,  l’incontro  con  mons.  Domenico  Pompili,  vescovo  di Rieti  e  presidente  della  Commissione  Episcopale  per  la  cultura  e  le  comunicazioni sociali, con cui ci si confronterà sul tema “evangelizzazione e digitale”. Tutti  gli  appuntamenti  avranno  inizio  alle  ore  19.00  e  si  terranno  nell’Aula  Magna “Mons. Antonio Ladisa” del Pontificio Seminario Regionale Pugliese “Pio XI”  in viale Pio XI, 54.

Ci  sarà  la  possibilità  di  prendere  parte  alla  manifestazione  in  presenza  e  a distanza, attraverso  il  canale  Youtube  Seminario  Regionale  Molfetta  e  la  pagina  Facebook  Pontificio Seminario Regionale Pugliese “Pio XI” – Molfetta.

Molfetta. Il gruppo politico costituitosi a febbraio scorso chiede chiarimenti rispetto al piano di accoglienza che l’amministrazione comunale ha disposto per accogliere i rifugiati ucraini

molfettamolfettiamoMolfettiamo, gruppo politico nato a febbraio scorso con lo scopo di sensibilizzare la comunità locale alla cittadinanza attiva, diffonde una nota indirizzata al sindaco di Molfetta, Tommaso Minervini, e all’amministrazione comunale, in cui chiede precisazioni e chiarimenti rispetto al piano operativo disposto per accogliere i rifugiati ucraini.

Il movimento politico fa riferimento al Consiglio comunale monotematico celebratosi lo scorso 14 marzo, che ha approvato all’unanimità il documento in cui sono confluite alcune istanze da parte di un gruppo di associazioni, con particolare riferimento al punto n.3 “esprimere la volontà e la disponibilità della Città di Molfetta ad aiutare concretamente i cittadini ucraini residenti nel nostro territorio e a pianificare un piano di accoglienza per i profughi ucraini”.

«Si ritiene, infatti, che – si legge nella nota di Molfettiamoa oltre un mese dall’inizio della guerra in Ucraina, non sia ancora chiaro come il Comune intenda gestire l’emergenza per quanto di sua competenza e nelle sue intenzioni e possibilità. Finora, sia per aiuti materiali sia per donazioni sia per l’accoglienza, ci si è, infatti, affidati ad iniziative di singoli cittadini o associazioni, avendo come effetti più evidenti ed immediati una dissipazione di energie ed un senso di disorientamento di chi, singoli, famiglie e piccole realtà, ancora oggi non sa come poter contribuire al meglio.

Pertanto, al fine di ottimizzare e migliorare la gestione della situazione attuale senza che trascorra ulteriore tempo, si chiede al Comune:

1. di comunicare in modo chiaro se e come la cittadinanza possa contribuire con beni materiali, deperibili o meno;

2. di specificare quale/i sia/ano il/i canale/i da utilizzare per le donazioni in denaro e, se possibile, a quali scopi esse verranno destinate;

3. di rendere noti alla cittadinanza quali siano le possibilità e gli orientamenti in merito all’accoglienza dei profughi, precisando il loro numero massimo, gli eventuali enti preposti (con relativi eventuali costi extra di gestione), le modalità di “recupero” (dal territorio di guerra) e di gestione, i tempi.

Per tutti e tre i punti sopra specificati si sollecita ad una costante e concreta collaborazione con la Caritas diocesana e cittadina e con le altre associazioni operanti nel territorio, al fine di coordinarsi al meglio e di poter costituire, per la cittadinanza tutta, un riferimento chiaro ed univoco cui rivolgersi.

A tale scopo si suggerisce anche l’istituzione di un numero unico telefonico e di una mail da poter contattare per tutte le richieste e i dubbi in merito.

Si confida in una celere risposta utilizzando i canali specificati a piè di pagina o a mezzo organi di stampa».

Molfetta. Il candidato sindaco Pasquale Drago, noto ai molfettesi con il nome di Lillino, commenta le dichiarazioni del primo cittadino durante l’incontro con il FAI – Federazione delle associazioni Antiracket di Molfetta

molfettagragocontent«Mi stupisce la superficialità con la quale, soprattutto da parte degli amministratori cittadini, viene affrontato un tema così delicato quale è quello del pericolo di infiltrazioni mafiose a Molfetta».

Con queste parole il candidato sindaco Lillino Drago ha commentato le dichiarazioni fatte pubblicamente nel corso di un incontro, svoltosi nei giorni scorsi, tra il sindaco Tommaso Minervini e i rappresentanti della locale sezione del FAI – Federazione delle associazioni Antiracket.

«Trovo sorprendenti – ha proseguito l’ex magistrato antimafia, sostenuto da Pd, M5S, Senso Civico, Rinascere e Con – certe affermazioni riportate dalla stampa locale. Mi sarei aspettato, infatti, un’analisi più approfondita che tenesse conto del fatto che ormai da alcuni anni i più rappresentativi capi dei gruppi criminali locali sono tornati in libertà, in coincidenza con gli evidenti segni di degrado della attività amministrativa nella nostra città. So bene come, ancora oggi, sia del tutto improprio parlare di mafia a Molfetta, ma nell’attualità si sono ricreate situazioni oggettive che stanno facendo aumentare i rischi di infiltrazioni criminali e mi sembra imprudente sottovalutare il pericolo che si torni a quel clima degli anni ’90 che costò la vita al povero Gianni Carnicella. Molfetta – ha concluso Lillino Dragomerita più rispetto e attenzione per i suoi problemi».

Molfetta. È stato portato a termine l’intervento di manutenzione straordinaria resosi necessario a causa di una perdita

molfettaaqpDurante le operazioni di scavo nel corso dei lavori di Acquedotto Pugliese per il risanamento della rete idrica della città, due giorni fa è stata rinvenuta una grossa perdita in via Massimo D’Azeglio. Ieri, gli operatori AQP hanno portato a termine la riparazione della condotta nelle ore notturne.

«Grazie alla grande collaborazione con AQP – afferma il sindaco Tommaso Minervinistiamo rifacendo la rete idrica e quella fognaria nel quartiere più popoloso della città, tra piazza Paradiso e corso Fornari. Lavori che non si facevano dagli anni Sessanta e Settanta. Stiamo risolvendo situazioni incresciose, annosi problemi legati alla bassa pressione dell’acqua. Finalmente, con molta attenzione, AQP sta facendo lavori per migliorare la qualità della vita, l’igiene e la salubrità dell’acqua. Noi alla gente ci pensiamo davvero perché siamo dentro i problemi della città da una vita».

Molfetta. Tra i 970 Comuni in cui si procederà all'elezione di sindaco e consiglieri c'è anche Molfetta

molfettaamministrativeIl Consiglio dei Ministri ha stabilito la data dell'election day che porterà gli italiani alle urne in 970 Comuni per l'elezione di sindaco e consiglieri e per la consultazione referendaria su cinque distinti quesiti.

Il secondo turno delle amministrative, laddove previsto, si terrà il 26 giugno.

A Molfetta per il momento ci sono due candidati alla carica di sindaco: il primo cittadino uscente Tommaso Minervini, supportato da un novero di liste civiche, a cui si contrappone, almeno per il momento, Pasquale Drago, sostenuto da forze politiche di centrosinistra e movimenti civici (Pd, Rinascere, Senso Civico, Movimento Cinque Stelle e Con).

Per quanto riguarda i cinque Referendum, i quesiti su cui esprimersi sono: la riforma del Csm, l'abolizione della legge Severino, i limiti agli abusi della custodia cautelare, la separazione delle funzioni dei magistrati e la loro equa valutazione.

Molfetta. La cantante friulana si esibirà a Banchina San Domenico nella seconda e ultima tappa pugliese

molfettaelisaElisa e il suo "Back to the Future Live Tour" farà tappa a Molfetta il prossimo 24 luglio a Banchina San Domenico. Solo due le date previste in Puglia, oltre a Molfetta la cantante friulana si esibirà a Lecce tre giorni prima.

Il Tour attraversa tutte le regioni d'Italia e punta a diffondere un messaggio ambientalista e, grazie alla collaborazione con UN SGD Action Campaign, ogni tappa sarà occasione di festa e anche di riflessione, pensando alla salute del Pianeta.

Le date previste dal Tour, che avrà inizio a fine maggio si svolgerano in location di particolare valore naturale e paesaggistico e sono state pensate sulla base di un protocollo che garantisce il minor impatto ambientale.

Oltre a spendersi per la tutela dell'ambiente, l'impegno di Elisa è anche verso l'Ucraina. Il 5 aprile sarà in Piazza Maggiore a Bologna insieme a molti altri artisti per una serata dedicata alla raccolta fondi.

Tra gli ospiti del "Back to the Future Live Tour" Elisa annuncia la presenza di Rkomi, Marracash ed Elodie. «Sarà un nuovo concetto di festa di paese in uno stato utopico di condivisione di arte, cultura, poesia e umanità – ha dichiarato Elisadando spazio anche agli artisti locali. Vale il contenuto non la forma, usciamo dai canoni estetici. Una volta non pensavo a quanti tir c’erano in un mio show, e siamo arrivati anche a sette, ora, come già detto, andrò in giro con uno: non posso fare tutto ma quello che è nella mia disponibilità sarà fatto. Per me oggi è folle lavorare senza pensare alla sostenibilità. Questo è solo l’inizio, voglio contribuire in maniera attiva».

Il giorno prima del concerto di Elisa, il 23 luglio, a Banchina San Domenico si esibirà l'atteso Mahmood nell'unica tappa pugliese del suo Ghettolimpo Summer Tour, mentre il 29 luglio sarà la volta del rapper Fabri Fibra.

Prevendite acquistabili a partire da oggi, giovedì 31 marzo. Info biglietti: su www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it.

Molfetta. Si terrà domani pomeriggio l'atteso incontro letterario incentrato sul libro pubblicato dall'intellettuale molfettese nel 1933

molfettarosariascardignocontentDomani, venerdi, 1° aprile 2022, alle ore 18 presso la Sala Archivio Finocchiaro, via Dante 11 a Molfetta, la Commissione Pari Opportunità del Comune di Molfetta, presenta “Sguardi”, opera letteraria di Rosaria Scardigno. Introduce Giovanna Vista, Presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Molfetta.

Relazionano Marta Pisani, componente della Commissione Pari Opportunità; Marco Ignazio de Santis, scrittore.

Sono previsti gli interventi del Sindaco di Molfettra, Tommaso Minervini, di Nicoletta Paparella, Dirigente IC " Scardigno- San Domenico Savio"; Angela Amato, Vice Presidente Associazione Elena e Beniamino Finocchiaro.
Letture a cura di APS "L'ora Blu" con Marta Maria Camporeale e Zaccaria Gallo.

Per accedere, fino ad esaurimento dei posti disponibili, sono obbligatori green pass e mascherina FFP2.
L’iniziativa si avvale del patrocinio del Comune di Molfetta.

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino