Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. Un mazzo di fiori è stato lasciato come segno di cordoglio davanti alla caserma dei Carabinieri. L’associazione culturale Symposium Molfetta ha voluto rendere omaggio alla memoria di Luca Attanasio e Vittorio Iacovacci. L’ambasciatore italiano e il carabiniere sono stati uccisi il 22 febbraio scorso nella Repubblica Democratica del Congo, nel corso di un attacco ai danni del convoglio MONUSCO (la missione ONU per il Congo) su cui viaggiavano. Nella mattinata di giovedì 25 febbraio il presidente dell’associazione Moustapha Danfa e il vicepresidente Michele La Grasta hanno lasciato un mazzo di fiori in via Caduti di Nassiria, davanti alla caserma dei Carabinieri di Molfetta. Sono stati presenti alla consegna l’assessore all’annona Pietro Mastropasqua, il consigliere comunale Leo Binetti oltre al capitano Francesco Iodice. Dopo aver osservato un minuto di silenzio, il bouquet è stato posto ai piedi della targa delle vittime di Nassiria.  Anche Molfetta, dunque, ha voluto commemorare i due connazionali portati via dall’ennesima strage in terra africana.

MOLFETTA. Servivano i tre punti e i tre punti sono arrivati. La Femminile Molfetta regola al PalaPoli la Salernitana con il punteggio di 5-0 e si regala così la fase finale della Coppa Italia. Mister Diego Iessi, privo di Sciannamea, Castro, Pedace, Mangafas e Tricarico, si affida allo starting five composto da Liuzzo, Lacirignola, Mezzatesta, Gelsomino e Gariuolo. Avvio di partita equilibrato, con le biancorosse che provano a fare la partita e le ospiti che difendono in maniera attenta, provando a colpire in ripartenza. Mezzatesta e Gariuolo sfiorano il vantaggio, che arriva al 9’56’’: Lacirignola ruba palla in pressione, serve centralmente Barile che dal limite dell’area di rigore allarga per De Marco; finta, palla sul destro e tiro potente per l’1-0. Passa poco più di un minuto ed è ancora De Marco a trovare il gol, girandosi da posizione di pivot e fulminando il portiere avversario. La reazione ospite è affidata a Di Martino, ma Liuzzo è attenta e si oppone, al 15’ Gelsomino trova il tris con un tiro da fuori area. Al riposo si va sul 3-0. La ripresa segue la falsariga del primo tempo, ancora Gelsomino con un preciso destro trova l’angolino per il 4-0. Le biancorosse non si fermano, continuano a produrre occasioni e il 5-0 lo firma Gariuolo, sfruttando al meglio l’imbucata di Mezzatesta. La Femminile Molfetta si limita a controllare il risultato nell’ultima parte di gara e alla sirena finale è grande festa per la qualificazione alle final eight di Coppa Italia. Un obiettivo fortemente voluto da tutto il club biancorosso, a coronamento di un girone d’andata da urlo. Liuzzo e compagne torneranno in campo domenica 7 marzo, quando renderanno visita proprio alla Salernitana. Domenica prossima, infatti, è previsto il turno di riposo.

MOLFETTA. Sono arrivati dai residenti, che hanno partecipato all’incontro voluto dall’amministrazione comunale, i suggerimenti per perfezionare il progetto di riqualificazione del Parco di Levante e della vicina Via Don Minzoni che, nelle prossime ore, sarà candidato al bando della Città metropolitana “Qualità dell’abitare”. Sono stati gli assessori ai lavori pubblici, Antonio Ancona, ai finanziamenti regionali, Gabriella Azzollini, all’ambiente, Maridda Poli, insieme con i tecnici comunali ad illustrare ai presenti il percorso avviato, con il progetto di fattibilità predisposto, e a recepire le istanze dei residenti per apportarne eventuali modifiche. «Quello che oggi stiamo presentando – ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici, Antonio Ancona - è un progetto di massima che prevede la riqualificazione del parco di levante e di via Don Minzoni con interventi importanti di messa in sicurezza e l’introduzione di nuovi giochi per bambini ma anche di attrezzature sportive che consentano al parco di vivere tutto il giorno. Dobbiamo superare la condizione di abbandono che porta poi a situazioni poco piacevoli. Abbiamo voluto ascoltare i residenti. Nel tempo – ha concluso - abbiamo raccolto le loro istanze e oggi siamo di nuovo qui per condividere con loro le scelte operate e raccogliere ulteriori suggerimenti». «Abbiamo ritenuto di candidare questo progetto, che ha un valore complessivo di 2 milioni e 300mila euro, perché puntiamo al recupero di un’area della città che con il tempo ha perso tutto il suo fascino. Si tratta - ha precisato l’assessore ai finanziamenti regionali, Gabriella Azzollini - di un progetto ampio che coinvolgerà anche la vicina Via Don Minzoni che subirà importanti modifiche con la creazione di un parco lineare al servizio degli amanti dello sport e dei residenti e un collegamento con le piste ciclabili». Massima attenzione anche al verde. «Accanto alla riqualificazione del parco e di Via Don Minzoni - ha aggiunto l’assessore Poli - puntiamo anche alla conservazione delle specie arboree attualmente presenti, alcune di grande valore. Nessuna riqualificazione può non tenere conto delle aree verdi già esistenti e della vegetazione presente». «Ancora un progetto che mette al centro le persone, il verde pubblico e la qualità della vita», il commento del sindaco, Tommaso Minervini.

MOLFETTA. In più di una occasione il terreno di fronte al cimitero veniva usato come discarica per rilasciare sacchi di immondizia, cassette di plastica e rifiuti di ogni genere. È quanto emerge dalle registrazioni video della Polizia locale che, grazie alle 160 telecamere dalla centrale operativa e alle nuove microcamere mobili, ha multato nel solo mese di gennaio 33 incivili in varie zone della città. “Dopo le 30 sanzioni del dicembre scorso – afferma il sindaco Tommaso Minervini – prosegue con continuità il lavoro degli agenti al servizio del Comandante Cosimo Aloia volto alla tutela ambientale della nostra città. Come avevamo annunciato, con le nuove tecnologie abbiamo potenziato questa attività di monitoraggio costante del territorio”. “La Polizia locale – dice l’assessore alla Sicurezza Pietro Mastropasqua –, in questo periodo di emergenza legato alla pandemia, sta operando su tanti fronti: dalla sicurezza stradale ai controlli anti-Covid, dalla tutela del territorio al contrasto alla legalità. Siamo certi che i risultati sono evidenti sotto gli occhi di tutti”.

MOLFETTA. Turno infrasettimanale per la Molfetta Calcio che, dopo la prestigiosa vittoria casalinga contro l’accreditato Lavello, mercoledì affronterà in trasferta il Francavilla in Sinni per il match valido per la seconda giornata di ritorno del girone H di serie D.  I padroni di casa hanno ottenuto un solo punto negli ultimi quattro match disputati e vorranno di certo sfruttare il fattore casalingo per smuovere una classifica che al momento li vede impelagati in zona play-out. I biancorossi, invece, hanno attualmente tre punti in più in graduatoria con ben tre match ancora da recuperare. Il Francavilla, storica partecipante del campionato di serie D da oltre un decennio, può contare su una rosa esperta guidata da capitan Nolè in attacco e da mister Lazic in panchina. Nella Molfetta Calcio, invece, mancheranno gli infortunati Triggiani e Marolla e lo squalificato Diallo. Rientrano tra i convocati Lacarra e Caprioli dopo aver scontato le rispettive squalifiche. Fischio d’inizio del match previsto per le ore 14:30 al Campo Sportivo di Castelluccio Inferiore. Arbitrerà l’incontro il sig. Zoppi di Firenze coadiuvato dagli assistenti Signorelli di Paola e Fanara di Cosenza. Il match non sarà visibile in diretta streaming.

MOLFETTA. Partenza in salita per le ragazze della Polisportiva Dinamo al loro esordio assoluto nel Campionato Nazionale di Serie C. La seconda giornata del Girone A di andata si è svolta nel Paladolmen di Bisceglie ospite della veterana Sportilia. Alla presenza dei soli addetti ai lavori di entrambe le squadre e nel rispetto efficiente delle norme Anticovid19 da parte della società ospitante, le due compagini hanno giocato una partita corretta, dando vita a un match divertente e combattuto nonostante il risultato abbia premiato le biscegliesi. Nel primo set Mister Marzocca schiera Bernardi alla regia, Fracchiolla opposto, Panunzio e De Robertis in posto 4, Sancilio e Sciancalepore al centro, con libero Ranieri. Le due squadre si prendono le misure per metà del periodo di gioco, ma la squadra di casa aumenta il ritmo e costringe la Dinamo a un primo time out, seguito dalla sostituzione di Panunzio per Murgolo. La Dinamo non riesce a mantenere la concentrazione sufficiente per accorciare le distanze, e il primo set si chiude 25-19 per la squadra di casa. Allunga subito le distanze nel secondo set lo Sportilia, dimostrando la consolidata esperienza nel campionato nazionale e l’affiatamento tra le sue atlete, non basta alla Dinamo sostituire la regia con Danese in campo, Calò libero e in fine set nuovamente Murgolo, per recuperare fiducia, al cambio campo il punteggio è di 25-15 per lo Sportilia. La Dinamo si fa finalmente riconoscere nel terzo set, in cui la Murgolo parte titolare e sembra dare la carica alle sue compagne, buono il lavoro di Sancilio e Fracchiolla a rete, più grintosi gli attacchi di Sciancalepore e del Capitano De Robertis. La squadra però non riesce a non commettere qualche errore di troppo, immediatamente sfruttato dalle biscegliesi che portano a casa il set partita per 25-17. La settimana che segue vede la Dinamo impegnata nel recupero della prima giornata di Campionato giovedì 25 febbraio alle 21 in casa contro il Gio-Mol, e nuovamente in casa sabato 27 febbraio alle 19 contro PM ASCI Potenza. Entrambe le partite saranno svolte a porte chiuse, con diretta Facebook sulla pagina della Polisportiva Dinamo e diretta punti su www.direttavolley.com.

MOLFETTA. Riportiamo di seguito i dati contenuti nel report della Prefettura sul Covid-19 in città. Attualmente i positivi sono 446. Sono 95 le persone negative al Covid, ma conviventi con positivi, che sono in isolamento obbligatorio. Dal 1° febbraio 2021 si sono verificati sette decessi.

Foto di Gerd Altmann da Pixabay

MOLFETTA. Sostenere progetti culturali e creativi di natura multidisciplinare per la riqualificazione degli spazi urbani e per sostenere un modello di sviluppo basato su processi collaborativi e di innovazione sociale. È l’obiettivo di “Creativing living lab”, bando promosso dal Mibact, il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, al quale ha aderito il Comune di Molfetta. È stato quindi pubblicato all’albo pretorio l’avviso di Manifestazione di interesse per avviare un partenariato di progetto. Possono candidarsi soggetti pubblici e privati senza scopo di lucro, impegnati in modo prevalente in campo culturale come associazioni, fondazioni, enti del terzo settore, imprese sociali e di "comunità" non profit, società civile organizzata con l’apporto obbligatorio di un esperto nel settore specifico della rigenerazione urbana e mediatori culturali che possono essere: architetti, paesaggisti, designer, artisti, registi, film-maker, fotografi, musicisti, performer, scrittori, psicologi, sociologi e antropologi. Il progetto multidisciplinare potrà essere candidato al finanziamento per un massimo di 50mila euro.

MOLFETTA. Torna al successo la Pavimaro Pallacanestro Molfetta che, tra le mura amiche del Pala Poli batte l’Action Now Monopoli con il punteggio di 78-69, al termine di una partita ben giocata e condotta dai biancorossi per quasi tutti i quaranta minuti. Coach Carolillo inizia la partita con: Dell’Uomo, Mazic, Gambarota, Bini e Visentin; Coach Millina risponde con: Paparella, Laquintana, Benedusi, Bruno e Botteghi; avvio di partita favorevole a Molfetta che con i canestri di Bini e Visentin allunga subito sul 20-8, prima del gioco da tre punti di Torresi che fissa il punteggio al termine del primo quarto sul 23-13. Nel secondo quarto Monopoli prova a tornare in partita con Annese e Laquintana (23-17), ma Mazic e Serino rispondo dall’altra parte e la tripla di Dell’Uomo permette ai biancorossi di andare all’intervallo lungo avanti 38-27. Nel terzo periodo di gioco Monopoli parte bene guidata da quattro triple in fila di Torresi che permettono agli ospiti di trovare il primo e unico vantaggio della serata sul 42-43, dopo il time-out chiamato da Coach Carolillo, Molfetta torna a difendere con intensità e in attacco Mazic con due triple fissa il punteggio all’ultimo mini riposo sul 55-45. Negli ultimi dieci minuti Dell’Uomo prima e Calisi poi portano Molfetta sul più quindici (62-47), Monopoli ci prova con Paparella e Botteghi ma Mazic e Serino costringono Coach Millina a chiamare time-out (69-51), gli ospiti provano a riaprire la partita ma la Pavimaro Molfetta è in controllo del match e la tripla di Serino a meno di un minuto dalla fine chiude definitivamente la contesa, il finale al Pala Poli è 78-69 per i biancorossi. Importantissima vittoria per la Pavimaro Molfetta che sale a quota dieci punti in classifica e allunga sulle inseguitrici Reggio Calabria e Catanzaro, prossimo impegno per i biancorossi domenica alle ore 18.00 al Pala Dolmen contro i Lions Bisceglie, nella penultima giornata della prima fase.

Pavimaro Pallacanestro Molfetta: Dell’Uomo 19, Mazic 14, Serino 14, Visentin 10, Calisi 10, Bini 8, Gambarota 3, Azzollini, De Ninno, Camiglia, Kodra, Mezzina. Coach Carolillo.
Action Now Monopoli: Torresi 17, Paparella 16, Botteghi 11, Annese 8, Benedusi 7, Laquintana 6, Stepanovic 4, Bruno, Formica, Laquintana,  Yusuf. Coach Millina.

MOLFETTA.  Il coordinamento dei TEATRI DI MOLFETTA composto da SpazioLeArti del Teatrermitage, Teatro Del Carro dei Comici, La Cittadella degli Artisti del Teatro Kismet, Pro Loco Babilonia di Malalingua, Auditorium Regina Pacis del Teatro dei Cipis e Scuola Di Arti Sceniche di Arterie Teatro, aderisce alla mobilitazione nazionale “FACCIAMO LUCE SUL TEATRO! promossa da U.N.I.T.A. (Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo). Questa sera dalle 19.30 alle 21.30 i sei teatri cittadini si illumineranno e saranno aperti per puntare i riflettori sulla situazione in cui versa il settore dello spettacolo. Ad un anno di distanza dal primo provvedimento governativo che stabiliva la chiusura immediata dei teatri, U.N.I.T.A. chiede al nuovo Governo e a tutta la cittadinanza che si torni immediatamente a parlare di Teatro e di spettacolo dal vivo, che lo si torni a nominare, che si programmi e si renda pubblico un piano che porti prima possibile ad una riapertura in sicurezza di questi luoghi. L’appello chiede a tutti gli artisti, a tutte le maestranze e al pubblico delle città di organizzare, nella serata di oggi, in tutta Italia – rispettando, come hanno sempre dimostrato di saper fare, ogni misura di sicurezza – un presidio dei teatri, affinché questi luoghi tornino simbolicamente ad essere ciò che da 2500 anni sono sempre stati: piazze aperte sulla città, motori psichici della vita di una comunità. Garantendo l’osservanza di tutte le norme, tutti i cittadini sono invitati a testimoniare la propria vicinanza, con la propria presenza fisica portando con sé una traccia scritta di un pensiero su un foglio portato da casa o su un registro che ogni teatro potrà mettere a disposizione. Le sei compagnie teatrali di Molfetta accoglieranno davanti ai propri teatri la comunità di spettatori e cittadini per tornare per una sera a incontrare quella parte essenziale e indispensabile di ogni spettacolo senza la quale il teatro semplicemente non è: il pubblico. “Proteggere e liberare le città dai danni provocati da un’epidemia – intimava Sofocle nel suo immortale Edipo – significa innanzitutto conoscere sé stessi, prima che un’intera comunità si ammali di tristezza non riuscendo più a immaginare un futuro”.

 

Pagina 1 di 1369

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino