Redazione_Online

Redazione_Online

Molfetta. L'iscrizione potrà essere effettuata sul sito ufficiale dei Carabinieri nella sezione concorsi online autenticandosi con SPID o con la Carta Nazionale dei Servizi. Il termine ultimo è fissato al 1° agosto prossimo

molfettaconcorso090722Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.52 del ° luglio 2022 un bando di concorso per la nomina in servizio permanente di 11 Tenenti da reclutare nel Corpo Forestale dello Stato.

I ruoli disponibili sono così ripartiti: 9 posti per i cittadini italiani che alla data di scadenza della presentazione della domanda di partecipazione sono in possesso dei requisiti indicati nel Bando e 2 posti per i militari dell'Arma dei Carabinieri che rivestono il ruolo di Ispettori, Sovrintendente, Appuntato, Carabiniere e per i militari del Corpo Forestale che ricoprono il ruolo di Ispettore , Sovrintendente, Periti, Revisori, Collaboratori e Operatori che nell'ultimo biennio abbiano conseguito la qualifica finale non inferiore a eccellente.

Per partecipare al bando sono necessari i seguenti requisiti: non aver superato i 40 anni di età, se i candidati appartengono all'Arma dei Carabinieri, i 34 anni di età se Ufficiali in Ferma Prefissata o se Ufficiali Inferiori delle forze di completamento, i 50 anni di età se militari dell'Arma dei Carabinieri se appartenenti al Corpo Forestale e i 32 anni di età se non si fa parte delle categorie sopra menzionate.

Inoltre è richiesto per partecipare al concorso il possesso di una laurea magistrale tra quelle indicate nel bando. L'iter per la selezione prevede diverse prove. Innanzitutto una eventuale prova preselettiva e due prove scritte, di cui una di cultura generale.

Il concorso prevede poi il superamento della prova di efficienza fisica e accertamenti di idoneità attitudinale e psico-fisica. A seguire i candidati saranno sottoposti alla valutazione dei titoli posseduti, la prova orale, mentre è facoltativa la prova di lingua straniera.

Le graduatorie finali saranno pubblicate sul sito internet dell'Arma dei Carabinieri, nella sezione concorsi.

La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata mediante la procedura telematica disponibile all'indirizzo https://extranet.carabinieri.it/ConcorsiOnline20 autenticandosi con SPID o con CNS, la Carta Nazionale de Servizi entro e non oltre il 1°agosto 2022.

Per info e approfondimenti consulta il BANDO sulla Gazzetta Ufficiale.

 

Foto da Pixabay

 

Molfetta. L'inaugurazione della mostra si terrà questa sera alle ore 19.30 presso la galleria in via Baccarini 54

molfettamostradecosmoC090722Dalla serata di oggi, sabato 9 luglio fino al prossimo 23 luglio resterà aperta la mostra delle opere dell'artista Gianluca De Cosmo dal titolo Rimembranze. La presentazione della personale, che si terrà questa sera alle ore 19, sarà curata da Natale Addamiano, maestro di Gianluca De Cosmo.

La mostra nasce in collaborazione tra la galleria 54 Arte Contemporanea, spazio creativo dell'associazione Bottega 54 e la galleria d'arte Artimmagine Taccogna Francesco di Altamura che in contemporanea esporrà numerose opere dell'artista prematuramente scomparso.

La personale si potrà visitare tutti i giorni dalle 18.30 alle 20.30, tranne nelle giornate di domenica e lunedì, giorni di chiusura della galleria.

54 Arte Contemporanea è nata su iniziativa della famiglia Vitulano e intende promuovere l'amore per l'Arte nelle sue molteplici manifestazioni.

Per info e curiosità www.arte54.it

Molfetta. La kermesse ha regalato alla città tre serate di cultura e informazione alla portate di tutti e in autunno si replica con cinque incontri fuori cartellone

molfettaconversazionipremio080722Nove ospiti, tre per serata, un lavoro organizzativo di oltre cinquanta volontari e un totale di circa duemila presenze, con tutto esaurito registrato in ognuna delle tre date. Sono questi i numeri di Conversazioni dal Mare 2022, la rassegna letteraria che si è svolta a Molfetta da venerdì primo a domenica tre luglio.

Davanti alla platea degli spettatori, il direttore de “L’EspressoLirio Abbate ha portato il ricordo commosso dei giudici Falcone e Borsellino a trent’anni dalle stragi che li ha uccisi. Pungente come non poteva essere altrimenti, il giornalista Marco Travaglio non le ha 'mandate a dire’ all’esecutivo in carica, ma ha parlato a briglie sciolte anche dei temi caldi del momento, dalla gestione della pandemia alla guerra in corso.

Momenti di risate e leggerezza quelli regalati al pubblico di Conversazioni dal Mare da Flavio Insinna che, oltre alla consueta simpatia, ha ricordato dal palco alcuni ‘amici’ e mentori della sua vita artistica: dal maestro Gigi Proietti, al collega Fabrizio Frizzi, al medico di Emergency scomparso poco meno di un anno fa Gino Strada.

E poi, ancora, il focus economico con il rettore della Luiss Guido Carli, Andrea Prencipe, l’inchiesta sul processo mediatico condotta a quattro mani dalla giornalista Rai Adriana Pannitteri e dal magistrato Valerio de Gioia, il valore dei sogni da affidare ai più piccoli nella bellissima ‘lezione’ del noto sociologo Paolo Crepet.

Gran finale, poi, con un attore amato soprattutto dai giovanissimi che ha prestato il volto per tanti anni a uno dei personaggi chiave della fortunata serie televisiva ‘Gomorra’: Marco D’Amore.

Momento clou della kermesse, la consegna del ‘Premio Conversazioni dal Mare 2022’ a Nello Scavo, reporter internazionale, corrispondente di guerra e autore di scoop ripresi da testate internazionali, per “il fulgido esempio di quel giornalismo d’inchiesta autonomo e refrattario a ogni condizionamento”.

Una tre giorni fitta di appuntamenti che è riuscita, alternando l’approfondimento all’intrattenimento, a fotografare l’Italia e a parlare dei temi complessi e delicati del nostro tempo al grande pubblico.

«Vedere la piazza piena dall’inizio alla fine è stata la nostra più grande soddisfazione- dicono gli ideatori e organizzatori della kermesse che hanno annunciato di essere già al lavoro per cinque incontri fuori cartellone in autunno- E’ questo il senso di Conversazioni dal Mare: mettere la cultura e l’informazione alla portata di tutti».

 Si ringrazia l'Ufficio Stampa di Conversazioni dal mare per la gentile concessione del materiale fotografico

Molfetta. Un saggio accademico di fine anno del centro danza Les Dances

molfettabillyeliotMercoledì 26 luglio, presso l'Anfiteatro di Ponente andrà in scena Il successo di Billy lo spettacolo di fine anno accademico della scuola di danza Las Dances. Danzeranno sul palco dell'anfiteatro le allieve e gli allievi del corso di danza diretti dal coreografo Raffaele Parsi, con le coreografie di Domenico Lella, Francesca Rucci e Raffaele Parisi.

Lo spettacolo proposto è liberamente ispirato al noto film Billy Elliot, un ragazzo rimasto orfano di madre che vive con il padre e il fratello. Entrambi sono minatori e rischiano di perdere il lavoro a causa della crisi economica. I pomeriggi dopo la scuola Billy frequenta un corso di boxe, sport che non gradisce, ma che segue per far piacere al padre.

Un giorno, per una casualità, assiste a una lezione di danza che si tiene in un'altra ala della stessa palestra dove Billy segue il corso di boxe. Il ragazzo viene ammaliato dalla danza e di lì a poco, incitato dalla stessa insegnante che vede in lui un gran talento, Billy inizia a frequentare il corso di danza, ovviamente all'insaputa del padre. Ma l'inganno non dura tanto e quando Billy viene scoperto dal padre è costretto a interrompere le sue lezioni di danza. Saranno l'insegnante e la stessa forza di volontà di Billy a convincere il genitore a cambiare idea e a sostenerlo durante l'audizione in una delle più importanti scuole di danza londinesi.

Un saggio che oltre a dimostrare la bravura degli allievi si carica e si fa fruitore di grandi messaggi: l'importanza di seguire i propri sogni, di essere liberi e soprattutto di superare qualsiasi pregiudizio.

La serata sarà condotta da Lucia Catacchio che insieme alla scuola di danza invita la cittadinanza a partecipare allo spettacolo. L'ingresso è gratuito.

Ingresso ore 20. Sipario ore 20.30.

 

 

 

Molfetta. La città in attesa per il concerto di Ariete una delle cantanti più amate dalla generazione Z e non solo

molfettalucefestivalIl faro del Luce Music Festival torna a illuminare con le sue sonorità Banchina San Domenico. Il Festival itinerante in Terra di Puglia, giunto quest'anno alla IV edizione, approda sulla costa molfettese con un bastimento carico di chicche musicali, rappresentate da colonne portanti della musica italiana contemporanea, ma anche da giovani ed emergenti artisti della scena musicale nazionale.

Questa sera, sabato 9 luglio, apre il Festival Ariete, giovanissima promessa della musica italiana che si esibirà sul palco di Banchina San Domenico con Specchio, il suo primo album che arriva dopo gli acclamati successi dei brani Spazio, 18 anni e L'ultima notte, colonna sonora dell'estate 2021.

Con la sua inconfondibile voce pacata e introspettiva, Ariete in questa sua opera prima esprime in musica le fragilità, le delusioni amorose, le difficoltà di relazione della sua generazione alla mercè di una società sempre più liquida e ipermutevole che ha perso completamente i suoi punti di riferimento, soprattutto dopo il distanziamento sociale dovuto alla pandemia.

Un concerto da non perdere per tornare a vivere le emozioni che la musica dal vivo è in grado di dispensare, ma anche per vedere esibirsi un piccola, per età anagrafica, ma talentuosa artista di cui sentiremo molto parlare.

In caso di pioggia o altre circostanze meteorologiche avverse, l'Organizzazione informa che il concerto sarà svolto regolarmente in quanto tutti gli eventi di Luce Music Festival prevedono un palco coperto. Provvedimenti diversi potrebbero essere presi nel caso sopraggiungano ordini differenti dalle autorità competenti.

Apertura cancelli e botteghino ore 19. Inizio concerto ore 21.30.

Prevendita disponibile su https://link.dice.fm/lucemusicfestival o https://bit.ly/3KfmVBV



I prossimi concerti del festival itinerante si svolgeranno nelle seguenti date, sempre sulla Banchina San Domenico.

Venerdì 15 luglio Psicologi.

Sabato 16 luglio Mecna + CoCo

Sabato 23 luglio Mahmood

Domenica 24 luglio Elisa

Giovedì 28 luglio Franco 126

Venerdì 29 luglio Fabri Fibra

Luce Music festival- Approdi Musicali è una rassegna artistica ideata e organizzata da Fanfara Srl, Urem Srl, e Cooperativa Ulixes, in collaborazione con la Regione Puglia e il Comune di Molfetta.

Molfetta. Il programma di ammodernamento cambierà immagine e struttura del presidio ospedaliero Don Tonino Bello

molfettaospedale080722Un restyling da 24 milioni di euro destinato a cambiare completamente immagine e struttura dell’Ospedale Don Tonino Bello. Nella giornata di ieri, venerdì 8 luglio, la ASL di Bari con un documento ufficiale, ha preso atto del piano di ammodernamento tecnologico e di riqualificazione edilizia che renderà il presidio ospedaliero di Molfetta una struttura innovativa e competitiva.

Il piano condiviso con la Regione Puglia rientra nel programma straordinario degli investimenti pubblici del settore sanitario che per l’assessore alla Sanità, Rocco Palese «contribuisce in modo sostanziale, mediante la riqualificazione edilizia e tecnologica, al perfezionamento dei servizi offerti dal sistema sanitario pubblico. Questo significa che la comunità potrà ricevere una assistenza migliore – prosegue Palese – all’interno di una struttura ospedaliera moderna e dotata di tecnologie avanzate».

L’investimento totale ammonta a circa 24 milioni di euro, incrementato di 7 milioni in più rispetto al piano precedente. Oltre 17 milioni sono stati già acquisiti, 1 milione e 600mila euro sono in fase di acquisizione, mentre il resto del finanziamento è stato già richiesto.

Le coperture finanziarie per gli interventi da effettuare provengono da più fonti, ossia fondi aziendali, linee di investimento della Missione 6 del PNRR, Piano nazionale ripresa e resilienza, oltre a fondi previsti a livello nazionale per ristrutturazione edilizia e ammodernamento tecnologico del patrimonio sanitario pubblico, così come previsto dall'art.20 della Legge finanziaria 67/88.

«Siamo ad un punto di svolta per il futuro dell’Ospedale di Molfetta – commenta il direttore generale della ASL, Antonio Sanguedolce tra gli interventi principali sono previsti reparti ristrutturati, sale operatorie riqualificate e nuovi ambienti al Pronto soccorso. In generale – conclude il direttore Sanguedolce – saranno messi in atto tutta una serie di interventi che mirano a superare le maggiori criticità di natura strutturale, compresi gli accessi, i parcheggi e i percorsi tra gli utenti del distretto e quelli dell’ospedale».

Il presidio ospedaliero Don Tonino Bello è costituito da un piano seminterrato, un piano rialzato e da quattro piani fuori terra. L’obiettivo del progetto è il riordino complessivo dell’area. Il nuovo layout di progetto dell'ospedale terrà conto della articolazione degli spazi, e cercherà di ottimizzare l’utilizzo dei locali a disposizione, razionalizzando la distribuzione ed aumentando il comfort e la sicurezza, pur nel rispetto dei principi di gestione dei flussi, di espletamento dei carichi di lavoro e di separazione dei percorsi.

Il programma degli interventi interessa l’intero complesso edilizio. Oltre 3 milioni di euro sono dedicati all’ammodernamento del comparto operatorio, a cui si aggiungono la realizzazione di una sala di attesa del pronto soccorso, la creazione del front office ticket per le stanze farmacia, la sostituzione degli infissi, l’implementazione dell’impianto ad aria compressa della terapia intensiva, la ristrutturazione del reparto di Dialisi e di altri reparti di degenza.

Sono inoltre previsti il rifacimento del piazzale adibito a parcheggio con 127 posti auto e una nuova rampa di accesso, lavori di manutenzione straordinari del reparto di oncologia, della farmacia e della ex cucina e poi ancora lavori di ripristino dell'impianto di riscaldamento per il reparto di chirurgia ‐ urologia e infine la riqualificazione e adeguamento degli ambienti della guardia medica, la ristrutturazione/adeguamento edilizio della centrale termica. Sarà realizzata una nuova isola ecologica per la raccolta di rifiuti urbani e rifiuti sanitari.

In parallelo alla presa d’atto degli interventi di adeguamento dell’ospedale, il Direttore del Dipartimento della Promozione della Salute e del Benessere Animale, Vito Montanaro ha provveduto a costituire un gruppo di lavoro tra ASL Bari, Comune di Molfetta e il Dipartimento Promozione della Salute, per il monitoraggio dello stato di avanzamento dei lavori di ammodernamento dell’Ospedale composto da direzione amministrativa, Area Gestione Tecnica, e Servizio Sistemi Informativi e Tecnologie del Dipartimento Promozione della Salute.

Molfetta. Più competizione, più sicurezza e maggiore convinzione, questi gli ingredienti essenziali per far diventare la Molfetta Calcio una squadra spaziale

molfettacalci5neosociLo scorso giovedì 7 luglio si è tenuta, presso la sede comunale di Lama Scotella, la conferenza stampa di inizio stagione della Molfetta Calcio. Alla conferenza hanno partecipato le cinque aziende locali che hanno abbracciato il progetto Molfetta Calcio.

Dai Optical, Globeco, Istop Spamat, Sales Network e Upgrade, rappresentante rispettivamente Onofrio de Gennaro, Angelo Messina, Vito Totorizzo, Saverio Bufi e Giuseppe Traversa, sono le cinque imprese che contribuiranno a cambiare in meglio le sorti e il futuro della società biancorossa.

Durante la conferenza di presentazione al pubblico e ai tifosi della Molfetta Calcio i cinque imprenditori sono intervenuti esponendo le loro considerazioni e intenzioni su come lavorare per la prossima stagione ormai alle porte.

Il neo progetto Molfetta Calcio prevede la costruzione di: «una squadra competitiva, motivo per il quale abbiamo destinato un budget importante nel calciomercato – hanno sottolineato i cinque imprenditori - Renato Bartoli sarà il nostro allenatore e il nostro timoniere nelle trattative che ci sarannoLa Molfetta Calcio affronterà il Campionato di serie D con la sicurezza dei propri mezzi.

Abbiamo un progetto pluriennale, una società presente e cinque imprenditori con esperienza e competenza, ognuno nel proprio settore. Chiediamo ai tifosi di supportarci già dall’inizio del ritiro che partirà il prossimo 25 Luglio nella nostra città.

La Molfetta Calcio – concludono i nuovi soci - deve tornare a vivere nelle piazze, nelle strade, nelle botteghe e soprattutto nelle famiglie, ancora prima che i tifosi riempino il Pala Poli».

 

 

Molfetta. L'associazione Terrae auspica la creazione di un tavolo tecnico per definire il prima possibile l'identità del parco naturale molfettese e preparare un adeguato intervento antincendio

molfettalamamartina080722Gli sforzi dei tecnici di Terrae e di tutti i volontari che hanno a cuore il futuro e la tutela di Lama Martina vanno nella direzione della massima integrazione tra fruibilità del sito e tutela del processo spontaneo di rinaturalizzazione ormai evidente e in atto da diversi anni, processo che ha consentito il ripopolamento sia di essenze selvatiche, orchidee ed essenze arboree ed erbacee varie, che di fauna.

In mancanza di un tavolo tecnico o di una commissione specifica, i nostri tecnici hanno prodotto un documento di gestione del verde che è stato allegato al protocollo di intesa per la gestione dell’area, e di concerto con il RUP del comune stanno concordando gli interventi migliori da poter eseguire al fine di prevenire possibili incendi lungo le aree di interfaccia con le strade urbane e i caseggiati.

Ma durante questo importante momento, e senza che sia stata emessa alcuna ordinanza sindacale relativa alla questione antincendio, si è intervenuto con inadeguati interventi di sfalcio di ampie parti della lama, comprese aree che dovevano essere escluse da questo tipo di operazioni in quanto soggette a interventi di rinaturalizzazione della vegetazione, disattendendo a quelle che erano le indicazioni esistenti tra le parti.

A questo punto è necessaria una seria riflessione utile a capire cos’è oggi Lama Martina: il sito non è un seminativo o un semplice oliveto coltivato ad uso agricolo, dove é richiesta l’aratura quale lavorazione antincendio.

E non è equiparabile neanche ad una villetta comunale. Considerando quella che è la percentuale di copertura vegetazionale e la biodiversità esistente, il sito va considerato un’area naturale e quindi necessita di una serie di interventi attivi e passivi per preservarla dal rischio incendio, mitigabile ma mai assolutamente azzerabile, considerata l'ubicazione del sito e la sua continua frequentazione.

Quanto accaduto ha un duplice errore insito, in quanto oltre ad aver azzerato la vegetazione spontanea, che pur secca rappresenta un elemento importante di equilibrio dell’ecosistema, sono stati lasciati in situ i residui dello sfalcio, vanificando l’azione antincendio della lavorazione in quanto la presenza di materiale secco e sminuzzato al suolo non impedisce minimamente al fuoco di poter potenzialmente percorrere quelle aree.

Sarebbe piuttosto servita un’ampia, studiata e pianificata azione congiunta di più tecniche di prevenzione passiva, aratura, a dischi o con erpice, delle aree di interfaccia con strade e caseggiati, unita a sfalcio, con trattrice e decespugliatore, delle aree intermedie maggiormente frequentate, lasciando intatte le aree più remote e centrali della lama, e di prevenzione attiva quali monitoraggio da parte di gruppi di volontari e soprattutto la presenza di punti di approvvigionamento di acqua, nonché di attrezzature per un primo contenimento del fuoco, flabelli, rastrelli e soffiatori, che considerata la natura per alcuni punti impervia del sito impedirebbe un agevole intervento di mezzi meccanici.

Pertanto, auspichiamo la creazione di un tavolo tecnico comunale con tutte le parti interessate e la definizione prima possibile dell’identità di Lama Martina.

 

Molfetta. I controlli sulla statale 16 inizieranno lunedì 11 luglio e saranno effettuati sia in direzione Foggia sia in direzione Bari

molfettaautoveloxRiprendono i controlli della Polizia locale per contrastare la velocità eccessiva dei veicoli sulla strada statale 16bis, così da garantire alla cittadinanza una maggiore sicurezza nella circolazione.

Nel mese di luglio i controlli avranno inizio lunedì 11 e termineranno mercoledì 27 luglio per poi riprendere nel mese di agosto da lunedì 1° a mercoledì 31 agosto.

Le pattuglie della Polizia locale dedicate alle verifiche con autovelox saranno in servizio sulla strada statale 16 bis, sia in direzione Foggia, sia in direzione Bari. Di seguito il calendario.

IL CALENDARIO DI LUGLIO

11 luglio 2022 09:00 – 13.00 S.S. 16 772+200 Dir. Bari

11 luglio 2022 14.00 – 18.00 S.S. 16 772+800 Dir. Foggia

13 luglio 2022 09:00 – 13.00 S.S. 16 772+800 Dir. Foggia

13 luglio 2022 14.00 – 18.00 S.S. 16 772+200 Dir. Bari

18 luglio 2022 09:00 – 13.00 S.S. 16 772+200 Dir. Bari

18 luglio 2022 14.00 – 18.00 S.S. 16 772+800 Dir. Foggia

20 luglio 2022 09:00 – 13.00 S.S. 16 772+800 Dir. Foggia

20 luglio 2022 14.00 – 18.00 S.S. 16 772+200 Dir. Bari

25 luglio 2022 09:00 – 13.00 S.S. 16 772+200 Dir. Bari

25 luglio 2022 14.00 – 18.00 S.S. 16 772+800 Dir. Foggia

27 luglio 2022 09:00 – 13.00 S.S. 16 772+800 Dir. Foggia

27 luglio 2022 14.00 – 18.00 S.S. 16 772+200 Dir. Bari

IL CALENDARIO DI AGOSTO

1° agosto 2022 09:00 – 13.00 S.S. 16 772+800 Dir. Foggia

1° agosto 2022 14.00 – 19.00 S.S. 16 772+200 Dir. Bari

3 agosto 2022 09:00 – 13.00 S.S. 16 772+200 Dir. Bari

3 agosto 2022 14.00 – 19.00 S.S. 16 772+800 Dir. Foggia

8 agosto 2022 09:00 – 13.00 S.S. 16 772+800 Dir. Foggia

8 agosto 2022 14.00 – 19.00 S.S. 16 772+200 Dir. Bari

10 agosto 2022 09:00 – 13:00 S.S. 16 772+200 Dir. Bari

10 agosto 2022 14.00 – 19.00 S.S. 16 772+800 Dir. Foggia

17 agosto 2022 09:00 – 13.00 S.S. 16 772+800 Dir. Foggia

17 agosto 2022 14.00 – 19.00 S.S. 16 772+200 Dir. Bari

22 agosto 2022 09:00 – 13.00 S.S. 16 772+200 Dir. Bari

22 agosto 2022 14.00 – 19.00 S.S. 16 772+800 Dir. Foggia

24 agosto 2022 09:00 – 13.00 S.S. 16 772+800 Dir. Foggia

24 agosto 2022 14.00 – 19.00 S.S. 16 772+200 Dir. Bari

29 agosto 2022 09:00 – 13:00 S.S. 16 772+200 Dir. Bari

29 agosto 2022 14.00 – 19.00 S.S. 16 772+800 Dir. Foggia

31 agosto 2022 09:00 – 13.00 S.S. 16 772+800 Dir. Foggia

31 agosto 2022 14.00 – 19.00 S.S. 16 772+200 Dir. Bari

Molfetta. La rassegna teatrale allieterà le serate molfettesi per tutto il mese di luglio e agosto

molfettamarameofestival080722Torna anche quest'anno a Molfetta Il Paese delle meraviglie, il festival delle arti condivise che fa parte del Marameo festival internazionale di teatro per famiglie e ragazzi. Il festival curato dall'associazione Arterie Teatro, sotto la direzione artistica di Alessandra Sciancalepore si svolgerà per tutto il mese di luglio e agosto.

Gli spettacoli si terranno a Molfetta, Giovinazzo e Bisceglie. Le tre città accoglieranno compagnie teatrali provenineti da tutta Italia. Inoltre quest'anno oltre agli spettacoli e ai laboratori è prevista una sezione dedicata al pubblico adulto.

Per gli appuntamenti molfettesi si parte questa sera con lo spettacolo Il gatto e la volpe, della compagnia il Teatro del Cerchio di Parma che si terrà, alle ore 20.30 presso il Giardino del Museo Archeologico del Pulo, in via Mayer.

Di seguito le date degli spettacoli previsti a Molfetta nel mese di luglio.

Sabato 9 luglio Il gatto con gli stivali della compagnia Tieffeu – Teatro di figura umbro. Inizio spettacolo ore 20.30.
Sabato 16 luglio, Otello e lo stregone della compagnia La casa di creata – UK Catania.
Domenica 17 luglio, L'isola del Dr. Frankenfoo, della compagnia La casa di creta - UK Catania.

Tutti gli spettacoli in cartellone a Molfetta si terranno presso il Giardino Museo del Pulo. Costo del biglietto 3 euro.

Per il mese di agosto gli spettacoli del Marameo festival si svolgeranno a Molfetta dal 20 al 26 agosto. Per informazioni contattare 340 3868956/349 7247780.

https://arterieteatro.it/wp/il-paese-delle-meraviglie-festival-delle-arti-condivise/

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino