Redazione_Online

Redazione_Online

strisceMolfetta - In questi giorni nella nostra città alcuni operai stanno dipingendo le strisce pedonali. Un nostro lettore ci scrive a riguardo per chierci: "Visto che chi dovrebbe controllare non lo fa, è possibile che le stesse subito dopo averle dipinte diventino quasi non visibili? Che tipo di vernice usano? Perchè non le colorano quando il traffico è poco presente? chi dovrebbe controllare questi signori?"

fontanaviagiovinazzo 19102011-1Molfetta - Un nostro lettore ci scrive la seguente segnalazione in merito all'ennesima inagibilità della fontana pubblica presenta in via Giovinazzo: "Salve, mi ritrovo a sottoporre alla vostra attenzione, quale testata giornalistica della nostra città, sempre attenta alle varie problematiche che si pongono quotidianamente, una questione peraltro già affrontata in più di una occasione, purtroppo. Mi riferisco al grave disagio che si è ripetuto nuovamente negli ultimi giorni (al momento senza ancora una soluzione) con riferimento alla fontana pubblica che si trova su via Giovinazzo (all'altezza del Mini Bar). Per l’ennesima volta, infatti, tale fontana, ci tengo a ribadire “pubblica”, è divenuta non risulta più agibile.

zingari12apr13 3Molfetta - Un nostro lettore ci scrive per denunciare quanto testimoniato dalle foto: "Ecco che fine fa la raccolta differenziata: i bidoni sono capovolti, forzati e ripuliti del loro contenuto. Ormai siamo arrivati all'esasperazione; questa è l'ennesima volta che accade nel giro di pochissimi mesi! Liberiamo le nostre città, siamo sotto assedio: zingari, banditi, vandali, ecc.  Appartamenti svaligiati, automobili rubate e/o danneggiate.

furto indumenti 1Molfetta - Un nostro lettore ci invia queste foto che ritraggono due individui, quasi certamente zingari, intenti a frugare nei classici contenitori gialli per la raccolta degli indumenti usati. Seppure la raccolta di tali indumenti è diretta proprio ai più bisognosi, non ci risulta che tali contenitori siano dotati di servizio self-service, oltre al fatto che i metodi utilizzati per introdursi al loro interno sono altamente pericolosi. La stessa scena si ripete spesso anche in altre parti della città con le stesse modalità. Inoltre visibili sono anche i segni che tali individui lasciano successivamente, una volta terminato il loro sporco lavoro.

buca asfalto viagendallachiesa 1Molfetta - Un nostro lettore ci scrive per segnalare che "a seguito dei lavori di ripristino del livellamento del marciapiede di via Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, in corrispondenza di via Luigi Pirandello (una strada privata "mantenuta" da 162 proprietari delle unità immobiliari di via Matilde Serao), gli addetti ai lavori non hanno tenuto conto di rilevare che proprio sotto i loro occhi c'è una grossa buca sull'asfalto che tende ad ingrandirsi con le intemperie e l'intenso traffico. Faccio presente che il ripristino di tale buca è di competenza pubblica e non privata poichè la stessa è ubicata oltre la delimitazione della particella catastale n. 522 del foglio n.18 di eslusiva proprietà dei titolari delle unità immobiliari."

contatore enel sottopassoMolfetta - Un nostro lettore ci segnala che finalmente la custodia del contatore Enel dell'illuminazione del sottopasso della stazione ferroviaria di Molfetta è stato finalmente messo in sicurezza per evitare che chiunque avesse voglia di daneggiare i passanti potesse continuare ad azionare facilmente lo spegnimento dell'illuminazione quando ne aveva voglia.

via gen dalla chiesa lavoriMolfetta - Dopo le numerose segnalazioni e lamentele invite dai nostri lettori e pubblicate sul nostro sito in merito all'abbassamento della pavimentazione del marciapiede di via Generale Carlo Alberto dalla Chiesa, finalmente, in questi giorni si sono conclusi i lavori di ripristino della piazzetta che hanno risolto il problema di dislivello dovuto alla non adeguata piantumazione di alberi che sviluppavano eccessive radici. Tutto bene quel che finisce bene!

canescomparsoMolfetta - Aiutiamo i volontari della Lega del Cane a ritrovare la cagnetta fuggitiva. In tarda mattinata è scappata accidentalmente in zona lungomare la cagnetta che vedete in foto. La piccola è stata recentemente sterilizzata ed è facilmente riconoscibile dal pancino tosato e dai punti di sutura presenti sull'addome. In caso di ritrovamento chiamate i volontari ai seguenti numeri: 3497860478/3472320804

stazionemolfettaMolfetta - Damiano, un nostro lettore, ci scrive per cercare di rispondere alla denuncia della signora Maria pubblicata nei giorni scorsi e riguardante la baby-gang che sta terrorizzando la stazione ferroviaria di Molfetta.
"E’ mai possibile che un gruppo di giovinastri possa creare questo clima di terrore, facendola sempre franca? E’ mai possibile che le forze dell’ordine non inizino ad agire, specie dopo che un vigile è stato malmenato?" Come genitore vivo la stessa tensione della Signora Maria, e come genitore peraltro ho vissuto in primis tale sgradevole esperienza attraverso mio figlio.

furto cellulareMolfetta - Uno studente universitario pendolare di Molfetta ci scrive per focalizzare l'attenzione sulla situazione di grave insicurezza che affligge la stazione ferroviaria, meta ogni giorno di centinaia di studenti e lavoratori pendolari. Ogni giorno, e più volte al giorno, si sente di coetanei che vengono avvicinati e derubati (quasi sempre dei cellulari) da una baby-gang del luogo, spesso con l'uso della violenza. "Io sono una delle vittime" afferma l'autore della e-mail che prosegue "I colpevoli sono stra-noti alle forze dell'ordine, uno di questi è lo stesso che spedì in ospedale due vigili qualche mese fa. Siamo stufi, vorremmo recarci sul luogo di lavoro/studio senza temere per la nostra incolumità".

JoomBall - Cookies

© 2021 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino