Redazione_Online

Redazione_Online

FOODOPOLISMOLFETTA - Sarà dedicato alla Puglia e ai suoi sapori la manifestazione “ Foodopolis” che si terrà a Roma dal 13 al 23 ottobre presso l’ Auditorium Parco della Musica. Dieci giorni in cui sarà possibile assaggiare le specialità pugliesi, il cosiddetto “ cibo da asporto” e gli infallibili della cucina romana. Una città del gusto nel cuore della festa del cinema di Roma, giunta all’ 11^ edizione.

Foodopolis è stato organizzato da Noao e per Molfetta parteciperà Hamburgeria Gourmet situata in Piazza Municipio , molto amata per le sue gustose creazioni culinarie di qualità. Non resta quindi che invitare i molfettesi di passaggio a Roma e i pugliesi residenti a fare visita a questa cittadella del gusto per assaporare le prelibatezza dello “ street food”.

Paola Copertino

FOTO CONCMOLFETTA - La Cappella Musicale Corradiana, su invito del Pontificio Comitato di Scienze Storiche, terrà un concerto presso la Basilica di Santa Croce in Gerusalemme (Roma) il prossimo 13 ottobre alle 17,30. A seguire, il giorno successivo, animerà la liturgia nella cappella Corsini presso la Basilica di San Giovanni in Laterano.  A  celebrare la Santa Messa  sarà il Cardinale  Raffaele Farina, archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa.

A Roma sono tanti i molfettesi e i pugliesi presenti, sono quindi due appuntamenti sicuramente da non perdere visto l’ alto profilo musicale  della Cappella e le splendide cornici che faranno da sfondo agli eventi.

Questo il programma del concerto che sarà proposto con musiche di:

Antonio Magarelli (1978)

Costanzo Festa (1485/90 - 1545)

Cristobal de Morales (1500 - 1545)

Tomas Luis de Victoria (1548 - 1611)

G. Pierluigi da Palestrina (1525 ca. - 1594)

Paolo Quagliati (1555 ca. - 1628)

Giovanni Francesco Anerio (1567 - 1630)

Giovanni B. Nanino (1560 ca. - 1618)

Tomas Luis de Victoria

Non nobis Domine, mottetto a 4 voci

Te Deum, inno a 4 e 8 voci

O sacrum convivium, mottetto a 5 voci

Vere languores nostros, mottetto a 4 voci

Caligaverunt oculi mei, responsorio a 4 voci

Sicut cervus (prima et secunda pars), mottetto a 4 voci

Viri galilæi (prima et secunda pars), mottetto a 6 voci

Laudate Dominum, mottetto a doppio coro

Toccata dell'Ottavo Tuono

O quam suavis, mottetto a 2 canti, basso e b.c.

Veni in Hortum meum, mottetto per canto e b.c.

Dixit Domi

Il concerto si inserisce  negli eventi programmati in occasione dei 500 anni del Concilio Lateranense che prevedono anche un convegno internazionale (12-14 ottobre)  sul tema: Alla ricerca di nuove soluzioni. Nuova luce sul V Concilio Lateranense “ che si  terrà proprio presso la Pontificia Università Lateranense nella Città del Vaticano.

Il molfettese Maestro Gaetano Mongelli,  organista e maestro di cappella della Cattedrale di Molfetta, nonché docente nei Conservatori Musicali di Foggia e di Matera, sarà uno dei relatori  provenienti da diverse Università e Centri Accademici europei ed extraeuropei.

La sua relazione di giovedì 13 ottobre alle ore 16,00  verterà su: “ Metamorfosi della musica sacra tra il Concilio Lateranense V e il Concilio di Trento”.

Il concerto della Cappella Musicale Corradiana , diretta dal M°  Antonio Magarelli avrà come tema: “Polifonia Sacra Romana dal Lateranense V al Concilio di Trento”.

Per chi non avesse modo di ascoltare i concerti romani vi segnaliamo l’ appuntamento  del  9 ottobre, Festival Anima Mea, Chiesa del Purgatorio, Palo del Colle, ore 20,30.

                                         

Paola Copertino

amato domenico 1549235MOLFETTA – Oggi martedì 4 ottobre 2016, alle ore 19 nella Cattedrale di Molfetta, il Vescovo S.E. Mons. Domenico Cornacchia presiederà la celebrazione eucaristica in suffragio del carissimo Mons. Domenico Amato, già Amministratore diocesano, deceduto un anno fa in seguito ad improvviso malore.

Classe 1960, sacerdote dal 1985, Mons. Amato è stato professore presso la Facoltà Teologica Pugliese e direttore dell'Istituto Superiore di Scienze Religiose di Bari "Odegitria". Impegnato per molti anni in diocesi come educatore dei giovani e assistente nell'Azione Cattolica, è stato Assistente nazionale del Movimento Studenti di Azione Cattolica, rettore del Seminario vescovile, parroco alla Madonna della Pace (Molfetta), direttore del Settimanale diocesano Luce e Vita , Vicepostulatore della Causa di canonizzazione del Servo di Dio Antonio Bello e, dal 1 gennaio 2012, nominato da S.E. Mons. Luigi Martella Vicario generale. Raffinato teologo fu autore di numerose pubblicazioni e saggi su numerose riviste teologiche. Per tutti, un amico, un confidente, un sacerdote profondamente tale, capace di mediazione e di interazione senza pregiudizi.

In seguito al decesso di Mons. Luigi Martella, avvenuto il giorno 6 luglio 2015, dal 9 luglio 2015, il Collegio dei Consultori lo aveva eletto Amministratore diocesano. Colpito da grave e improvviso malore, don Mimmo si spense il 4 ottobre 2015. Le esequie furono celebrate nella Cattedrale di Molfetta il giorno 6 ottobre 2015.

Tutta la Comunità diocesana e le comunità cittadine sono invitate a rendere omaggio e ad elevare preghiere per l'anima fedele del carissimo don Mimmo.

DESIREE PAPPAGALLOMOLFETTA – Riflettori puntati sulla molfettese Desireé Pappagallo, la soprano che ha debuttato al Teatro Petruzzelli a Bari nello spettacolo "Cenerentola", opera in un atto del compositore C. Carrara su libretto di Maria Grazia Pani. Classe 1989, Desireé si diploma a soli ventidue anni, nel 2011, con il massimo dei voti e lode presso il conservatorio di musica "N. Rota" di Monopoli, sotto la guida del M° M. G. Pani.

Contemporaneamente alla sua laurea in Lettere presso l'Università "Aldo Moro" di Bari, ha frequentato corsi di perfezionamento del repertorio artistico e della tecnica vocale, tenuti da docenti di fama internazionale, tra i quali piace ricordare Eva Mei e Stefania Bonfadelli. Si è distinta nel panorama molfettese nel 2006 e nel 2008 rispettivamente con "Madre Teresa, Il Musical" di Paulicelli e "Il Risorto" di Ricci. Nel 2015 è stata artista del coro presso la "Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli", nelle produzioni “Le dialogues des Carmélites” di F. Poulenc, “Macbeth” di G. Verdi e “Mysterium” di N. Rota.

É stata finalista e vincitrice di diversi concorsi musicali internazionali, tra i quali ricordiamo il Festival Artistico Internazionale "I colori Dell'Arte" del 2012 che l'ha vista trionfante. In "Cenerentola", presente al Teatro Petruzzelli fino al 14 ottobre, Desireé veste i panni di Carolinda, sorellastra della protagonista della fiaba. Desireé dichiara che recitare in uno spettacolo del genere è affascinante perchè è come entrare in un mondo parallelo, fatto di incanti e di magie, grazie anche agli effetti speciali, le musiche e le luci che offre il Teatro.

Afferma che specialmente i bambini, ma anche gli adulti, sono emotivamente coinvolti dallo spettacolo, dalle fatine che, entrando in scena dalla platea, toccano con le loro bacchette magiche gli spettatori e dalla storia d'amore tra Cenerentola e il principe. Insomma, uno spettacolo sicuramente da seguire non solo per trascorrere un'ora di magia, ma anche per rendere omaggio ed onore a Desireé Pappagallo, alla petruz2quale si augura, proprio come la frase principale dello spettacolo, che la sua stella possa indicarle il cammino e che il suo sogno possa avverarsi.

 

Anna Maria Tota

color dayMOLFETTA - Il via alla prima assembla di istituto dell’anno scolastico 2016 – 2017 è stato dato dagli studenti dell’I.I.S.S. “Galileo Ferraris” con una manifestazione pubblica intitolata “COLOR DAY – un abbraccio per un sorriso”, a cui potevano prender parte gli studenti di tutte le scuole di Molfetta.

Organizzatore  dell’evento è  stato l’alunno Alessandro Leone. Il ragazzo, a seguito della vittoria di un progetto che era incentrato su   ecologia e gestione di scarichi domestici per ricavare energia pulita, ha potuto partecipare, durante l’estate, a Loano, al ColorCampus organizzato dall’Associazione no profit Color your Life. Essa ha come scopo quello di aiutare i giovani a far emergere i loro talenti e indirizzarli nella costruzione del loro futuro.

Infatti, Alessandro spiega che uno degli obiettivi della fondazione è quello di far diventare i ragazzi imprenditori di se stessi.

I giovani che hanno partecipato al Campus, i cosiddetti Colors, alla fine del loro “cammino” e, una volta rientrati, avevano la finalità di trasmettere in tutta Italia l’essenza della fondazione.

Gli alunni, quindi, trovatisi  in Piazza Garibaldi si sono diretti, marciando per Corso Umberto l, verso Piazza Efrem. Durante la marcia i ragazzi hanno dispensato abbracci, procurando gioia nei passanti, soprattutto nei più anziani.

Anche la scienza afferma che abbracciare rende più sani, genera benessere, dona allegria e aumenta il livello di ossitocina o, come meglio conosciuto, “l’ ormone dell’amore” che ha effetti positivi sulla salute.

Quindi sarebbe utile perpetrare la cosiddetta “abbraccio – terapia” e a non negare mai abbracci, prendendo spunto proprio da iniziative come questa in cui si dona pace, gioia, sorrisi e amore.

 

Anna Maria Tota

turisti in chiesaMOLFETTA - Continua il trend positivo di turisti e gruppi organizzati in visita nel centro storico cittadino. Nel periodo della festa della Madonna dei Martiri  i visitatori sono stati per la maggior parte molfettesi residenti all’ estero, tornati in città per assistere alla famosa sagra a mare, ma non sono mancate presenze, a detta anche dall’ Ufficio Informazione ed Accoglienza Turistica sito in Piazza, provenienti dal nord Europa,

Durante la festa della Compatrona,tutte le strutture alberghiere hanno registrato il pienone, dagli hotel ai B&B che contemplano tutte le fasce di prezzo. La stagione è stata, dal punto di vista meteo, un po’ altalenante, infatti anche il progetto MoGio BisTra ne ha risentito tanto che la “ Nuova Peschici” molte volte non è riuscita ad uscire in mare e a fare il tour costiero.

Comunque dai dati registrati o dalle presenze in strutture ricettive, molti sono i turisti anche di passaggio che hanno visitato il  centro storico, il museo diocesano, i monumenti, le chiese cittadine e i siti di interesse storico ed arcitettonico.

Nelle giornate di Sabato 1 e domenica 2 ottobre, in occasione delle Giornate dei Musei Ecclesiastici, anche il Museo Diocesano di Molfetta ha aperto le sue porte ai visitatori, dando anche modo di fotografare le sue collezioni, in cambio di un contributo per  sostenere l’iniziativa “Adotta un’opera d’arte”, che in questi anni ha permesso il restauro di importanti opere sul territorio diocesano e  che questo anno promuove il recupero della preziosa ed antica pala d’altare cinquecentesca raffigurante la “Dormitio Virginis” di Marco Cardisco.

Una cinquantina di turisti provenienti dalla vicina Manfredonia hanno visitato nella mattinata di domenica, come testimoniano le foto allegate,  accompagnati da una autorevole e preparata guida, la Cattedrale di Molfetta, gioiello del  1600 –  1700 che conserva le reliquie di san Corrado di Baviera, patrono della diocesi, oltre ad una  splendida  tela di Corrado Giaquinto raffigurante l'Assunzione di Maria.

Nell’ ottica della destagionalizzazione, ben vengano iniziative che promuovono cultura e manifestazioni che promuovono il turismo e creano movimento in città anche nei mesi meno appetibili per il mare e le spiagge.

                                                                     

Paola Copertino

RotaryMOLFETTA – Venerdì 30 settembre, alle ore 19.30, presso l'Hotel Garden di Molfetta, si è svolta la cerimonia di consegna del premio Rotary Scuola 2016 riservato ai giovani studenti che hanno conseguito la maturità col massimo dei voti ed il miglior curriculum, al termine dello scorso anno scolastico.

Istituito dal Rotary Club di Molfetta, che con tale iniziativa ha inteso premiare e valorizzare gli studenti che si sono particolarmente distinti negli studi fra quelli frequentanti le scuole superiori di Molfetta, Giovinazzo, Terlizzi e Ruvo di Puglia,  il premio è stato consegnato all’alunna Elisabetta Grillo, componente della prima quinta classe formatasi nell’indirizzo Grafica e Comunicazione del settore Tecnologico dell’Istruzione Tecnica, alla presenza dei suoi orgogliosissimi docenti che l’hanno meritatamente festeggiata.

Assente perché momentaneamente fuori provincia, l’altra destinataria del premio, Elisabetta Di Benedetto, che ha brillantemente concluso il suo percorso scolastico dell’Istruzione degli Adulti nell’indirizzo Servizi Socio Sanitari dell’Istituto, meritando la lode. 

Vive congratulazioni per questi meritati riconoscimenti ha espresso il Dirigente Scolastico, prof.ssa Maria Rosaria Pugliese che, con una rappresentanza di alunni della IIIA Servizi Commerciali – Promozione pubblicitaria - e di docenti referenti del Progetto che ha reso possibile la partecipazione al concorso indetto dal Touring Club Italiano “Classe Turistica – Festival del Turismo sostenibile nelle scuole 2016”, ha ritirato la Menzione Speciale della giuria in quel di Predazzo, in provincia di Trento, essendo il Mons. A. Bello di Molfetta, per il secondo anno consecutivo,  tra le dieci scuole finaliste.

Alle due alunne premiate, l’intera comunità scolastica esprime gli auguri più belli per un futuro personale e professionale luminoso e ricco di soddisfazioni, in continuità col cammino fertile intrapreso fra le mura del Mons. Bello: agli alunni in uscita, quello di essere ancora più numerosi nel meritare attestazioni di eccellenza, al termine del proprio percorso scolastico.

mostra pittrice facchiniMOLFETTA - Nell’ ambito delle iniziative di “ Passa la parola 2016 – I bambini e i ragazzi leggono” , 6° Festival della Lettura  per ragazzi: incontri, letture, laboratori e mostre, in corso a Vignola, l’ artista molfettese Vittoria Facchini avrà  alcuni momenti in cui sarà protagonista.

Fino al 9 ottobre è possibile visitare una sua mostra allestita presso Salotto  Muratori  intitolata: “Ciottoli che fan cucù e matti pesci nel mare blu!!!”.

I bambini e non solo passeggeranno fra le illustrazioni e i libri della creatrice molfettese che vanta  fra loro numerose pubblicazioni su prestigiosi libri per i più piccoli.

La mostra, poi, si sposterà alla libreria Castello di Carta, sempre a Vignola.

La mostra è interamente dedicata al mare, le tavole sono a corollario di una serie di poesie, ognuna dedicata a un pesce. Ogni tavola è montata con un piccolo allestimento all'interno delle cassette del mercato del pesce di Molfetta.

Vittoria Facchini non è nuova a queste originali trovate. Con i più piccoli ha impermeabilizzato tovagliette dedicate al mare e al suo mondo, ha creato cartoline illustrate che rappresentano in maniera simpatica ed animata i vari pesci.

Sta ora curando un libro che ha come protagonisti gli abitanti della distesa azzurra, ma ha  anche realizzato un calendario incentrato sull’ Africa e i suoi abitanti.

A Vignola  ha curato un laboratorio artistico  denominato: “Pietre gentili, sassi “disegnati”, ciottoli che fan “cucù” ma mica tutti quanti…???” e dedicato ai piccoli fra i 5 e i dieci anni e un altro per giocare con le figure e le parole tra rime ondose e immagini gioiose.

Alla illustratrice piace interagire con i più piccoli e dare libero sfogo alla fantasia creando, immaginando, inventando nuovi personaggi e creature.

Le sue creazioni, ormai molto conosciute,  vengono apprezzate dalla critica, ma anche dal pubblico di tutte le fasce d’età.

                                                       

Paola Copertino

leonardoMOLFETTA - Si è parlato  di  “Blue Economy: dalla tradizione all’innovazione” sabato 1 ottobre presso le Vecchie Segherie Mastrototaro di Bisceglie con Domenico Petruzzella, Vice Presidente Nazionale Confartigianato Giovani e amministratore della Geba s.r.l., Angelo Farinola di FerderPesca e Mario Mastrapasqua armatore.

Ha moderato Domenico De Gennaro che ha sottolineato come la blue economy, branca nuova della green economy,  parta già con l’appoggio e la spinta delle istituzioni che forniscono spesso le risorse necessarie a fronteggiare le realtà dei nostri mari.

D.D.G: Che cos’è la blue economy?

Domenico Petruzzella:  “E’ l’evoluzione della green economy, quella per intenderci dei pannelli fotovoltaici e dei suoi incentivi. Le risorse energetiche  naturali e le imprese si incontrano ora in un processo  che crea nuovi scenari.  E’ qui che si inserisce la blue economy generando posti di lavoro e occupazione.”

D.D.G.: Blue economy e realtà professionali quindi?

Angelo Farinola: “In America il 60% del PIL deriva dalla blue economy che occupa una fascia di popolazione di età  medio alta. In realtà questo accade perché c’è poca formazione nelle scuole nel settore marittimo e ittico. La blue economy offre molti posti di lavoro ma la formazione deve avvenire in giovane età.”

D.D.G.: Ci sono difficoltà nel reperire personale nel comparto pesca?

Domenico Petruzzella:  “Ogni innovazione economica porta posti di lavoro. Nei prossimi 10 anni ci saranno 100 nuove innovazioni e 100 milioni di posti di lavoro con la Blue Economy, così come afferma il titolo del libro dell’ideatore della Blue Economy. Sono occasioni da cogliere al volo, studiando  metodologie e tecnologie innovative.”

D.D.G.: La blue economy è legata anche a un sistema socio-culturale?

Angelo Farinola: “L’inventore della blue economy è il tedesco Gunter Paoli che la definisce come l’esercitare attività economiche in modo sostenibile. Con tale termine  Paoli identifica e nello stesso tempo promuove un fenomeno che si traduce nella diffusione «a cascata» di nuova energia e nella «rottamazione» dei processi produttivi non sostenibili. Quando parliamo di raccolta porta a porta, di riduzione al massimo dei consumi e degli sprechi con l’obiettivo di azzerare i rifiuti siamo nella blue economy. Così quando riutilizziamo delle attrezzature obsolete innovandole. Pensare blue è un aspetto culturale, certo.”

D.D.G: Pensi che il mondo della blu economy possa avere un risvolto veloce?

Mario Mastrapasqua: “Tra gli armatori sono sempre mancati piani di formazione, necessaria anche per il comparto ittico. Le tecnologie in mare sono fondamentali ma sono scarse perchè si investe poco in attrezzature e sicurezza.”

D.D.G: Dal punto di vista dell’innovazione c’è supporto economico alle imprese tramitei Finanziamenti europei e regionali?

Angelo Farinola: “L’impresa non sempre può accedere al finanziamento poiché deve coprire le spese per il 60% del piano economico. I problemi sono molti, quali ad esempio l’adeguamento tecnologico, non è solo un problema di informazione.. Quando l’innovazione incontra la tradizione si ha il connubio perfetto; fare qualcosa di diverso da quello che si faceva 30 anni fa nella pesca è cosa facile!”

D.D.G Domenico, rappresenti una società che è legata all’innovazione, la GEBA srl, in cosa esattamente?

Domenico Petruzzella: “Leonardo è un progetto nato nel 2012 quando scoprimmo come il LED potesse essere legato alla navigazione e creammo un sistema di lampare caricato a batterie per ridurre il consumo insostenibile delle vecchie lampadine. Il forte risparmio energetico garantito da un sistema assolutamente ecologico e l’ottimizzazione della potenza dissipata ne ha fatto un sistema innovativo e esportabile in tutt’Italia per il momento.

Una dimostrazione del progetto Leonardo è stata messa a disposizione degli armatori presenti in sala.”

Anche rispettando la natura  si può creare economia.

Paola Perruccio

libro mons belloMOLFETTA - “Le stigmate e la misericordia –San Francesco d’ Assisi nell’ esperienza cristiana  di don Tonino Bello” è il titolo di un nuovo volume di Ed Insieme scritto da fra Francesco Neri.

“La persona e l’ opera del Servo di Dio Antonio Bello sono caratterizzate da una dimensione costitutiva: il francescanesimo. Appartenente all’ Ordine Francescano Secolare, don Tonino ha spesso citato gli scritti e i gesti di San Francesco d’ Assisi, si è rifatto alla sua spiritualità e al suo esempio profetico, come nel memorabile viaggio di pace a Sarajevo.

Questo libro è dedicato ad illuminare la componente francescana di una luminosa figura contemporanea di santità, che manifesta una sorprendente convergenza con l’ attuale vescovo di Roma, Papa Francesco”.

All’ incontro, promosso dalla Fraternità Francescana di Alessano, città natia di don Tonino, intervengono: Mons. Vito Angiuli, Vescovo di Ugento - Santa Maria di Leuca; Mons.  Salvatore Palese, Storico della Chiesa; Fra Francesco Monticchio, Guardiano Frati minori Cappuccini; Dott. Giancarlo Piccinni, Presidente Fondazione Don Tonino Bello, fra Francesco Neri in qualità di  autore.

La serata,  che si terrà domenica 2 ottobre, con inizio alle ore 19,30 presso  la Chiesa Convento dei Frati Minori Cappuccini, sarà moderata dal  dott. Renato Brucoli, editore.

Sarà l’occasione di conoscere una altra sfaccettatura delle molteplici della personalità di don Tonino Bello.

 

Paola Copertino

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino