Redazione_Online

Redazione_Online

schelotto ghignoMOLFETTA - Prosegue il primo festival della letteratura a Molfetta, STORIE ITALIANE, Un intreccio di racconti per leggere quello che eravamo,che siamo e che saremo Quarta Edizione 2016.

Per il settimo appuntamento del Festival Storie Italiane sarà ospite GIANNA SCHELOTTO.

La famosa psicologa specializzata in terapia di coppia, che ha pubblicato per Rizzoli il suo primo romanzo, “Chi ama non sa”, in cui emerge la lunga esperienza dell’autrice, che presenterà a Molfetta per Storie Italiane il primo festival della letteratura Sabato 24 settembre 2016 alle ore 19,30 nella galleria Patrioti Molfettesi, zona antistante libreria il Ghigno all’altezza di via G.Salepico 47 e Corso Umberto n 61 Ribattezzata “Piazza dei libri & dei lettori”

In caso di maltempo l’evento si svolgerà in libreria

GIANNA SCHELOTTO, psicologa specializzata in terapia della coppia e in psicosomatica, è giornalista, saggista e autrice teatrale. Su corriere.it tiene il forum Questioni d’amore dove risponde quotidianamente alle domande di lettori e lettrici. Per Mondadori ha pubblicato oltre venti libri di successo tra cui Una fame da morire (1991), Distacchi e altri addii (2002), Un uomo purché sia (2009) e Le rose che non colsi (2014).

Primo romanzo per la nota psicoterapeuta Gianna Schelotto, brillante prova d’autore per una profonda conoscitrice delle relazioni umane.

La psicoterapeuta Gianna Schelotto presenta il romanzo “Chi ama non sa” una storia corale sulla evoluzione dei legami familiari nella nostra epoca.

A tenere insieme le nuove famiglie sono le stesse cose che permettono a quelle tradizionali di durare : gentilezza, amore, empatia.

Gianna Schelotto a Molfetta

La famosa psicologa specializzata in terapia di coppia, ha pubblicato per Rizzoli il suo primo romanzo, “Chi ama non sa”, in cui emerge la lunga esperienza dell’autrice

per Storie Italiane il Primo Festival di letteratura a Molfetta

SABATO 24 SETTEMBRE ORE 19,30

7 APPUNTAMENTO

FESTIVAL STORIE ITALIANE

QUARTA EDIZIONE 2016

UN INTRECCIO DI RACCONTI PER LEGGERE QUELLO CHE ERAVAMO, CHE SIAMO E CHE SAREMO

GIANNA SCHELOTTO

Scrittrice, psicologa specializzata in terapia di coppia

Presenta

il suo primo romanzo

“Chi ama non sa”

Ed Rizzoli

A tenere insieme le nuove famiglie sono le stesse cose che permettono a quelle tradizionali di durare : gentilezza, amore, empatia.

Interazione letteraria a cura di Maria Luisa Sgobba, giornalista mediaset

GALLERIA PATRIOTI MOLFETTESI ZONA ANTISTANTE LIBRERIA IL GHIGNO ALL’ALTEZZA VIA SALEPICO 47 – CORSO UMBERTO 61 RIBATTEZZATA “PIAZZA DEI LIBRI & DEI LETTORI”

In caso di maltempo l’evento si svolgerà in libreria

Il Ghigno Libreria un mare di storie

Dal 1981

Libreria d’auToRe, Indipendente & incline alla bibliodiversità

Consigliata da 0 a 99 anni

Via Salepico 47 Molfetta

080-3971365, 348-6053554

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

https://ilghignolibreria.wordpress.com/

14397990 1168324416574166 184474752 nMOLFETTA - Nei giorni legati ai festeggiamenti in onore della compatrona Maria Santissimi dei martiri, abbiamo incontrato una giovane molfettese trasferita al nord, Cristina Altomare, figlia dell’ armatore del motopesca “ Pasquale e Cristina” legatissima al mare e alla sua Molfetta. Ne abbiamo approfittato per chiederle del suo attaccamento alle radici e le sensazioni che si provano a vivere a tanti chilometri da casa. “Ricordo bene quel giorno di settembre. Le valigie pronte davanti la porta, io un po meno. Come tanti ragazzi della mia età, pensando a ciò che volevo diventare "da grande", ho dovuto salutare parenti e amici e la città che mi aveva cresciuta.  Vivere al nord era la mia nuova avventura.  Mi son trasferita a Trieste per poter studiare ciò che sin da piccola mi appassiona, il mare e le navi. Seppur con la mia allegria le nuove amicizie non son mancate, tutt'oggi, un pomeriggio grigio di pioggia o una passeggiata lungo il molo triestino, scuciono quella piega nel cuore che ricorda casa e la malinconia è inevitabile. Di questi momenti i primi giorni di settembre sono ancora più difficili con la fine dell'estate e la partenza imminente, che il più delle volte mi costringe a salutare la nostra città che si prepara, tra luminarie e bancarelle, alla Festa della nostra Madonna dei martiri! Quest'anno, pur avendo un esame importante da affrontare all'università, ho deciso di non perdermi uno dei momenti più emozionanti della Festa, la cosiddetta "uscita della Madonna". Il tempo, non dei migliori, mi ha un pò scoraggiata, ma la gioia di esserci in quei giorni così sentiti dalla nostra città, ha ripagato l'impaziente attesa con L uscita del sole e quindi l'inizio della festa! Pur essendo così giovane, condivido con i miei coetanei questa voglia di che rientrare a casa e vivere appieno le tradizioni!” I giovani di oggi disposti a sacrificarsi, ad affrontare  lunghe trasferte per  realizzare i propri sogni, ma legati a tradizioni madonna paolae riti, che rappresentano il cordone ombelicale con le proprie radici.                                        

 

Paola Copertino

 

14355675 1113246192061776 1200441148805436661 nMOLFETTA - "Settembre 2016. La Consulta Femminile del Comune di Molfetta celebra i suoi 25 anni di presenza attiva nel territorio. L’atto costitutivo risale al 1991 quando fu istituita, con delibera del Consiglio comunale, come organismo di rappresentanza delle donne per le pari opportunità e le politiche di genere. Oggi, attraversando i diversi assetti amministrativi, sempre fedele alle sue finalità statutarie, è costituita dalle rappresentanze femminili di 56 associazioni, espressione trasversale della società civile.

25 anni sono un lungo cammino abitato da battaglie per il benessere e la salute delle donne, sui temi dell’emancipazione femminile e della partecipazione, del contrasto alla violenza di genere e dell’affermazione del diritti. Sempre con nuove priorità ed urgenze. L’evento celebrativo del 25 settembre 2016 vuole essere un excursus storico attraverso questi 25 anni. Un omaggio all'impegno di tante donne e uomini, sia nei ruoli istituzionali che in quello di semplici cittadine e cittadini. I manifesti, le locandine e i documenti d’archivio ricordano le tappe salienti di questo cammino che ancora continua.

Nella giornata inaugurale, il 25 settembre, ci saranno una conversazione sulla storia della Consulta, la cerimonia di apertura della mostra e a seguire, nella serata, il concerto musicale dell’orchestra giovanile “Gabriella Cipriani”.

La mostra documentaria, allestita nel Chiostro di S. Domenico, sarà aperta al pubblico per una settimana, dal 25 settembre al 2 ottobre 2016.

La Consulta femminile è lieta di invitare la cittadinanza tutta."

focacceMOLFETTA – Rilanciamo la nota del Prof. Michele Salvemini: “Il nostro Istituto, con un gruppo di alunni e docenti dei vari settori, sta curando il servizio catering per il 1° Festival Italianio di Aerografia in programma a Giovinazzo il 16, 17 e 18 settembre 2016... Scopo dell'evento è anche quello di valorizzare la città di Giovinazzo con il suo patrimonio gastronomico, culturale e artistico. Non poteva mancare qualche ospite d’eccezione anche nel settore pasticceria in cui l’Italia è attualmente ai vertici mondiali: il pasticcere giovinazzese Nicola Giotti, nostro ex alunno; Yuri Cestari, maestro cioccolatiere; Silvia Boldetti, torinese, campionessa del mondo 2016 “Pastry Queen” di pasticceria e Serena Sardone, barese, campionessa del mondo di Cake Design 2015.”

 

 

 

 

 

 

latticini

MADONNA DEI MARTIRI SIMULACROMOLFETTA - Ancora per un giorno, il simulacro della nostra Regina dei Martiri sosterà presso la Cattedrale prima di fare rientro domani presso la sua Basilica.

Ricordiamo pertanto gli appuntamenti della giornata di domani, domenica 18 settembre:

Ore 8 – Diana a devozione della Ditta Bluecar (Pirotecnica TECNOSHOW) e giro per la città del Gran Complesso Bandistico "F. Peruzzi" e della Bassa Musica "Città di Molfetta".

Ore 10 – Cattedrale: Santa Messa Pontificale presieduta da S.Ecc.za Rev.ma Mons. Domenico Cornacchia Vescovo della Diocesi, con la partecipazione delle autorità civili e militari.

Ore 12 – presso la sede del Comitato, consegna delle targhe ricordo agli armatori delle barche sorteggiate da parte del Comitato Feste Patronali.

Ore 18 – Processione di rientro del Simulacro verso la Basilica con la partecipazione del Vescovo, del Capitolo Cattedrale, del Clero, del Terz’Ordine Francescano, del gruppo di preghiera Maria SS. Dei Martiri, del Comitato Feste Patronali e fedeli tutti seguendo il seguente itinerario: Piazza Garibaldi, via A.Volta, via Cavallotti, via Respa, Piazza Vittorio Emmanuele, via S.Pansini, via Ten. Ragno, via Madonna dei Martiri, viale dei Crociati.

Ore 21.30 – Al rientro della Statua nella Basilica, a conclusione dei solenni festeggiamenti, saranno incendiati due fuochi pirotecnici, a cura delle ditte: L'ARTIFICIOSA dei F.lli DI CANDIA s.r.l. da Sassano (SA) a devozione degli artigiani e Imprenditori edili e categorie affini, Pirotecnica SAN SEVERO del Cav. Giacomo DEL VICARIO da San Severo (FG) a devozione degli operatori della Zona Artigianale e Asi e di uno spettacolo piromusicale della ditta TECNOSHOW di CAGNETTA Colins e DE CANDIA Mino da Molfetta (BA) a devozione dei Coltivatori diretti e floricoltori e del Consorzio Commissionari del Mercato Ittico e armatori da pesca.

pellegrinaggioMOLFETTA - La comunità diocesana di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi vivrà il pellegrinaggio giubilare a Roma, nell'anno santo della misericordia, sabato 22 ottobre 2016, presieduto dal Vescovo S.E. Mons. Domenico Cornacchia. É tempo di dare la propria adesione rivolgendosi nelle rispettive parrocchie o contattando l’Ufficio diocesano pellegrinaggi (don Franco Sancilio, c/o parrocchia S. Domenico, Molfetta, 080/3355000 ). La quota di partecipazione è di 30 euro e comprende il viaggio in pullman GT e il kit del pellegrino.

Il programma della giornata prevede:

-Ritrovo e partenza dai luoghi indicati dalla parrocchia presso cui ci si è iscritti, alle ore 23,30 di venerdì 21 settembre; viaggio in pulman GT.

-Raduno dei partecipanti a Roma presso il Porticato Edizioni Ancora, ore 6,30. Distribuzione dei pass per entrare in Piazza San Pietro e partecipazione all’udienza del S. Padre.

-Al termine dell’udienza i Pellegrini raggiungono il vicino santuario della Divina Misericordia (Via dei Penitenzieri, 12) per la Concelebrazione presieduta dal Vescovo, con inizio alle ore 12 (massima puntualità).

-A conclusione della celebrazione: tempo libero

Ogni parrocchia può organizzare autonomamente il viaggio, ma bisogna comunicare il numero dei partecipanti al direttore diocesano per prenotare i pass. Per chi non vuol portare il pranzo a sacco, si consiglia di accedere presso il parcheggio “Gianicolo” (5° piano) e raggiugere il self service dove con 10 euro si può consumare un discreto pranzo.

Alle ore 16,00: ritrovo in piazza San Pietro presso la Fontana posizionata a destra di chi guarda la Basilica e inizio del cammino penitenziale per attraversare la Porta Santa di San Pietro con il momento di preghiera.

Ritorno in Diocesi

IL VIAGGIOMOLFETTA – “Il Viaggio” è il titolo voluto dagli organizzatori dell’Evento Artistico Culturale che si terrà a Molfetta nell’austera cornice della Sala dei Templari nei pressi Piazza Municipio a Molfetta, da domenica 18 settembre al 4 ottobre prossimi. Un titolo dalle diverse chiavi di lettura, che ha l’intento di storicizzare l’opera pittorica del noto Artista molfettese Domenico Lasorsa, narrata dalle liriche del poeta Mauro Luigi Albanese. Una ricerca di immagini e di riflessioni che è nata tempo fa, con l’esigenza di unire idealmente la pittura e la poesia, attraverso una indagine dedicata all’introspezione e legata a frammenti di vita vissuta nell’arte. Viaggiare con “le visioni, le parole ed i suoni di una memoria dell’essere, del sentire” create da due artisti che riescono a percepire quelle sfumature, che diversamente sfuggono agli affanni del quotidiano; riverberi e percezioni che, sublimati dalla propria personale creatività, divengono un luogo di osservazione privilegiato sulla quotidianità di un mondo sempre in continua evoluzione. Il “Viaggio” ripercorre le tappe più importanti della quarantennale carriera del Lasorsa, noto per la sua partecipazione a numerose rassegne d’arte in tutta Italia, con l’esposizione di opere pittoriche che vanno dagli anni settanta del novecento, ad oggi. Ad ogni opera è abbinata una poesia di Mauro Luigi Albanese, che la completa in una visione d’insieme e che la rende unica nel suo genere.  Il Viaggio vuole riportare all’essenza dell’esperienza creativa e concettuale di ogni singola Opera d’Arte visiva e letteraria, perché il pensiero esistenziale dei due artisti pervada l’osservatore, esortandolo ad una rielaborazione del tutto personale legata alla propria esperienza di vita. L’inaugurazione e la presentazione dell’evento sarà affidata per la parte artistica al prof. Gaetano Mongelli, storico dell’arte e docente dell’Università di Bari, e per la parte letteraria al prof. Saverio Mongelli, già Dirigente Scolastico del Liceo di Bisceglie. L’inaugurazione della mostra è prevista per le ore 18,30 di domenica 18 settembre e contemplerà la distribuzione gratuita del catalogo/silloge che accompagna l’evento. La manifestazione è organizzata dalla Società di Cultura Europea “Alberto Caracciolo” di Molfetta e patrocinata dal Comune di Molfetta, interverrà inoltre il prof. Domenico Facchini, presidente dell’associazione organizzatrice dell’evento e curatore della mostra.

Aggiornamento precedente: http://www.molfetta.ilfatto.net/index.php/cultura/7248-molfetta-personale-antologica-di-pittura-del-maestro-domenico-lasorsa-presso-la-sala-dei-templari

bibliotecaMOLFETTA - Dopo la breve pausa estiva la Biblioteca del Seminario Vescovile e il Museo Diocesano di Molfetta riaprono le porte a visitatori ed amanti dell’arte e della cultura.

La Biblioteca del Seminario Vescovile, per la quale procede l’informatizzazione del catalogo sul Polo SBN di Biblioteche Ecclesiastiche, sarà aperta al pubblico per consultazioni tutti i giorni dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00.

La bellissima sala monumentale della Biblioteca, domenica 25 settembre, sarà la cornice della pièce teatrale “Nobili e porci libri. Fogli nuovi per don Gennaro de Gemmis” di e con Michele Santeramo, promossa dall’Associazione Presìdi del Libro in occasione della XII Festa dei Lettori intitolata “Leggo ergo sum – FAI leggere”. Ad ottobre, nella stessa sala, una mostra racconto promossa dall’Arciconfraternita della Morte dal sacco nero.

Dalla lettura alla fotografia. Anche il Museo riparte con una nuova programmazione per l’autunno e nuovi eventi destinati a pubblici differenti, mentre prosegue presso la pinacoteca la mostra in memoria di mons. Luigi Martella Inediti e restauri dalla Collezione Piepoli-Spadavecchia, inaugurata il 6 luglio e fruibile fino al 6 novembre.

Per i fotoamatori domenica 25 settembre è in programma una escursione al Castello Aragonese di Otranto, che ospita la mostra Steve McCurry - Icons: oltre 100 scatti per raccontare il meglio della produzione di uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea. La giornata prevede, inoltre, la vista all’affascinante scenario naturalistico della Cava di Bauxite di Otranto.

Da sabato 8 ottobre riprendono le attività formative rivolte ai fotoamatori con il Corso di Fotografia, giunto ormai alla nona edizione, condotto dal tutor Cosmo Mario Andriani. Partner di questa edizione Il Fatto.net, Sigma, Bilora, Godox, Gadaleta Digital Industries e DOT Studio.

Dalla fotografia all’arte. 1 e 2 Ottobre il Museo aderisce alle giornate dell’AMEI - Associazione dei Musei Ecclesiastici Italiani che quest’anno hanno come slogan “SE SCAMBIO, CAMBIO”. A 20 anni dalla fondazione dell’Associazione ancora una volta i Musei Ecclesiatici e Diocesani aprono al pubblico gratuitamente offrendo l’occasione di conoscere e ammirare il ricco e prezioso patrimonio custodito, “scambiando” prospettive e punti di vista inediti.

Dall’arte alla musica. Ritornano anche quest’anno nella elegante cornice dell'Auditorium del Museo Diocesano il 27, 30 settembre e 6 ottobre i concerti della rassegna musicale Anima Mea, il festival internazionale di musica antica diretto da Gioacchino De Padova.

Dalla musica alla didattica. Domenica 9 ottobre si rinnova l’appuntamento al Museo Diocesano con il F@Mu, la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo. Una giornata per scoprire, crescere e divertirsi al Museo… in famiglia!

Museo Diocesano. Un luogo unico, un luogo di tutti.

Masciarae 1024x678MOLFETTA - Il Cervignano Filmƒestival il Cinema del Confine e del Limite è una kermesse nasce da un’idea del Centro Giovanile di Cultura e Ricreazione Ricreatorio San Michele e dalla volontà di supportare la creatività giovanile. Quest’anno tra i lavori selezionati, sarà presente anche la città di Molfetta con la lodevole opera dal titolo “Masciarae”. Sono state 29 le opere giunte da tutta Italia, 6 le opere selezionate: Masciarae (Isis Monsignor A.Bello di Molfetta), Notturno (Polo Liceale Gorizia), Imperfection (Liceo Scientifico Da Vinci di Pescara), Il mio Isonzo Fiume dei pianti (Istituto d'Arte Fabiani di Gorizia), To home market (Isis Ferrari di Este), Canto, Incanto e Incantesimo (LIceo Classico Campanella di Reggio Calabria). Masciarae, diretto da Mimmo de Ceglia e Serena Porta e prodotto dal Gruppo FARFA, è un cortometraggio, che può già contare 4 premi e quasi 30 selezioni nazionali e internazionali negli ultimi mesi. Il film parla di un gruppo di ragazzi che nel giorno del sabba rincorrono curiosi una strega, la ‘masciara’ appunto, una donna emarginata e bandita, guardandola con gli occhi della superstizione e del pregiudizio. Il cortometraggio, un ‘low-budget’, tratto da un racconto di Orazio Panunzio in “Molfetta attraverso le costellazioni”, è stato quasi interamente auto-prodotto con l’importante sostegno del Comune di Molfetta, dell’Ass. Rearte e dell’IISS Mons. A. Bello di Molfetta, che ha fornito l'apporto del suo settore di Grafica e Comunicazione Tecnologica.

eremo twerkMOLFETTA - Vintage vs contemporaneo. Twist contro Twerk. La sensualità dominerà la consolle dell’Eremo Club di Molfetta sabato 17 settembre, grazie a due talenti al femminile, Kiki e Misspia, due abili e apprezzate dj dai gusti musicali e dalle sonorità molto differenti che si sfideranno sul palco del club barese in una notte tutta da ballare, organizzata dalle associazioni Link Up e  Just Music Promotion.

Un incontro/scontro tra due modi diversi di intendere la danza, e la musica più in generale, da una parte la provocazione del twerking e l’universo black della dancehall, del reggae e dell’hip-hop, rappresentato al suo meglio da Francesca Baldelli, in arte dj Kiki, direttamente dalle notti del Black Qube di Roma, affiancata dai dj del collettivo Hot Chocolate Black'n'Vibes: South Love Vibration, Smorf sound, Dj Fato aka Supayouth & purple crew; dall’altra, a portare la bandiera del twist, del rock'n roll, dello swing e del rockabilly, dj Misspia (Patrizia Piarulli), un autentico talento pugliese della consolle, artefice di set sempre coinvolgenti dal sapore gustosamente vintage; a seguire, il collettivo Easy con Hardeed & Rocco Maggialetti.

 - KIKI & MISSPIA –

Dj Kiki, nata e cresciuta a Roma, si appassiona al mondo della dancehall verso la fine degli anni Novanta. Si trasferisce ad Amsterdam dove diviene resident dj al Caprice,  uno dei principali dancehall club olandesi. Si esibisce in Spagna, Germania, Svizzera, Inghilterra, Belize e New York City. È proprio durante una sua trasferta nella Grande Mela che entra in contatto per la prima volta con la Scratch dj Academy, dove comincia ad accostarsi al mondo del turntablism. Moltissimi i dj e gli artisti mainstream con i quali ha condiviso il palco tra cui Elephant Man, Demarco, Serani e molti altri. Tornata a Roma, grazie  alla versatilità dei suoi set, in grado di spaziare perfettamente tra generi diversi come l’hip-hop, l’afrobeats e le sonorità latine, senza mai abbandonare i ritmi caraibici, diviene il dancehall dj ufficiale delle serate targate Black Time e Les Enfants Prodiges, stabilendosi come  resident al Black Qube al fianco dei principali dj urban della capitale. Da gennaio 2016 è anche resident del Flow Roma.

Misspia, dal canto suo, è una delle più famose dj del Sud Italia. Un personaggio a metà tra Bettie Page e Keely Smith, con la bellezza della prima e l’ironia della seconda, dotata di grande gusto vintage e in grado di trasformare le sue performance in un giro di giostra nella musica italiana e internazionale a 45 giri. Il vinile è il filo conduttore di serate, durante le quali rievoca sonorità del passato  - swing, rock’n roll, rockabilly e beat – regalando ogni volta performance divertenti e travolgenti. 

Prevendite su bookingshow

Start: apertura cancelli 22.30

Ingresso: 5 euro pre-mezzanotte, post 8 euro

Info: 340/3406156380 – 328/2828244 – 349/7884342

Eremo Club, SS Molfetta-Giovinazzo Km. 779 (uscita Cola Olidda)

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino