Redazione_Online

Redazione_Online

tombino piovani 4Molfetta - Prosegue la storia del tombino rotto di piazza Municipio: dopo le scuse del Maestro Nicola Piovani a seguito della denuncia di un nostro lettore, oggi a scriverci è un altro lettore che ci racconta quella che, a suo dire, dovrebbe essere la vera versione dei fatti:
"Gentile redazione, vi contatto per fare luce sulla vicenda del tombino rotto dopo il concerto Piovani. Ebbene io sono un residente del centro storico e sono testimone occulare della vicenda nel senso che, la mattina dopo il concerto, intorno alle sette, quel tombino è stato rotto dall'addetto delle pulizie della piazza di quella mattina che, passandoci sopra con il mezzo pesante con spazzola rotante, lo ha sfondato con il suo peso.

GRADINO CORSOFORNARIMolfetta - Si stanno svolgendo in questi giorni i lavori per il rifacimento delle strade di Molfetta e a tal riguardo un nostro lettore ci inoltra la seguente lettera aperta, che rilanciamo, rivolta al Sindaco della nostra città e all'ing. Balducci per denunciare un fatto che, come definisce lo stesso autore, sembra essere "sconvolgentemente" buffo: forse abituati all'"arte del rattoppo", nei lavori di rifacimento di corso Fornari qualcuno deve aver confuso un gradino con una buca... e ora chi glielo spiega che quella non è una buca da rattoppare ma un gradino da riparare?

rifiuti lido bahia giu2012 1Molfetta - Riceviamo e pubblichiamo la seguente e-mail di Angelo, un nostro lettore molfettese, che ci scrive per denunciare la situazione di degrado del parcheggio di una delle zone di spiaggia pubblica di Molfetta:
"Anche quest'anno solita spiaggia e solita sorpresa! So che in questi casi possiamo contare sul vostro aiuto tempestivo e aiutare così anche molti nostri cari concittadini.

prima cala giu2012Molfetta - È stata una domenica di "ordinaria follia" quella appena trascorsa e che un nostro lettore ci racconta nella seguente e-mail. Una domenica come tante altre caratterizzata dal caos e dalla sporcizia nei pressi di una delle più frequentate spiagge libere molfettesi: la "Prima Cala".

gradino corso fornari risoltoMolfetta - Qualche giorno fa un nostro lettore ci aveva inviato una e-mail denunciando la "strana" riparazione che aveva subito un gradino di corso Fornari. Dopo poco più di due giorni, oggi, lo stesso lettore ci scrive per informarci che la "bruttura" è stata finalmente e fortunatamente risolta:
"Egr. sig. Sindaco ed egr. ing. Balducci,
rilevo con sommo piacere che dopo due giorni lavorativi il cordolo del marciapiede è tornato al suo posto eliminando una bruttura. Vi ringrazio."

cassonetto calimero lungomareMolfetta - Il lungomare di Molfetta è uno dei posti più frequentati dai giovani molfettesi durante l'estate. Molto spesso abbiamo ricevuto e pubblicato segnalazioni che denunciavano come esso, durante i mesi più caldi, si trasformasse in una immensa pattumiera piena di bottiglie e cartacce. Ebbene oggi pubblichiamo questa simpatica foto che testimonia l'impossibilità ad utilizzare tale cassonetto destinato alla raccolta differenziata del vetro. La cosa più sorprendente è che questo che vedete in foto è l'unico cassonetto, lungo tutto il lungomare, che da lunedì scorso non viene svuotato mentre, tutti gli altri, sono puliti e vuoti.

cassonetto vetro lungomare risMolfetta - A distanza di un giorno dalla pubblicazione della segnalazione che denunciava la mancata pulizia del cassonetto del vetro situato nei pressi del pub "Beatles" sul lungomare Colonna di Molfetta, oggi siamo lieti di annunciare che il povero "Calimero" (così era stato da noi simpaticamente ribattezzato) è tornato ad essere pulito e splendente come i suoi "fratelli". Ancora una volta la segnalazione di un lettore si è rivelata utile per risolvere un piccolo problema cittadino.

fontana prima cala scarico non funzionanteMolfetta - Dopo che le segnalazioni dei cittadini hanno permesso nel giro di pochi giorni di ripristinare l'erogazione dell'acqua ai numerossisimi spiaggianti della Prima Cala attraverso la riparazione della fontata sita in tale località, oggi continuniamo a ricevere numerose segnalazioni che denunciano come, sebbene ora dalla fontana l'acqua esca, essa rimane comunque di difficile utilizzo. "Coloro che si sono adoperati per il ripristino dell'erogazione dell'acqua - ci scrive un lettore - non hanno ripristinato lo scarico fognario che, ostruito, costringre al pediluvio coloro che intendono servirsi della fontana"

degrado via san marcoMolfetta - Un cittadino molfettese che abita in via S. Marco, una delle tante traverse di via S. Pansini a Molfetta, ci scrive e ci invia la foto che vedete per dimostrare lo stato di degrado in cui versano le strade di tale quartiere: “Ci sembra di vivere in strade di campagna abbandonate! -afferma l'autore della segnalazione- Non sappiamo a chi rivolgerci se all'ASM o alla Multiservizi. Tempo fa abbiamo riferito ad un operatore ecologico esponendo il problema ma la risposta che ci ha fornito è stata: 'Non so che fare!'.

LOCALIZZA IL LUOGO...

tubature furti 25set2012 villaggio belgiovine 2AGGIORNAMENTO - Siamo riusciti a metterci in contatto con l'Acquedotto Pugliese che ci ha spiegato che i furti di questi giorni non riguarderebbero tubature in rame, bensì i contatori dell'acqua. Ciò getta ancora più perplessità sul mandante di tali furti visto che, come sostiene lo stesso Acquedotto, il basso valore sul mercato di tali contatori (circa 3 euro) non spiegherebbe la portata di tali gesti. Si conferma, inoltre, che mentre i contatori rubati nella notte tra sabato e domenica (circa una quindicina) sono stati tutti già prontamente sostituiti, nella mattinata di oggi gli addetti dell'Acquedotto stanno provvedendo a sostituire quelli rubati nella nottata appena trascorsa. Ricordiamo che per segnalazioni è possibile rivolgersi al numero verde dedicato 800/735735.

Molfetta - Dopo i furti denunciati nella notte tra sabato e domenica scorsi, nuovi furti di condutture in rame sono avvenuti nella notte appena trascorsa: questa volta ad essere colpiti sono state le condutture presenti in via Giovinazzo e nei pressi del villaggio Belgiovine, compresa l'annessa strada di accesso al villaggio (strada vicolo Piscina D'Amato). Anche in questo caso innumerevoli sono stati i litri d'acqua potabile riversati in strada e grandi i disservizi per le abitazioni delle zone interessate che, da questa mattina, sono rimaste senz'acqua.

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino