Redazione_Online

Redazione_Online

UCIMOLFETTA – Il 1° e il 2 febbraio nelle multisale UCI Cinemas, sarà proiettato Ridendo e Scherzando, il film sull’icona del cinema italiano Ettore Scola, recentemente scomparso, noto per capolavori del calibro di C'eravamo tanto amati e Brutti, sporchi e cattivi. Il documentario, distribuito da 01 Distribution e prodotto da Palomar e Surf Film, è diretto dalle figlie Paola e Silvia Scola, che disegnano il ritratto di un grande cineasta attraverso materiale di repertorio, estratti dei suoi splendidi film, fotografie private prese in prestito dalla sua vita familiare, disegni, backstage e un’intervista condotta da Pif. Sono state utilizzate solo interviste rilasciate dallo stesso Ettore Scola, così da creare un racconto autobiografico di cui le Paola e Silvia parlano in questi termini:

"L'intento è stato quello di fare un documentario da ridere. Raccontare Ettore Scola - regista, sceneggiatore, disegnatore, umorista, intellettuale, militante - cercando di usare la sua chiave, quella del suo cinema: parlare cioè di cose serie senza farsene accorgere, facendo ridere. Abbiamo voluto raccontare nostro padre unicamente attraverso le interviste che ha rilasciato nel corso della sua vita, i brani dei suoi film, e quello che ci ha voluto dire 'dal vivo', senza dover ricorrere mai a interviste ad altri che parlino di lui”

Ridendo e Scherzando sarà proiettato il 1° e il 2 febbraio in un doppio spettacolo alle 18:00 e alle 20:30 nelle seguenti multisale UCI: UCI Bicocca (MI), UCI Campi Bisenzio (FI), UCI Casoria (NA), UCI Montano Lucino (CO), UCI Firenze, UCI Fiumara (GE), UCI Lissone (MB), UCI Cinepolis Marcianise (CE), UCI Venezia Marcon, UCI Messina, UCI Mestre, UCI Molfetta (BA), UCI Moncalieri (TO), UCI Parco Leonardo (RM), UCI Pioltello (MI), UCI Porta di Roma (RM), UCI Reggio Emilia, UCI Roma Est, UCI Romagna Savignano sul Rubicone (FC), UCI Torino Lingotto, UCI Verona.

Il film è invece in programma solo il 1° febbraio agli stessi orari nelle seguenti multisale: UCI Alessandria, UCI Ancona, UCI Arezzo, UCI Bolzano, UCI Cagliari, UCI Catania, UCI Curno (BG), UCI Certosa (MI), UCI Ferrara, UCI Fiume Veneto (PN), UCI Meridiana Casalecchio di Reno (BO), UCI MilanoFiori (MI), UCI Palermo, UCI Perugia, UCI Piacenza, UCI Roma Marconi, UCI Sinalunga, UCI Villesse (GO), UCI Porto Sant’Elpidio (FM), UCI Palariviera (San Benedetto del Tronto), UCI Senigallia (AN), UCI Jesi (AN), UCI Pesaro, UCI Fano (PU).

Il prezzo del biglietto è di 11 euro per l’intero e di 9 euro per il ridotto. Le prevendite per l’acquisto dei biglietti sono aperte presso le casse delle multisale UCI che proiettano la rassegna. Tramite la nuova App gratuita di UCI Cinemas è possibile acquistare i biglietti ed effettuare il check-in nelle sale senza il passaggio alle casse, sia per gli acquisti di biglietti tramite App che per quelli acquistati on line sul sito www.ucicinemas.it. Due sono le modalità per usufruire del SALTA LA CODA ALLE CASSE:  attraverso il biglietto paper-less disponibile nell’apposita sezione ''My UCI'' dell'App gratuita di UCI per dispositivi Apple, Android e Windows Phone, dove sono disponibili i biglietti acquistati sia con l’App, sia tramite il sito www.ucicinemas.it, e sul sito www.ucicinemas.itstampando comodamente da casa i biglietti acquistati o presentando all’ingresso delle sale i biglietti elettronici inviati via mail. I clienti possono comunque acquistare i biglietti anche presso le casse della multisale, tramite call center (892.960) e le biglietterie automatiche self-service presenti sul posto.

Per maggiori informazioni visitare il sito www.ucicinemas.it o la pagina ufficiale di Facebook di UCI Cinemas all’indirizzo: www.facebook.com/home.php#!/ucicinemasitalia. In alternativa contattare il call center al numero 892.960.

OPEN DAY 28 31GENNAIOMOLFETTA - L’I.I.S.S. “Galileo Ferraris” di Molfetta, l’istituto che comprende sia l’Istituto Tecnico Tecnologico “G. Ferraris” (Indirizzi di studio: Elettronica ed Elettrotecnica, Informatica e Telecomunicazioni, Meccanica Meccatronica ed Energia) che il Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate “Rita Levi Montalcini”, si apre nuovamente al territorio per far conoscere la propria offerta formativa e per far visitare i propri laboratori.

Organizza due incontri: Giovedì 28 gennaio l’OPEN LAB, con apertura pomeridiana dalle ore 16:00 alle ore 18:00, e Domenica 31 gennaio l’OPEN DAY, con apertura straordinaria mattutina dalle ore 10:00 alle ore 12:00.

È di questi giorni la notizia diffusa da Confindustria che le imprese non sono riuscite a trovare sul mercato nazionale circa 60mila profili tecnici da assumere.

Inoltre a un anno dal titolo di studio, il 46,6% tra i periti industriali trova lavoro.

Di questi il 20% dei contratti offerti a chi si diploma negli istituti tecnici è di natura stabile.

Sarà quindi un’occasione in più per poter visitare la scuola che oltre ad offrire una buona preparazione per l’ingresso nel mondo del lavoro, consente agli studenti di proseguire gli studi universitari per essere ancora più competitivi e avere più chance nella ricerca del lavoro.

I genitori che vorranno iscrivere i propri figli presso l’I.I.S.S. “Galileo Ferraris” potranno usufruire, nelle due giornate dedicate all’Orientamento, della consulenza del personale di segreteria e del personale docente, per la compilazione del modulo di iscrizione.

ARTE2801MOLFETTA - La Galleria 54 Arte Contemporanea, in collaborazione con con “IL CERCHIO - Associazione Italiana di Gruppoanalisi” e con “C.O.I.R.A.G. – Bari Scuola di Specializzazione in Psicoterapia”, organizzerà un LABORATORIO ESPERIENZIALE DI LETTURA IN GRUPPO articolato in cinque incontri (17 febbraio, 16 marzo, 6 aprile, 4 e 25 maggio 2016) presentati da Susanna Vitulano e condotti dalla d.ssa Serena de Gennaro.

Le prime adesioni costituiranno condizione privilegiata per la partecipazione agli eventi e le stesse dovranno pervenire tramite e-mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure telefonando al numero +39 080 3348982 dalle ore 18:00 alle 20:00.

La lettura della pagina letteraria, come altre forme di espressione artistica, consente di vivere esperienze emotive ed intime che arricchiscono e favoriscono la capacità di comprendere empaticamente l’altro e di entrare in contatto con parti di sé, che così trovano voce.

Nel gruppo inteso come micro sistema sociale è possibile condividere esperienze, pensieri, emozioni, storie e costruire narrazioni e relazioni.

Nel ciclo di incontri sarà proposta la lettura di alcune pagine letterarie che affrontano il tema dell’amore e che faranno da stimolo alla discussione del gruppo.

OPENDAYSMOLFETTA - Presso i plessi di scuola primaria S. G. Bosco , V. Zagami e della  scuola secondaria di primo grado Michele Santomauro si svolgerà l’Open Day per  i bambini di cinque anni di scuola dell’infanzia , gli alunni di classe quinta della scuola primaria  e i loro genitori.

Gli alunni potranno partecipare a lezioni aperte e attività laboratoriali  di italiano ,scienze ,informatica,musica,tecnologia ,inglese,tedesco  tenute dai docenti della scuola e da esperti esterni. Trascorreranno  un lungo pomeriggio ricco di esperienze stimolanti e coinvolgenti.  Saranno protagonisti del” sapere e del fare”.  A conclusione dei laboratori i genitori potranno visitare gli ambienti scolastici della scuola.

E… ATTENTI A GIANBURRASCA !!!

HA PREPARATO PER VOI TANTE  PIACEVOLI SORPRESE …

DA NON PERDERE!!!

Divertendosi è possibile sperimentare in prima persona con attività che stimolano la naturale curiosità dei bambini.

Liberi di giocare!

 La visita all’OPEN DAY è un importante occasione di gioco, conoscenza e socializzazione in un ambiente allegro e ricco di stimoli.

Il Dirigente Scolastico  M.Tiziana Santomauro

I docenti

 

Locandina latte materno def 2MOLFETTA - Si terrà il 27 febbraio 2016 alle ore 17.30 a Molfetta   (Sala Stampa – Palazzo Giovene - Piazza Municipio), “Racconti Amo di latte”, l’incontro informativo  sull’allattamento materno.

L’appuntamento è organizzato dall’associazione culturale Artemia di Molfetta in collaborazione con l’associazione di sostegno dell’allattamento al seno Latte+Amore=Mammamia di Bari, ed è dedicato a neo e future mamme.

Durante l’incontro Maria Daniela Brucoli, ostetrica e presidente di Latte+Amore=Mammamia tratterà l’allattamento nei diversi aspetti: da come prepararsi ad allattare durante la gravidanza ad illustrare i benefici dell’allattamento, come capire se il bambino mangia abbastanza, le azioni giuste per partire bene, come evitare ragadi, mastiti e ingorghi, cosa mangiare: sino alle procedure di conservazione e come conciliare l’allattamento con il ritorno al lavoro.

Al termine Maria Daniela Brucoli risponderà alle domande dei partecipanti.

Per partecipare all’incontro -gratuito- basterà inviare un’email all’indirizzo:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..  Per maggiori informazioni: http://associazioneartemia.blogspot.it –   Giulia Murolo - 349.5283664.  

'Latte+Amore=Mammamia'

L'associazione di volontariato 'Latte+Amore=Mammamia' nasce a marzo 2012 dall'unione di un gruppo di mamme che hanno deciso di condividere con altre mamme, mettere a patrimonio comune, le loro personali esperienze di attesa, nascita, cura e nutrimento dei propri piccoli e il cui obiettivo è riscoprire la naturalità e semplicità dell’essere mamma, dell’allattamento, della cura dei bambini. L'Associazione è costituita da un gruppo informale di mamme, informate e consapevoli, che si sono conosciute durante incontri informativi sull’allattamento al seno, tenuti da un’ostetrica esperta e certificata OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità)-UNICEF, Maria Daniela Brucoli, che hanno permesso loro di scoprire il valore e lo straordinario potere della condivisione.

“Sostenere e incoraggiare nell’importante esperienza dell’allattamento mamme e future mamme aiutandole a risolvere i problemi pratici che potrebbero incontrare durante l’allattamento è uno degli obiettivi dell’associazione - dichiara la presidente Maria Daniela Brucoli -. Conoscere il codice globale dell’OMS e dell'UNICEF come linea guida per il successo dell’allattamento e seguire l’esempio vivente di altre madri che allattano quale strumento di conoscenza e fonte di saggezza di una eredità universale è per una donna e mamma di fondamentale importanza”.

Le mamme di 'Latte+Amore=Mammamia' organizzano incontri mensili gratuiti sull'allattamento al seno e sono facilmente raggiungibili tramite email, Facebook o telefonicamente.

Il contatto Facebook di 'Latte+Amore=Mammamia' conta 2300 membri, agli incontri mensili partecipano in media 30 persone tra mamme, padri, ostetriche, nonne, ecc., e le consulenze mensili fin ora erogate si attestano su una media di 60 contatti.

AZIONE CATTOLICAMOLFETTA - Come Azione Cattolica diocesana facciamo nostre e rilanciamo le riflessioni presentate nel comunicato pubblicato dall’Azione Cattolica Nazionale in merito al disegno di legge Cirinnà sulle unioni civili, in questi giorni all’attenzione dei lavori del Parlamento Italiano. Piuttosto che la contrapposizione tra piazze, che urlano l’una all’altra il proprio dissenso e fanno contare i numeri a dimostrazione del proprio peso, ci sarebbe piaciuto un dibattito intelligente e non ideologico sulla sostanza di questioni così importanti e delicate per la vita delle persone d il futuro del nostro Paese.

Presidenza diocesana di Azione cattolica

Nota della Presidenza nazionale in seguito alla riunione del Consiglio nazionale dell’Ac.

Le questioni al centro del Disegno di legge sulle Unioni civili sono di grandissima importanza. E sono questioni di una delicatezza estrema, perché coinvolgono direttamente gli aspetti più fondanti e decisivi dell’umano, le sue aspirazioni più profonde: il bisogno di amare e di essere amati, il desiderio di vedere riconosciuta la propria identità e la propria capacità di intessere relazioni profonde, l'aspirazione ad avere dei figli. Dimensioni dell’umano che chiedono, innanzitutto, di essere trattate con cura, prudenza, rispetto, non solo nelle cose che si dicono, ma anche nei toni, nelle parole e nei gesti con cui ci si esprime.

È questo l'atteggiamento che chiediamo di mantenere a chi agisce in campo politico, è questo l'atteggiamento che vogliamo concorrere a costruire nel Paese. La nostra associazione è grande, abitata da sensibilità differenti, che possono legittimamente portare a modi diversi di agire per promuovere i valori che ci accomunano e in cui tutti crediamo saldamente. Ci sembra che questo sia un bene. Ma ciò non ci esime dalla responsabilità di avere ed esprimere un’opinione sulla legge in discussione. Come ogni legge, infatti, anche questa non riguarda solo qualcuno, alcuni individui: riguarda tutta la società, quello che essa vuole essere. Il suo presente e il suo futuro, il bene di ciascuno e di tutti.

Una legge per regolare le convivenze omosessuali e garantire a esse un riconoscimento da parte dello Stato va fatta. L’ha detto la Corte Costituzionale, ma lo dice soprattutto la necessità di dare una risposta a chi attende da tempo che lo Stato regolamenti in modo specifico diritti e doveri connessi a questo tipo di relazione affettiva, evitando di lasciare campo libero a decisioni creative del potere giudiziario, con il rischio di forzare sempre più spesso, e a volte in maniera disinvolta, i confini di una sana divisione dei poteri.

Tuttavia la legge, così com’è stata proposta in Parlamento, non ci piace. Non la condividiamo. Innanzitutto perché è piena di rimandi al diritto matrimoniale: in questo modo, le unioni civili finiscono per essere assimilate nei fatti al matrimonio, malgrado a parole il Disegno di legge dica una cosa diversa quando afferma che si tratta di “una specifica formazione sociale”. Un’ambiguità che nasce, evidentemente, dalla necessità di raggiungere un compromesso tra idee, culture, sensibilità e interessi differenti.

Cosa che in democrazia può rivelarsi necessaria, lo sappiamo. Ma siamo anche convinti che non si dovrebbero fare leggi poco chiare, soprattutto su temi così importanti e delicati: si dovrebbe, al contrario, fare di tutto per non generare equivoci, avendo il coraggio e la saggezza di cercare un possibile punto alto di sintesi tra le diverse spinte e aspettative, più che un loro semplice giustapporsi. Questa è una legge che meriterebbe di essere fatta oggetto di uno sforzo maggiore di ponderatezza, precisione ed equilibrio.

Auspichiamo davvero con forza che il Parlamento si dia il tempo e le modalità necessarie per farlo, con il necessario sforzo di ascolto delle istanze del Paese.

C’è un’altra importante ragione per cui questa legge non ci piace, ed è ben nota: l’idea di introdurre la stepchild adoption. Perché siamo convinti che anche questa legge, come ogni legge, deve proteggere innanzitutto i soggetti più deboli, più indifesi, più esposti ai rischi che possono nascere dall’intervenire su una materia così delicata. E questi soggetti sono i figli, i piccoli. Invece, ci sembra che la proposta avanzata sia pensata innanzitutto non per garantire i diritti dei figli, quanto piuttosto per permettere di soddisfare l’aspirazione di genitorialità degli adulti, trasformando così un desiderio in un diritto. Ma questo è un campo in cui non ci può essere spazio per interessi di parte.

Questa legge, poi, non ci piace per un altro motivo. Non ci piace per il modo con cui è stata strumentalizzata, facendola diventare oggetto di battaglie e compensazioni tra correnti e raggruppamenti partitici, secondo logiche e trattative che ben poco hanno a che fare con una materia così decisiva e delicata. Fa molta tristezza vedere una legge così importante ridotta, da una parte e dall’altra, a merce di scambio in vista di appuntamenti elettorali, o di chissà quali altre manovre. Vederla trattata come collante per tenere insieme o raccogliere i cocci di un’alleanza. È sconcertante vedere una legge così delicata ridotta a stendardo ideologico, da piantare nel campo del nemico o da strappare agli avversari, per poterla esibire a mo’ di trofeo sui propri spalti, come in uno stadio di calcio, tra opposte tifoserie. Una legge come questa, una discussione come questa, deve essere sottratta sia al piano della polemica ideologica sia a quello della piccola lotta di bottega, per essere affrontata sul piano della ricerca autentica, sincera e aperta di possibili punti di incontro tra idee, interessi, visioni dell’uomo e del mondo differenti.

Quello che ci sentiamo di chiedere ai nostri Rappresentanti, al nostro Parlamento, è di avere un sussulto di coraggio, di saggezza, di senso del bene comune. Di tornare a discutere, confrontarsi, senza pregiudizi e senza secondi fini, per trovare una soluzione legislativa che davvero sappia interpretare il sentire profondo degli italiani e ne sappia trarre un punto alto di sintesi. Per il bene di tutti, per il bene di ciascuno.

Cards 1MOLFETTA - Questi uomini, per essersi opposti al regime nazista, subirono la stessa sorte del popolo ebraico.
Furono imprigionati nei lager nazisti e subirono atroci torture.

Noi non li abbiamo dimenticati.

A loro non è stata mai dedicata una strada o una targa.

Erano nostri concittadini colpevolmente dimenticati dai più.

Morirono nei campi di concentramento: - Allegato 1 -

e sopravvissero - Allegato 2 -

anche se molti di essi rimasero mutilati e/o invalidi oppure morirono subito dopo la liberazione per le conseguenze delle torture subite ed anche per tubercolosi.

Per ricordarli domani, 27 Gennaio, le Associazioni Combattentistiche e d'Arma, PER STATUTO APOLITICHE ED APARTITICHE, organizzano un convegno presso la sala Finocchiaro della Fabbrica di San Domenico a partire dalle ore 18:30.

La cittadinanza è invitata.

Le Associazioni.

MEMORIA

MILITARI MOLFETTESI SOPRAVVISSUTI ALL’INTERNAMENTO NEI CAMPI DI CONCENTRAMENTO TEDESCHI:

N° cognome e nome classe

1) Abbattiscianni Angelo 1913

2) Abbattiscianni Giuseppe 1917

3) Abbattista Giovanni 1923

4) Abbondante Angelo 1912

5) Adesso Sergio 1915

6) Agatone Pasquale 1911 *

7) Aiello Gaetano 1924

8) Albanese Michele 1912

9) Alborè Luigi 1923

10) Allegretta Graziano 1916

11) Allegretta Nicolò 1923

12) Allegretta Sergio 1917

13) Allegretta Vincenzo 1921

14) Allegretti Onofrio 1916

15) Altamura Antonio 1917

16) Altamura Dionisio (uff.) 1917

17) Altamura Donato 1911

18) Altamura Leonardo 1923

19) Altamura Lorenzo 1923

20) Altomare Francesco 1915

21) Altomare Francesco 1920

22) Altomare Lorenzo 1923

23) Altomare Matteo 1884

24) Altomare Saverio 1912

25) Amato Francesco 1922

26) Amato Gennaro 1886

27) Amato Luca 1923

28) Amato Pantaleo 1918

29) Andreula Corrado 1922

30) Andreula Edmondo 1902

31) Andreula Vito 1900

32) Andriani Antonio 1911

33) Andriani Domenico 1922

34) Anelli Ilarione 1915

35) Angione Antonio 1915

36) Angione Giammaria 1913

37) Angione Luigi 1910

38) Annese Natale 1889

39) Annese Pasquale 1917

40) Antico Angelo Domenico 1911

41) Antonacci Antonio 1920

42) Avella Vittorio 1914

43) Azzollini Domenico 1912

44) Azzollini Michele 1905

45) Azzollini Pasquale 1903

46) Balacco Michele 1924

47) Baldassarre Nicola 1918

48) Balestra Liborio 1923

49) Barcella Giovanni 1915

50) Bartolo Raffaele 1898

51) Battisti Giuseppe 1921

52) Belgiovine Giovanni 1915

53) Bellapianta Andrea 1914

54) Bellapianta Marino 1913

55) Bellifemine Saverio (uff.) 1915

56) Bellomo Vito 1919

57) Belmondo Saverio 1922

58) Binetti Cosmo Damiano 1907

59) Binetti Domenico 1917

60) Binetti Giuseppe (uff.) 1921

61) Binetti Michele 1915

62) Binetti Paolo 1923

63) Binetti Pasquale 1923

64) Boccassini Domenico 1923

65) Borsci Giuseppe (uff.) 1921

66) Brattoli Corrado 1914

67) Brattoli Damiano 1913

68) Brattoli Girolamo 1916

69) Buccheri Amedeo 1907

70) Bufi Antonio 1921

71) Bufi Cosimo 1903

72) Bufi Girolamo 1918

73) Bufo Onofrio 1915

74) Buzzerio Domenico 1916

75) Cafagna Mauro 1917

76) Campanale Raffaele 1910

77) Campi Donato 1921

78) Camporeale Antonio 1921

79) Camporeale Gaetano 1918

80) Camporeale Gaetano 1920

81) Camporeale Giacomo 1912

82) Camporeale Sergio 1921

83) Candida Mauro 1921

84) Cantatore Domenico 1920

85) Cantatore Nicola 1908

86) Cappello Giovanni Antonio 1919

87) Cappelluti Giuseppe Antonio 1920

88) Cappelluti Mauro 1907

89) Cappelluto Domenico 1897

90) Capurso Salvatore 1921

91) Caputi Angelo 1913

92) Caputi Domenico 1922

93) Caputi Mauro 1902

94) Caputi Pasquale 1908

95) Caputo Pasquale 1914

96) Centrone Donato 1918

97) Chiarella Ignazio 1910

98) Ciannamea Salvatore 1922

99) Ciccolella Francesco 1923

100) Ciccolella Giovannangelo 1898

101) Ciccolella Giovanni 1914

102) Ciccolella Leonardo 1903

103) Ciffarelli Luca 1923

104) Cilardi Francesco 1921

105) Ciocia Vincenzo 1924

106) Cipriani Pantaleo 1914

107) Cirilli Antonio 1909

108) Cirilli Carlo 1920

109) Clemente Michele 1917

110) Coppolecchia Corrado 1923

111) Coppolecchia Spiridione 1914

112) Cormio Salvatore (uff.) 1916

113) Corrieri Luigi 1923

114) Damato Domenico 1911

115) D’Elia Francesco 1921

116) D’Eligio Francesco 1921

117) De Bari Antonio 1912

118) De Bari Antonio 1916

119) De Bari Damiano 1911

120) De Bari Mauro 1923

121) De Bari Nicola 1899

122) De Bari Oronzo 1921

123) De Bari Pantaleo 1917

124) De Bari Pantaleo 1923

125) De Bartolo Francesco 1916

126) De Bertis Francesco 1893

127) De Candia Antonio 1917

128) De Candia Corrado 1905

129) De Candia Corrado 1922

130) De Candia Cosimo 1913

131) De Candia Giovanni 1917

132) De Candia Giovanni 1918

133) De Candia Giovanni 1922

134) De Candia Giuseppe 1915

135) De Candia Nicola 1920

136) De Candia Orazio 1917

137) De Candia Pantaleo 1921

138) De Ceglia Saverio 1922

139) De Duro Sebastiano (uff.) 1919

140) De Felice Ignazio 1913

141) De Gennaro Cosimo 1913

142) De Gennaro Francesco 1902

143) De Gennaro Giovanni 1922

144) De Gennaro Mauro 1908

145) De Gennaro Mauro 1923

146) De Gennaro Michele 1920

147) De Gennaro Nicolò 1923

148) De Gioia Giacomo 1899

149) De Marco Gerardo 1914

150) De Musso Giuseppe 1912

151) De Nichilo Giuseppe 1904

152) De Nichilo Michele 1912

153) De Nichilo Nicola 1923

154) De Nichilo Nicolò 1920

155) De Nichilo Nunzio 1917

156) De Palma Antonio 1922

157) De Palma Cristoforo 1912

158) De Palma Giacomo 1923

159) De Palma Giuseppe 1908

160) De Palma Luigi 1915

161) De Palma Michele 1915

162) De Pinto Leonardo 1912

163) De Pinto Maurantonio 1892

164) De Pinto Nicola 1920

165) De Robertis Antonio 1919

166) De Robertis Domenico 1923

167) De Ruvo Corrado 1920

168) De Ruvo Donato 1922

169) De Ruvo Leonardo 1924

170) De Trizio Vito Onofrio 1920

171) De Trizio Vitonofrio 1920

172) De Tullio Antonio 1922

173) De Tullio Lorenzo 1920

174) De Vincenzo Alessandro 1923

175) De Vincenzo Vincenzo 1920

176) De Virgilio Domenico 1913

177) De Virgilio Mauro 1899

178) Del Rosso Cosmo 1916

179) Del Vescovo Vito 1916

180) Dell’Aquila Francesco 1914

181) Farinola Angelo 1919

182) Farinola Gaetano 1915

183) Farinola Nicola 1915

184) Farinola Onofrio 1911

185) Farinola Saverio 1908

186) Fasciano Angelo 1922

187) Fasciano Giovanni 1923

188) Favuzzi Angelo 1919

189) Favuzzi Vito Leonardo 1917

190) Ferrieri Alfredo 1914

191) Fornari Benedetto 1922

192) Frisari Luigi 1921

193) Gadaleta Ignazio 1917

194) Gadaleta Mauro 1922

195) Gadaleta Michele 1922

196) Gadaleta Pasquale 1906

197) Gadaleta Pasquale 1913

198) Gadaleta Sergio 1921

199) Gallo Michele 1918

200) Gaudio Cosimo 1915

201) Gentile Giovanni 1907

202) Germinario Pantaleo 1922

203) Gesmundo Leonardo 1913

204) Giacomino Giuseppe 1922

205) Giancaspro Crescenzo 1918

206) Giancaspro Ignazio 1922

207) Giancaspro Mauro 1920

208) Giancaspro Mauro 1923

209) Giannotta Donato 1921

210) Gigante Giambattista 1923

211) Giovine Giuseppe 1923

212) Giovine Michele 1909

213) Giovine Onofrio 1923

214) Grillo Giuseppe 1920

215) Introna Domenico 1923

216) La Bianca Vincenzo 1897

217) La Forgia Antonio 1915

218) La Forgia Corrado 1895

219) La Forgia Giacinto 1916

220) La Forgia Giovanni 1914

221) La Forgia Vito 1921

222) La Grasta Corrado 1915

223) La Grasta Michele 1922

224) La Grasta Nicola 1915

225) La Mastra Gaetano 1920

226) Lamartire Francesco Anselmo 1919

227) Larizza Vincenzo (uff.) 1921

228) Lazzizzera Vitonofrio 1920

229) Leone Francesco 1908

230) Lioce Corrado 1920

231) Lo Basso Domenico 1917

232) Losito Andrea 1915

233) Losito Pasquale 1912

234) Lucivero Luigi 1923

235) Macchia Cosimo 1914

236) Magarelli Giuseppe 1918

237) Magarelli Paolo 1914

238) Magarelli Pasquale 1922

239) Maldera Francesco 1921

240) Manente Domenico 1916

241) Manente Giuseppe 1917

242) Marino Giuseppe 1914

243) Marino Salvatore 1914

244) Masciopinto Giuseppe 1921

245) Masciopinto Vincenzo 1925

246) Mastrofilippo Cosmo 1923

247) Mastropasqua Cosimo 1920

248) Mastropasqua Paolo 1921

249) Mastropasqua Pasquale 1921

250) Mastropasqua Sebastiano (uff.) 1915

251) Mastropasqua Sergio 1904

252) Mastropierro Lorenzo 1914

253) Mazzola Cosimo 1917

254) Memola Michele (uff.) 1916

255) Mezzina Angelo Alfonso 1922

256) Mezzina Corrado 1920

257) Mezzina Corrado 1923

258) Mezzina Gaetano 1912

259) Mezzina Gioacchino 1895

260) Mezzina Giuseppe 1912

261) Mezzina Leonardo 1920

262) Mezzina Marino 1912

263) Mezzina Mauro 1915

264) Mezzina Saverio 1915

265) Mezzina Vito 1922

266) Minervini Corrado 1910

267) Minervini Corrado 1912

268) Minervini Corrado 1920

269) Minervini Corrado 1924

270) Minervini Cosmo 1916

271) Minervini Gaspare 1904

272) Minervini Giovanni 1913

273) Minervini Leonardo 1916

274) Minervini Natale 1922

275) Minervini Saverio (uff.) 1915

276) Minervini Sergio 1922

277) Minervini Stefano 1914

278) Minervini Vincenzo 1910

279) Minervini Vito Antonio 1919

280) Minuto Paolo 1914

281) Mirto Pasquale 1913

282) Modugno Cosmo Damiano 1913

283) Modugno Giuseppe Domenico 1916

284) Mongelli Domenico 1911

285) Mongelli Sergio 1912

286) Montebello Giuseppe 1921

287) Montemurro Antonio Vincenzo 1906

288) Morollo Pasquale 1924

289) Mossa Michelangelo 1920

290) Murolo Domenico 1909

291) Muti Giovanni 1919

292) Natalicchio Gabriele 1922

293) Nocera Vitaliano 1919

294) Pagniello Giovanni 1920

295) Palmiotti Francesco 1911

296) Palumbo Alessandro 1919

297) Pansini Domenico 1918

298) Pansini Domenico 1919

299) Paparella Giuseppe 1903

300) Pappagallo Francesco 1915

301) Pappagallo Giovanbattista 1918

302) Pappagallo Giovanni 1888

303) Pappagallo Girolamo 1908

304) Parisi Corrado 1921

305) Parisi Pantaleo 1923

306) Parisi Pasquale 1920

307) Pasculli Matteo 1916

308) Patrizio Ercole 1923

309) Patruno Mauro 1912

310) Pennuzzi Francesco 1910

311) Petruzzella Corrado 1921

312) Petruzzella Cosmo Damiano 1924

313) Petruzzella Dionisio 1915

314) Petruzzella Domenico 1923

315) Petruzzella Francesco 1920

316) Petruzzella Giovanni 1923

317) Petruzzella Giuseppe 1922

318) Petruzzella Mauro 1912

319) Petruzzella Onofrio 1919

320) Petruzzella Vito 1910

321) Petruzzella Vito 1911

322) Picaro Francesco 1915

323) Picca Angelo 1918

324) Picca Emilio 1921

325) Picca Pietro 1923

326) Piccinni Domenico 1921

327) Pievese Vito 1923

328) Pignatelli Camillo 1923

329) Pisani Corrado 1919

330) Pisani Corrado 1919

331) Pisani Francesco 1912

332) Pisani Sergio 1916

333) Pisani Simone 1904

334) Ponte Celestino 1920

335) Porcelli Giovanni 1919

336) Porcelli Michele 1917

337) Porcelli Onofrio 1923

338) Porcelli Stefano 1921

339) Porta Antonio 1918

340) Porta Mauro (uff.) 1917

341) Primaro Nicolò 1895

342) Prudente Giuseppe 1911

343) Ragno Giuseppe 1907

344) Raguseo Gaetano 1921

345) Raguseo Mauro 1921

346) Rizzi Nicola 1913

347) Ruscino Ruggiero 1921

348) Sallustio Mauro 1900

349) Salvemini Antonio 1914

350) Salvemini Corrado 1923

351) Salvemini Michele 1916

352) Samarelli Francesco 1920

353) Sancilio Paolo 1917

354) Saulle Vincenzo 1911

355) Scardigno Corrado (uff.) 1917

356) Scardigno Cosmo 1915

357) Sciancalepore Antonio 1922

358) Sciancalepore Fedele 1921

359) Sciancalepore Luigi 1920

360) Sciancalepore Mauro 1922

361) Secondino Giuseppe 1922

362) Selvaggi Damiano 1913

363) Sereno Giuseppe 1923

364) Servillo Gennaro 1924

365) Sgherza Corrado 1912

366) Sgherza Raffaele 1927

367) Sgherza Saverio 1924

368) Silvestri Donato 1915

369) Silvestri Felice 1923

370) Sinisi Savino 1923

371) Soriano Domenico 1922

372) Spaccavento Giulio 1923

373) Spaccavento Pantaleo 1924

374) Spaccavento Pasquale 1912

375) Spadavecchia Bartolomeo 1921

376) Spadavecchia Cosimo 1912

377) Spadavecchia Domenico 1907

378) Spadavecchia Domenico 1920

379) Spadavecchia Giovanni 1916

380) Spadavecchia Giovanni 1920

381) Spadavecchia Vincenzo 1914

382) Spagnoletta Mauro 1915

383) Spagnoletti Sebastiano 1915

384) Squeo Angelantonio 1920

385) Squeo Corrado 1920

386) Squeo Gaetano 1910

387) Squeo Giuseppe 1915

388) Squeo Raffaele 1923

389) Staffone Stefano 1922

390) Stasi Domenico 1923

391) Tattoli Giovanni Michele 1917

392) Tatulli Antonio 1920

393) Tridente Sergio 1920

394) Tulipani Giovanni 1923

395) Turci Vincenzo 1915

396) Uva Giuseppe 1917

397) Valente Domenico 1917

398) Valente Domenico 1923

399) Valentini Leonardo 1903

400) Ventrella Ruggiero 1911

401) Ventura Ignazio 1917

402) Visaggio Pietro 1922

403) Visentini Leonardo 1914

404) Vitulano Sergio 1920

405) Volpicella Michele (uff.) 1894

406) Zangardi Michele 1911

407) Zaza Giuseppe 1912

408) Zaza Vincenzo 1920

Ci scusiamo per coloro che dovessero non essere presenti nella lista per

mancanza di notizie oppure perché risultano dispersi.

UCIMOLFETTAMOLFETTA - Si comunica che domani negli UCI Cinemas, nell'ambito della rassegna settimanale Film in English, dedicata ai film in lingua originale, sarà proiettato (con sottotitoli in italiano) Steve Jobs, il film basato sulla biografia autorizzata del celebre co-fondatore della Apple, interpretato dal candidato agli Oscar Michael Fassbender.

Il film racconta la vita lavorativa e personale di Steve Jobs in tre momenti fondamentali della sua carriera e dello sviluppo della tecnologia: gli ultimi minuti di preparazione prima della presentazione del Macintosh, del primo computer NeXT e dell’iMac, avvenute tra il 1984 e il 1998.  

Il prezzo della proiezione è il ridotto previsto per la giornata di mercoledì. Per informazioni e orari consultare il sito www.ucicinemas.it

UCIMOLFETTA –  Il 2 e il 3 febbraio negli UCI Cinemas sarà proiettato Goya – Visioni di Carne e Sangue, il film su Francisco Goya distribuito da Nexo Digital all’interno della Stagione della Grande Arte al Cinema. Il regista David Bickerstaff porta sul grande schermo le opere di uno dei più importati artisti spagnoli, nonché precursore dell’arte moderna. Le riprese forniscono un accesso esclusivo all’acclamata mostra Goya: The Portraits della National Gallery di Londra e costruiscono un ritratto avvincente del pittore attraverso le opinioni di esperti internazionali, i capolavori tratti da collezioni di fama mondiale e le visite ai luoghi in cui l'artista spagnolo visse e lavorò. Il film inoltre consente al pubblico di entrare al Museo Nazionale del Prado a Madrid, presentando una serie di importanti opere dell’artista, tra cui La famiglia di Carlo IV, e offre un raro accesso al Quaderno di appunti di Goya, uno sketchbook realizzato in Italia tra il 1769-1771, mette poi in contatto gli spettatori con le riflessioni più intime dell’artista spagnolo. Il film non si limita a mostrare il talento di Goya, ma anzi esplora la vita movimentata dell’artista nell’arco di ottant’anni, ripercorrendo la sua produzione artistica e le ultime scoperte sulla sua biografia.

Le multisale del circuito UCI Cinemas che proietteranno Goya – Visioni di Carne e Sangue il 2 e il 3 febbraio sono: UCI Ancona, UCI MilanoFiori, UCI Bicocca (MI), UCI Meridiana Casalecchio di Reno (BO), UCI Campi Bisenzio (FI), UCI Casoria (NA), UCI Montano Lucino (CO), UCI Curno (BG), UCI Ferrara, UCI Firenze, UCI Fiume Veneto (PN), UCI Fiumara (GE), UCI Lissone (MB), UCI Cinepolis Marcianise (CE), UCI Venezia Marcon, UCI Messina, UCI Mestre, UCI Molfetta (BA), UCI Moncalieri (TO), UCI Parco Leonardo (RM), UCI Perugia, UCI Piacenza, UCI Pioltello (MI), UCI Porta di Roma, UCI Porto Sant’Elpidio (FM), UCI Reggio Emilia, UCI Roma Est, UCI Romagna Savignano sul Rubicone (FC), UCI Sinalunga, UCI Torino Lingotto, UCI Verona.

Quelle che lo proietteranno solo il 2 febbraio sono invece: UCI Alessandria, UCI Arezzo, UCI Bolzano, UCI Cagliari, UCI Catania, UCI Certosa (MI), UCI Palermo, UCI Roma Marconi, UCI Senigallia (AN), UCI Villesse (GO), UCI Jesi (AN), UCI Pesaro, UCI Fano (PU), UCI Palariviera (San Benedetto del Tronto), Multisala Gloria by UCI Cinemas.

A guidare gli spettatori in questo viaggio ci pensa il primo curatore, Xavier Bray, alla cui narrazione si aggiungono le interviste ad artisti moderni e stimati come Dryden Goodwin e Nicola Philipps. Il lungometraggio mostra le opere in altissima risoluzione, rivelando le strabilianti capacità del pittore spagnolo come ritrattista e commentatore sociale, ed è arricchito dai dietro le quinte svelano inoltre i processi di conservazione e curatela. Il film infatti offre agli spettatori in sala un approfondimento rispetto a una classica visita in galleria, offrendo allo spettatore la possibilità di osservare da vicino le opere d’arte, analizzando anche dipinti non presenti in mostra. Vaste riprese, che vanno dalla bellissima campagna di Siviglia alle grandi cappelle sino ai palazzi reali di Madrid, delineano l'ispirazione e gli scenari che fanno da sfondo alle opere più amate di Goya.

Il prezzo del biglietto è di 11€ per l’intero e 9€ per ridotti e convenzionati. Le prevendite per l’acquisto dei biglietti sono aperte presso le casse delle multisale UCI che proiettano la rassegna, tramite internet sul sito www.ucicinemas.it, call center (892.960), App di UCI Cinemas per iPhone, iPod Touch e per iPad (scaricabile gratuitamente da App Store), Android (scaricabile da Google Play) e Windows Phone.

Per maggiori informazioni e per gli orari consultare il sito www.ucicinemas.it o la pagina ufficiale di Facebook di UCI Cinemas all’indirizzo: www.facebook.com/home.php#!/ucicinemasitalia.

In alternativa contattare il call center al numero 892.960.

Di seguito i prossimi appuntamenti con La Grande Arte:

-          23 e 24 febbraio: Leonardo Da Vinci – Il Genio a Milano

-          22 e 23 marzo: Renoir: oltraggio e seduzione

-          11, 12 e 13 aprile: San Pietro e le Basiliche papali di Roma 3D

-          3 e 4 maggio: Istanbul e il Museo dell’Innocenza di Pamuk

-          24 e 25 maggio: Da Monet a Matisse – L’Arte di Dipingere i Giardini

gentedimareMOLFETTA - "Un grave conflitto tutto interno alla lobby armatoriale italiana, si sta consumando in questo periodo, con la triplice  sindacale  corresponsabile della grave crisi del settore marittimo  che  tenta di calmare la tempesta.-

                       Questo il quadro che emerge dagli ultimi comunicati stampa dei due armatori che si accusano a vicenda,  e che pure continuano a godere delle sovvenzioni pubbliche per le loro navi: e nel contempo imbarcano cittadini non comunitari mentre i marittimi italiani sono sempre più spesso licenziati e lasciati a casa, con  la famiglia a carico;  e i pochi fortunati che ancora lavorano costretti a subire ogni sorta di umiliazione pur poter rimanere al proprio posto.-

                       Ma il quesito che sorge da questa vicenda è altro: se è vero ciò che dice Onorato  e cioè che sulle navi di Grimaldi   che fanno cabotaggio sono imbarcati in gran parte  marittimi non comunitari…..e se è vero che questi imbarchi sono illegali, COSA FANNO LE CAPITANERIE DI PORTO,  LA GUARDIA COSTIERA….IL  COMANDO GENERALE, IL MINISTERO DEI TRASPORTI…..IL  DOTT. PUJIA……..ed  IL SERVIZIO ISPETTIVO MARITTIMO  istituito circa due anni or sono?

       E’ MAI POSSIBILE CHE NESSUNO DI COSTORO SI SIA MAI ACCORTO CHE SULLE NAIVI DELLA GRIMALDI E SULLE NAVI CHE FANNO CABOTAGGIO SONO IMBARCATI EXTRACOMUNITARI?

       ED E’ MAI POSSIBILE CHE LA TRIPLICE IN QUESTI ANNI MAI HA SAPUTO NULLA DI TUTTO CIO’?   

       ED I NOSTRI POLITICI?          

                                      Preferiamo pensare che sono tutti impegnati in altre faccende: le capitanerie a controllare il pescato ed i sindacalisti a firmare contratti collettivi e transazioni fasulle;   i politicanti tanto per battere un colpo si occupano  del “tonno rosso”                                               

                      

                                                                        Il  Coordinatore  Regionale Puglia

                                                                            C.  Cantatore

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino