Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. Una settimana dopo il successo interno per 5-0 ottenuto sulla New Cap 74, per la Femminile Molfetta è tempo di un altro importante esame, con la sfida alla Vigor Lamezia, unica formazione capace di sconfiggere le biancorosse in tutto il 2020. Nella giornata di ieri, tutto il gruppo squadra biancorosso si è sottoposto al tampone che ha dato esito negativo. Ripartire dal secondo tempo pressoché perfetto che ha consentito a Mazzuoccolo e compagne di superare la formazione sammichelina: questo l’obiettivo di mister Diego Iessi alla vigilia della delicata sfida contro il team calabrese. Indisponibile Tricarico, il tecnico deve risolvere il dubbio tra i pali, con Liuzzo che va verso il recupero e insidia Sciannamea, autrice di due ottime prestazioni arricchite da un gol nelle due gare in cui è stata chiamata in causa. Dall’altra parte il Lamezia si presenta al big-match del PalaPoli da imbattuta dopo otto partite disputate e da due vittorie di fila senza subire gol. Occhi puntati su Praticò, protagonista all’andata, e Linza, autrice di dieci reti in stagione. La sfida tra Femminile Molfetta e Lamezia è in programma domani, domenica 17 gennaio, con fischio d’inizio alle ore 16.00 al PalaPoli. Arbitreranno l’incontro Luca Vincenzo Caracozzi di Foggia e Francesco Conca di Barletta, mentre al crono ci sarà Scolamacchia. Diretta streaming sulla pagina Facebook biancorossa a partire dalle 15.55.

MOLFETTA. Presentato il progetto “Colto e mangiato” proposto al Comune dall’Associazione Auser Onlus di Molfetta, che vedrà la realizzazione e la gestione di un orto sociale da parte di anziani, con il coinvolgimento di studenti del territorio, volontari del Corpo Europeo di Solidarietà, giovani che desiderano approcciarsi alle tecniche orticole ed agronomiche, ma anche giovani che fanno riferimento alle associazioni Oasi 2, Appoggiatiame, Apertamente. Il progetto rientra nelle attività dall’Ufficio Città Sane. Contestualmente alla presentazione del progetto sono stati anche assegnati piccoli lotti del terreno della sede comunale di Lama Scotella. «È partita un’altra esperienza pionieristica del Comune di Molfetta – sottolinea l’assessore all’ambiente, Ottavio Balducci, anche vice presidente nazionale della rete Città sane Oms - sono stati delimitati e assegnati mini-lotti del terreno da adibire ad orti urbani. Gli assegnatari impareranno a costruire un orto e si spera che possano diventare loro stessi tutor per altri cittadini che vorranno fare questa esperienza in altri terreni comunali. In un momento di grandi divisioni e disgregazione sociale è in occasione per incentivare i rapporti intergenerazionali e di inclusione sociale. Ringrazio per questo – conclude - Auser, InCom, Oasi 2, Appoggiatiame, Apertamente e i cittadini che si stanno approcciando a questa bella esperienza». L'obiettivo del progetto, della durata di un anno, è quello di promuovere momenti di aggregazione all’aperto in piena sicurezza, attraverso scambi intergenerazionali tra giovani ed anziani, aperti al confronto, all’incontro e al dialogo al fine di trasferire le esperienze degli anziani e migliorare la qualità della vita di entrambe le generazioni, soprattutto in questo particolare periodo storico. «Come ho avuto modo di dire in altre circostanze si tratta di una iniziativa dall’alto valore sociale che – sottolinea il sindaco, Tommaso Minervini - instaura un dialogo tra generazioni diverse attraverso le tecniche agricole ma è anche una operazione di recupero della memoria e delle origini, un modo per tramandare antichi saperi». Sono previsti incontri settimanali e bisettimanali su campo, a seconda delle temperature, e percorsi di apprendimento delle basi agronomiche, che si svolgeranno, almeno in questo primo periodo per motivi legati alla pandemia, in modalità on-line, attraverso video tutorial a cura dell’esperta agronoma Dott.ssa Francesca Petruzzella. Il prossimo appuntamento è previsto giovedì 21 gennaio prossimo.

MOLFETTA. Sarà la Asl Ba, su richiesta del Comune di Molfetta, a farsi carico, fino al 31 marzo prossimo, di tutte le spese necessarie per garantire il servizio dell’ambulanza Victor, mezzo di soccorso aggiuntivo per gli interventi di primo soccorso, per codici verdi e gialli, nella disponibilità del sistema di emergenza 118. Fino al 7 gennaio scorso i costi per il funzionamento dell’ambulanza sono stati coperti da privati che avevano aderito al progetto “Aria di Natale”, promosso dal Sermolfetta, e, per quanto concerne i dispositivi individuali di protezione, da Comune di Molfetta. Come si ricorderà la richiesta per l’utilizzo di una ambulanza aggiuntiva era stata avanzata, a dicembre scorso dal sindaco, Tommaso Minervini al direttore generale della Asl Ba, Antonio Sanguedolce, che l’aveva accolta, non avendo costi a carico della Asl. Ora arriva l’impegno per garantirne il funzionamento con la copertura dei costi per i prossimi due mesi. Sarà sempre il Sermolfetta a garantire il servizio.

 

 

MOLFETTA. Si è conclusa nella giornata di ieri, 13 gennaio, la distribuzione dei buoni spesa, intervento riservato a quanti versano in stato di disagio socio-economico a causa dell’emergenza Covid 19 e sono temporaneamente impossibilitati a soddisfare le primarie esigenze di vita, anche a seguito delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria in corso. Complessivamente sono stati consegnati 1167 buoni alimentari. Ora gli uffici, come da determina del dirigente del settore socialità, la dottoressa Lidia De Leonardis, stanno esaminando le domande escluse, questo al fine di individuare eventuali altri nuclei familiari che, pur avendo i requisiti richiesti dal bando con un reddito non superiore ai mille euro mensili e non percettori di altri contributi, sono rimasti fuori per aver presentato domande incomplete, oppure compilate erroneamente, e che, di conseguenza, potrebbero rientrare tra i destinatari dei buoni. «Stiamo rivalutando tutte le domande escluse – sottolinea il sindaco Tommaso Minervini – per garantire a tutti coloro, che sono in possesso dei requisiti richiesti dal bando, i buoni spesa anche se hanno commesso errori materiali nella compilazione della domanda».

MOLFETTA. Millecinquecentouno domande pervenute agli uffici comunali per ottenere i contributi per i canoni di locazione, millequattrocentoquarantuno quelle relative al bando ordinario per i canoni di locazione pagati nel 2019, sessanta quelle relative al bando straordinario per gli affitti pagati nei mesi di lockdown. Ora tutte le domande saranno sottoposte a verifica. Entro il 31 gennaio sarà predisposta la graduatoria provvisoria che sarà poi inviata alla Regione. A partire da quel momento tutte le persone escluse avranno trenta giorni per presentare eventuale ricorso. Come è noto al bando fitti ordinario, secondo quanto disposto dal Decreto ministeriale del 12 agosto scorso, non avrebbero potuto accedere i nuclei familiari che, nel corso del 2019, hanno beneficiato del reddito di cittadinanza. Sta di fatto che molti nuclei familiari hanno potuto contare sul reddito di cittadinanza solo per alcuni mesi dell’anno e non per 12 mesi. Di qui la richiesta, avanzata dal sindaco di Molfetta, Tommaso Minervini, alla sezione politiche abitative della Regione, di consentire la partecipazione al bando fitti relativamente ai mesi in cui i nuclei familiari non hanno percepito il reddito di cittadinanza. La richiesta era stata poi accolta. «Come ho avuto modo di dire già in precedenza ci sembrava giusto e doveroso chiedere un intervento correttivo da parte della Regione – sottolinea il sindaco Minervini - per evitare che si andassero a penalizzare persone che, al pari di altre, vivono in condizioni di disagio economico. Siamo vicini ai cittadini specialmente quelli più deboli, la nostra è una comunità solidale. Proprio in queste ore abbiamo concluso la distribuzione dei buoni spesa, per 1.167 nuclei familiari, altro intervento determinante in questo momento difficile». I bandi per la richiesta dei contributi fitti si sono chiusi l’8 gennaio scorso.

MOLFETTA. Anche la Zona economica speciale Adriatica, che comprende Molfetta, potrà usufruire delle novità approvate con la legge di bilancio 2021. Le nuove imprese che si insedieranno nelle Zes potranno godere di una riduzione dell'imposta sul reddito del 50%. Sono tre le condizioni per ottenere il beneficio: il mantenimento dell'attività nell'area Zes per almeno 10 anni, la conservazione dei posti di lavoro creati e il requisito di non essere in stato di liquidazione o di scioglimento. “Si tratta di una misura importante – afferma il sindaco di Molfetta Tommaso Minervini – perché favorisce lo sviluppo economico in tempo di pandemia e l’assunzione dei giovani. Nella visione di questa Amministrazione si guarda alla zona nord di Molfetta come risorsa per il futuro della nostra città, soprattutto in termini occupazionali. Le agevolazioni della Zes, la ripresa dei lavori del nuovo porto commerciale e gli accordi per la realizzazione dell’hub intermodale di un terminal ferroviario sono le chiavi per la crescita del territorio”.

MOLFETTA. “Questa settimana non c’è stato alcun incremento, ma una leggera diminuzione. Infatti, tra nuovi positivi e persone che si sono negativizzate in questo momento a Molfetta ci sono 485 casi”. Queste le parole del Sindaco sugli ultimi aggiornamenti da emergenza Covid- 19 nel nostro comune. Nel video messaggio il Sindaco si è poi soffermato sulla somministrazione dei tamponi sugli operatori scolastici della nostra città: “Fino ad oggi abbiamo somministrato 856 tamponi e solo tre test sono risultati negativi. Quello dello screening è un’azione preventiva che stiamo applicando per tutelare tutta la popolazione scolastica e ritornare a scuola in sicurezza”. Minervini ha concluso il suo discorso con l’aggiornamento sulla campagna vaccinale. “Nelle settimane precedenti abbiamo iniziato con la vaccinazione agli operatori sanitari del Dipartimento di prevenzione, al personale del Pronto soccorso e del 118, ai volontari della Protezione Civile. Sono stati vaccinati anche i medici pediatri e nei prossimi giorni si completerà il percorso vaccinale per i medici di base, a cui seguiranno gli odontoiatri e altri parasanitari. Successivamente arriverà la vaccinazione di massa che dipenderà dalla quantità dalle dosi che ci verranno fornite dalla Asl e dalla Regione Puglia”.

MOLFETTA. Una vittoria fondamentale, giunta al termine di una partita lottata contro un avversario arcigno: le biancorosse si impongono per 5-0 sulla New Cap, costruendo il proprio successo in un secondo tempo pressoché perfetto. Ancora out Liuzzo, mister Iessi conferma la fiducia a Sciannamea tra i pali, con Mezzatesta, Gariuolo, Pedace e Mangafas a completare lo starting five. Avvio di gara molto equilibrato, con le ospiti che si chiudono bene e provano a far male in ripartenza, ma le prime occasioni da gol sono per Mezzatesta e Mangafas, ma Arciuli è attenta. Il punteggio non si sblocca, la New Cap prende fiducia e inizia ad alzare il proprio baricentro, con la Femminile Molfetta che sbatte contro il muro delle sammicheline. Al riposo si va così sullo 0-0. Il copione della partita non cambia nella ripresa, Mazzuoccolo e compagne flirtano con il gol dell’1-0, ma la porta di Arciuli sembra stregata. Il vantaggio si materializza al 6’01: triangolo in banda tra Mangafas e Mezzatesta, il tiro d’esterno della calabrese colpisce il palo interno, ma sulla ribattuta è la numero nove la più lesta a raccogliere il pallone e depositarlo in rete. Le biancorosse continuano a spingere sull’acceleratore e il raddoppio arriva subito: calcio d’angolo di Barile, palla all’indietro per Castro che dalla lunga distanza fulmina Arciuli. La New Cap prova a reagire, Cervellera si gioca la carta Pugliese quinto di movimento, ma il tris è una prodezza balistica di Sciannamea che recupera palla e direttamente dalla propria area di rigore segna la sua prima rete in biancorosso. La pressione della Femminile Molfetta non accenna a diminuire e al 12’40’’ Gelsomino trova il poker. Nel finale le ragazze di mister Iessi cercano di gestire il risultato e a un minuto e mezza dalla fine Mangafas si rende protagonista di un altro assist per Gariuolo che segna il 5-0 finale. Con i tre punti conquistati, la Femminile Molfetta sale a quota 28 punti in classifica, in attesa del recupero della gara con la Salernitana che determinerà la qualificazione alla final eight. Nel prossimo turno, la prima giornata del girone di ritorno, al PalaPoli arriverà il Lamezia: obiettivo riscattare l’unica sconfitta stagionale subita proprio in Calabria.

FEMMINILE MOLFETTA – NEW CAP 74 5-0 (0-0 pt)

FEMMINILE MOLFETTA: Liuzzo, De Marco, Barile, Castro, Pedace, Mangafas, Mazzuoccolo, Lacirignola, Gelsomino, Gariuolo, Mezzatesta, Sciannamea. All. Iessi

NEW CAP 74: Arciuli, Anaclerio, Colosimo, Fatiguso, Campanale, Sacchetti, Mastronardi, Susca, Lafortezza, Pugliese, Intini, Milano. All. Cervellera

MARCATRICI: 6’01’’ Mezzatesta, 7’30’’ Castro, 10’37’’ Sciannamea, 12’40’’ Gelsomino, 18’26’’ Gariuolo (M), st.

AMMONITE: Anaclerio (N), Lacirignola (F)

MOLFETTA. Nella sesta giornata del girone di andata la Pavimaro Pallacanestro Molfetta viene sconfitta al Pala Poli dai Lions Bisceglie con il punteggio di 72-78, al termine di una partita equilibrata e molto fisica in cui pesano molto i 28 tiri liberi tentati dalla squadra ospite contro i soli dieci dei biancorossi e soprattutto molti contatti al limite non sanzionati per tutto il corso della partita ai danni della formazione molfettese. Coach Carolillo inizia la partita con: Dell’Uomo, De Ninno, Gambarota, Bini e Visentin; Coach Marinelli risponde con: Vitale, Sirakov, Santucci, Caceres e Seck; avvio di partita complicato per i biancorossi che fanno fatica in attacco e ne approfittano gli ospiti con Vitale e Caceres (5-10), ma Molfetta subito si rifà sotto con le triple di De Ninno e Mazic e il primo quarto si chiude sul 15-17. Nei secondi dieci minuti la partita prosegue sul filo dell’equilibrio ai canestri di Bini e Mazic da una parte risponde uno scatenato Sirakov dall’altra, con le due squadre che vanno all’intervallo lungo sul 33-34. Nel secondo tempo la partita continua sulla falsa riga del primo, Bisceglie prova ad allungare ma Molfetta torna subito a contatto e con il canestro di De Ninno va sul più tre (49-46), ma Bisceglie con il solito Sirakov e la tripla di Vitale va all’ultimo mini riposo avanti 57-62. Negli ultimi dieci minuti di gioco la tripla di Mazic impatta il punteggio a quota 62, ma gli ospiti con Seck tornano nuovamente sul più quattro 66-70, la Pavimaro Molfetta fa fatica in attacco, Visentin ci prova sotto canestro ma Bisceglie, mandata sistematicamente in lunetta da alcuni fischi dubbi, chiude i conti con Sirakov, il punteggio finale al Pala Poli è 72-78. Sconfitta interna per i biancorossi che hanno pagato la poca esperienza e la mancanza di lucidità nei minuti finali, prossimo impegno per i biancorossi Domenica 17 Gennaio alle ore 18.00 sul parquet di Catanzaro.

Pavimaro Pallacanestro Molfetta: Mazic 20,Visentin 17, Bini 13, De Ninno 9, Gambarota 5, Calisi 4, Dell’Uomo 2, Serino 2, Azzollini, Mezzina, Totagiancaspro, Kodra. Coach Carolillo.

Lions Bisceglie: Sirakov 24, Seck 17, Vitale 13, Caceres 7, Galantino 6, Chiriatti 5, Santucci 4, Maresca 2, Molteni, Misino, Mastrodonato, Quarto di Palo. Coach Marinelli.

MOLFETTA. A pochi giorni dalla vittoria sul parquet di Monopoli, la Pavimaro Pallacanestro Molfetta si prepara a tornare in campo al Pala Poli contro i Lions Bisceglie, nella gara valevole per la sesta giornata del girone D2 del campionato di Serie B. La formazione guidata da Coach Carolillo ha iniziato la stagione con due vittorie in cinque partite disputate, dall’altra parte la squadra biscegliese nel turno infrasettimanale ha battuto Reggio Calabria e ottenuto il quarto successo in altrettante gare giocate. Nella formazione guidata da Coach Marinelli in cabina di regia si alternano  i due playmaker under Vitale e Molteni, sulle guardie particolare attenzione a Sirakov e Santucci migliori realizzatori della squadra rispettivamente con 21 e 15 punti di media, completano il quintetto i due lunghi Caceres e Seck con Maresca pronto a subentrare. Dalla panchina particolare attenzione al capitano Chiriatti e al play-guardia Galantino. Nella sesta giornata del girone di andata, la capolista Taranto affronta la Viola Reggio Calabria, Ruvo cerca la seconda vittoria consecutiva con Monopoli, chiude il programma Nardò- Catanzaro. Appuntamento per la palla questa sera alle ore 20.00 al Pala Poli, dirigeranno l’incontro i Signori: Bernassola Andrea di Palestrina e Fabbri Giacomo di Roma; sarà possibile seguire la diretta dell’incontro su LNP Pass.

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino