Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. Torna subito in campo la Dai Optical Virtus Molfetta che domani giovedì 6 Maggio, alle ore 20, affronterà al Palapoli la Polispostiva Nuova Matteotti Corato per il recupero della 5° giornata di andata del campionato di C GOLD. Il successo contro Altamura ha galvanizzato non poco l’ambiente biancoazzurro con la seconda vittoria consecutiva che riporta la Dai Optical nei piani alti della classifica. Un eventuale successo contro la Nuova Matteotti Corato proietterebbe la Dai Optical Virtus Molfetta in testa alla classifica del girone. La squadra del presidente Bellifemine riavrà a disposizone il giovane Frattoni mentre è in attesa dell’esito del tampone dei giocatori ormai in isolamento da circa 25 giorni. La squadra coratina invece è reduce dallo stop forzato causa rinvio del match e nell’ultimo incontro disputato aveva battuto Quarta Caffè Monteroni, in trasferta, per 58-87. L’incontro in programma giovedì 6 Maggio, alle ore 20,00 si disputerà presso il Palapoli di Molfetta e sarà arbitrato dai signori Laveneziana Lino di Monopoli (BA) e Iaia Angelo di Brindisi (BR).
Sarà possibile seguire la diretta del match sulla nostra pagina facebook Virtus Basket Molfetta a partite dalle ore 19.45

MOLFETTA. Un’edizione speciale, una piacevole habituè dell’estate molfettese. Anche quest’anno sarà tempo di Sport Camp, campo estivo pomeridiano per bambini e ragazze dai 6 ai 14 anni che quest’anno spegne le 10 candeline. La location del camp estivo sarà ancora una volta la scuola media “G.S. Poli” di Molfetta, in via Molfettesi d’Argentina. Otto settimane coinvolgeranno i bambini e ragazzi in diversi sport, dal 14 giugno al 6 agosto nel campo estivo sportivo pomeridiano, ormai giunto alla decima edizione. Per questa edizione speciale, si rinnova la partnership con le società sportive SSD Football Academy Molfetta per il calcio, GSD Molfetta Bulls per il calcio a 5, ASD Country Club Molfetta per il tennis, ASD Circolo Tennistavolo Molfetta e la collaborazione con istruttori di judo. Entrano a far parte della famiglia dello Sport Camp, l’ASDAM Pegaso ’93 Molfetta per il volley, Molfetta Ballers per il basket, ASD Olimpia Club Molfetta per l’atletica, ASD Polisportiva Libertas Molfetta 1995 per il karate, la MMA grazie alla collaborazione con l’ASD Cage Lab e ASD Ginnastica Artistica Molfetta. Non solo questi dieci sport animeranno l’estate dei ragazzi molfettesi, ma tante altre novità ed attività. Per i nuovi ragazzi che decideranno di provare l’esperienza dello Sport Camp e vorranno iscriversi nel mese di maggio, inoltre, è riservata una fantastica promozione. Al momento dell’iscrizione, per tutti, saranno riservati gadget. In tutta sicurezza si rimette in moto la macchina organizzativa, in vista della decima edizione. Per tutte le informazioni di rito e per iscriversi allo Sport Camp, è possibile contattare i responsabili ai numeri 327/9521711 (Antonio Toma) e 348/0452187 (Gabriele Lucanie).

MOLFETTA. Recuperare e attivare la partecipazione, valorizzare i legami sul territorio e la condivisione attraverso l’arte sono gli obiettivi del nuovo progetto “In&Out – Giovani in relAZIONE” del laboratorio urbano La Cittadella degli Artisti di Molfetta (gestito da una RTI che ha come capofila la Cooperativa Kismet) presentato in un incontro virtuale martedì 4 maggio. Il Progetto, realizzato in collaborazione con i partner TRIC - Teatri di Bari, Malalingua, Tesla, associazione InCo, Radio FGen, T.a.Rock Records, Boombox Recording, associazione Culturale Magnitudo e patrocinato dal Comune di Molfetta, risponde al bando “Spazi di Prossimità” lanciato dalla Sezione Politiche Giovanili e Innovazione Sociale della Regione Puglia - nell'ambito della Programmazione del Fondo Nazionale per le Politiche Giovanili 2020, in collaborazione con l’Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione (ARTI). “L’emergenza sanitaria ancora in corso si è rivelata ben presto un’emergenza economica, sociale e una vera e propria paralisi della socialità. Questo è valso per ciascuno di noi, ma ha avuto un peso diverso per i giovani che hanno dovuto “congelare” non solo le loro relazioni, i contatti, ma qualche volta anche le idee e i progetti. Ecco perché in questo che ci auguriamo sia il colpo di coda di un anno complesso, sono felice di poter assistere all’avvio di iniziative realizzate da giovani che hanno potuto riprogrammare e riorganizzare idee e progetti, adattandoli al nuovo tempo che viviamo”, ha detto in apertura Alessandro Delli Noci, assessore allo Sviluppo economico e politiche giovanili della Regione Puglia. “L’emergenza determinata dal diffondersi del Covid-19 e le conseguenti misure prese per contrastarne la diffusione hanno avuto importanti ripercussioni sulla funzionalità ed operatività degli spazi pubblici destinati alle giovani generazioni. L’Avviso Spazi di Prossimità – ha aggiunto Marco Ranieri, esperto di politiche giovanili e innovazione sociale, agenzia regionale ARTI - vuole fornire una risposta alle necessità emerse dalle organizzazioni impegnate nella gestione degli spazi: da un lato dare un sostegno ai costi fissi gestionali per sopperire ai mancati introiti, dall’altro contribuire a nuove progettualità e nuovi modelli gestionali per far fronte alla complessità di questa fase storica, favorendo interventi che consentano di riorganizzare la fruizione dei contenuti culturali e sociali e di adeguare gli spazi per il rispetto delle regole del distanziamento sociale”. Partito nella sua prima fase a febbraio 2021 con il coinvolgimento attivo di 30 ragazzi e ragazze della città di Molfetta (in età compresa tra i 18 e i 25 anni) e frequentatori del Laboratorio Urbano “In e Out – Giovani in relAZIONE” risponde alle esigenze emerse a seguito della pandemia del Covid – 19: l’isolamento che stanno vivendo i giovani a causa anche dell’estrema digitalizzazione dei rapporti sociali. “A nome della amministrazione comunale di Molfetta esprimo la massima soddisfazione per questo progetto che guarda ai più giovani. Stiamo lentamente uscendo dalla pandemia e oltre a pensare alla ripresa economica, è importante sostenere i ragazzi in una sorta di ripresa formativa e sociale. Se è vero – dice Gabriella Azzollini - Assessore al turismo e marketing territoriale, promozione giovanile, Comune di Molfetta - che le tecnologie ci hanno consentito il mantenimento dei rapporti durante il periodo di isolamento, è impensabile che le relazioni umane non siano fatte di sguardi, momenti di condivisione “in presenza” e soprattutto di abbracci”. Augusto Masiello, presidente Cooperativa Kismet, capofila RTI Cittadella degli Artisti, ha ricordato l’esperienza fatta ad Adelfia con la trasformazione di un ex discoteca, bene sequestrato alla mafia, in un centro socio culturale, il MOMArt, in cui si è sperimentato un modello di “laboratorio urbano ante litteram” e poi ha aggiunto: “Il Kismet nasce storicamente da un gruppo di ragazzi e ragazze che volevano fare teatro nel proprio territorio, il suo impegno verso le nuove generazioni è dunque nel suo DNA. Soprattutto in questo momento storico abbiamo l’obbligo di sostenere i giovani nella loro comunità, rinforzare le loro competenze e l’immagine che hanno di sé e, conseguentemente, la loro resilienza. Ora non possiamo lasciarli soli. I luoghi di cultura come La Cittadella degli Artisti rispondo a questa emergenza sociale e per questo che il settore va sostenuto e fatto ripartire”. Il progetto “In&Out – Giovani in relAZIONE” prosegue con l’approfondimento dei temi individuati dai ragazzi attraverso un questionario (http://www.cittadellartisti.it/in-out/) con la visione di film, spettacoli, videoclip, e la facilitazione di esperti.

I prossimi appuntamenti:
- Lunedì 17 maggio (ore 19) incontro di presentazione del laboratorio multidisciplinare tra teatro e movimento, condotto da Marianna de Pinto, Marco Grossi e Mauro Losapio per l'associazione Magnitudo.

- Venerdì 21 maggio (ore 17) partirà il laboratorio approfondimento sulla consapevolezze di sé e la regolazione delle emozioni, condotto dalla psicologa Valentina Gadaleta.
Tutte le attività sono a ingresso libero previa prenotazione all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
“La partecipazione consapevole giovanile alla vita politica, sociale e culturale delle nostre comunità è una risorsa preziosa, che mai come in questo momento, va tutelata e guidata. È grazie ai giovani, alle loro competenze e alla loro visione di futuro che possiamo costruire e ridefinire nuovi Spazi di prossimità”, ha spiegato Michele De Palo, referente progetto Cittadella degli artisti Molfetta.

All’incontro ha partecipato anche Gianna Elisa Berlingerio dirigente Sezione competitività e ricerca dei sistemi produttivi della Regione Puglia. Sono intervenuti anche i ragazzi protagonisti del progetto che hanno presentato il logo “In&Out” creato da loro, gli esperti coinvolti Marianna de Pinto e Valentina Gadaleta, e i partner: Luigi Balacco per l’associazione Inco, Antonio Porcelli, Francesco Aiello, Getano Camporeale per Boombox recording e Beppe Massara per T.a Rock Records. “In&Out – Giovani in relAZIONE” è una progettualità in cui il semplice “esserci” e la possibilità di incontrare coetanei e professionisti del settore culturale stimola la creatività, il pensiero e la conoscenza. I giovani coinvolti costruiranno nuovi luoghi creativi esprimendosi nelle arti secondo i propri interessi e attitudini. Lo spazio comune diventa riscoperta di luogo di incontro reale dove sperimentare e ritrovarsi, punto di riferimento dove poter ritornare e rinfrancarsi dall’isolamento a cui ci ha confinato questa pandemia.  

Di seguito il link del video questionario https://www.youtube.com/watch?v=QYnoZ_xBI10&t=56s



MOLFETTA. È stata pubblicata all’albo pretorio la manifestazione di interesse per la concessione di spazi e aree pubbliche per l’occupazione dei dehors per bar, pub, pizzerie e ristoranti fino al 31 dicembre 2021. Questo bando – affermano il sindaco Tommaso Minervini e l'assessore al Commercio Gabriella Azzollini –, in previsione della zona gialla, è un primo sostegno al mondo della ristorazione, gravemente colpito dalle chiusure degli ultimi mesi. Siamo in stretto contatto con le associazioni di categoria e nelle prossime settimane, in sinergia, presenteremo un pacchetto di misure a sostegno dei comparti produttivi, del commercio e della ristorazione”. I dehors – si legge nell’avviso pubblico – dovranno essere di norma prospicienti il tratto di facciata interessato dall’esercizio commerciale. Il limite potrà essere derogato quando il fronte disponibile non sia oggetto di accessi e affacci. L’occupazione dell’area deve avvenire nel rispetto delle vigenti linee guida ed esclusivamente con posizionamento di elementi di arredo mobili, senza possibilità di elementi stabilmente ancorati a terra o che possano creare pericolo per la circolazione delle persone e dei mezzi. Gli esercenti interessati hanno facoltà di avanzare progetti di occupazione utili alla promozione della propria attività, proponendo la concessione di aree comunali anche non direttamente prospicienti o in prossimità del proprio esercizio”. Le istanze per il rilascio, per il rinnovo, per la proroga o per l’ampliamento della concessione di suolo pubblico devono essere inviate via pec all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., allegando la sola planimetria e senza applicazione dell’imposta di bollo. Per informazioni è attiva, dal lunedì al venerdì dalle 12 alle ore 14, una linea telefonica dedicata (080.3359267).

 

MOLFETTA. È stato prorogato al 30 giugno 2021 il termine per partecipare al bando per le borse di studio dell’Associazione Elena e Beniamino Finocchiaro. “Ci sono pervenute diverse segnalazioni da parte di docenti e studenti delle scuole superiori di Molfetta – spiega Tommaso Minervini, presidente dell’Associazione – che ci hanno rappresentato le difficoltà oggettive a concludere per tempo i loro elaborati, per via delle limitazioni alla didattica imposte dall’emergenza pandemica”. Considerato l’interesse suscitato e le numerose iniziative nel frattempo intraprese nei vari istituti scolastici, l’Associazione ha deciso, quindi, di prorogare al 30 giugno il termine per la consegna degli elaborati. Restano fermi temi, caratteristiche e modalità di consegna riportati nel regolamento. Le borse di studio – tre da 1.000 euro ciascuna per gli studenti delle scuole secondarie e due da 1.500 euro ciascuna per gli universitari – saranno conferite durante un evento pubblico dopo che la commissione esaminatrice, presieduta dal prof. Angelantonio Spagnoletti, socio e consigliere del sodalizio, avrà esaminato e valutato gli elaborati pervenuti.  Il regolamento è reperibile presso le segreterie delle scuole, sulla pagina Facebook dell’Associazione o direttamente a questo link:   https://www.dropbox.com/s/z9jm395k33sk779/Regolamento%20borse%20di%20studio%20Finocchiaro.pdf?dl=0

Informazioni e contatti, tramite l’e-mail dell’Associazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

MOLFETTA. Sconfitta ininfluente per la Pavimaro Pallacanestro Molfetta che, nell’ultima giornata del campionato di Serie B, cede alla Virtus Salerno con il punteggio di 62-75, al termine di una partita in cui Coach Carolillo ha fatto ruotare tutti i suoi effettivi a sua disposizione. I biancorossi iniziano la partita con: Dell’Uomo, Mazic, De Ninno, Bini e Visentin; Coach Parrillo risponde con: Rossi, Gallo, Mennella, Tortù e Rezzano; avvio di partita equilibrato con Molfetta che prova il primo allungo di serata con le triple di Calisi e Mazic (21-15), ma gli ospiti con il canestro di Maggio sulla sirena impattano a quota 23 alla fine del primo quarto. Nel secondo periodo Molfetta fa fatica a segnare ne approfitta Salerno per allungare con i canestri di Tortu e Valentini (23-39), i biancorossi si sbloccano con Bini ma le due squadre vanno all’intervallo lungo sul 29-46. Nel terzo quarto le triple di Mazic e Dell’Uomo riportano la Pavimaro Molfetta a contatto (43-51), i biancorossi con Dell’Uomo arrivano fino al meno sei ma Mennella e Rossi da oltre l’arco permettono a Salerno di andare all’ultimo mini riposo avanti 53-63. Negli ultimi dieci minuti di gioco Molfetta ci prova con Calisi e Dell’Uomo arrivando fino al meno cinque (58-63), ma Valentini e Tortù fanno la voce grossa sottocanestro e chiudono virtualmente il match, nel finale Coach Carolillo da spazio ai più giovani esordienti in serie B, il finale al Pala Poli è 62-75 per Salerno. Alla prima stagione in Serie B la Pavimaro Pallacanestro Molfetta chiude a quota 16 punti in undicesima posizione in classifica, ottiene la salvezza diretta e disputerà il campionato di Serie B anche il prossimo anno.

Pavimaro Pallacanestro Molfetta: Bini 17, Mazic 15, Dell’Uomo 11, Calisi 9, Visentin 4, De Ninno 4, Azzollini 2, Serino , Mezzina, Sasso, Kodra, Gambarota. Coach Carolillo.
Virtus Salerno: Tortù 23, Rezzano 14, Valentini 14, Gallo 10, Rossi 8, Mennella 3, Maggio 3, Beatrice, Caiazzo, di Doanto, Capocotta, Venga. Coach Parrillo.

MOLFETTA. Vittoria al cardiopalma per la Dai Optical Virtus Molfetta che batte 92-85 la Libertas Basket Altamura dopo un tempo supplementare e al termine di una gara rocambolesca e ricca di colpi di scena. La Dai Optical è costretta a rinunciare ancora ai giocatori in isolamento causa Covid e deve fare a meno di Musci, infortunato e lasciato precauzionalmente a riposo. Primo quarto equilibrato con Altamura che si affida alle triple di Clemente e Bojkovic mentre la Dai Optical trova i punti di Fiusco Orlando. Clemente sembra in serata di grazia da tre punti imitato dall’altra parte dal lituano Samenas che con due triple consecutive porta la Dai Optical sul +6 e primo quarto che termina 26-20Nel secondo quarto fa il suo esordio il giovane Hamlaoui che realizza subito 5 punti consecutivi. Gaudiano, Bojkovic e Egwoh realizzano per Altamura, mentre i biancoazzurri trovano le realizzazioni di Samenas Fiusco e si va al riposo lungo sul 44-41
Il terzo quarto rispecchia gli equilibri del primo tempo.La Dai Optical Virtus Molfetta trova in Calò Orlando i suoi principali terminali offensivi mentre Clemente si conferma infallibile da tre punti. Le chiamate arbitrali sono dubbie e quantomai frettolose. Qualche fallo tecnico di troppo innervosisce una gara fino a quel punto corretta e il terzo quarto termina 59-54. Nell’ultimo quarto succede di tutto. Clemente e Bojkovic portano Altamura sul – 3. Macernis Samenas realizzano per la Dai Optical costretta a dover far a meno proprio di Laurynas Samenas, fuori per doppio fallo tecnico. Altamura si porta in vantaggio con Egwoh e il solito Clemente, Macernis Calò riportano la Virtus a 2 lunghezze. Il doppio fallo tecnico fischiato alla panchina biancoazzurra consente ad Altamura di portarsi sul + 8 a 1.40 dal termine. La Dai Optical Virtus Molfetta però getta il cuore oltre l’ostacolo e rosicchia punto su punto con Calò Macernis prima del canestro decisivo di Fiusco a pochi secondi dal termine che porta le squadre al supplementare. Altamura non si capacità dell’occasione buttata al vento e nel supplementare è costretta ad alzare bandiera bianca dopo i canestri del decisivo Fiusco, ai liberi del letale Calò e ai punti del monumentale capitano Orlando. L’incontro termina 92-85 con la gioia e la festa dei giocatori biancoazzurri, consapevoli dell’impresa effettuata.Vittoria importantissima per la Dai Optical Virtus Molfetta che getta il cuore oltre l’ostacolo, rimane concentrata nel momento più difficile del match e vince un incontro dimostratosi più difficile del previsto.
Ottima la prova di tutto il gruppo biancoazzurro.Da sottolineare la prestazione del capitano Orlando, tuttofare e presente in ogni parte del campo.

Prossimo incontro per la Dai Optical Virtus Molfetta giovedì 6 Maggio, alle ore 20.00, al Palapoli, contro la Nuova Matteotti Corato

Dai Optical Virtus Molfetta – Libertas Basket Altamura – 92-85

Dai Optical Virtus Molfetta - Hamlaoui I. 5, Samenas L. 24, Aizupietis T., Orlando S. 20, Calò E. 13, Fiusco S. 15, Macernis O. 15, Musci E. ne, Bellinzona D.. All. Delli Carri L.

Libertas Basket Altamura: Egwoh C. 13, Clemente M. 34, Casareale M., Coretti A. 2, Gaudiano D. 8, Larocca R. ne, Bojkovic V. 15, Lopane D. ne, Liso S. 11, Loperfido G. 2. All. Cotrufo L.

Arbitri: De Carlo Francesco di Lequile (LE) e Ceo Maurizio di Mola di Bari (BA)

 

MOLFETTA. Si interrompe l'incredibile striscia positiva casalinga della Molfetta Calcio, imbattuta al Poli da marzo 2019! A far cadere il tabù ci ha pensato il Fasano battendo i biancorossi per 4-3 in un match pirotecnico. Doppio vantaggio ospite con la reti di Camara al 3', deviazione in rete in posizione sospetta di fuorigioco, e l'autorete di Lavopa che devia un cross basso nella propria porta nel tentativo di impedire la deviazione vincente di un attaccante ospite. La Molfetta Calcio, quest'oggi priva di Forte, Di Bari, Diallo e con Rafetraniania non al meglio in panchina, reagisce subito: accorcia al 15' con la punizione di Strambelli e nei minuti successivi sfiora la rete con la gran botta di Lacarra su punizione e ancora con Strambelli, il cui destro al 28' viene respinto con una gran parata dal portiere ospite. Il Fasano fa molto possesso, in particolare grazie a Meduri e Melillo, e gioca con sfrontatezza alla ricerca di punti salvezza, i biancorossi rispondono in particolare con le sortite di Strambelli e Varriale.Tante le occasioni da ambo le parti. Il Fasano prima sfiora la terza rete con il colpo di testa di Lopez salvato da Tucci e con il gran destro dello stesso attaccante fasanese che coglie la traversa e, poi, trovano il punto dell'1-3 ancora con il difensore Camara, stavolta di testa su azione d'angolo. In chiusura di prima frazione Triggiani, quest'oggi titolare, ci prova prima in scivolata e poi in rovesciata ma non riesce a gonfiare la rete. Ad inizio ripresa Varriale trova subito la rete del momentaneo 2-3 e la squadra crede nel pareggio. Il Fasano però non si scompone e crea ancora tanto: al 58' Gentile coglie il palo in diagonale e, sull'azione seguente, Lopez ribatte in rete una respinta di Tucci. Ancora Strambelli su punizione, all''83, segna una gran rete con palla che termina all' incrocio e ravviva un finale che diventa incandescente quando l'arbitro fischia con troppo anticipo- a meno un minuto da quanto precedentemente assegnato - per poi far rientrare tutti in campo tra le proteste di tutto lo stadio. I biancorossi restano a debita distanza di sicurezza dalla zona play-out, +10 punti, ma hanno bisogno di ulteriori punti per centrare la permanenza matematica in categoria. Prima occasione utile il prossimo match in programma mercoledì, nuovamente al Poli, con la R. Aversa alle 15:00.

 

Foto di Sergio Porcelli

MOLFETTA. Inizia con una vittoria l’avventura “rosa” della Molfetta Calcio nel Campionato Regionale d’Eccellenza, e,a farne le spese, sono state le ragazze della Nitor Brindisi. Una gara, quella disputata sabato 1° maggio al “P.Poli”, che ha regalato emozioni e gol. 4-3 il finale, che fa ben sperare per il proseguo del campionato. L’emozione è palpabile nelle ragazze molfettesi quando entrano in campo: è il loro “primo giorno” in una competizione vera; un’emozione che dura poco perchè al fischio d’inizio le ragazze si trasformano, mettendo via quello stato d’animo iniziale e giocando un calcio spumeggiante, ma, soprattutto, dimostrando in campo un grande affiatamento. Dopo nemmeno due minuti le ragazze biancorosse presentano il loro biglietto da visita agli avversari con un tiro pericolosissimo scoccato dall’ingresso dell’area grande che costringe il Brindisi a ripararsi in angolo. Il Molfetta crede nelle sue capacità e costringe la squadra ospite a chiudersi nella propria metà campo. Il gol del vantaggio arriva alla mezz’ora con Arianna Cimadomo che vede il portiere fuori posizione e con un tiro dalla tre quarti beffa il numero 1 del Nitor Brindisi. Il gol galvanizza le biancorosse che, controllano la gara e le avversarie, chiudendo il primo tempo in vantaggio. Nella ripresa le ragazze dimostrano la loro crescita e per ben tre volte gonfiano la rete avversarie con Erica Messina e soprattutto con Flavia Petruzzella, autrice di una doppietta. Un 4-0 che non lascia scampo alle salentine. Tuttavia, è proprio da quel notevole svantaggio che il Nitor Brindisi entra realmente in partita. Nel finale, complice la stanchezza e la panchina corta, il Molfetta subisce tre reti. Nei venti minuti finali, il Nitor Brindisi effettua tutte le cinque sostituzioni disponibili mettendo in campo forze nuove. Ma è troppo tardi: le biancorosse si chiudono nel loro fortino difendendo a tutti i costi quel gol di vantaggio che significa vittoria e la momentanea vetta del torneo. Gioia e tantissima emozione: sono questi i sentimenti che prevalgono al triplice fischio dell’arbitro, seguito da un terzo tempo (con tutte le dovute precauzioni anti Covid) già annunciato alla vigilia della gara. Prossimo appuntamento in trasferta, domenica prossima, a Trani contro l’Apulia. A fine gara è stata direttamente Donatella Di Bisceglie, allenatrice della Molfetta Calcio femminile ad analizzare la partita. «E’ una vittoria importante coincisa con il nostro esordio – ha commentato – con tre punti che ci danno entusiasmo e voglia di dire la nostra in questa torneo. Da lunedì si torna a faticare con allenamenti che dovranno perfezionare la forma atletica per ovviare a quanto visto nei minuti finali dove, complice la stanchezza, abbiamo subito il ritorno degli avversari». Felicità ma tanta consapevolezza sono aspetti che emergono dalle parole di Flavia Petruzzella autrice di una doppietta. «Siamo un gruppo unito che sa già quello che vuole – ha aggiunto – così come siamo consapevoli che la strada da percorrere è dura. Le sfide ci piacciono e con la vittoria di oggi lo abbiamo dimostrato».

MOLFETTA. Si è costituito il giovane che due giorni fa aveva aggredito tre agenti della Polizia locale in piazza Vittorio Emanuele. Si tratta di un 21enne già noto alle forze dell’ordine. Adesso è stato denunciato per resistenza, oltraggio, lesioni e minacce a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e rifiuto di fornire le generalità. Al termine delle indagini sono stati denunciate anche altre tre persone per resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità. A 24 ore dall’increscioso episodio – afferma l’assessore alla Sicurezza Pietro Mastropasqua – abbiamo identificato il responsabile. Ora inizia, però, una fase importante del controllo del territorio. Le istituzioni non gireranno la testa dall’altra parte e non staranno a guardare i fenomeni di illegalità, dallo spaccio alle occupazioni abusive. Nelle prossime settimane la zona di piazza Vittorio Emanuele, ma non solo, sarà attenzionata dalla Polizia locale e dalle altre forze di polizia anche con agenti in borghese”. Per dare un segnale importante – afferma il sindaco Tommaso Minervini – il Comune di Molfetta si costituirà parte civile nel processo che ci sarà contro l’aggressore dei nostri agenti. I cittadini sanno che al loro fianco c’è un corpo di Polizia, guidato dal Comandante Cosimo Aloia, sempre più preparato e pronto ad intervenire in tutte le situazioni di emergenza. Ringrazio i Carabinieri e la Guardia di finanza per la stretta collaborazione. La sinergia tra le varie forze dell'ordine è la giusta ricetta per sconfiggere le sacche criminogene della città".

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino