Redazione_Online

Redazione_Online

Molfetta. La band molfettese parteciperà all'evento Sanremese che si terrà questa sera alle ore 20.30 presso il Teatro del Casinò della città dei fiori

molfettadiolovuoleband210622La Diolovuoleband festeggia i 150 anni dalla nascita di Don Orione a Sanremo con un inedito omaggio al Santo della Carità dal titolo Fratelli miei.

Pax Minuto e Rox de Bari partecipano all’evento Sanremese organizzato dall’Istituto Don Orione che si terrà questa sera alle ore 20.30 presso il Teatro del Casinò di Sanremo.

Marta Bucciarelli, presidente dell’associazione Eventi Cristiani nel Mondo e l’editore musicale Preghiera in Canto, sono felici di omaggiare il Santo della Carità per eccellenza: Don Orione. La serata sarà incentrata sul tema solo la Carità salverà il mondo.

Intervengono monsignor Angelo Bagnasco, Don Flavio Peloso parroco e postulatore, Don Davide Gandini insegnante e formatore, moderatore Massimiliano Menichetti direttore di Radio Vaticana e con la partecipazione del Vescovo di Ventimiglia-Sanremo Monsignor Suetta.

La band pugliese vanta numerosi e prestigiosi riconoscimenti, il frizzante gruppo ha un numero veramente notevole di follower e durante i suoi concerti riesce a coinvolgere il pubblico presente con la sua gioia ed allegria. Le sue canzoni si ispirano ai temi tanto cari a don Tonino come le periferie, la fratellanza, la convivialità delle differenze, la solidarietà che va oltre le diverse culture, etnie e religioni.

Ancora una volta quindi proporranno in musica valori cristiani ed universali.

 

Molfetta. Giovanni Infante al termine dell'assemblea di Rifondazione comunista conferma la scelta del collettivo di confermarsi all'opposizione di tutte le destre

molfettainfante210622È questa la scelta del nostro collettivo dopo una discussione partecipatissima sui due verdetti delle elezioni: l'invotabile sindaco uscente Tommaso Minervini, nonostante la coalizione “rënzoulë", viene bocciato al primo turno da una città che sempre più non si reca alle urne.

Il centrosinistra dimostra tutta la sua inadeguatezza anche, ma non solo, per la partecipazione di componenti che hanno governato con  l’amministrazione Minervini. Il nostro collettivo considera le elezioni un passaggio della lotta quotidiana contro questo sistema che ad ogni scadenza elettorale sceglie il miglior interprete degli stessi interessi di pochi.

Dal 27 giugno si apre una nuova stagione di lotte dall’opposizione qualsiasi sia il risultato del ballottaggio, con la forza del nuovo entusiasmo e partecipazione che l’8% ottenuto al primo turno racconta solo in piccola parte. Non sono voti a disposizione per qualsiasi tipo di trattativa, né sopra né sottobanco.

Rimaniamo alternativi alle due proposte: i nostri elettori lo sanno bene, avendoci scelto per la discontinuità con il passato. A loro la libera scelta se sperimentare o meno l'illusoria alternanza di volti dietro cui ci sono interessi particolari.

Nella consapevolezza che l'opposizione a chiunque sieda sulla poltrona di primo cittadino è il solo modo per dare un futuro alla nostra comunità cittadina.

Opposizione che eserciteremo nel merito e con metodo inflessibile rispetto a qualsiasi maggioranza verrà fuori dalle urne, continuando la battaglia contro il trasformismo e la destra ovunque esse si annidino, apertamente o meno. I nostri elettori hanno la maturità per scegliere consapevolmente quale sia il migliore atteggiamento da tenere nel voto di questa domenica.

Noi siamo e continueremo a essere qualcosa d'altro, non ci avranno mai come vogliono loro, nelle loro forme di potere trasversale e trasformista. Molfetta è più di così. 

L'assemblea di Rifondazione comunista-Compagni di strada-Più di così con Giovanni Infante

Molfetta. La nota azienda molfettese intraprende una nuova attività di informazione scientifica che verrà fornita dai professionisti del settore

molfettavalentinapaiano200622 L’informazione scientifica? Può essere semplificata in modo eccezionale, e lo dimostra la nuova attività avviata da Network Contacts per conto di un’importante azienda farmaceutica.

Protagonisti restano i professionisti del settore: laureati in chimica farmaceutica, tecnologia farmaceutica, biologia, farmacia, veterinaria, medicina e chirurgia, bioinformatica, scienze biosanitarie.

Cambia radicalmente il metodo però: non più infiniti “pellegrinaggi” in auto alla ricerca di un confronto con i medici a cui proporre farmaci, ma un comodo servizio telefonico che consente di prendere appuntamento e fissare un giorno e un’ora in cui descrivere le caratteristiche dei farmaci proposti e procedere con la fornitura richiesta.

«L’attività – racconta Valentina Paiano, business manager di questo nuovo servizio – è partita da un paio di mesi e sta coinvolgendo già un buon numero di persone. Ovviamente vogliamo proseguire e far crescere ulteriormente questo segmento, che davvero può dare una svolta al settore, migliorando notevolmente il lavoro dei medici. Non si dimentichi un ulteriore aspetto: contribuisce a rompere pregiudizi sempre più datati rispetto al mondo del call center».

In particolare gli operatori telefonici, ben oltre lo stereotipo del “disturbatore”, diventano medici che forniscono un servizio fondamentale. Figure avanzate, che godono di strumenti digitali, tecnologici, interattivi. Centrali in un servizio moderno e utile. Funzionale e flessibile. In una parola “smart”.

 

Nella foto: Valentina Paiano.

Molfetta. Luciano Savi presidente del club biancorosso traccia il bilancio della prima Serie A2 e fa programmi per il futuro della Nox

molfettanox200622Al primo anno in Serie A2 la Nox Molfetta ha festeggiato la salvezza raggiunta con un turno d'anticipo in regular season, la qualificazione ai playoff promozione, il miglior attacco del girone C con 77 reti e la vittoria della classifica marcatori con Nanà, a segno per 26 volte.

A ciò si aggiunge la nascita del settore giovanile con 22 bambine tesserate, già partecipanti al torneo amichevole Futsal on the road con altre pari età del circondario e poi a Futsal in progress, manifestazione tra le più importanti dedicate alle under11 e alle under13 nel calcio a 5 femminile.

È su questo che il presidente Savi focalizza il proprio bilancio di fine stagione: l'annata 2021/2022 si concluderà ufficialmente il 30 giugno ed è tempo di ripercorrere tutti i mesi della Nox Molfetta.

«È stata una stagione che ci ha visto protagonisti, oltre ogni più rosea aspettativa a dimostrazione che il lavoro che stiamo svolgendo è quello giusto - sono le prime parole del presidente Savi - Nonostante un inizio difficilissimo, non ci siamo mai disuniti, non è mai mancata la mia fiducia a staff e squadra e sono venute fuori prestazioni di livello, di conseguenza anche i risultati che ci hanno consacrato tra le migliori matricole in A2, tra le realtà più belle del calcio a 5 nazionale femminile».

Al primo anno nella seconda serie nazionale di futsal, la Nox Molfetta aveva l'obiettivo della salvezza, «raggiunto con fame e determinazione, anche grazie all'apporto di un pubblico meraviglioso che ha riempito il PalaFiorentini ogni domenica e non ha mancato di seguire la squadra anche in trasferta, come a Sammichele, dove sembrava che fossimo noi la squadra di casa e non quella in trasferta. Per non parlare della festa, dello spot per tutta la città che è stato il derby al PalaFiorentini: festeggiare con i nostri tifosi i playoff promozione è stato un grandissimo motivo di gioia e anche di orgoglio».

Proprio i playoff sono, per il presidente della Nox Molfetta Luciano Savi, la pagina più entusiasmante della stagione: «giocarli ed essere stati in bilico sul risultato, fino a 30 secondi dalla fine, è stato per noi motivo di grande consalevolezza vista tra l'altro l'assenza del capocannoniere del campionato, Nanà, e il l'avversario, la Femminile Molfetta che attraverso la formula dei play off è approdata meritatamente in serie A. Ne approfitto per rinnovare gli auguri e complimenti a tutti i dirigenti e la squadra per l' importante obiettivo».

Orgoglio rappresentato anche dal fiore all'occhiello di questa stagione: la nascita del settore giovanile.
«Vedere queste bambine giocare e divertirsi è la soddisfazione più grande. - prosegue Savi - Nessuno credeva che ce l'avremmo fatta, invece abbiamo fatto diventare realtà un sogno, creato un forte legame con le famiglie e un fortissimo senso di appartenenza nelle piccole. Sentirle dire "Giochiamo nella Nox" è qualcosa di speciale».

Una stagione che ha portato la società biancorossa «a confermare il proprio seguito sui social, ad affermarsi in città come una società sportiva riconosciuta e riconoscibile. Ciò ha avvicinato sponsor che ci hanno consentito di vivere questi mesi con serenità: senza il loro sostegno nulla sarebbe stato possibile e di questo non posso che ringraziarli singolarmente».

Il futuro però non è lontano. «La stagione 2022/2023 inizierà ufficialmente il 1° luglio. È ovvio che con la dirigenza siamo già al lavoro per programmarla ma, come è nel nostro costume, parleremo solo al momento giusto di quello che sarà».

 

Foto di Agim Doci

Molfetta. Parte dei proventi del concerto saranno devoluti in beneficenza al popolo ucraino grazie al progetto Eirene con il SerMolfetta

molfettaofp200622Dopo l’ultimo grande successo in Calabria, a Pola per il Festival Cultura Tradizioni Suggestioni e quello a Bari, con la replica di Viaggio a Salisburgo presso il Teatro AncheCinema, l'Orchestra Filarmonica Pugliese torna a Molfetta con il noto evento Piano & Friends, giunto quest'anno alla IV edizione.

In occasione della Festa Europea della Musica questa sera alle ore 20:30 presso le Terrazze di Sant'Achille nel Parco della Musica, l'Orchestra Filarmonica Pugliese porta in città Danylo Saienko, pianista Ucraino di fama internazionale, vincitore di tantissimi premi e, tra gli altri, dell'ultimo Concorso Pianistico Internazionale Giovanni Colafemina.

Saienko interpreterà il V concerto per pianoforte e orchestra di Ludwig Van Beethoven e a seguire l'Orchestra Filarmonica Pugliese eseguirà la celeberrima Sinfonia V del compositore tedesco. Il M° Giovanni Minafra, direttore stabile della compagine, cui è affidata la bacchetta per questa produzione garantisce anche sorprese e colpi di coda.

Parte del ricavato del concerto sarà devoluto in beneficenza alle popolazioni ucraine, infatti la manifestazione è frutto della sinergia tra il Consolato di Moldova di Bari, la Delegazione dell'Ordine di Malta di Puglia e di Lucania coadiuvati dal Cisom Molfetta e Diocesi Molfetta.

Costo del biglietto 8 euro, ma sarà possibile fare una donazione in loco. È già possibile acquistare i biglietti on line sul sito https://www.obabaluba.it oppure direttamente in agenzia in Piazza Garibaldi 27 oltre che presso l’InfoPoint di Molfetta e la sede del SerMolfetta.

Per info 353 367 7067 - www.filarmonicapugliese.com/.

Molfetta. Il candidato sindaco Tommaso Minervini ribadisce l'importanza di votare con coscienza per garantire a Molfetta un futuro positivo e operoso

molfettatommaso140622«Faccio un appello - afferma Tommaso Minervini - alla cittadinanza attiva, ai lavoratori e agli imprenditori, agli operatori del volontariato e ai liberi professionisti di questa città.

Domenica 26 giugno votiamo per lo sviluppo di Molfetta, non per una paralisi e per un commissario prefettizio. Votiamo con coscienza per il presente, ma soprattutto per le generazioni future».

«Noi siamo la maggioranza silenziosa e operosa si questa città - conclude il primo cittadino - che si contrappone alla minoranza rumorosa di sciacalli, gufi e leoni da tastiera che, pur sapendo di non avere possibilità di governare la città, mentono spudoratamente per ubbidire agli ordini dei partiti e dei padroni, prendendo in giro i cittadini. Noi vogliamo continuare a rappresentare la Molfetta positiva e operosa».

Molfetta. A pochi giorni dal ballottaggio, il candidato sindaco Lillino Drago illustra le sue linee programmatiche per rendere Molfetta una città a misura di bambini, anziani e disabili

molfettalillinodrago«Molfetta ha oggi una qualità della vita molto bassa, come tutti si rendono conto ogni giorno. Degrado urbano e servizi pubblici scarsi e inefficienti rendono la nostra città ostile per tantissimi molfettesi, di ogni fascia di età».

Il candidato sindaco Lillino Drago lancia la sua ricetta per rendere Molfetta una città amica e vivibile per tutti. «Una città amica è innanzitutto una comunità che si prende cura quotidianamente di chi è più debole e più fragile, come anziani o persone con disabilità, e che affronta le nuove povertà battendosi concretamente contro ogni forma di diseguaglianza ed esclusione sociale. Da questo punto di vista il Comune, come ente di prossimità, può fare molto ma il nostro sistema dei servizi sociali deve essere potenziato e profondamente riqualificato per poter fornire un’assistenza tempestiva ed effettiva, non meramente burocratica, alle persone in difficoltà per qualsiasi motivo. Per questo abbiamo proposto l’istituzione dell’assistente sociale di quartiere o l’attivazione di una ‘banca del tempo’ per valorizzare il contributo che ciascuno, volontariamente, può offrire in favore degli altri».

«Sotto altro profilo – prosegue Lillino Drago illustrando le sue linee programmatiche – Molfetta deve diventare una città a misura di bambino: saranno allestiti spazi gioco adeguati in ogni quartiere, sottoposti a una manutenzione attenta e continua, anche grazie alla collaborazione delle realtà associative presenti sul territorio; sarà realizzato almeno un secondo asilo nido comunale con le risorse destinate per questo dal PNRR, oltre alla ludoteca pubblica e al Museo dei Bambini nella zona delle ex Ciminiere.

Grande attenzione anche agli anziani, grazie a un’Assistenza Domiciliare Integrata da ripensare radicalmente, al fine di offrire servizi più vicini alle esigenze effettive delle persone, incentivando soprattutto le esperienze di residenzialità basate sul principio di buon vicinato anche al fine di ridurre il rischio di isolamento sociale.

Nel nostro programma, inoltre – continua Drago - c’è la proposta di istituire una polizza assicurativa a carico delle casse comunali in favore dei residenti over 70 vittime di furti, rapine, scippi e truffe con sottrazione di denaro, in modo da assicurare un supporto in caso di danni in occasione di eventi così odiosi che, purtroppo, si stanno moltiplicando anche nella nostra città.

Molfetta dovrà anche diventare, finalmente, una città accessibile per tutte le persone con disabilità: bisognerà attivarsi per abbattere le tante barriere architettoniche ancora presenti anche in edifici pubblici, e progettare spazi urbani e attrezzature accessibili, confortevoli e sicure.

Occorre, inoltre, immediatamente intervenire per rimettere in funzione gli ascensori pubblici installati ma mai sottoposti a una seria manutenzione e, pertanto, inutilizzabili, e per risistemare gli scivoli sui marciapiedi, molti dei quali attualmente costituiscono essi stessi un pericolo per l’incolumità delle persone.”.

«Ho a cuore Molfetta – conclude Lillino Drago – e il mio impegno sarà quello di renderla una città bella da vivere, per tutti»

Molfetta. Il sedicenne Piliero ora è atteso al campionato mondiale under 17 che si terrà a luglio a Roma

molfettalottalibera200622Non era tra i favoriti della competizione Martino Piliero. Per il giovane lottatore si trattava della prima partecipazione a un campionato europeo, che si è svolto a Bucarest, in Romania. Ma non è andato lontano dal podio nella categoria fino a 110 kg. Infatti dopo aver perso, pur essendo stato in vantaggio per 2 a 0, con il forte lottatore turco, classificatosi secondo al termine della gara, il lottatore molfettese si è giocato l’accesso alla finale per il terzo posto contro il tedesco.

Nonostante il suo avversario pesasse oltre 10 kg in più, Martino Piliero, il quale al peso ufficiale aveva fatto segnare “solo” 94 kg, ha perso 3 a 2, cercando la vittoria sino all’ultimo secondo. Risultato che ha permesso poi al tedesco l’ingresso alla finale per il terzo posto, vinta nettamente con il georgiano per 9 a 2.

Quindi, un settimo posto per l’atleta dell’ASD Palomba Francesco Wellness Club che fa ben sperare per le prossime competizioni internazionali.

Molfetta. Ancora un'altra collaborazione cinematografica internazionale per l'attore molfettese Arturo Gambardella

molfettagambardellacontent190622Si chiama Arturo Gambardella, è un attore, è di Molfetta e ha una lunga carriera nel mondo del cinema e della televisione.

Tanti i registi italiani e stranieri con cui ha collaborato tra cui Sergio Rubini, Leonardo Pieraccioni, Marco Bellocchio, Paolo Sorrentino e con lo statunitense Ron Howard.

Non è la prima volta che l'artista nostrano partecipa a una produzione internazionale e questa volta ha preso parte al film Gold Diggers, un thriller avvincente diretto dal regista Valerio Esposito. La produzione del film, girato tra Roma e Dubai, è la stessa del film Compromessi con Diego Abatantuono e Vincenzo Salemme, a cui Arturo Gambardella ha partecipato nel 2019.

Anche questa volta il cast del film è internazionale e vanta la presenza dell'attore premio Oscar Danny Glover, il cui volto rimane legato alla partecipazione a quattro film della serie Arma Letale con Mel Gibson.

Nel cast di Gold Diggers anche Marco Bocci, Angela e Marianna Fontana e l'attrice e modella spagnola Paz Vega.

Un alone di mistero avvolge la trama del film che è in fase di produzione, per tanto per soddisfare la nostra curiosità dovremmo pazientemente aspettare che Gold Diggers esca nelle sale cinematografiche.

«E’ stato molto emozionante girare con un premio Oscar – ha detto Arturo Gambardella - e sono veramente orgoglioso di aver fatto parte di questo progetto, di cui non posso dire altroIl film uscirà entro il 2022 e invito tutti ad andare a vederlo perchè è un film bellissimo che merita di essere visto».

Dunque a noi non resta che attendere l'uscita del film e augurare ad Arturo Gambardella sempre il meglio e di volare sempre più su. Ad maiora Arturo!

Molfetta. Martino Piliero, fiore all'occhiello del Team Francesco Palomba è in queste ora a Bucarest per conquistare il podio internazionale di lotta libera under 17

molfettalottalibera180622Dopo la prima giornata di competizione al campionato europeo di lotta libera, under 17, della categoria 110, il molfettese Martino Piliero è ancora in gara.

Questa mattina dalle ore 10.30 Piliero ha iniziato la sua gara per conquistare il podio. Nella giornata di ieri venerdì 17 giugno, infatti, ha perso, 4 a 2 con schienata, contro il lottatore turco, dopo essere stato in vantaggio per 2 a 0. Ed è stato proprio il turco, arrivato in finale, a permettere il ripescaggio di Martino Piliero.

Per la conquista del bronzo, il giovane lottatore del team Palomba se la vedrà prima con un tedesco e poi con un georgiano. Al suo angolo ci saranno gli allenatori della nazionale giovanile Daniel Franchi e Igor Nencioni.

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino