Redazione_Online

Redazione_Online

Molfetta. Lama Martina diventerà un vero e proprio Parco naturale in pieno territorio urbano con interventi per 3.700.000 euro

molfettalamamartina180622Nell’ambito del bando nazionale Piani Integrati, BEI, Fondo dei fondi - M5C2 – Intervento 2.2 b del PNRR promosso dal Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli affari Interni e Territoriali, Molfetta aveva presentato il Progetto Parco Lama Martina. Attivazione del Parco della Lama e sua integrazione con il tessuto urbano consolidato.

Il progetto è stato finanziato ed ora deve passare alla fase esecutiva, in concerto con le associazioni e gli abitanti del lungo lama. Inoltre il progetto dovrà essere rendicontato, come tutti i finanziamenti PNRR, entro e non oltre il 2026, altrimenti Molfetta perderebbe i finanziamenti e una grande opportunità.

Come abbiamo detto nelle scorse settimane il progetto prevede lo sviluppo di percorsi ciclo-pedonali sterrati, per oltre 4 km, il recupero e la rifunzionalizzazione degli immobili e degli elementi antropici esistenti come pagghiarcasine, muri a secco e costruzioni rupestri. Alcuni immobili saranno predisposti alla ricezione ricreativo-turistica, e verranno riqualificati.

Previsto anche l’inserimento di elementi indicatori e piccole infrastrutture, indicatori dei percorsi, indicatori didattici, aree di sosta con panchine, strutture rifugio, cartelli segnalatori, staccionate di separazione, aree di fitness all'aperto e poi ancora l’eliminazione degli elementi cementizi inutili al contesto viali, piccole strutture; la rifunzionalizzazione di aree libere, interne alla lama, da destinare alla coltivazione di orti urbani e orti didattici; la piantumazione con inserimento di nuova flora autoctona.

E poi saranno realizzati marciapiedi, creati con materiale drenante, a ridosso delle villette a schiera già presenti e un sistema di allerta idrometeorologico che consenta il deflusso delle acque di ruscellamento superficiale verso il mare durante le precipitazioni e le alluvioni.

Molfetta. Questa sera al termine della Santa Messa che si celebra nella Cattedrale di Molfetta seguirà la Processione Eucaristica lungo le strade principali della città

molfettacorpuschristi170622Oggi, domenica 19 giugno, il mondo cattolico festeggia il Corpus Domini, la Solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo. Quella del Corpus Domini è una delle principali solennità dell'anno liturgico della Chiesa Cattolica e fu istituita per la prima volta nel 1264 da Papa Urbano IV dopo aver riconosciuto il miracolo dell'ostia che durante una celebrazione Eucaristica iniziò a sanguinare.

È un evento fortemente seguito in tutto il mondo e anche a Molfetta la processione e la celebrazione del Corpus Domini è un evento partecipato con particolare trasporto dai cittadini. A Molfetta si inizierà questa sera alle ore 18.30 nella Cattedrale intitolata a Santa Maria Assunta, con la celebrazione Eucaristica presieduta dal vescovo S.E. Mons. Domenico Cornacchia.

Al termine, seguirà la solenne Processione Eucaristica organizzata dal Capitolo Cattedrale, dall'Arciconfraternita del Santissimo Sacramento e dall'Opera Pia Monte di Pietà.

Il solenne corteo si snoderà lungo il seguente itinerario: Corso Dante, via San Domenico, via San Carlo, via G. Mameli, via Roma, piazza Cappuccini, corso Margherita di Savoia, via Vittorio Emanuele, piazza Garibaldi, per poi ritornare su Corso Dante.

Al termine della Processione, sul sagrato della Cattedrale, verrà impartita la benedizione Eucaristica. Pertanto nella giornata di oggi sarà istituito il divieto di transito e fermata su Corso Dante dalle ore 15 alle ore 22, lo stesso divieto di circolazione sarà applicato per tutta la durata dell'evento lungo il percorso che interesserà la processione.

Il vescovo Mons. Domenico Cornacchia invita i fedeli ad addobbare i balconi al passaggio del Santissimo Sacramento. 

 

Foto da Pixabay

Molfetta. Ci sarà anche Silvia Iacobone al Goalkeeper Futsal Challenge, la sfida tra i migliori portieri del calcio a 5 femminile nazionale che si svolgerà a Bitonto domenica 19 giugno

molfettanoxiacobone170622Silvia Iacobone, portiere della Nox Molfetta sarà in gara contro altri numeri uno della specialità, a partire dall'idolo indiscusso e simbolo azzurro del ruolo nel futsal in rosa, Valentina Margarito.

La numero uno dei numeri uno, tra i portieri più forti di sempre e già estremo difensore della nazionale italiana e del Real Statte, si mette in gioco con una serie di talenti emergenti tra cui la 25enne della squadra del presidente Luciano Savi

A contendersi il titolo di miglior portiere ci saranno anche, tra gli altri, Roberta Linzalone del Real Statte, Martina Cacciapaglia del Città di Taranto, Claudia Antonaci della Virtus Cap San Michele e Daniela Loconsole del Bisceglie Femminile. 
La competizione verterà su sette entusiasmanti confronti una contro l'altra prima di decretare la migliore. 

Per Iacobone si tratta della degna conclusione della sua miglior stagione: 9 presenze sulle 23 partite totali disputate dalla Nox Molfetta in A2, con prestazioni importanti come quelle contro Vis Fondi, in trasferta, e Atletico Foligno, al PalaFiorentini, che hanno dimostrato la crescita esponenziale della giocatrice bitontina allenata per tutto l'anno da Nico Spadavecchia.

 

Foto di Martina Camporeale

Molfetta. Si svolgerà questa sera il secondo evento musicale dedicato a don Salvatore Pappagallo, fondatore della nota Scuola Popolare di Musica Dvorak

molfettadvorak170622Combattere con le armi della musica l'analfabetismo musicale, quindi culturale. Questa la motivazione di vita che don Salvatore Pappagallo, fondatore della Scuola popolare di musica A. Dvorak ha avuto con sé e che è riuscito a trasmettere anche alle generazioni succedutesi dopo di lui.

I giovani musicisti di oggi, si ritrovano in questi due giorni per una rassegna di musica organizzata in collaborazione con il Conservatorio N. Piccinni di Bari. L'iniziativa è sostenuta peraltro dalla Fondazione Vincenzo Valente e dal Museo Diocesano di Molfetta.

L'appuntamento è rinnovato a questa sera, 17 giugno, alle ore 20.30 presso il Museo Diocesano di Molfetta, ingresso libero. Poco prima, alle ore 19, sarà celebrata presso la Chiesa di San Pietro nel Centro Storico di Molfetta, una Messa in suffragio di don Salvatore Pappagallo, nell'undicesimo anno dalla scomparsa.

Molfetta. L'obiettivo è convertire l'area dell'ex mercato ortofrutticolo in un polo d'attrazione e rivitalizzazione sociale e culturale

molfettaexareamercatile170622Spazi per il coworking, la banca del tempo, un centro diurno per minori, uno sportello per la mediazione culturale, un centro di orientamento lavoro e formazione. E poi, una ludoteca, un punto ristoro, spazi per Start-Up Attività imprenditoriali giovanili, e uno spazio di conciliazione vita-lavoro “co-working family”. E una grande area parcheggio sotto e sopra il grande spazio che si affaccia sui vecchi box che torneranno a nuova vita. Molfetta è ad un passo dalla rinascita dell’area ex mercato ortofrutticolo all’ingrosso, nel quartiere San Giuseppe.

Come è noto, nelle scorse settimane, il ministro dell’Economia e Finanza ha assegnato le risorse per i piani urbani integrati finanziati nell'ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Nell’elenco definitivo dei piani urbani integrati (PUI) finanziabili, selezionati e presentati dalle Città metropolitane, c’è anche il progetto del Comune di Molfetta, denominato Area ex Mercato Ortofrutticolo all'Ingrosso - riqualificazione area esterna e ristrutturazione immobili esistenti da destinare ad attività mercatali e socio/educative/culturali tese a ridurre i fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale. Il progetto è stato interamente finanziato per 4.800.000,00 euro.

L’obiettivo principale dell’intervento è il recupero e la rigenerazione di un’area degradata, per renderla un polo di attrazione e rivitalizzazione sociale e culturale, in grado di restituire decoro urbano ad un intero quartiere con lo sviluppo dei servizi commerciali, sociali ed educativi e la promozione delle attività culturali, didattiche e sportive e una grande area a parcheggio in superficie ed interrato per migliorare la qualità della vita, la viabilità, l’igiene e l’interazione logistico relazionale di tutto il quartiere.

Il prossimo step sarà la realizzione del progetto esecutivo che sarà redatto con le intese del quartiere. I lavori, come tutti quelli finanziati dal PNRR dovranno concludersi entro il 2026.

Molfetta. Dopo il successo del primo evento, domani si replica la passeggiata storica tra i vicoli molfettesi

molfettafaitour16622Sabato 18 giugno la sede FAI di Molfetta propone Storie e leggende nella città vecchia, un percorso itinerante arricchito dal racconto delle vicende storiche più importanti che hanno interessato la nostra città.

Quella proposta dal FAI-Molfetta, con la partecipazione degli studenti del Liceo Classico Da Vinci che daranno vita a personaggi del passato, non è un semplice tour storico, ma è arricchito dalla sapiente e divertente narrazione di uno dei custodi della tradizione e storia molfettese, Pietro Capurso.

Un evento affascinante e curioso nel quale si svelano alcuni segreti o nomi dimenticati della città vecchia. Per esempio, in quanti sanno che l'attuale Piazza Municipio fino a non molto tempo fa era denominata Piazza Castello perché proprio lì per l'appunto vi era un fortino?

O quanti di voi conoscono la vera storia di Rosa Picca, eroina molfettese su cui si è raccontato di tutto fuorché la vera vicenda? Tutto questo e molto altro sarà possibile scoprirlo passeggiando tra le belle viuzze e vicoletti di Molfetta vecchia, sabato 18 giugno.

Il tour partirà alle ore 18.30 da Piazza Municipio, il percorso durerà all'incirca 75 minuti. Per partecipare è necessario prenotare al numero 346 4760192.
Le visite si terranno per gruppi di 25 persone.
Non vi è un biglietto, ma si richiede un contributo individuale di 5 euro.

Molfetta. Scappato tre giorni fa dalla sua gabbietta, il pappagallo è stato ritrovato da una cittadina sul suo balcone di casa

molfettachem160622Un esemplare di Parrocchetto monaco è volato via dalla sua gabbia, in zona via Baccarini, nella serata di domenica 12 giugno. Il suo proprietario ha dato immediatamente l'allarme via Facebook pubblicando le foto del suo adorato Chem e descrivendone le fattezze.

Il tam tam via web ha permesso il ritrovamento dell'esemplare che dopo tre giorni ha trovato riparo sul balcone di una cittadina molfettese.

La signora, avendo intuito che si trattasse del pappagallo scomparso, anche grazie all'anello di riconoscimento applicato su una delle zampette, lo ha fotografato per poi condividere le foto con il proprietario che lo ha riconosciuto e recuperato nell'immediato.

Un'altra storia a lieto fine è stata resa possibile anche grazie alla segnalazione diffusa dal giornale. Per tanto invitiamo i nostri lettori a segnalare in redazione episodi simili o qualsiasi cosa si ritenga utile sottoporre all' attenzione pubblica.  

Molfetta. Dopo la donazione di un defibrillatore alla Cooperativa Oasi 2 seguirà l'intervento dell'archeologo dott.Nicola Pinto che parlerà del Pulo la caratteristica dolina molfettese

molfettarotarylocandina160622Doppio evento questa sera di venerdì 17 giugno, al Rotary Club di Molfetta. Alle ore 20 a Palato Bistrot in Corso Dante 66, ci sarà il service della donazione di un defibrillatore alla Cooperativa Oasi 2, che si occupa di accoglienza ai migranti, nello spirito del motto di quest’anno “accogliere e condividere in amicizia” che si ispira agli insegnamenti del vescovo venerabile don Tonino Bello.

A ritirare il defibrillatore dalle mani del presidente del Rotary Felice de Sanctis, sarà uno dei migranti assistito dalla Cooperativa, con la partecipazione di Gianni Spagnoletta, presidente della Croce Rossa di Molfetta, che si è offerta di addestrare gli operatori della cooperativa all’uso dello stesso apparecchio elettronico salvavita.

Seguirà, alle ore 20.30, una conversazione del dott. Nicola de Pinto archeologo, che parlerà sul tema: “Il Pulo di Molfetta, rituale, costruzione e percezione del culto”. Lo stesso archeologo, il giorno dopo, sabato alle ore 11 accompagnerà i soci del Rotary in una visita guidata al sito neolitico.

Molfetta. Per l'ultima gara del Campionato Regionale di Eccellenza Femminile la squadra biancorossa batte per 1-0 le ragazze del Nitor Brindisi e ora spera in un risultato favorevole tra le altre squadre che si contendono il titolo

molfettfemminle160622Le grandi parate della numero uno del Nitor Brindisi Sirya Macchia, l’inoperosità di Nadia Fiorentino portiere della Molfetta Calcio Femminile e la caparbietà di Carla Carlucci che con la sua rete regala la prima ed unica vittoria alle ragazze biancorosse.

E’ così che si può sintetizzare l’ultima gara della stagione della Molfetta Calcio Femminile che, presso il precampo di Brindisi, ha battuto l’ottima Nitor nell’ultima giornata del Campionato Regionale di Eccellenza Femminile.

Le biancorosse chiudono la stagione con una vittoria, dedicata al proprio mister, Vincenzo Petruzzella, assente nella trasferta di Brindisi per motivi personali.

Questa la trama da libro “cuore” della gara tra il Nitor Brindisi e la Molfetta Calcio che adesso attende il confronto tra Phoenix Trani e il Nitor Brindisi: entrambi, in caso di vittoria, potrebbero superare il Molfetta che ad oggi guida la classifica del torneo; ma in caso di parità tra queste ultime, ci vorrà un match supplementare tra la Nitor e la Molfetta Calcio per decretare la squadra vincitrice del campionato.

Tornando agli ultimi novanta minuti di gioco, le biancorosse sono scese sul terreno di gioco motivate, alla ricerca dei tre punti, presidiando la metà campo dei Brindisi costantemente durante il primo e il secondo tempo. Le indicazioni dei due mister in panchina, Nico Messina e Giovanni Spadavecchia, tuttavia si rivelano tatticamente preziose.

Le biancorosse continuano ad attaccare e vanno più volte vicino al vantaggio nel primo tempo con Flavia Petruzzella. Per le innumerevoli occasioni create, bugiardo il risultato del primo tempo chiusosi a reti inviolate.

La seconda frazione di gara si apre nello stesso modo: la Molfetta Calcio attacca e il Nitor Brindisi prova a contenere gli assalti delle biancorosse con Syria Macchia chiamata a fare miracoli per negare il gol ancora una volta a Flavia Petruzzella.

Pericolosa, la Molfetta Calcio Femminile sugli sviluppi di un tiro di punizione calciato benissimo da Maira Abbadessa con il pallone che supera di poco la traversa. Il vantaggio, tuttavia, è nell’aria. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la stessa Abbadessa pennella in area un prezioso cross raccolto dalla testa di Carla Carlucci che porta in vantaggio le proprie compagne.

Raddoppio sfiorato allo scadere da Antonella Sgherza con un tiro che finisce di poco alto. Al triplice fischio dell’arbitro, la Molfetta Calcio festeggia, sperando in un risultato favorevole tra Phoenix Trani e Nitor Brindisi.

Tra Coppa Italia e Campionato sono state quattro le reti realizzate da Carla Carlucci che aggancia Flavia Petruzzella. Scettro di regina del gol rimane a Sara Paparella con 5 reti realizzate tra coppa e campionato. «E’ questa una vittoria che ripaga gli sforzi di questa stagione – ha commentato a fine gara Carla Carlucci – ma il nostro ringraziamento va a tutta la società, in primis a Loredana Lezoche che ha sempre creduto in noi e in questo meraviglioso progetto, oltre che a tutto lo staff tecnico e dirigenziale».

 

Molfetta. La mostra sarà visitabile dal 18 al 26 giugno presso la Sala dei Templari

molfettaicoloridell0anima160622Sarà inaugurata sabato 18 giugno la collettiva d'arte Un mondo a colori, promosso dall'associazione culturale Symposium e organizzata dall'associazione I colori dell'anima.

La collettiva ha come tema la discriminazione e il pregiudizio, due macchie indelebili della nostra società, due argomenti purtroppo sempre attuali che bisognerebbe cancellare, eliminare e che solo la cultura, il dialogo e il continuo confronto con l'altro possono sciogliere.

La mostra si svolgerà nella suggestiva Sala dei Templari che per l'occasione sarà aperta dal martedì alla domenica dalle ore 17.30 alle ore 21.30. La collettiva si potrà visitare anche il sabato e la domenica mattina dalle ore 10 alle 13.

L'ingresso è gratuito.

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino