Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. Si è concluso da pochi giorni il girone di andata dei campionati a squadre ed è possibile fare il punto della situazione di una stagione davvero difficile da programmare. Incertezze, paure, decreti si sono alternati a coraggio, passione e rispetto delle regole. Il consiglio direttivo dell’A.S.D. Tennistavolo L’Azzurro Molfetta, in quel di agosto sedeva al tavolo decisionale per calendarizzare gli impegni sportivi. Ha deciso così di investire sulle diverse gare a squadre e sui tornei individuali. Ad oggi successi conquistati parlano chiaro, infatti, le atlete Di Giovanni Alida, Minervini Nicoletta e Sara che militano nel Campionato Nazionale di serie B femminile occupano inaspettatamente il secondo posto in classifica ed essendo giunti alla penultima gara ci si concentra per centrare i play off di fine stagione. La squadra giovanile under 13 composta da De Pinto Giuseppe, Sgherza Cristian, Favuzzi Grazia è al primo posto invece al secondo posto ci sono Minervini Emmanuele, Caradonna Nicolò, Facchini Giandomenico e Campi Antonio nel campionato under 21. Campionato nuovo e dedicato ai giovani in cui i nostri atleti possono esprimersi al meglio giocando nella loro categoria di appartenenza. Buone anche le notizie che riguardano i campionati maschili di Serie C2 e D1 che riprenderanno a metà gennaio. Inoltre, i Dirigenti hanno investito sulla formazione partecipando ai corsi di alta specializzazione dedicati alle Scuole di Tennistavolo per poter offrire un servizio sportivo sempre innovativo e al passo con i tempi.

Per i giovani cittadini è in corso il progetto “LET’S PLAY PING PONG” ideato dall’A.S.D. Tennistavolo L’Azzurro e approvato dalla Regione Puglia – Dipartimento per la promozione della salute. Il progetto ha l’obiettivo di favorire l’integrazione sociale e il benessere attraverso la pratica motoria e sportiva.

Cogliamo l’occasione per ringraziare i numerosi sostenitori che ci seguono durante le nostre attività e auguriamo a tutti un buon anno.

MOLFETTA. Manca poco al Capodanno e la città di Molfetta si appresta ad accogliere il nuovo anno in uno sfavillio di luci e colori nel pieno rispetto delle regole. “Molfetta in luce” continua ad animare con il suo ricco cartellone di eventi tra spettacoli e mostre, animazione e musica il centro e le periferie della città. La rassegna, organizzata dal Comune di Molfetta (assessorati al Marketing territoriale e Cultura) e dal Distretto urbano del commercio cittadino, proseguirà sino al 22 gennaio 2022 e intende favorire l’accesso del grande pubblico alle vie dello shopping, anche con le luminarie d’autore, il cui progetto è sotto la direzione artistica di Elio Colasanto. Un susseguirsi di appuntamenti tutti da vivere. Già da domani 29 dicembre dalle ore 17,00 nella via dello shopping per eccellenza, Corso Umberto I (altezza Galleria Patrioti), un appuntamento a cura della scuola di arti sceniche Arterie Teatro “Sapore di Buono, Storie con le mani in pasta”, un laboratorio gastronomico per bambini (accompagnati da un genitore) che, con la guida dei più prestigiosi maestri panificatori e pasticceri molfettesi, elaboreranno Le Ricette della Tradizione. Dalle 17,00 alle 18,00 il maestro panificatore Salvatore Verdesca preparerà “I cuscinetti di San Leonardo”; dalle 18,00 alle 19,00 sarà il maestro pasticcere Francesco Lanza, presidente dell'Associazione cuochi baresi a svelare i segreti della “Pasta Reale”. I posti sono limitati e la prenotazione obbligatoria al 3403868956. Si accede con Green Pass rafforzato. I preparati alimentari sono da intendersi ai soli fini dimostrativi e laboratoriali. Al termine dell'evento i bambini partecipanti riceveranno una dolce sorpresa. Giovedì 30 dicembre “Natale è” nella parrocchia Santa Teresa a cura dell’Associazione Polifonica. Per salutare il primo dell’anno ottima musica con il tradizionale “Concerto di Capodanno” nella Basilica Madonna Dei Martiri dalle ore 20,00 con l’Associazione I Fiati.  Un fuori programma stupirà gli amanti della musica di qualità, il concerto di Tosca domenica 2 gennaio. L’eclettica artista romana sarà nell’Auditorium Regina Pacis dalle ore 21.30 con “Morabeza in teatro". Lo spettacolo con cui la cantante e attrice presenta dopo una lunga attesa l'omonimo e fortunato album che nel 2020 le è valso due Targhe Tenco, come miglior interprete di canzoni e migliore canzone con "Ho amato tutto". Morabeza è specchio dell’artista con un'innata propensione alla poliedricità, alla ricerca e alla sperimentazione musicale, è una colorata giostra poliglotta che celebra l'intreccio e la contaminazione fra i popoli, un ponte fra la radice italiana e la musica d'altrove, in particolare francese, brasiliana, portoghese e tunisina. Il concerto sarà un lungo viaggio tra la nostalgia del passato prossimo, la sensazione di sottile dolore che accompagna i momenti più intensi e preziosi della nostra esistenza, la presa di coscienza della bellezza di un presente che apparterrà presto al passato e la certezza della nostalgia che si accompagnerà al ricordo. Un repertorio ricco ed emozionante che contemplerà anche qualche sorpresa tratta dall’ultimo disco “D’Altro canto”, undici tracce, undici «piccole divagazioni musicali», come la stessa Tiziana Tosca Donati ama definirle.  Il concerto si svolgerà seguendo rigorosamente le ultime misure governative per il contenimento della diffusione dell'epidemia da COVID-19. Biglietti su TicketOne (20 euro + prevendita): www.ticketone.it/event/tosca-auditorium-regina-pacis-14594173/

Fino all’Epifania ancora tanti appuntamenti. Lunedì 3 gennaio nella Sala dei Templari la compagnia Arterie Teatro metterà in scena dalle ore 18,00 “Storie tutte d’un fiato”; martedì 5 gennaio sarà il Recital lirico “Romanza” della Fanfara a risuonare nella Parrocchia Sant’Achille dalle ore 20,00.
Un duplice appuntamento per il 6 gennaio: “La Befana vien dal tetto” in piazza Paradiso alle ore 18,00 a cura del Comitato Festa dell’Annunziata e “Natale è “il tour dell’Associazione Polifonica sarà nella Parrocchia S. Domenico dalle ore 20.
È sempre visitabile nella Sala dei Templari sino al prossimo 16 gennaio, la mostra fotografica “Terra” del noto fotoreporter brasiliano Sebastião Salgado, inaugurata il 16 dicembre scorso. L’esposizione è il racconto di uomini e donne sconosciuti, di lavoratori o rifugiati in 50 scatti in bianco e nero, organizzata dal Coordinamento Molfetta Città dei Teatri, con il sostegno del Comune di Molfetta.

Tutto il programma di Molfetta in luce su: https://bit.ly/3dUjgeG

 

 

MOLFETTA. Nella splendida cornice dell’Auditorium San Domenico di Molfetta, mercoledì 29 dicembre alle ore 20.00 l'AMI - Associazione Missionaria Internazionale, attiva in numerosi progetti a sostegno di poveri e migranti in Italia e nel mondo (Eritrea, Tanzania, India), propone un raffinato concerto a sostegno del progetto "Un nuovo dottore per l'Africa". Partecipando alla serata con un libero contributo economico, sarà possibile sostenere gli studi di Debora, ragazza tanzaniana, che sogna - come è gia stato possibile lo scorso anno per Chausiko, Sarah e Bernadetha - di laurearsi in ambito socio-sanitario. Il viaggio musicale, proposto per l'occasione dal soprano Giulia Maggio, dal basso Michele Antonetti e dai Maestri Emanuele Petruzzella al pianoforte e Gianluca Soriano alla chitarra, spazierà da celebri arie e duetti d’opera tratti da "La traviata"di Giuseppe Verdi, "L'elisir d'amore" di Gaetano Donizetti e "Il barbiere di Siviglia" di Gioacchino Rossini, fino a melodie natalizie classiche come "Silent night" o "Hark, the Herald Angels sing" e moderne come “Hallelujah” di Leonard Cohen. Verranno inoltre eseguite due composizioni natalizie inedite dell'autore Michele Maggio. Si accede al concerto con green-pass e mascherina ffp2, previa prenotazione al numero: 3403284654.

Per info e approfondimenti:

Sito AMI – Associazione Missionaria Internazionale

http://www.ami-ima.net/

Pagina fb AMI

https://www.facebook.com/amicimondoindiviso/

MOLFETTA. È il presidente della Nox Molfetta, Luciano Savi, a tracciare il bilancio del 2021 della società biancorossa. Un anno importantissimo per la squadra, capace di vincere il campionato e ottenere la promozione in Serie A2, disputare il secondo campionato nazionale in concomitanza alla nascita del settore giovanile la cui under 15 ha già ben figurato nelle prime uscite amichevoli stagionali.
«Il 2021 è stato un anno difficile, di grandi sacrifici ma anche di grandi soddisfazioni per tutti noi - commenta il presidente - partito con la ripresa degli allenamenti dopo lo stop in primavera e conclusosi con la bellissima e importante, netta vittoria a Taranto nell'ultimo turno di campionato».
Era lo scorso aprile quando Capitan Narsete e compagne si ritrovavano al PalaFiorentini per la ripresa della stagione, interrotta ad ottobre 2020 a causa della seconda ondata del Covid - 19.
«L'impegno della dirigenza, dello staff tecnico e delle giocatrici è stato encomiabile - spiega Savi - Il grande senso di responsabilità delle ragazze ha consentito di affrontare in serenità ogni settimana mentre da parte nostra c'è stata la maniacale attenzione al protocollo sanitario tanto da essere riusciti a portare a termine la stagione senza rinvii e casi di positività nel nostro spogliatoio, riuscendo con un mirabile lavoro anche a far quadrare conti e bilanci».
«In campo è arrivata una promozione entusiasmante e meritata - racconta il numero uno della Nox Molfetta - a cui ha fatto seguito una importante affermazione anche sul territorio in termini di riconoscibilità e popolarità che ci fa enormemente piacere e grazie a cui tante realtà economiche hanno voluto avvicinarsi al nostro progetto: è merito anche loro se siamo qui e non possiamo non ringraziarle tutte». La Serie A2 e il settore giovanile.
«Stiamo affrontando la serie A2 dimostrando di essere una società seria - continua il presidente - mettendo staff tecnico e giocatrici nelle condizioni di assoluta serenità e tranquillità. L'obiettivo è la salvezza, accettiamo qualche passaggio a vuoto nei risultati ma è sotto gli occhi di tutti la crescita della squadra, la coesione del gruppo e dello spogliatoio con lo staff tecnico di mister de Bari e la volontà di proseguire nella programmazione estiva con un mercato invernale mirato ma di qualità ed esperienza».
«Il settore giovanile è senza ombra di dubbio l'orgoglio più grande del 2021 - afferma senza incertezze Luciano Savi - abbiamo speso energie e tempo in estate e siamo ripagati dall'entusiasmo e dalla voglia di divertirsi e giocare di queste bambine e ragazzine, ormai in simbiosi anche con la prima squadra le cui giocatrici sono loro allenatrici». «Le più grandi, l'Under 15, ha già avuto modo di cimentarsi in partite con le pari età, abbiamo realizzato eventi formativi a sfondo sociale e creato una sinergia unica con le loro famiglie che ogni domenica seguono la ragazze di mister de Bari anche in trasferta, felici di aver trovato un ambiente sano, pulito, basato sui veri principi dello sport. Continueremo su questa strada - conclude Savi - che sarà quella da percorrere nel 2022».

Foto di Agim Docim

MOLFETTA. Nanà è la migliore giocatrice della Nox Molfetta nel 2021.
Lo hanno deciso i tifosi biancorossi che hanno scelto il pivot nel sondaggio lanciato dalla società.
Arrivata in estate, colpo di mercato estivo del presidente Luciano Savi, in metà stagione al PalaFiorentini, Nanà ha fatto innamorare gli appassionati, realizzando finora 8 gol tra cui quelli che hanno anche contribuito alle vittorie contro Chiaravalle e Taranto.
Subito dopo Nanà, i tifosi hanno premiato Capitan Ylenia Narsete, Gaia dell'Ernia e Anna Giacò, protagoniste indiscusse dell'annata sportiva in casa Nox Molfetta.

MOLFETTA. Il giorno di Natale e domenica 26 dicembre la Chiesa della Morte, il Torrione Passari e la sala dei Templari rimarranno aperti al pubblico. Nello specifico la Chiesa della morte sarà visitabile dalle 17.30 alle 20.30, il Torrione Passari dalle 10 alle 13 e la Sala dei Templari dalle 10 alle 13 e dalle 17.30 alle 20.30.

MOLFETTA. Stop ai botti per Natale e le festività di fine anno. Il sindaco, Tommaso Minervini, ha firmato l’ordinanza che ne vieta la vendita e l’utilizzo fino al 1 gennaio 2021 in forma ambulante e non. Per i trasgressori sono previste sanzioni da € 50,00 a € 500,00 sempre che non vengano riscontrati reati di carattere penale, e di sospensione della licenza fino a cinque giorni per I venditori. L’ordinanza, tra le altre cose, vieta la cessione dei botti, a qualsiasi titolo e in qualsiasi condizione, ai minori e l’utilizzo dei botti, ad eccezione degli spettacoli autorizzati tenuti da professionisti, nella notte tra il 31 dicembre e il 1° gennaio partire dalle 20 del 31 dicembre e fino alle 7 del giorno dopo. «Ricordo a tutti che l’utilizzo dei botti – sottolinea il sindaco Tommaso Minervini - può dare vita a conseguenze negative non solo per l’incolumità pubblica, ma anche per quella degli animali domestici e della fauna selvatica. Il frastuono dei botti, oltre a cagionare un’evidente reazione di spavento, può portare i nostri amici a quattro zampe a perdere l’orientamento, con il rischio di provocare sinistri, ma anche a perdere la vita. Faccio appello al senso di responsabilità di ciascuno perchè – conclude il sindaco - si evitino comportamenti spregiudicati e pericolosi». L’ordinanza vieta anche l’utilizzo e la concessione di aree private, finestre, balconi, lastrici solari, luci e vedute per l’impiego dei botti.

 

MOLFETTA. Accogliere lo straniero, il diverso che è fuori e dentro di noi. Questa la traccia su cui si è sviluppato lo spettacolo "Natale è accoglienza" dell'IISS MONS A BELLO di Molfetta. Accogliere l'altro perché anche Gesù è nato in un rifugio di fortuna: i suoi genitori non sono riusciti a offrirgli un posto migliore. Cosi come succede a tanti bambini ancora oggi. Il nostro spettacolo natalizio ha accolto ciascuno e ciascuna, al di là delle barriere geografiche e di fede. Ha accolto le esigenze dei giovani "italiani di fatto" cui non viene ancora riconosciuta la cittadinanza, ricordando che anche gli italiani sono stati migranti poveri. Una festa di fede e laica al tempo stesso. Le ragazze e i ragazzi hanno tradotto, in suoni canti balli e parole, il tema di fondo, in un caleidoscopio di idee: per noi ogni persona è "speciale" in quanto unica, originale e irripetibile e va accolta cosi com'è, per crescere insieme. Queste idee sono state tradotte in azioni concrete di solidarietà e fratellanza. L'idea è partita dalle rappresentanti d'istituto Zaira Tempesta e Glenda Sufaj Arianna Parisi e Martina Germinario: un dono per far sentire il calore di un abbraccio anche a chi vive situazioni difficili.  Tutte le classi del nostro istituto si sono impegnate nel realizzare delle "scatole dono" contenente una cosa calda, una cosa dolce, una cosa per la cura del corpo e un biglietto di auguri. Questo progetto ha coinvolto anche le famiglie ed è stato realizzato per far comprendere a tutti gli studenti l’importanza della solidarietà verso il prossimo e quanto volersi bene arricchisca le nostre anime di carità. Ospiti della manifestazione, tenutasi lo scorso martedì 21 dicembre presso l'Auditorium dell'Istituto, sono state alcune famiglie beneficiarie del Progetto SAI - Sistema di accoglienza e integrazione a cui ha aderito il Comune di Molfetta, in collaborazione con il Consorzio Metropolis e la cooperativa sociale Oasi2. Il Progetto SAI prevede l'accoglienza dei richiedenti protezione internazionale. Consapevoli di quanto sia importante l’accoglienza e l’integrazione di persone che lasciano il proprio paese perché c’è la guerra o perché i diritti umani non sono rispettati, l'Istituto ha ritenuto fondamentale dedicare la manifestazione del Natale a questa nobile causa, certi che chi semina amore raccoglie felicità. Vedere le famiglie con i loro bambini vivere spensierati in un pomeriggio di gioia e felicità, insieme agli studenti e ai docenti dell'Istituto, ci ha dato la certezza di aver raggiunto l'obiettivo. Ha presenziato la manifestazione la DS Prof.ssa Mariarosaria Pugliese sensibile a tutte le iniziative promosse dalla comunità scolastica tutta; il sindaco Tommaso Minervini che ha condiviso finalità e modalità del Progetto SAI che mira, non solo a garantire vitto e alloggio, ma anche ad integrare famiglie nella società e ad assicurare, soprattutto ai bambini, una vita dignitosa!

Referenti progetto

Prof.sse Nicoletti Ester e Pentassuglia Bice Angela

Coordinamento

Prof.ssa De Gennaro Margherita

Fotografia e diretta

Prof. leonardi Sergio e classe 3 A cultura e spettacolo

Locandine

Prof. Ugone Teo

Tutti i docenti curricolari e di sostegno che hanno curato scenografia, coreografia e testi.

Leo Marzocca 4Atec

Gianpaolo Ventura 4Atec Giuseppe Colangelo 1Ate

Leo Murgolo 4 Btec

Fabio De Astis 3 Btec

Maria Pia Rizzi 3Cs

Giulia Gadaleta 3Ac

Giusy Catanzaro 2Bs

Rosa De Cesare 2Bs

Annamaria De Cesare 2Bs Alessandra Gesuito 2Bs

Paola Giovine 4As

Giusy Giovine 4Bs

Gianluigi Soriano 5At

Leonardo Detaro 3Atec

Giovanni Minunno 2Bs

Shilda Demaj 2Bs

Teresa Da Molfetta 2Bs

Nicolas Dellino 2Ac

Flavio Sancilio 2Ac

MOLFETTA. Il mercato invernale della Nox Molfetta si è chiuso con l'operazione Caballero, arrivata in prestito dal Bisceglie femminile.
La giovanissima laterale spagnola vestirà biancorosso come Rita Lafortezza e Rebecca Pati la quale ha già fatto il suo esordio stagionale nella gara al PalaFiorentini contro la Virtus Ciampino.
Tre operazioni distinte, quelle messe a punto dal presidente Luciano Savi e dalla dirigenza, in perfetta sintonia con l'allenatore Alessandra de Bari e il suo staff composto da Nico Sapdavecchia e dalle dottoresse Porzia Marino e Giovanna Allegretta.
Due laterali, come Pati e Caballero, giovani, tecniche ma allo stesso tempo già con esperienze ad alti livelli, per avere ulteriori cambi in quelle zone del campo. E poi un play tra i più forti in Puglia come Lafortezza, a dare maggiore vissuto sul parquet al gruppo dopo gli anni ai vertici tra Conversano e Sammichele.
«Siamo assolutamente soddisfatti delle tre operazioni di mercato in entrata con cui abbiamo puntellato la rosa in cui crediamo ciecamente», sono le prime parole della società biancorossa.
«Abbiamo condotto un mercato invernale secondo le nostre possibilità e soprattutto tenendo conto di una programmazione che stiamo portando avanti da oltre un anno - prosegue la dirigenza - in perfetta sintonia con il mister e lo staff medico. Pati e Lafortezza si stanno già allenando in gruppo, Caballero avrà a disposizione la sosta per integrarsi nei meccanismi di gioco: siamo fiduciosi sul prosieguo».
Nessuna operazione in uscita, invece, «nonostante alcune sirene di mercato su alcune nostre giocatrici che però hanno deciso di proseguire con noi, anche quelle che magari stanno trovando poco spazio, ripagando la nostra serietà come società e gruppo», conclude la dirigenza della Nox Molfetta.

 

Foto di Martina Camporeale

MOLFETTA. Il 4 gennaio, all'hub Cozzoli, Open day pediatrico, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.30, per il bambini dai 5 agli 11 anni, il 7 e il 10 gennaio prime dosi senza prenotazione per tutte le altre fasce d’età. Continua senza sosta la campagna vaccinale presso l’hub Cozzoli che, lo ricordiamo, resterà aperto ininterrottamente, ad eccezione dei festivi e dei sabato pomeriggio, e sarà aperto anche la mattina del 24 e del 31 dicembre. L’obiettivo resta quello di vaccinare il maggior numero di persone per contrastare la diffusione del covid. In questi giorni, parallelamente alla campagna vaccinale degli adulti, prosegue anche quella dei bambini che, accolti in un ambiente diverso e più adeguato alla loro età, hanno un accesso dedicato da Via Ruvo. Prima di Natale sarà la volta degli alunni dell’Istituto comprensivo Battisti Pascoli, poi sarà la volta dell’Istituto comprensivo Manzoni Poli, poi toccherà agli alunni dell’istituto comprensivo San Giovanni Bosco. «Ricordo a tutti che – puntualizza il Sindaco, Tommaso Minervini - il vaccino resta, al momento, la più potente arma di cui disponiamo per fermare l’avanzata del virus che continua a circolare. Per questo chiedo a tutti la massima prudenza e grande senso di responsabilità sia in relazione all’adesione alla campagna vaccinale sia in relazione all’utilizzo della mascherina e delle norme igieniche e di distanziamento. Anche a Molfetta, in linea con quello che è il trend nazionale, sono in aumento i casi di positività e i malati. Invito tutti alla massima attenzione – conclude il Primo cittadino - per scongiurare il rischio che i giorni di festa possano trasformarsi in occasione di contagio o portare a chiusure. Fermiamo insieme l’avanzata del virus».

 

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino