Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. Il Comune di Görlitz, città tedesca gemellata con Molfetta, ha organizzato un campo estivo rivolto ai giovani dai 16 ai 26 anni. L’invito alla partecipazione al progetto, che si terrà questa estate in lingua inglese, è giunto all’Amministrazione comunale di Molfetta e all’associazione InCo. Si tratta dell’iniziativa “Worcation” che, rispettando le disposizioni anti-Covid e i tamponi, si terrà dal 31 luglio al 14 agosto al confine tra la Germania e la Polonia. I ragazzi coinvolti saranno impegnati in una serie di attività formative in un ex campo di concentramento oggi utilizzato come centro educativo giovanile. Il campo di Stalag VIII-A, tra Görlitz e Zgorzelec, città polacca confinate con il comune gemellato a Molfetta, è un luogo di memoria sulla seconda guerra mondiale. I due comuni infatti in passato erano una unica città e adesso distano pochi metri, segnando il confine tra Germania e Polonia. Le spese di partecipazione al campo estivo sono di 100 euro, compresi vitto e alloggio, oltre al costo del viaggio. Per informazioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. "Questo progetto - afferma il sindaco Tommaso Minervini - è sicuramente un importante scambio culturale, un'opportunità di socializzazione, tra storia e memoria, per i giovani europei".

 

MOLFETTA. Ottimo punto colto in trasferta dai biancorossi a Casarano che salgono così a quota 38 punti in classifica, a +11 dalla zona play-out e a - 6 da quella play-off con ancora ben nove da disputare. Il match. Tra i padroni di casa Mincica e Rodriguez svariano a supporto del centravanti Santoro mentre nei biancorossi-orfani di Pinto e Rafetraniania- Bartoli (squalificato, in panchina c'è Traversa) opta pr il 4-2-3-1 con Varriale e Lavopa larghi a supporto dei due centrocampisti centrali con Strambelli libero di abbassarsi o supportare Lacarra a seconda dello sviluppo del gioco. Nel primo quarto di gara tanto possesso palla dei padroni di casa e Molfetta che si difende con ordine, rischiando poco o nulla sino al 18' quando Quaquarelli ribatte in rete una palla vagante ma il goal viene annullato per fuorigioco. La Molfetta Calcio prova a ribattere imbeccando Varriale e Lavopa in profondità ma non riesce a creare grattacapi all'esperta difesa di casa guidata da Figliomeni e Longhi. Al 36' il Casarano sblocca il match grazie alla sfortunata autorete di Di Bari che devia nella propria porta un sinistro velenoso di Santoro. Nei minuti successivi il Casarano controlla il match ma non accelera e il Molfetta colpisce nel recupero: Strambelli spiazza Pittaresi su rigore concesso per una netta trattenuta su Lavopa dopo che Lacarra aveva impegnato severamente il portiere di casa con un potente sinistro in diagonale. Nella ripresa è sempre il Casarano a farsi preferire per il palleggio ma bisogna aspettare il 63' per le prime vere occasioni da rete: Rodriguez prima non riesce a battere Tucci col sinstro da posizione defilata e, sull'azione seguente, manda di poco a lato di testa. Tra i padroni di casa entrano anche Sansone e Favetta: il Casarano spinge alla ricerca della rete che arriva al 77' con il solito Rodriguez fermato per fuorigioco. All''80 ancora Rodriguez in rete, stavolta di testa, ma bandierina nuovamente su e punteggio che resta bloccato sul pareggio. Nel finale al 94' Tucci respinge un colpo di testa di Favetta da ottima posizione e consegna, di fatto, il pareggio ai biancorossi.

Foto di Gigi Garofalo

 

 

 

 

MOLFETTA. Non riesce il colpo in trasferta alla Pavimaro Pallacanestro che, nella quinta giornata della seconda fase del campionato di Serie B, viene sconfitta sul parquet del Meta Formia con il punteggio di 76-68, al termine di una partita che i biancorossi sembravano poter controllare dopo i primi dieci minuti di gioco. Coach Carolillo inizia la partita con: Dell’Uomo, Mazic, Gambarota, Bini e Visentin; Coach Di Rocco risponde con Cimminella, Tamburrini, Digno, Jovovic e Laguzzi; avvio di partita favorevole ai biancorossi che con i canestri di Visentin e le triple di Bini e Gambarota chiude in vantaggio la prima frazione di gioco 9-18. Secondo quarto da incubo per la Pavimaro Pallacanestro Molfetta che prima subisce la rimonta dei padroni di casa guidati da Digno e Ianuale, poi va sotto nel punteggio con i canestri di Cimminella e Jovovic, con le due squadre che vanno all’intervallo lungo sul punteggio di 33-40 dopo l’ultimo canestro di De Ninno.
A inizio secondo tempo la formazione di Coach Carolillo prima recupera il gap guidata da Visentin e Bini poi torna in vantaggio sul 46-48, ma le triple di Cimminella e Digno fissano il punteggio sul 56-53 all’utimo mini riposo. Negli ultimi dieci minuti la partita prosegue sul filo dell’equilibrio, due triple di Verazzo regalano il più nove a Formia (64-55), dall’altra Gambarota, Visentin e la tripla di Calisi riportano Molfetta a un solo possesso di distanza (66-63), ma ancora una volta la tripla di Digno e i canestri di Verazzo chiudono la partita, il finale è 76-68 per i padroni di casa. Sconfitta che brucia per i biancorossi, che hanno perso una grossa occasione per allungare sulle dirette con correnti in ottica salvezza; ma ora si torna subito in campo Mercoledì alle ore 18.00 al Pala Poli contro Cassino.

Meta Formia: Jovovic 20, Cimminella 17, Verazzo 13, Ianuale 11, Digmo 10, Tamburrini 5, Laguzzi, Scampone, Tartaglione, Polidori, Macera. Coach Di Rocco.
Pavimaro Pallacanestro Molfetta: Visentin 20, Gambarota 18, Bini 17, Serino 5, Dell’Uomo 3, Calisi 3, De Ninno 2, Mazic, Azzollini, Mezzina, Sasso, Caniglia. Coach Carolillo.

 

MOLFETTA. «La nomina della senatrice Carmela Minuto a Segretaria della Commissione straordinaria, presieduta dalla senatrice a vita Liliana Segre, per il contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all'odio e alla violenza, è, senza ombra di dubbio prestigiosa, gratificante e di grande responsabilità». Il Sindaco Tommaso Minervini commenta così l’importante incarico attribuito alla senatrice Minuto. «Sono certo – continua il Primo cittadino – che la Senatrice Minuto saprà svolgere al meglio delle sue possibilità il ruolo che le è stato assegnato. Da uomini e donne dello Stato non dobbiamo mai dimenticare che la prima condizione perché il dialogo sia possibile è il rispetto reciproco. La capacità di dialogare, di ascoltare, di costruire ponti al posto dei muri è determinante. Alla Senatrice Minuto – conclude il Sindaco Minervini - auguro buon lavoro».

 

 

MOLFETTA. Quinta giornata della seconda fase per la Pavimaro Molfetta che si prepara ad affrontare il Meta Formia, questa sera alle ore 18.00 al Palazzetto dello Sport di Scauri. La formazione guidata da Coach Sergio Carolillo è reduce dalla sconfitta contro la corazzata Rieti nell’ultima partita in casa, i biancorossi sono fermi a quota 16 punti in decima posizione in classifica; dall’altra parte i padroni di casa di Formia inseguono con 14 punti in classifica. Coach Giovanni Di Rocco può contare su una formazione molto giovane, in cabina di regia Luigi Cimminella, miglior realizzatore della squadra con oltre quindici punti a partita, particolare attenzione anche alle due guardie Tamburrini e Digno, completano il quintetto i due lunghi Jovovic e l’esperto Laguzzi rispettivamente 12 e 7 punti di media. Pronti a dare il loro contributo dalla panchina gli under Scampone, Verazzo e Ianuale. Appuntamento per la palla a due questa sera alle ore 18.00 al Palazzetto dello Sport di Scauri, dirigeranno l’incontro Castiglione Angela Rita di Palermo e Licari Bruno di Marsala, sarà possibile seguire la diretta dell’incontro su LNP Pass al costo di 3.45€.

 

MOLFETTA. I biancorossi domenica faranno visita al “Capozza” al Casarano, attualmente secondo in classifica a -7 dal Taranto capolista ma con una partita in più da disputare rispetto agli jonici. Trasferta ostica per la Molfetta Calcio che, però, ha già dimostrato di poter competere con i leccesi: 0-0 il punteggio maturato nel match di andata al Paolo Poli con i padroni di casa più volte vicini anche al goal. Nello scorso turno i ragazzi di mister Bartoli hanno nuovamente ottenuto i tre punti in trasferta battendo per 3-0 la Puteolana e vogliono chiudere al meglio questa fase della stagione prima dello stop forzato previsto sino a fine aprile. Dalla prossima settimana, infatti, il calendario si interrompe per dar spazio ai recuperi, con la Molfetta Calcio che sarà nuovamente impegnata il 2 e il 5 maggio, sempre in casa, rispettivamente contro Fasano e Real Aversa. Il Casarano è reduce invece dalla vittoria di misura in trasferta con il Francavilla e dal pareggio a rete inviolate ad Andria e, in casa, ha ottenuto sin qui in stagione otto vittorie, due pareggi e una sola sconfitta. Il match è previsto alle ore 15:00 con diretta del match garantita dalla società di casa sulla propria pagina Facebook. Arbitrerà l’incontro il sig. Marchionni di Rieti, coadiuvato dagli assistenti Scardovi di Imola e Sciammarella di Paola.

Foto di Gino Conte

 

MOLFETTA. Domani Domenica 18 aprile anche Molfetta partecipa alla giornata nazionale Plastic Free per salvare l'ambiente dalla plastica e dai rifiuti. In Puglia sono sospesi tutti gli appuntamenti di raccolta a causa della zona rossa ma abbiamo un’alternativa per voi: Plastic Free Puglia Challange! Come partecipare? Basta uscire di casa, in solitaria o con i propri familiari, muniti di guanti e mascherina e fare una piccola raccolta, scattare una foto con il bottino e postarla sul gruppo Facebook Plastic Free Puglia.

Premieremo con i nostri gadget le foto migliori:

1° classificato: BORRACCIA PLASTIC FREE

2° classificato: MAGLIETTA PLASTIC FREE

3° classificato: TAZZA PLASTIC FREE

4° classificato CAPPELLINO PLASTIC FREE

Partecipate numerosi ed in sicurezza!

 

MOLFETTA. La Prefettura comunica che gli attualmente positivi complessivamente in città sono 268, con un decesso. Sono 31 le persone negative al Covid, ma conviventi con positivi, che sono in isolamento obbligatorio. Dal rapporto settimanale ASL si registrano 63 nuovi casi, registrando un decremento rispetto alle settimane precedenti. Sempre nel rapporto settimanale della Asl sono riportati i dati sulle somministrazioni di vaccini per Comune di residenza. Dopo Bari con 81.259 somministrazioni, seguono Molfetta con 12.367 (8.666 con una dose e 3.701 con due), Altamura con 11.835 e Monopoli con 11.392. "Abbiamo concluso a oggi - afferma il sindaco Tommaso Minervini – le vaccinazioni per gli over 80. Siamo entrati nella fase delle vaccinazioni di massa di settantenni e sessantenni con oltre 500 somministrazioni al giorno nel nostro hub dello stadio di atletica Cozzoli. I nostri indicatori cittadini, considerando i pochi positivi e le tante vaccinazioni, sono tra i migliori della regione. Dobbiamo però attende con pazienza e responsabilità un altro paio di settimane affinché gli indicatori regionali migliorino complessivamente, facendoci passare prima in zona arancione e poi in giallo. Dobbiamo continuare ad avere comportamenti responsabili circa l’igiene personale e degli ambienti che devono essere sempre aerati, l’uso di mascherine ed evitare assembramenti”. È un dovere verso se stessi e verso gli altri vaccinarsi, attività che a Molfetta continua con intensità. È importante rispettare gli orari di prenotazione e possibilmente avere già compilato la scheda anamnestica per facilitare l’accettazione alla vaccinazione.

 

 

Foto di Gerd Altmann da Pixabay

MOLFETTA. Monitorare, con un piccolo rilevatore, la CO2 nelle aule scolastiche per evitare la diffusione del Covid, garantendo le lezioni in presenza. È quanto previsto dal progetto “Misuriamo la CO2 a scuola” a cui ha aderito il Comune di Molfetta, cha ha acquistato e fatto installare 19 strumentazioni in tutti gli istituti comunali (infanzia, elementari e medie inferiori). Una sperimentazione che potrà essere applicata in tutte le aule scolastiche. Tenere aperte le porte, aprire le finestre e far circolare l’aria all’interno dei luoghi chiusi – afferma l’assessore all’Ambiente Maridda Poli – sono buone pratiche per prevenire la diffusione del virus. Se poi si ha la giusta strumentazione per misurare la qualità dell’aria diventa tutto più semplice. In tempi di pandemia, bambini e ragazzi sono stati troppo tempo in casa, costretti a seguire le lezioni davanti al pc. Con il giusto ricircolo dell’aria in classe è possibile garantire le lezioni in presenza, fondamentali per la crescita educativa e sociale delle nuove generazioni”. I rilevatori, collegati in wi-fi per controllare in tempo reale dati e statistiche con una app, cambiano colore, come un semaforo, in base alla presenza di CO2. Sotto la soglia delle 400 parti per milioni (ppm) di CO2 si accende una luce verde, tra i 400 e i 700 ppm diventa gialla, tra i 700 e i 1.000 arancione, e sopra i 1.000, quando la situazione diventa più critica, la luce è rossa. Una volta installato il rilevatore alle spalle della cattedra, saranno gli stessi ragazzi a notare il cambiamento cromatico e ad aprire porte e finestre in caso di colore arancione o rosso per far circolare meglio l’aria. Il dispositivo intelligente e le applicazioni web sono stati realizzati dalla startup tarantina “befreest”. Voglio ringraziare per questo prezioso progetto – dice il sindaco Tommaso Minervini – il professor Gianluigi De Gennaro, docente di Chimica dell’ambiente dell’Università di Bari, che sta coordinando l’iniziativa per Sima, la società italiana di medicina ambientale. La sicurezza nelle scuole è una delle priorità della nostra amministrazione: abbiamo realizzato un grande piano di intervento sull'edilizia scolastica, da 10 milioni di euro, con il quale stiamo modernizzando tutti i nostri istituti scolastici. E a breve arriverà anche la fibra ottica in tutte le scuole”. Ora con le nuove strumentazioni – conclude il primo cittadino -  dirigenti scolastici, insegnanti e alunni potranno controllare direttamente la qualità dell’aria. Questo sia di ulteriore stimolo affinché ciascuno di noi pratichi l’igiene personale e ambientale”.


L'ELENCO DELLE SCUOLE:
Cozzoli, Poli, C. Alberto, San Domenico Savio, Scardigno, Valente, Montessori, Capitini, Piaget, Battisti, Filippetto, Zona levante, Zagami, Don Cosmo Azzollini, Giaquinto, Carnicella.

MOLFETTA. La notizia era attesa da tempo. Ora è ufficiale. E’ stata pubblicata la delibera della giunta regionale con cui si consente ai comuni di erogare i contributi per il sostegno agli affitti anche ai nuclei familiari collocati in fascia b. Si tratta di un provvedimento atteso e sollecitato da alcuni sindaci che avevano segnalato le criticità derivanti dall’applicazione dei criteri di attribuzione dei contributi riportati nella precedente delibera che in seguito ad una disponibilità insufficiente di fondi, nei fatti, escludeva dai contributi un gran numero di famiglie, con ripercussioni negative sulle condizioni socio-economiche di una compagine sociale della popolazione che già si trova in condizioni di disagio abitativo, ulteriormente aggravata dall’emergenza Covid. «Permettetemi – commenta il Sindaco, Tommaso Minervini - di rivendicare questo risultato frutto di silenzioso lavoro e di trattative finalizzate al coinvolgimento degli interlocutori istituzionali quali Anci nazionale e regionale, Presidente di Regione, Assessora regionale alle politiche abitative, sigle sindacali, che condividendo preoccupazioni e perplessità espresse. L’integrazione del Fondo regionale approvato dalla Giunta consentirà al Comune di Molfetta di liquidare proporzionalmente i contributi del bando fitti anche ai beneficiari della “fascia b” della graduatoria, che secondo il precedente provvedimento non avrebbero avuto modo di percepire alcun contributo. In questo momento di crisi economica è necessario adoperarsi per mitigare il più possibile gli effetti di ricaduta sui nuclei familiari più fragili, cercando di garantire ogni forma di sostegno possibile. Ringrazio il Consigliere Regionale Saverio Tammacco per l’impegno profuso ed il sostegno all’ iniziativa». Ma le iniziative adottate per cercare di arginare l’emergenza abitativa a Molfetta non si esauriscono con il contributo fitti. «Voglio ricordare – continua Minervini - la deliberazione istitutiva dell’Agenzia per la Casa approvata nelle scorse settimane che conferma l’impegno concreto per cercare di arginare l’emergenza abitativa. Contiamo di poter istituire un valido sostegno alle famiglie in difficoltà offrendo un tavolo congiunto con le sigle sindacali nazionali di inquilini e proprietari affinché siano siglati contratti di locazione a canone concordato, rinnovando ed aggiornando gli accordi territoriali». L’Agenzia per la Casa è uno strumento, previsto dalle normative nazionali e regionali vigenti, che si rivolge in particolare alla cosiddetta “fascia grigia”, quella che non accede agli alloggi popolari ma non riesce a permettersi un affitto in autonomia, e l’obiettivo è individuare le soluzioni più adeguate, a partire dagli alloggi a canone concordato. L’Agenzia sociale per la Casa lavorerà proprio per accrescere l’offerta complessiva di questa tipologia di locazioni, per rispondere al meglio ai bisogni esistenti e emergenti. Potrà inoltre offrire uno strumento di sostegno agli sfratti per morosità incolpevole e le problematiche abitative. «Vogliamo sperimentare – aggiunge il primo cittadino - uno strumento sociale innovativo e potente, volto a rassicurare chi ha immobili da affittare, sostenere la cosiddetta fascia media attraverso strumenti economici evitando così il rischio pericolosissimo di scivolamento verso la soglia di povertà di migliaia di persone, in un momento di crisi economica. Ci sono scelte, azioni, atti non immediatamente percepiti come importanti dalla cittadinanza ma che caratterizzano la nostra azione amministrativa a diretto beneficio dei concittadini attinti da vecchie e nuove fragilità prima che l’ansia sociale possa trasformarsi in disperazione. In silenzio – conclude il Sindaco – continuiamo ad operare per il bene della nostra comunità».

 

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino