Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. “In occasione come queste si ha la sensazione di farti prendere e di lasciarti andare alla condivisione emozionale delle cose. Vi capisco e abbiamo fatto ciò che ci è stato possibile, voucher, esenzioni. Ci siamo trovati anche noi a gestire condizioni psicologiche, disperazioni, di una grande comunità”. È quanto ha affermato il sindaco Tommaso Minervini durante la manifestazione “Basta proclami” organizzata da commercianti, ristoratori e artigiani davanti alla sede comunale di Lama Scotella. Prima del sindaco hanno esposto problematiche e richieste i titolari di ristoranti, bar, pub, pizzerie, centri estetici, parrucchieri, agenzie di viaggio, alberghi, bed & breakfast, discoteche, operatori culturali e negozianti, costretti per la pandemia alla chiusura. “Considero questa giornata – ha continuato il primo cittadino – molto proficua perché sono state sollevate tante questioni da approfondire, che porterò sul tavolo Anci.  L’altra nota positiva è che finalmente le varie categorie hanno fatto squadra tra loro. La nostra amministrazione ha sostenuto con vari interventi il commercio di prossimità e il mondo della cultura, senza dimenticare le agevolazioni per gli ampliamenti sulle occupazioni pubbliche per le attività di ristorazione. Attendiamo il prossimo decreto per sostenere le partite Iva e gli esercenti con ogni mezzo consentito dalla legge. Purtroppo i sindaci non hanno la possibilità di far riaprire domattina tutte le attività e di non far pagare alcuna tassa. Queste sarebbero promesse alla Cetto La Qualunque”.

MOLFETTA. L’Amministrazione comunale di Molfetta è solidale con gli esercenti e le partite Iva. Domani, giovedì 15 aprile, alle 9.30, commercianti, ristoratori e artigiani daranno luogo a una manifestazione davanti alla sede comunale di Lama Scotella intitolata “Basta proclami. È il tempo della sopravvivenza”. “In quest’anno di pandemia – affermano gli assessori Antonio Ancona e Gabriella Azzollini – ristoranti, bar, pub, pizzerie, centri estetici, parrucchieri, agenzie di viaggio, alberghi, bed & breakfast, discoteche e negozianti sono stati costretti alla chiusura, subendo ingenti perdite economiche. I ristori e i sostegni del Governo, però, non sono stati affatto sufficienti a coprire tutte le perdite subite. Siamo pronti a concedere gli ampliamenti consentiti per legge sulle occupazioni pubbliche per le attività di ristorazione e chiederemo alla Regione ulteriori stanziamenti per tutte le attività danneggiate per le chiusure". “Nei mesi scorsi – afferma il sindaco Tommaso Minervini – avevamo rilanciato lo shopping di prossimità con “Facciamo i buoni”, il sistema virtuoso dei voucher per dare liquidità ai commercianti. Lo stanziamento di 40mila euro in estate e 30mila a Natale ha generato oltre 300mila euro di acquisti ed è stato preso a modello da tante amministrazioni comunali in Italia. Nel bilancio comunale in corso di approvazione sono state già previste forti riduzioni della Tari, fino al 50% della quota variabile. Inoltre, alla riapertura auspicabilmente imminente, in base a quello che ci è consentito dalla legge, saremo pronti a sostenere ulteriormente tutti i protagonisti del commercio, della ristorazione e dell’artigianato cittadino, a cui siamo vicini”.

 

MOLFETTA. «Il mondo dello sport continua a regalare sorprese a Molfetta nonostante il periodo particolarmente complesso che stiamo attraversando. Mi congratulo con Donato De Giglio ed il suo team per la promozione ottenuta». Enzo Spadavecchia, assessore allo sport del Comune di Molfetta, commenta così, il brillante risultato delle Aquile Molfetta che hanno vinto il campionato italiano di calcio a 5 di serie B e che la prossima stagione giocheranno in Serie A2. Un risultato storico per Molfetta, mai nessuna squadra locale di calcio a 5 era arrivata così in alto. «Notizie come questa – il commento del Sindaco, Tommaso Minervini - rappresentano una boccata di ossigeno. Siamo fortemente convinti che la pratica sportiva sia importantissima. Per questo abbiamo investito nell’impiantistica. Tutti, a cominciare dai più giovani, devono avere la possibilità di praticare sport anche a livello agonistico e i risultati degli ultimi giorni ci danno ragione. Bravi tutti».

Foto di Cosimo de Pinto

MOLFETTA. Si chiede agli utenti prenotati per le vaccinazioni allo stadio di Atletica “Mario Saverio Cozzoli” di rispettare l’orario di convocazione. Tutte le somministrazioni, infatti, sono scaglionate per poche persone ogni 10 minuti, in maniera da non creare code e assembramenti inutili. Pertanto, si invita la cittadinanza alla massima collaborazione per facilitare le operazioni di vaccinazione.

 

MOLFETTA. Sono 457 le inoculazioni effettuate durante la prima giornata di vaccinazioni di massa per i settantenni. È il risultato ottenuto ieri allo Stadio di atletica “Mario Saverio Cozzoli”, terzo hub nel territorio di competenza dell'ASL di Bari per numero di somministrazioni dopo quello della Fiera del Levante di Bari (850) e l'hub di Monopoli (520). "Siamo passati - afferma il sindaco Tommaso Minervini - dagli 80 vaccini al giorno, che si effettuavano fino alla scorsa settimana, agli oltre 450 di ieri. Siamo sulla strada giusta. Ringrazio per la loro disponibilità e dedizione il responsabile comunale per la campagna vaccinale Ottavio Balducci, tutti i medici, gli infermieri e i volontari impegnati nelle operazioni. La scelta del Dipartimento di protezione dell’Asl dello stadio Cozzoli come hub vaccinale è comprensibile: secondo gli studi scientifici la trasmissione del virus è di gran lunga maggiore al chiuso rispetto all'aperto. Il Cozzoli è quindi più idoneo a proteggere le persone che si stanno vaccinando da eventuali contagi”.

 

MOLFETTA. I biancorossi ottengono tre punti preziosi in trasferta battendo per 3-0 la Puteolana. Con questa vittoria i ragazzi di mister Bartoli- squalificato, oggi in panchina il vice Traversa- si issano a quota 37 punti in classifica aumentando la distanza di sicurezza dalla zona play-out: a nove partite dal termine manca davvero poco per il raggiungimento della salvezza matematica. Primo quarto di gara ricco di occasioni: per la Molfetta Calcio palo di Varriale con un destro da fuori al 3', palla alta di Lavopa al 6' e colpo di testa di Lacarra salvato sulla linea al 7'. I padroni di casa rispondono prima con Festa sul quale devia bene Rollo di piede e poi con un paio di conclusioni velenosi di Celiento, deviate sempre dall'attento portiere biancorosso. Al 27' Lacarra sblocca il match con un gran goal di testa. I padroni di casa accusano il colpo e rischiano la seconda rete sul destro di Lavopa di poco alto. Al 38' ancora Celiento pericoloso: punizione alta di poco.  Ad inizio ripresa, al 50', la rete di Strambelli, la dodicesima stagionale che lo porta tra i principali marcatori del girone, indirizza il match; chiuso definitivamente dal colpo di testa di Di Bari al 68' su corner del solito Strambelli. Nell'ultimo quarto di gara i biancorossi amministrano il vantaggio e rischiano solo al 78' sul colpo di testa di Celiento deviato in corner da Rollo.  La Molfetta Calcio si appresta così ad affrontare nel migliore dei modi i prossimi impegni contro Real Aversa (comunque a forte rischio rinvio) e Casarano, previsti rispettivamente mercoledì e domenica prossima, che potranno dire di più sul futuro dei biancorossi attualmente a - 5 dalla zona play-off e a +12 dalla zona play-out.

 

Foto di Gino Conte

MOLFETTA. Nella quarta giornata della seconda fase del campionato di Serie B la Pavimaro Pallacanestro Molfetta viene sconfitta dalla capolista Rieti con il punteggio di 63-69, al termine di una partita decisa solo nei minuti finali. Coach Carolillo inizia la partita con: Dell’Uomo, Mazic, Gambarota, Bini e Visentin; Coach Righetti risponde con: Traini, Loschi, Visentin, Ndoja e Paci; avvio di partita equilibrato con le due squadre che non segnano molto, gli ospiti con Cena e Drigo si portano sul più cinque ma il canestro di Serino fissa il punteggio sul 16-19 alla fine del primo quarto. Nel secondo periodo i biancorossi soffrono la fisicità difensiva di Rieti che ne approfitta per allungare nel punteggio con due triple di Ndoja (20-30), la Pavimaro Molfetta ci prova con Mazic ma la tripla di Drigo e il canestro di Paci mandano le due squadre all’intervallo lungo sul 24-35. Parte subito bene nel terzo quarto la Pavimaro Pallacanestro Molfetta che con Visentin, Bini e Gambarota mette a segno un parziale di 9-0 (33-35), ma gli ospiti riescono ad allungare nuovamente guidati da due triple consecutive di Loschi che chiude il terzo periodo sul 42-53. Negli ultimi dieci minuti di gioco i biancorossi tornano in partita guidati dalle triple di Mazic e Bini (56-59), Rieti dall’altra parte risponde con Ndoja e Loschi ancora con il tiro da oltre l’arco dei sei e settantacinque (59-65), Molfetta arriva fino al meno quattro ancora con Mazic ma nei secondi finali non riesce a recuperare definitivamente il gap, al Pala Poli Rieti vince per 63-69. Con questa sconfitta la Pavimaro Pallacanestro Molfetta resta ferma a quota 16 punti in classifica in decima posizione, prossimo impegno per i biancorossi domenica alle ore 18.00 in trasferta contro Formia.

Pavimaro Pallacanestro Molfetta: Mazic 17, Visentin 14, Bini 12, Gambarota 9, Calisi 5, Serino 4, De Ninno 2, Dell’Uomo, Azzollini, Totagiancaspro. Coach Carolillo.
Real Sebastiani Rieti: Loschi 23, Ndoja 17, Drigo 10, Cena 6, Paci 4, Provenzani 3, Traini 2, Visentin 2, Di Pizzo 2, Basile. Coach Righetti.

 

MOLFETTA. La nostra città è nel catalogo di 66 tour esperienziali tra Italia, Albania e Montenegro, realizzato dal Progetto europeo “NEST - Networking for Smart Tourism Development”. In particolare, la nostra città è presente nel tour “Agrifood e Beni culturali” con le bellezze naturalistiche delle Lame, con le viuzze del centro storico e con la ricetta del calzone molfettese. Il prossimo 14 aprile alle ore 9.15, si terrà a Tirana e sarà trasmesso attraverso la piattaforma Zoom on line, l’evento finale del Progetto NEST - Networking for Smart Tourism Development. Il progetto, finanziato nell'ambito del Programma INTERREG-IPA CBC Italia-Albania-Montenegro, in questi tre anni  ha puntato, grazie al supporto dei partner dei tre Paesi coinvolti, Albania, Italia e Montenegro, al sostegno della competitività della destinazione adriatico-ionica attraverso il potenziamento delle piccole e medie imprese turistiche, proponendo strategie e strumenti innovativi che fanno leva sulle potenzialità delle tecnologie digitali, del networking e della collaborazione transfrontaliera. Alla presenza di Esperti Internazionali di “Smart Tourism” e dei Rappresentanti Istituzionali del Programma  Interreg IPA CBC Italy-Albania-Montenegro i partner presenteranno i risultati ottenuti durante lo svolgimento del  il Progetto grazie al coinvolgimento costante di stakeholder pubblici e privati, e  in particolare: un Laboratorio esperienziale virtuale per un turismo intelligente, una Roadmap per lo sviluppo imprenditoriale di un turismo intelligente, Percorsi pilota per la gestione delle destinazioni intelligenti, un Catalogo di proposte di percorsi turistici esperienziali, e la presentazione di 2 Itinerari transfrontalieri che attraversano tutta l’area IPA. L’incontro si concluderà con uno sguardo rivolto agli sviluppi futuri e su come mettere a sistema i risultati ottenuti con l’ausilio della comunità di stakeholder che il progetto è riuscito a mettere insieme.

Di seguito il link per collegarsi e seguire l'evento https://us02web.zoom.us/meeting/register/tZEqcO-vrDMjG9KH2HdQ3W-xpNAJEn6kdsgJ



MOLFETTA. La campagna vaccinale entra nel vivo. Inizieranno domani, lunedì 12 aprile le vaccinazioni contro il Covid-19 per la fascia d’età 79-70 anni, all’interno dello stadio di atletica “Mario Saverio Cozzoli”, in via Salvo d’Acquisto. Dopo un incontro tra il responsabile del Dipartimento di prevenzione della Asl Nunzia Azzollini, il sindaco Tommaso Minervini e il responsabile comunale per la campagna vaccinale Ottavio Balducci, sono emersi i primi dettagli delle operazioni. Si punterà a fare oltre 500 vaccinazioni quotidiane. Per ampliare l’hub saranno impegnati i medici e gli infermieri del Dipartimento di prevenzione, ma anche il personale medico delle associazioni di volontariato. Saranno ben 9 le postazioni di vaccinazione e la struttura sarà aperta 12 ore al giorno sette, giorni su sette. Chi ha confermato il vaccino sul sito regionale o tramite le farmacie o con il numero verde – spiega Balducci – dovrà recarsi allo stadio di atletica, all’orario comunicatogli, con il modulo di consenso alla vaccinazione. I volontari di Cittadinanzattiva – Tribunale dei diritti del malato saranno a disposizione per l’eventuale supporto alla compilazione del documento e per ogni esigenza”. Per verificare l’orario e il giorno della propria vaccinazione occorre inserire il codice fiscale e il numero della tessera sanitaria sulla pagina https://www.sanita.puglia.it/it/web/pugliasalute/la-puglia-ti-vaccina  .



MOLFETTA. Sono circa 500 gli over 80 che, fino ad oggi, hanno fatto riferimento alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per prenotare la prima dose del vaccino presso l’hub vaccinale di Molfetta in seguito ad una intesa raggiunta dal Dipartimento di Prevenzione di Molfetta e il Comune di Molfetta. Una sinergia perfetta garantita dal lavoro della dottoressa Nunzia Azzollini, responsabile del Dipartimento di prevenzione di Molfetta, e dal responsabile comunale per la campagna vaccinale, il dottor Ottavio Balducci. «Abbiamo istituito questo servizio, attraverso la nostra mail, per affiancare il nostro Dipartimento di Prevenzione, che sta facendo un lavoro egregio, in una situazione emergenziale che non ha precedenti. Invito quanti, over 80 e in grado di deambulare, non hanno ancora prenotato la prima dose, a fare riferimento alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Colgo l’occasione - sottolinea il Sindaco Tommaso Minervini - anche per ringraziare i volontari del progetto Covid Scout che si stanno adoperando affinchè la trasmissione dei nominativi da vaccinare al Dipartimento di Prevenzione avvenga in tempi rapidi». Gli ultraottantenni non ancora vaccinati, in grado di deambulare o di raggiungere l’hub vaccinale, possono inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., indicando nome, cognome, data di nascita, numero di telefono, inserendo come oggetto “Vaccini over 80”. I dati saranno trasmessi al Dipartimento di Prevenzione della Asl che provvederà a chiamarli per effettuare la prima dose di vaccinazione presso l’hub di Molfetta, Stadio Cozzoli, in Via Salvo D’Acquisto. Si può entrare con l’auto fin dentro la struttura ed il servizio di accoglienza può accompagnare l’anziano all’interno dell’hub con apposite sedie a rotelle.

Foto di Ali Raza da Pixabay

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino