Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. A partire da oggi e fino alla mezzanotte del 21 dicembre prossimo, attraverso la sezione “Solidarietà alimentare” presente nella homepage del sito istituzionale del comune, www.comune.molfetta.ba.it, sarà possibile presentare domanda per richiedere i buoni spesa.  «Si tratta di una forma di sostegno importante – sottolinea il sindaco Tommaso Minervini -  per tutti quei nuclei familiare che, a causa dell’emergenza sanitaria in corso, hanno perso la capacità di sostentamento». Le richieste dovranno pervenire esclusivamente on line.

Gli interessati dovranno compilare la domanda al seguente link: https://servizionline.hypersic.net/cmsmolfetta/portale/contactcenter/elencotipipratica.aspx?P=100

Quanti avessero difficoltà nella compilazione del modello di domanda potranno contattare il numero verde 800713932.

«Abbiamo constatato già con la prima ondata del Covid che - aggiunge Angela Panunzio, assessore alla socialità - i buoni spesa hanno rappresentato una boccata di ossigeno per quanti si sono improvvisamente ritrovati senza entrate. Siamo certi che sarà così anche in questo caso». Beneficiari dell’intervento sono i nuclei familiari o singoli cittadini residenti nel territorio comunale in data antecedente al 23 novembre 2020 (data di pubblicazione del decreto Ristori ter) che si trovino in uno stato di disagio socio-economico a causa dell’eccezionalità dell’emergenza Covid 19 e che si trovano temporaneamente impossibilitati a soddisfare le primarie esigenze di vita, anche a seguito delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria in corso.

MOLFETTA. Le festività natalizie sono ormai alle porte. In seguito all’iniziativa denominata “Natale per tutti”, ripetuta anche quest’anno nonostante le difficoltà indotte dalla pandemia, i nostri volontari stanno aiutando la squadra di Babbo Natale per raggiungere tutti i bambini, anche i più sfortunati che rischiano di rimanere ulteriormente esclusi dalla società. I cittadini si sono mostrati generosi e, mossi da quello spirito umanitario che hanno sempre dimostrato, hanno donato oltre 1500 tra giochi e libri. Mentre continua il lavoro di censimento, igienizzazione ed impacchettamento, nella giornata di lunedì i volontari hanno consegnato il primo pacco doni: un pacco molto speciale che va a due bambini coraggiosi che stanno affrontando una dura battaglia con la forza di due supereroi. Un ringraziamento particolare va al Comune di Molfetta – Assessorato e Settore Socialità, a tutti i cittadini, agli oltre 25 esercizi commerciali aderenti all’iniziativa, che non smetteremo mai di ringraziare per la disponibilità, e alle realtà sociali del territorio quali il Rotaract Club di Molfetta, il Consorzio Metropolis, la Cooperativa Shalom, il Social Market Solidale e la Caritas diocesana che stanno supportando i volontari. Il lavoro dei nostri elfi volontari continua perché c'è ancora tanto lavoro da fare per portare un sorriso a tutti i bambini.

MOLFETTA. Lucia Annibali, ora deputato ed autrice del libro “Io ci sono. La mia storia di non amore”, sarà protagonista dell’evento che chiude il ciclo di attività formative programmate quest’anno dal Liceo Classico Leonardo da Vinci in occasione della GIORNATA INTERNAZIONALE PER L’ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE.
Lucia Annibali la violenza l’ha conosciuta sulla sua pelle, ne porta ancora addosso le tracce; sfregiata dall’acido su mandato di un ex fidanzato, incapace di accettare la fine alla loro relazione. Assieme alla sen. Valeria Valente, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio, incontrerà gli alunni del Classico e le classi quinte dello Scientifico, venerdì 18 dicembre, alle ore 10, sulla piattaforma Zoom, per un momento formativo importante.
Accolte dalla Dirigente dei Licei “Einstein – Da Vinci”, prof.ssa Giuseppina Bassi, le due importanti ospiti parleranno dell’impegno delle istituzioni nella lotta alla violenza di genere.
La sen. Valente illustrerà i compiti e le ultime iniziative della Commissione parlamentare d’inchiesta da lei presieduta e l’on. Annibali partirà proprio dalla sua terribile esperienza personale: la relazione fatta di bugie e di manipolazione, la scelta di troncare, la persecuzione e la paura e poi l’acido, la sofferenze fisica, in ospedale e dopo, per ricostruire il viso e salvare la vista.
Gli alunni conoscono la vicenda dal libro e dal film che ne è stato tratto e interloquiranno con le ospiti ponendo domande.
Per ulteriori info e approfondimenti:
https://www.facebook.com/liceoclassicomolfetta
https://www.instagram.com/liceoclassicomolfetta/

 

MOLFETTA. Un mezzo di soccorso aggiuntivo per interventi di primo soccorso per codici verdi e gialli nella disponibilità del sistema di emergenza 118. L’iniziativa rientra nel progetto “Aria di Natale”, promosso dal Sermolfetta che vede la partecipazione generosa dei privati, degli organismi del volontariato, e dell’amministrazione comunale. La richiesta per l’utilizzo dell’ambulanza era stata avanzata dal sindaco, Tommaso Minervini al direttore generale della Asl Ba, Antonio Sanguedolce, che l’ha accolta, non avendo costi a carico della Asl. «Ringrazio la direzione della Asl per la risposta e – afferma il sindaco Minervini - per aver compreso le motivazioni alla base della richiesta, e il Sermolfetta per aver messo a disposizione una sua ambulanza. La salute dei cittadini va tutelata sempre. Questo ulteriore presidio mobile contribuirà a ridurre le lunghe attese presso le unità operative di emergenza ospedaliere nei casi meno gravi, quelli che vengono indicati come verdi o gialli. Ringrazio i miei collaboratori e tutti quanti hanno contribuito a questo importante servizio per La città». Ad indurre il primo cittadino ad avanzare la richiesta di autorizzazione alla Asl, per l’impiego del mezzo aggiuntivo, e a condividere il progetto “Aria di Natale” era stata la constatazione che, in alcune fasce della giornata, il pronto soccorso dell’ospedale Don Tonino Bello di Molfetta è particolarmente intasato a causa della numerosa affluenza di pazienti e che, negli ultimi giorni, si registravano fino a cinque ore di attesa, per interventi a cura del 118, oltre ai tempi di chiamata. L’ambulanza Victor è messa a disposizione dal Sermolfetta e sarà operativa fino al 7 gennaio prossimo. I costi di gestione dell’ambulanza saranno sopportati dal volontariato cittadino grazie ad una raccolta fondi. L’amministrazione comunale si farà carico dei costi dei Dispositivi di protezione indispensabili per garantire la massima sicurezza per gli operatori e per gli utenti. Nessun costo a carico della Asl.

MOLFETTA. Da ieri 14 dicembre la Biblioteca Comunale della nostra città è stata riaperta al pubblico. Tuttavia data l’ emergenza Covid, non sarà possibile sostarvi per lettura o studio, ma solo usufruire del servizio di prestito libri che potrà essere richiesto al seguente indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

MOLFETTA. A una settimana dall’ultimo aggiornamento, il Sindaco nel consueto video messaggio ha annunciato che il numero dei positivi nella nostra città è pari a 472. In una settimana il numero dei contagi è aumentato di dieci unità, dato positivo, sottolinea il Sindaco, se paragonato alle settimane passate in cui l’incremento dei contagi toccava le 30/40 unità. “Registriamo per la prima volta una flessione importante di questi incrementi. Faccio gli auguri a chi è ancora in ospedale, e a chi è uscito dall’isolamento e a chi è ancora in isolamento, ma sta attendendo il risultato dei tamponi”. Minervini ha poi ringraziato i donatori dei mille tamponi che saranno usati per il personale scolastico al ritorno dalle vacanze natalizie e tutti i protagonisti delle attività benefiche che si sono svolte per i concittadini meno abbienti. Il Primo cittadino ha concluso il suo discorso con le seguenti parole: “L’autodeterminazione e la responsabilità di ognuno di noi sono fondamentali per fare in modo che l’andamento della diffusione del Covid-19 rallenti, per questo ricordo l’importanza del rispetto delle regole di base: uso della mascherina ed evitare assembramenti”.

 

MOLFETTA. Quando gli agenti della Polizia locale hanno invitato, il protagonista di questa vicenda a indossare la mascherina, si è rifiutato e dato alla fuga. Il soggetto è stato bloccato dopo un breve inseguimento, ed è stato denunciato per essersi rifiutato di fornire le proprie generalità e per oltraggio a resistenza a pubblico ufficiale, oltra alla sanzione per non aver rispettato le normative anti-Covid. Protagonista della vicenda un giovane, che alle 9 di questa mattina è stato fermato dagli agenti della Polizia locale in piazza Vittorio Emanuele. Il suo tentativo di fuga però si è concluso dopo qualche minuto in via Bufi.

MOLFETTA. Nella terza giornata del campionato di Serie B, la Pavimaro Pallacanestro Molfetta viene sconfitta sul parquet del Cus Jonico Taranto con il punteggio di 83-81, al termine di una partita condotta dai padroni di casa e recuperata dai biancorossi negli ultimi dieci minuti, prima della prodezza decisiva sulla sirena di Stanic. Coach Carolillo inizia la partita con Dell’Uomo, De Ninno, Gambarota, Bini e Visentin; Coach Olive risponde con: Stanic, Morici, Duranti, Azzaro e Matrone; partono subito forte i padroni di casa con le triple di Duranti e i canestri di Matrone costringendo la panchina molfettese a chiamare time-out (13-0), al rientro in campo i biancorossi si sbloccano con il canestro di De Ninno ma non riescono a contenere la squadra di casa che ancora con Duranti sulla sirena fissa il punteggio alla fine del primo quarto sul 25-9.
Nel secondo periodo Taranto raggiunge anche il più venti prima della reazione dei biancorossi affidata a Bini e Dell’Uomo che riportano Molfetta fino al meno nove (32-23), prima del nuovo strappo della formazione tarantina con Morici che chiude il primo tempo sul 40-25.
Nel terzo quarto la Pavimaro Molfetta ci prova a rientrare in partita ma Matrone, Morici e  Azzaro regalano nuovamente il più venti ai padroni di casa (57-37), Calisi ci prova a suonare la carica con la tripla ma le due squadre vanno all’ultimo mini riposo sul 65-49 per i padroni di casa.
Negli ultimi dieci minuti di gioco dopo la tripla di Longobardi, i canestri di Serino e Bini e le  tre triple  consecutive di Dell’Uomo riportano Molfetta a contatto (73-66), Taranto prova a chiudere la partita con Stanic ma Bini dall’altra parte risponde con cinque punti in fila (77-73), dopo il canestro di Azzaro è Gambarota da oltre i sei e settantacinque a riportare i suoi a un solo possesso di distanza (79-76) e nel momento del bisogno ancora Daniele Dell’Uomo con la tripla a quattro secondi dalla fine impatta il punteggio a quota 81. Dopo il time out chiamato da Coach Olive il canestro di Stanic in penetrazione sulla sirena regala la vittoria al Cus Jonico Taranto. Nonostante la sconfitta buona prestazione della Pavimaro Pallacanestro Molfetta che nonostante un avvio difficile è riuscita a recuperare, grazie a un grande ultimo quarto, e giocare un finale punto a punto; prossimo impegno per i biancorossi domenica 20 Gennaio al Pala Poli contro Nardò.

Cus Jonico Taranto: Morici 18, Matrone 17, Duranti 17, Azzaro 10, Stanic 9, Longobardi 5, Pellecchia 3, Fiusco 3, Agbortabi 1,Manisi, Bruno. Coach Olive.
Pavimaro Pallacanestro Molfetta: Bini 20, Dell’Uomo 20, Gambarota 13, De Ninno 11, Visentin 8, Calisi 5, Serino 4, Azzollini, Kodra, Sasso, Totagiancaspro, Mezzina. Coach Carolillo.

MOLFETTA. «Anche in tempo di Covid-19 la Scuola non si ferma». È questo uno slogan che abbiamo sentito più volte in questi mesi nei programmi televisivi dedicati alla Scuola e alle sue attività di didattica a distanza. Ed è ciò che si sperimenterà nella settimana dal 15 al 21 dicembre p. v. presso il Liceo Scientifico “A. Einstein” di Molfetta e presso tutta la comunità dei due Licei cittadini (A. Einstein e L. da Vinci) con la celebrazione della Settimana della Cultura Scientifica, giunta alla seconda edizione, dedicata alla pandemia da coronavirus che sta attanagliando il mondo intero da ormai un anno. Ai più sembrerebbe una tematica ormai scontata e ridondante, visti i palinsesti televisivi e lo spazio che i social dedicano all’argomento, ma come Scuola siamo convinti che parlare in termini appropriati del tema potrebbe ricalcare l’assunto psicologico sostanziato nell’affermazione secondo cui “la paura del noto è più gestibile della paura dell’ignoto e del non conoscibile”,  considerato che sull’argomento non sempre i mezzi di comunicazione fanno una buona e attendibile formazione, limitandosi ad una semplice informazione, a volte anche discutibile. Senza contare che la Scuola non potrà mai derogare ad altri le sue peculiari funzioni pedagogiche e formative, specie se i destinatari sono i giovani e i futuri professionisti di domani. Proprio sul punto di vista formativo saranno centrate le giornate dedicate alla Settimana della Cultura Scientifica, articolate in momenti curricolari, durante i quali gli studenti, guidati dai docenti, approfondiranno alcuni temi con la modalità laboratoriale, e incontri pomeridiani, durante i quali la parola passa ad esperti e medici in prima linea. Il tutto sempre e rigorosamente in Didattica Digitale Integrata e attraverso i collegamenti a distanza. Ma c’è un altro aspetto che vogliamo sottolineare ed è la trattazione degli argomenti anche dal punto di vista storico-letterario, attraverso la presentazione di volumi e studi storici curati da docenti universitari e docenti interni a dimostrazione che parlare di pandemia significa, in fondo, parlare dell’uomo di ieri e di oggi, di come ha reagito alla minaccia virologica e di come anche la letteratura sa essere, oltre che la scienza, una compagna importante e utile dell’uomo nei momenti di difficoltà.

Questo il programma della Settimana i cui incontri si svolgeranno sulla piattaforma Cisco Webex:

  • 15 dicembre 2020: ore 17,00, interventi del dott. Sergio Fontana, presidente Confindustria Puglia, e del dott. Massimo Salomone, coordinatore Turismo Confindustria Puglia, su “Economia e Pandemia”;
  • 16 dicembre 2020: ore 17,00, tavola rotonda con i proff. Altamura Alberto, De Pasquale Mario, Maiale Alberto, Mercante Annamaria, Tenerelli Nicola, autori del volume “Filosofia nella pandemia. L’altro vaccino”;
  • 17 dicembre 2020: ore 16,00, intervento del prof. Francesco Paolo de Ceglia, Uniba “Aldo Moro”, su “Pandemia e Vampirismo”;
  • 18 dicembre 2020: ore 9,00-11,00 (alunni del biennio), intervento del dott. Pietro Drago, medico della ASL BAT, su “Riflessioni di un medico in prima linea”; ore 11,00-13,00 (alunni del secondo biennio), intervento del dott. Felice Spaccavento, anestesista ospedale di Corato, su “Io medico… storie di ordinaria sanità”;
  • 18 dicembre 2020: ore 17,00, prof. Gino Cingolani, docente di biochimica e biologia molecolare presso la Thomas Jefferson University di Philadelphia (USA), su “Atomi, virus e vaccini. Quo vadis?”;
  • 21 dicembre 2020: ore 17,00: intervento dei proff. Daniele Maria Pegorari e Valeria Teraversa, Uniba “Aldo Moro”, su “Il futuro in una stanza”, dialogo letterario dentro e oltre la pandemia.

Il ringraziamento va alla Dirigente Scolastica, prof.ssa Giuseppina Bassi, che ha sempre supportato l’iniziativa e creduto fermamente nelle finalità educative dell’evento e a tutti i relatori ed esperti per la disponibilità e per il forte impatto educativo che sicuramente avranno le loro testimonianze.

MOLFETTA. Dopo due settimane di stop, le biancorosse riprendono il proprio percorso nel girone D di serie A2 con una vittoria: sul parquet del PalaPoli, infatti, il team del direttore generale Saverio Foti si impone per 5-1 sulle siciliane del Team Scaletta. Mister Diego Iessi deve rinunciare a Mangafas, Pedace, Tricarico, Mezzatesta e Minafra, mentre recupera in extremis De Marco e Napoli, con le neo-arrivate Lacirignola e Gelsomino subito a disposizione. Graditissimo ritorno in campo per Barbara Mazzuoccolo che, dopo nove mesi, torna finalmente a calcare il parquet del PalaPoli. L’avvio di gara è tutto biancorosso, con Arrigo superlativa prima su Barile, poi su Gariuolo e Castro. Le occasioni da gol si susseguono, ma al Molfetta manca sempre la giusta precisione per sbloccare il punteggio e deve pensarci Ellen Castro al 18’30’’ con un siluro dalla lunghissima distanza che non lascia scampo al portiere siciliano. La ripresa si apre sulla falsariga del primo tempo, ma le biancorosse trovano subito il raddoppio con una bella combinazione tra Barile e Mazzuccolo, con il capitano biancorosso che di suole serve l’accorrente Castro che deposita in rete per il 2-0. Al 4’59’’ uno schema da calcio di punizione libera Giovanna Barile al tiro: 3-0 e prima gioia stagionale per la laterale mancina. Il Team Scaletta prova a reagire e Primavera in contropiede fulmina Liuzzo, ma al tredicesimo è Laura Gelsomino con un comodo tap-in sul secondo palo a ristabilire il triplo vantaggio biancorosso. Nel finale c’è spazio anche per la rete di capitan Mazzuoccolo che festeggia nel migliore dei modi il suo rientro in campo. Con la vittoria in questione la Femminile Molfetta si porta a 16 punti in classifica; nel prossimo turno il roster di mister Iessi si recherà in Calabria per la sfida alla Sangiovannese.

FEMMINILE MOLFETTA – TEAM SCALETTA 5-1 (1-0 pt)

FEMMINILE MOLFETTA: Liuzzo, Lacirignola, Napoli, Castro, Gariuolo, Gelsomino, Tempesta, Barile, Mazzuoccolo, Mezzatesta, De Marco, Sciannamea. All. Iessi

TEAM SCALETTA: Arrigo, M. Rizzo, G. Rizzo, Oliva, Primavera, Pensabene, La Falce, Corrao, Segreto, Luttino, Fedele. All. Cernuto

ARBITRI: Diego Ramires e Dario Pezzuto di Lecce. CRONO: Stefano Prisco di Lecce

MARCATRICI: 18’30’’ Castro (M), pt; 1’03’’ Castro, 4’59’’ Barile (M), 5’45’’ Primavera (S), 13’32’’ Gelsomino, 16’50’’ Mazzuccolo (M), st.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino