Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. Dopo la pausa per le festività pasquali, la Molfetta Calcio ritorna in campo per il recupero del match non disputato nei mesi scorsi con la Team Altamura. Si gioca questo pomeriggio alle ore 15:00 al Tonino D’Angelo contro una Team reduce dalla vittoria di prestigio per 1-0 con il Casarano ed ancora attardata rispetto alle concorrenti in merito alle partite giocate. A causa, infatti, di diversi casi Covid in rosa, la Team Altamura è stata costretta a non disputare diversi match: attualmente i murgiani hanno totalizzato 31 punti nelle 19 partite disputate sin qui, ben quattro match in meno rispetto a quelli totalizzati dai biancorossi, a quota 34 in graduatoria. I ragazzi di mister Bartoli vogliono dar seguito al pareggio ottenuto in casa con il Brindisi. Si tratta del primo di quattro match ravvicinati: dopo la trasferta di Altamura, i biancorossi se la verranno con Puteolana, R. Aversa e Casarano in sole due settimane.  Arbitrerà l'incontro con l'Altamura il sig. Drigo di Portogruaro coadiuvato dagli assistenti Cozzuto di Formia e Donati di Macerata. 

 

 

MOLFETTA. Nei giorni di Pasqua e Pasquetta, presso l’hub vaccinale di Molfetta, in Via Salvo D’Acquisto, saranno vaccinati esclusivamente i caregiver dei bambini e dei ragazzi under 16. La decisione è stata assunta dalla Regione Puglia con il Dgr 472/2021. I caregiver dei bambini e dei ragazzi under 16, e solo loro, potranno recarsi al punto vaccinale della pista di atletica Cozzoli, a partire dalle 9 di domenica 4 e lunedì 5 aprile, muniti di documento d’identità, tessera sanitaria, copia del certificato attestante la 104 art. 3 comma 3 del minore o autodichiarazione. Si invitano, pertanto, i caregiver degli anziani o di altri pazienti con patologia a non recarsi presso l’hub.

Foto di Hakan German da Pixabay

MOLFETTA. Il campionato di serie D per la Molfetta Calcio si ferma per le festività pasquali; per poi riprendere già martedì 6 aprile per il recupero in trasferta con l’Altamura. C’è davvero tanto da festeggiare in casa biancorossa: i biancorossi sono attualmente settimi in classifica e imbattuti in casa in stagione (da due anni se contiamo anche la passata stagione). Alla salvezza aritmetica non manca molto, ma mai come adesso abbiamo bisogno di sentire la vicinanza e il calore di ciascuno di voi tifosi molfettesi! Sarebbe, per noi tutti, un grande risultato, forse non del tutto compreso e sottolineato. L’assenza del pubblico al Poli ha privato Molfetta e la Molfetta Calcio di quella passione travolgente che solo la gente del Poli sa regalare, ma questo non deve far assopire il tifo in città; anzi. Tutto ciò deve rendere i molfettesi orgogliosi dei propri beniamini e della propria squadra del cuore perché, con l’attuale gestione tecnica e societaria, il bene del Molfetta sarà sempre messo al primo posto rispetto a qualsiasi altra cosa.  Ora è tempo, però, di prendersi una piccola pausa domenicale: la Pasqua è un “impegno” di una valenza maggiore rispetto ad una partita di calcio. A voi tutti molfettesi, e non solo, vanno quindi i migliori auguri di buone festività pasquali e di serenità in questo periodo di persistente difficoltà sociale ed economica.

Foto di Sergio Porcelli

MOLFETTA. Il nostro Comune, in vista delle vaccinazioni di massa, è stato confermato nella Rete Asl Bari dei Punti vaccinali territoriali. Lo ha comunicato, con una lettera, pubblicata sul sito del Comune, il Direttore generale della Asl, Antonio Sanguedolce. Infatti l’hub vaccinale della pista di atletica “Cozzoli” è stato giudicato oltre modo idoneo, oltre che sul piano strutturale, per la buona organizzazione che i tanti volontari, organizzati dal dott. Ottavio Balducci assicurano ogni giorno. Questo consentirà di entrare nel vivo delle vaccinazioni di massa, mentre proseguono le vaccinazioni per completare gli over 80 e le altre categorie indicate dai protocolli ASL. «E’ un risultato importante - il commento del Sindaco, Tommaso Minervini – che premia il lavoro costante effettuato in questi mesi. Ringrazio i vertici Asl, tutti gli operatori del Dipartimento di prevenzione di Molfetta che ogni giorno 12 ore la giorno sono impegnati nelle vaccinazioni, tamponi insieme alle altre loro incombenze. Tutti i volontari e Ottavio Balducci, tutte le forze dell’ordine che ci sono vicini in quella che è stata definita la più grave pandemia del secolo. Un ringraziamento speciale – continua il Sindaco - a tutto il personale del nostro ospedale, ai reparti ai servizi, al 118 e al pronto soccorso che stanno reggendo il massimo urto di questa pandemia. Noi tutti singolarmente siamo chiamati alla responsabilità individuale davanti a questa pandemia, ai morti e alle tante privazioni. Ciascuno di noi – conclude - ha la responsabilità col proprio comportamento a determinare una uscita, la più rapida possibile per tornare, quanto prima, alla normalità. Senza nascondersi dietro l’alibi dei controlli. In una situazione di massa come questa il primo controllo è della nostra coscienza e responsabilità verso noi stessi».

MOLFETTA. “Con la scomparsa di Giovanni Guarino se ne va un altro pezzo della cultura molfettese”. Lo afferma il sindaco di Molfetta a seguito della dipartita del baritono di fama internazionale. “Come molti talenti musicali della nostra città – continua il primo cittadino - Giovanni si era formato alla Scuola Dvorak di don Salvatore Pappagallo, prima di intraprendere una carriera straordinaria, cantando nei migliori teatri del mondo e insegnando in prestigiosi conservatori. È sempre stato legato alle sue radici, orgoglioso di essere molfettese, e ha portato a testa il nome della nostra città in giro per il mondo. Porgo a lui un commosso saluto e a nome di tutta la città le più sentite condoglianze a tutti i suoi cari”.

 

MOLFETTA. “Bisogna agire con lo stile del samaritano, che comporta lasciarmi colpire da quello che vedo, sapendo che la sofferenza mi cambierà, e devo impegnarmi con la sofferenza dell’altro”. È proprio nello spirito caritatevole di queste parole pronunciate recentemente da Papa Francesco, che il Rotary Club Molfetta ha deciso di consegnare in occasione della Santa Pasqua un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà nell’attuale crisi alimentare. La pandemia e le restrizioni imposte dal Governo non fermano l’impegno del Rotary Club Molfetta in favore dei concittadini della nostra comunità che versano in uno stato di grave indigenza e necessitano del nostro aiuto. Grazie a tale impegno, commenta Felice Spadavecchia Presidente del Rotary Club Molfetta per l’anno 2020-2021, il Club ha destinato il service “Insieme per una Pasqua di Solidarietà” a favore delle famiglie molfettesi in difficoltà, per venire incontro alle loro necessità fondamentali. Da oltre un anno la pandemia ha stravolto profondamente le nostre vite, modificato le nostre abitudini, accentuato il divario tra chi ha tanto e chi non ha nulla. La pandemia ha messo a nudo le nostre fragilità e ci ha indicato che non siamo invulnerabili ma siamo legati gli uni agli altri e mai come in questo drammatico frangente abbiamo l’obbligo morale di farci carico e aiutare chi resta indietro. Il Rotary da sempre molto attento alle necessità degli ultimi in tutto il mondo, che di recente aveva già realizzato diverse iniziative concrete a favore della nostra comunità, si distingue per l’impegno costante della sua azione umanitaria e di solidarietà. Con l’impegno finalizzato al bene della collettività anche in questa occasione, con la destinazione di un pasto in occasione della Santa Pasqua in favore di famiglie in difficoltà attraverso la consegna del Service di Raggruppamento Zona 6 che sarà consegnato il 5 Aprile alla Parrocchia Madonna della Rosa, il Rotary di Molfetta intende aprirsi all’altro attraverso il valore della solidarietà. Ricordando il compianto Prof. Luigi Palombella già Governatore del Distretto 2120 : “Lavorare per il bene delle persone, di ciascuna persona e insieme per il bene della comunità è il modo migliore per realizzare il bene comune”.

MOLFETTA. Si conclude con 1-1 tra Molfetta Calcio e Brindisi con i biancorossi che si portano così a +10 punti di vantaggio sulla zona play-out e a a - 3 dalla zona play-off. A fine gara, mister Bartoli vede "il bicchiere mezzo vuoto" per via delle diverse occasioni create e non concretizzate, specialmente nella ripresa, pur riconoscendo al Brindisi un'ottima prova. Specialmente nel primo tempo, infatti, gli ospiti si rendono pericolosi con l'inventiva e la velocità sulla trequarti di Calemme e Forbes, il quale serve un assist d'oro a Buglia che calcia alto a tu per tu con Rollo al 16'. Al 28' è invece Boccadamo a sfiorare l'incrocio con un gran destro a giro. I biancorossi rispondono con le folate sugli esterni di Varriale e Lavopa, al rientro sull'out mancino, ma non impegnano severamente l'estremo ospite Pizzolato.  Nella ripresa si assiste invece ad un ritmo più frenetico e ad una maggiore pericolosità della Molfetta Calcio. Fucci non inquadra la porta di testa al 51' su azione d'angolo mentre Strambelli calcia alto al 56' dal limite dell'area. È il preludio al goal che arriva al 59' con Lacarra sull'assist dell'immancabile Strambelli. Al 72' il Brindisi pareggia con Merito, lesto a depositare in rete su incertezza di Rollo (sin qui tra i migliori in stagione). Tutto da rifare per i biancorossi che spingono sull'acceleratore alla ricerca del pareggio. Entrano Triggiani, Acosta, Conteh e Antonacci tra gli altri per un 3-4-1-2 offensivo (sino a quel momento squadra disposta a specchio con il Brindisi nel 4-2-3-1). Le occasioni non mancano: al 77' Triggiani sfiora il palo di testa, all'87' Acosta costringe ad una gran parata Pizzolato e al 94', in pieno recupero, non riesce ad inquadrare la porta di testa da centro area. Anche il Brindisi ci prova con un destro di Buglia da fuori ma il pallone termina a lato di poco. Prossimo match in programma per i biancorossi: martedi 6 aprile in trasferta con l'Altamura.

 

 

MOLFETTA. La Femminile Molfetta espugna in rimonta il campo della Salernitana e blinda il secondo posto in classifica. Mister Diego Iessi recupera Pedace e Gariuolo, con Veltrop confermata nello starting five. L’avvio di gara è di marca granata e al 2’32” una botta da fuori di D’Angelo finisce sui piedi di Palumbo che da pochi passi appoggia in rete. La reazione ospite non si fa attendere, con Mezzatesta e De Marco che impegnano il portiere avversario. Il pareggio biancorosso lo firma Mangafas, lesta a raccogliere una respinta dopo un tiro di Gariuolo e a depositare con potenza in rete. Al riposo si va sull’1-1. La ripresa si apre con la Femminile Molfetta che si riversa subito in avanti in cerca del gol del vantaggio. Ci provano, senza fortuna, Gariuolo, Gelsomino e Veltrop ma il 2-1 lo segna ancora Mangafas con un bolide da fuori area che va sotto l’incrocio. Le biancorosse continuano a produrre occasioni da gol, dall’altra parte Liuzzo è decisiva su Giugliano. Alla sirena finale festeggiano le ragazze di Iessi, brave a portarsi a casa l’intera posta in palio su un campo difficile.

 

MOLFETTA. Approda in città l’iniziativa “A sostegno di chi ha più bisogno”, importante operazione di solidarietà del sistema agroalimentare italiano per sostenere, in occasione delle festività di Pasqua, le famiglie in difficoltà per l’emergenza Covid con prodotti alimentari di qualità del nostro Made in Italy. L’iniziativa è promossa da Coldiretti, Filiera Italia e Campagna Amica con la partecipazione delle più rilevanti realtà economiche e sociali del Paese. Nell’ambito dell’iniziativa seicento chilogrammi di aiuti alimentari sono stati consegnati da Coldiretti al Comune che per tramite della Caritas e degli organismi che, sul territorio sono impegnati a sostenere le categorie più fragili, provvederanno a distribuirli in totale autonomia. «Ringrazio la Coldiretti e la Caritas e quanti contribuiranno a questo gesto di solidarietà della Pasqua 2021», il commento del Sindaco Tommaso Minervini.

 

MOLFETTA. Una partita giocata, la vittoriosa trasferta siciliana, negli ultimi 36 giorni: la Femminile Molfetta è finalmente pronta a riprendere il proprio cammino in vista del periodo più importante della stagione, con la final eight di Coppa Italia e i play-off promozione sullo sfondo. Queste ultime cinque gare di campionato serviranno infatti a Liuzzo e compagne, oltre che per conquistare aritmeticamente il secondo posto in classifica, anche per riprendere il ritmo partita in vista del mese di maggio. Mister Diego Iessi può finalmente contare sul ritorno tra le disponibili di Pedace e anche Gariuolo, Mangafas e Messa hanno smaltito i piccoli problemi fisici accusati nelle scorse settimane; le uniche assenti nella trasferta campana saranno Castro e Tricarico. Avversario di giornata sarà la Salernitana, compagine sconfitta per 5-0 nel match d’andata disputato a febbraio che ha già conquistato la salvezza matematica. La sfida tra Salernitana e Femminile Molfetta è in programma questa sera alle 20.30. Arbitreranno l’incontro Giovanni Vitolo Ferraioli di Castellammare di Stabia e Nicola Maria Manzione di Salerno, mentre al crono ci sarà Tommaso Vallecaro di Salerno. Diretta streaming sulla pagina Facebook ufficiale del club biancorosso a partire dalle 20.25.

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino