MOLFETTA. STASERA AL TEATRO DEL CARRO: "STORIA DELLA MASSONERIA IN TERRA DI BARI DURANTE IL FASCISMO"

fascismo massoneria-bMOLFETTA - Questa sera, alle ore 20.30, presso la sede del Teatro del Carro di Molfetta, si terrà il dibattito conferenza che trae titolo dall’ultimo libro di Michele De Santis "I Corvi". Storia della massoneria in terra di Bari e della repressione durante il fascismo. Michele De Santis è nato a Bari-Santo Spirito nel 1943. Giornalista pubblicista dal 1983 della scuola del quotidiano di Puglia di Mauro Gesmondi.

Dal 1983 al 1992 ha diretto e pubblicato il giornale cittadino Terlizzi e ha al suo attivo numerose pubblicazioni di storia Patria. Sui temi massonici, nel 2004, ha pubblicato: Processo ai liberi Muratori di Capodimonte nel regno di Maria Carolina, Ferdinando IV, Tanucci e Pallante in un racconto do Felice Lioy, “antico e fedele servitore” di re Ferdinando. Relatore sarà il Prof. Avv. Nicola Di Modugno. Partecipazione artistica di Francesco Tammacco e Pantaleo Annese. 

 

Il Fascismo nacque con il sostegno di molte figure della Massoneria dell’epoca, e molti dei dirigenti del P.N.F. erano iscritti alle Logge Massoniche delle più importanti famiglie. Ciò non ha impedito che dal 1921 al 1925 molti Massoni e molte sedi della stessa fossero oggetto di rappresaglie e violenze, anche fisiche, da parte delle squadracce fasciste. I libri ed i registri furono distrutti e dati alle fiamme, forse anche al fine di eliminare le prove della appartenenza massonica di molti rappresentanti della gerarchia fascista.

Last modified on Mercoledì, 02 Dicembre 2020 11:58

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino