Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. L’ottava edizione dell’ ”Out of Bounds Film Festival” si terrà il 22 settembre nella cornice suggestiva del Palazzo della Marra di Barletta ed il 23 settembre presso l’Anfiteatro di Ponente di Molfetta. Organizzato dall’Associazione “Gruppo Farfa Cinema Sociale Pugliese”, il festival proporrà 14 cortometraggi d’autore provenienti da ogni parte del mondo, tra cui “I am afraid to forge your face”, per la regia di Sameh Alaa, cortometraggio egiziano Palma d’Oro a Cannes 2020. Oltre a opere di fiction, di animazione e documentari, quest’anno il festival ospiterà lavori ‘speciali’ nella sezione “Student Short”, sezione dedicata ai migliori lavori giunti dalle più importanti scuole di cinema del mondo. La direzione artistica è affidata al regista Domenico de Ceglia, tra gli ideatori dell’evento, e all’attrice Maria Filograsso e si avvale del Patrocinio dei Comuni di Molfetta e Barletta, dove è inserito nel cartellone “Si va in scena” 2021. Nella serata di giovedì 23 settembre, verrà inoltre proiettato in anteprima assoluta il film “Rondinella” di Domenico de Ceglia. Il film parla di delicati temi universali, legati alla sessualità e all’educazione all’affettività nell’età adolescenziale, troppo spesso ignorati proprio dalle istituzioni deputate alla educazione e formazione dei più giovani, della voglia di librarsi, ma con ali forti per spiccare il volo. La produzione esecutiva di “Rondinella” è dello stesso “Gruppo Farfa”, il film è il segmento finale del progetto più ampio dell’ “Out of Bounds Film School”, finanziato e ospitato dall’IISS “Mons. Antonio Bello” di Molfetta che, nel 2019, ha intercettato un importante finanziamento dedicato allo studio del cinema nelle scuole, mediante il progetto CIPS, promosso dal “Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca” e dal “Ministero per i Beni e le Attività Culturali” e che ha interessato le comunità scolastiche e giovanili di Molfetta e Barletta, le due città coinvolte. Nella stessa serata del 23 settembre l’evento ospiterà il critico cinematografico Lorenzo Procacci Leone, del Circolo del Cinema “Dino Risi” di Trani e la Dirigente Scolastica prof.ssa Maria Rosaria Pugliese dell’IISS “Mons. Antonio Bello” di Molfetta, responsabile della direzione e del coordinamento del progetto che ha portato alla produzione di “Rondinella” e che da sempre promuove per i suoi studenti buone pratiche educative e una didattica innovativa che li veda protagonisti.

Per ulteriori informazioni è possibile seguire il festival sui social network, alla pagina Facebook “Rondinella - Il film” o sulla pagina Facebook dell’ “Out of Bounds Film Festival”; su Instagram a @outofboundsfilmfestival.

Nelle serate dedicate ai due eventi si accede secondo le norme di sicurezza attualmente in vigore per contrastare il diffondersi del Covid19. Per le prenotazioni si scriva a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..







 

MOLFETTA. Ha aperto ufficialmente i battenti, nei locali al piano terra dell’ex mulino Caradonna (vicino ai locali concessi all’Usca), “Aurora”, il nuovo sportello informativo sulle malattie rare del Comune di Molfetta, aperto tutti i venerdì dalle 18 alle 20, dedicato alla bambina scomparsa a gennaio scorso a causa di una rara sindrome. Quanti si rivolgeranno allo sportello potranno accedere ad una rete informativa finalizzata al miglioramento della qualità della vita delle persone affette da malattie genetiche rare e delle loro famiglie che riusciranno a sentirsi meno soli. Lo sportello sarà raggiungibile anche tramite numero verde 800992611 (messo a disposizione da Network Contacts) attivo il martedì e il giovedì, dalle 10 alle 12. Il progetto di attivazione dello Sportello informativo per le malattie rare dell’Organizzazione di volontariato Mitocon è stato approvato dalla Giunta comunale ad agosto scorso, su proposta della Commissione Pari Opportunità. «Questo sportello – ha sottolineato il Sindaco, Tommaso Minervini - è un elemento concreto di democrazia che nasce dal basso, da un fatto di dolore. Un organismo intermedio, come la Commissione pari opportunità del Comune, con la sua presidente Giovanna Vista, e persone fisiche, come Rosalba Secchi che ha anche un ruolo istituzionale, interpretando e assorbendo quello che è il dolore di un cittadino lo hanno elevato a bisogno di una comunità e, con la collaborazione dell’Amministrazione, hanno dato vita ad uno sportello per le malattie rare. Abbiamo voluto collocare lo Sportello nella Casa della salute che ospita anche i medici Usca. Questo sportello – ha continuato il Sindaco - è il risultato di un lavoro di squadra, un progetto sinergico che vede la collaborazione dell’associazione Mitocon e il supporto della Network Contacts per l’attivazione della linea telefonica dedicata e per questo ringrazio il direttore generale Giulio Saitti e il suo staff nelle persone di Diletta Rosati e Claudia Caradonna. Ma un ringraziamento sentito va anche a tutti i volontari che hanno lavorato nel silenzio». Presenti alla cerimonia inaugurale dello Sportello, tra gli altri, oltre alla Presidente Vista anche la consigliera comunale, Rosalba Secchi, che in un commosso intervento, ha ripercorso la “nascita” dell’idea di uno sportello per le malattie rare dedicato alla piccola Aurora, il papà di Aurora, Domenico Porcelli, l’assessore alla socialità Germana Carrieri, i vertici di Network Contacts». Molfetta è tra i pochissimi comuni a poter contare su uno sportello per le malattie rare.



MOLFETTA. Ad una settimana dall'inizio del campionato di Prima Categoria, la Virtus Molfetta conosce il suo calendario. La formazione allenata da mister Presutto esordirà in casa, domenica prossima alle ore 15,30, contro il Real Zapponeta. Altre due gare in casa nelle prime quattro giornate animeranno il primo scorcio di campionato per gli uomini del team del presidente Spadavecchia: il temibile Nuova Daunia, a Foggia il 3 ottobre, poi il duplice appuntamento casalingo contro Trani e Ruvese. Seguiranno due trasferte daune (San Giovanni Rotondo e Stornarella), intervallate dal match casalingo contro la Virtus Bisceglie. Il 14 novembre sarà la volta della Grumese al Petrone, prima della trasferta contro la Virtus Palese; sette giorni dopo il match casalingo contro Trinitapoli. Dicembre si apre con la trasferta a Troia, seguita dal match tra le mura amiche contro il Cagnano. Chiude il 2021 sportivo l'ultima giornata di andata, il 19 dicembre, contro Peschici. Il girone di ritorno si inaugura  il 9 gennaio contro il Real Zapponeta; il campionato terminerà tra le mura amiche il 3 aprile quando al Petrone arriverà Peschici.



MOLFETTA. Si intitola “Le Città... visibili. Omaggio a Calvino... e altre storie”, lo spettacolo che, il 22 settembre, alle 21, con il patrocinio del Comune di Molfetta e la collaborazione del Teatro Pubblico Pugliese, debutta a Molfetta, sul Palcoscenico dell’Anfiteatro di Ponente.
Nel corso dello spettacolo Roberto Ottaviano con il suo Sax ripercorrerà le tappe di un itinerario fatto di suoni, melodie, scritti e versi. Con lui, sul palco, ci sarà l’attrice Barbara Bovoli, voce narrante.
Un’altra “tappa” del programma proposto dalla ERGO SUM, per la drammaturgia di Alessandra Pizzi, che porta avanti il progetto di messa in scena di riscrittura dei grandi classici della letteratura.
La musica evoca ricordi legati ai luoghi della nostra memoria, e poeti e autori del passato hanno lasciato ritratti indelebili delle città e paesi” dice Alessandra Pizzi. “Ho chiesto a Roberto Ottaviano di tracciare degli itinerari “fantastici” intorno al mondo a partire dalle sonorità: suoni e musiche dei luoghi diversi, ma anche melodie legati inequivocabilmente a quelle città”. Il progetto, parafrasa l’opera celebre di Italo Calvino, in cui l’autore offre itinerari diversi per conoscere città invisibili. Lo spettacolo Le Città Visibili, ripesca nell’immaginario collettivo, nella memoria dei testi scolastici, nelle poesie e nei brani cari a molti, cita autori del passato e del presente, e costruisce un album di viaggio, dove architetture, paesaggi, scorci vengono raccontati da musica e parole. Dentro ci sono gli scritti di Calvino, le citazioni di Borges, di Sciascia, di Neruda e altre storie, per un progetto che rende omaggio alla letteratura tout court. Lo spettacolo rientra nel cartellone della programmazione culturale dell’estate a Molfetta.
Ingresso con prenotazione obbligatoria € 5.00. Biglietti disponibili presso INFO POINT di Molfetta, via Piazza 7 tel 3519869433. Prenotazioni al 3279097113. Obbligatori green pass e mascherina.

 

 

 

MOLFETTA. Cosa succede nel Mediterraneo? Quante sono le persone che ogni giorno giungono in Italia, attraversando il “Mare Nostrum”? Quali sono i rischi che corrono? Cercando su Internet, è possibile rintracciare diversi dati, che ci dovrebbero far riflettere: da inizio anno ad oggi sono morte o scomparse 955 persone cercando di attraversare il Mediterraneo, negli ultimi sette anni (contando dal 2014) più di 16 mila (fonte UNHCR). Si tratta, purtroppo, di numeri che in molti casi consideriamo lontani e che facciamo difficoltà a quantificare. Da qui la necessità di ascoltare le parole, le storie, le opinioni di coloro che hanno vissuto queste situazioni e hanno toccato con mano queste realtà. Queste sono le premesse da cui nasce la prima edizione del Mo.C Festival “La frontiera: fra inclusione e accoglienza”. L’evento gratuito si terrà presso la Cittadella degli Artisti, sabato 25 Settembre, ore 19:00. Prenotazione su EvenBrite (https://bit.ly/3AkTlX2) e green pass obbligatori. Il nome immaginato per il festival culturale (MO.C) non è casuale: oltre ad essere l'acronimo di “Molfetta coinvolge”, Moc ha lo stesso suono del termine molfettese “mmòcche”, parola col quale nel gergo nostrano si indica la bocca. Infatti, obiettivo dell’iniziativa è sensibilizzare la cittadinanza sul tema della migrazione e dell’integrazione, uno dei più importanti, attuali e discussi temi sociali. Main event della serata sarà un talk, facilitato dalla giornalista Tiziana Barillà, in cui interverranno: Maso Notarianni, collaboratore della onlus ResQ - People Saving People e componente del Consiglio Nazionale di Arci; Fulvia Conte, soccorritrice in mare per Sos Mediterranee; Valerio Nicolosi, regista, fotografo e giornalista specializzato in tematiche sociali, rotte migratorie e Medio Oriente; Tina Marinari, responsabile dell’ Ufficio campagne di Amnesty International Italia; Ana Estrela, fondatrice dell’ Associazione Culturale Origens e del progetto Ethnic Cook. Le testimonianze dagli ospiti saranno accompagnate dalla voce di Pantaleo Annese, che reciterà passi tratti dal libro “La Frontiera” di Leogrande. Nel corso dell’iniziativa sarà possibile visionare gli stand di diversi enti no-profit legati al tema e supportare concretamente il loro operato tramite una raccolta fondi (https://www.produzionidalbasso.com/project/mo-c-festival-al-fianco-di-chi-accoglie-e-include/). L’evento, promosso dall’associazione InCo-Molfetta, è stato finanziato dal Comune di Molfetta, grazie al bando Estate Molfettese 2021 e dall’Agenzia Nazionale Giovani all’interno del progetto di solidarietà “Ubuntù:ogni luogo è casa”.

MOLFETTA, Reduce dal successo ottenuto a Catania una settimana fa, domenica 19 settembre, alle 21, nell’anfiteatro comunale, va in scena Ferdinando, di Annibile Ruccello, commedia teatrale proposta dalla Compagnia Teatrale Qui ed Ora, per la regia di Daniela Rubini e Vincenzo Raguseo. Lo spettacolo, che ha già ottenuto, premi e riconoscimenti al Concorso Scena.0 2020, come miglior spettacolo e miglior attrice non protagonista (Patrizia Colonna), è candidato al Gran Premio nazionale del Teatro amatoriale 2021. Rientra nella programmazione delle iniziative inserite nel calendario del cartellone estivo promosso dall’amministrazione comunale. Sul palco saliranno Daniela Rubini (donna Clotilde), Patrizia Colonna (Gesualda), Vincenzo Raguseo (Don Catello), Sabino Di Tullio (Ferdinando). «Più o meno 25 anni fa - spiega Vincenzo Raguseo – assistetti, per la prima volta, ad una messa in scena di Ferdinando con l’interpretazione superba di Isa Danieli e la regia di Annibale Ruccello, autore del testo (in realtà si trattava di una riallestimento perché il grande Ruccello era venuto a mancare 10 anni prima a soli 30 anni). Mi innamorai subito di quel testo, di quella vicenda comica e drammatica, che sfuggiva alle classificazioni, di quella macchina narrativa che non dava tregua, di quei personaggi sanguigni e viscerali, come sono io davvero dentro. Negli anni successivi ho visto altre volte quello spettacolo in diverse messe in scena e me ne sono innamorato sempre di più. Anzi ho sognato di metterlo in scena un giorno». Cosa che è poi accaduta.
Ma di cosa parla “Ferdinando”. La vicenda è collocata nel 1870. Il tempo procede lento nella campagna vesuviana. L’Italia è appena nata e ha un nuovo re. Ma donna Clotilde non ci sta. Fedele ai Borbone, trascorre le sue giornate in un aristocratico isolamento.
La baronessa è sola: le fanno compagnia pasticche e aspri colloqui con il parroco, don Catello, e Gesualda, la sua cugina - domestica. Tutto è destinato, però, a cambiare. All’anfiteatro si accederà nel rispetto delle norme anti covid.
Prevendita ticket: Agenzia di viaggi Obabaluba, piazza Garibaldi 27, Molfetta (333 9380454) oppure contattando i numeri 336 730763 o 379 1131301.

 

MOLFETTA. Si sono ritrovate già per la terza volta le piccole atlete del settore giovanile della Nox Molfetta che prende forma grazie alla collaborazione tra la società del presidente Luciano Savi e la Football Academy Molfetta. Dopo le prime sedute volte al gioco e alla conoscenza, le giovanissime giocatrici hanno iniziato a dare i primi calci al pallone, con attenzione alla tecnica individuale e ad alcune regole basilari del calcio. A seguirle Girma Gadaleta, attuale referente del progetto ed ex giocatrice che vanta anche la promozione in serie A con l’Arcadia Bisceglie, la campionessa Nanà, neo giocatrice biancorossa con due scudetti e una Coppa Italia in bacheca, Anna Giacò, da anni impegnata nella didattica dello sport ai bambini e perno della Nox Molfetta che ha vinto il campionato ottenendo la promozione in serie A2 come Michela Azzarrino. «Siamo molto soddisfatti di ciò che stiamo creando – spiega la Nox Molfetta – le bambine sono entusiaste, le famiglie credono in questo progetto come noi e si è creato già un bellissimo feeling con le giocatrici della prima squadra che andranno ogni settimana a svolgere con loro gli allenamenti».Allenamenti a cui non manca mai nemmeno la dirigenza della Nox Molfetta «perché il settore giovanile merita e ha, da parte nostra, la stessa considerazione e attenzione della prima squadra». Anzi proprio la prima squadra ha già incontrato le bambine e non mancheranno nei prossimi giorni altri momenti di condivisione e incontro. I prossimi appuntamenti sono previsti per giovedì 23 e 29 settembre dalle ore 18:30 alle ore 19:30 con gli open days al campo della parrocchia Sant’Achille. Per ogni informazione è possibile rivolgersi alla sede della Football Academy Molfetta, in via Padre Pio da Pietrelcina 27 a Molfetta il lunedì e giovedì dalle ore 19.30 alle ore 21:00 oppure chiamate Girma Gadaleta al numero 3389250844 o Gabriele Lucanie, altro referente, al numero 3480452187.

 

MOLFETTA. Dopo il grande successo di “1, 10, 100 Astor”, Labs (Laboratori Artistici e del Benessere Sociale) propone un’altra serata di musica a Molfetta: “Piano & Friends, al tramonto”. Il concerto si terrà domenica 26 settembre alle ore 19 presso l'ospedaletto dei Crociati, organizzato da Labs e dall’Orchestra Filarmonica Pugliese in collaborazione con l’associazione Auditorium e l’associazione culturale Symposium. Saranno proposte due brani dell’ungherese Franz Liszt, i “Concerti per pianoforte e orchestra” n.1 e n.2. Compositore, pianista, direttore d'orchestra e organista del periodo romantico, Liszt è considerato uno dei più grandi virtuosi del pianoforte di tutti i tempi. Secondo la tradizione, impiegò addirittura 26 anni per portare a termine la stesura del concerto n.1. La serata sarà aperta dal brillante “Le nozze di Figaro, Ouverture” di Wolfgang Amadeus Mozart. Si tratta del brano di apertura all'omonima opera del genio austriaco suonata pubblicamente, per la prima volta, nel 1786. La straordinaria vivacità musicale, lo spirito vitale delle note e l'astuta e brillante partitura degli archi rendono questo brano quasi del tutto autonomo, tanto da poter essere considerato un brano a sé, fuori dal contesto dell'opera. Il concerto vede il patrocinio ed il contributo del Comune di Molfetta, il sostegno di Fondazione Puglia (bando Eventi Artistici 2021) e del Ministero della Cultura (FUS). I biglietti per assistere a “Piano & Friends” sono disponibili presso l’agenzia Obabaluba, in Piazza Garibaldi 27 a Molfetta, oppure online tramite QR code presente sul sito della stessa agenzia. L’evento sancirà anche l’inaugurazione di “Luoghi Comuni”, iniziativa legata a un bando vinto da Labs e inserito nelle Politiche Giovanili della Regione Puglia e dell'A.R.T.I. (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione) che finanzia progetti di innovazione sociale da realizzare in spazi pubblici sottoutilizzati e promossi da Organizzazioni giovanili pugliesi.

MOLFETTA. Mister Marzocca conferma per la prossima Stagione la maglia arancio di Simona Baiano, classe ‘88 che giocherà in posto 4 con il numero 25. Simona ha vissuto il percorso della Società sin dai suoi esordi, conquistando con le sue compagne l’accesso ai Campionati superiori di anno in anno. Con la maglia arancio come seconda pelle sarà anche quest’anno a disposizione dello staff tecnico e delle sue compagne per affrontare al meglio il Campionato di Serie C con l’umiltà e l’amore per la pallavolo che la contraddistingue. “Sono davvero contenta di continuare a far parte di questa società e spero anche quest'anno di fare del mio meglio e di dare il mio contributo alle mie compagne.” Un'altra pedina nello scacchiere Dinamo che si va delineando sempre più compiutamente in vista di un nuovo anno di sport.

 

MOLFETTA. Termina il percorso del Borgorosso Molfetta nella Coppa Italia di Eccellenza. La squadra molfettese è stata eliminata nel primo turno della competizione dalla Città di Mola, una delle corazzate del girone A nel massimo campionato regionale e tra le candidate alla promozione in Serie D. Dopo il 2-1 ottenuto al novantesimo nella gara d'andata al "Paolo Poli", alla formazione allenata da mister Leonino serviva la vittoria con due reti di scarto per passare al turno successivo o almeno un gol di vantaggio per prolungare la sfida ai supplementari. I biancorossi si sono presentati a questa partita con diverse assenze e sono andati in svantaggio già nella prima parte di gara: al 14° è Tedone a portare in vantaggio gli avversari e già al 21° il passaggio del turno va in ghiaccio con il raddoppio siglato da Bonasia. Il Borgorosso fatica a rendersi pericoloso in attacco e anche nella ripresa il copione non cambia: la Città di Mola chiude i conti nel secondo tempo, infatti, con il calcio di rigore messo a segno al 73° da Bongermino. Termina così 3-0 la partita giocata allo Stadio "Di Liddo" di Bisceglie. Per il Borgorosso Molfetta la testa passa subito al campionato: domenica al "Poli" arriverà il Corato Calcio, altra big del girone A di Eccellenza.

 

JoomBall - Cookies

© 2021 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino