Redazione_Online

Redazione_Online

draka090217Molfetta. E’ un avvenimento straordinario dato il personaggio di caratura mondiale. Stiamo parlando di Papa Francesco. Per la prima volta in assoluto i diritti della sua immagine non vengono gestiti dal Vaticano, ma dalla Draka Distribution di Corrado Azzollini.

Sarà infatti la sua casa di produzione a gestire le vendite internazionali del documentario “ La mia idea di arte” di Papa Francesco tratto dall’ omonimo libro  edito da Mondadori.

Tiziana  Lupi,curatrice del progetto ne ha parlato anche sulla rivista “ Il mio papa”, pubblicazione Mondadori, dedicata interamente al papa.

Si tratta del primo documentario di Papa Francesco in cui lo stesso Pontefice, così come nel libro, racconta alcune delle maggiori opere dei Musei Vaticani.  L’ importanza di questo grande progetto è l’ affidamento in esterno, a una casa di produzione di provincia, diretta da un molfettese- giovinazzese, di  un documentario di valenza mondiale anche perché papa Francesco è amatissimo proprio per il suo rapporto con la gente e per aver reso fruibili tanti luoghi prima inaccessibili   al pubblico, vedi  il suo palazzo di Castel Gandolfo, ora diventato un museo.

Le riprese sono state girate in luoghi meravigliosi che trasudano storia e bellezza. Il documentario  propone una visita guidata nei Musei Vaticani, fino a Piazza San Pietro e alla Basilica Vaticana, seguendo l'itinerario suggerito da Papa Francesco; una sorta di galleria d'arte ideale, insomma, alla scoperta delle opere che realizzano la sua idea di arte che evangelizza e contrasta la cultura dello scarto.

"I Musei devono essere sempre più il luogo del bello e dell'accoglienza. Devono spalancare le porte alle persone di tutto il mondo" scrive, nel libro, Papa Francesco.

Ad accompagnare gli spettatori in questo percorso sarà la voce narrante di Tiziana Lupi, curatrice del volume di Papa Francesco.

La regia è di Claudio Rossi Massimi, produttore esecutivo Imago Film e distribuito da Draka Distribution. Il dvd, disponibile in 6 lingue, sarà in distribuzione dai primi mesi del 2017.

Naturalmente, ha dichiarato Corrado Azzollini, è un onore, un privilegio e una grande soddisfazione, rappresentare questo importantissimo progetto cinematografico con Draka.

Dal una città del sud nel mondo; Corrado Azzollini vola sempre più in alto e ormai può essere a tutti gli effetti definita una eccellenza del nostro territorio.

Ad maiora e promuovi ovunque la nostra Puglia come ambasciatore.

draka090217Molfetta. E’ un avvenimento straordinario dato il personaggio di caratura mondiale. Stiamo parlando di Papa Francesco. Per la prima volta in assoluto i diritti della sua immagine non vengono gestiti dal Vaticano, ma dalla Draka Distribution di Corrado Azzollini.

Sarà infatti la sua casa di produzione a gestire le vendite internazionali del documentario “ La mia idea di arte” di Papa Francesco tratto dall’ omonimo libro  edito da Mondadori.

Tiziana  Lupi,curatrice del progetto ne ha parlato anche sulla rivista “ Il mio papa”, pubblicazione Mondadori, dedicata interamente al papa.

Si tratta del primo documentario di Papa Francesco in cui lo stesso Pontefice, così come nel libro, racconta alcune delle maggiori opere dei Musei Vaticani.  L’ importanza di questo grande progetto è l’ affidamento in esterno, a una casa di produzione di provincia, diretta da un molfettese- giovinazzese, di  un documentario di valenza mondiale anche perché papa Francesco è amatissimo proprio per il suo rapporto con la gente e per aver reso fruibili tanti luoghi prima inaccessibili   al pubblico, vedi  il suo palazzo di Castel Gandolfo, ora diventato un museo.

Le riprese sono state girate in luoghi meravigliosi che trasudano storia e bellezza. Il documentario  propone una visita guidata nei Musei Vaticani, fino a Piazza San Pietro e alla Basilica Vaticana, seguendo l'itinerario suggerito da Papa Francesco; una sorta di galleria d'arte ideale, insomma, alla scoperta delle opere che realizzano la sua idea di arte che evangelizza e contrasta la cultura dello scarto.

"I Musei devono essere sempre più il luogo del bello e dell'accoglienza. Devono spalancare le porte alle persone di tutto il mondo" scrive, nel libro, Papa Francesco.

Ad accompagnare gli spettatori in questo percorso sarà la voce narrante di Tiziana Lupi, curatrice del volume di Papa Francesco.

La regia è di Claudio Rossi Massimi, produttore esecutivo Imago Film e distribuito da Draka Distribution. Il dvd, disponibile in 6 lingue, sarà in distribuzione dai primi mesi del 2017.

Naturalmente, ha dichiarato Corrado Azzollini, è un onore, un privilegio e una grande soddisfazione, rappresentare questo importantissimo progetto cinematografico con Draka.

Dal una città del sud nel mondo; Corrado Azzollini vola sempre più in alto e ormai può essere a tutti gli effetti definita una eccellenza del nostro territorio.

Ad maiora e promuovi ovunque la nostra Puglia come ambasciatore.

cekka070217È fuori sul canale YouTube Just music Promotion il nuovo video clip "Tra le belve "di Cekka (yss matt crew )in cui ci spiega il suo modo di vedere il mondo.

"Vu vdè Com m pi tranquilla tra le belve,Vu sentì ,mari cumpari e freestyle "è il motto di questa canzone.

Davanti a situazioni irritanti come le malelingue [..] purtroppo parlare è il diritto di ognuno parlano da dietro poi ti vengono pure a leccare il culo[..] , i pregiudizi che sottovalutano il sesso femminile nel rap [..] non faccio views a colpi di libidine infine le bombe le faccio sentire cosa vuoi toccare? toccati se mine ! [..] o avances non gradite [..] l'Hip hop è un unione ma un unione con il limite[..] Cekka risponde così ,nulla è più importante della propria tranquillità restando immune alla negatività circostante. [..] Fumo sativa cosa si attiva?allontano la gente nociva!l'opportunista con la faccia carina nella partita[..]

Prodotta da Vincenzo D'erasmo in arte Vindee ,alla scenografia c'è un richiamo alla cultura orientale .Cultura che appassiona l' artista al punto di viverne anche la filosofia, la femminilità e la nobiltà di una geisha e la forza di un Samurai.

Molto particolari le sue geishe di colore ( Shafy Rojah, Anna Princess) che danno uno strappo alla regola dell'ovvio .

In un' atmosfera astratta e quasi magica Cekka afferma che la musica è la sua salvezza e non ha nessuna intenzione di mollare questa passione [..] mo son partita mo non mi fermo !il suono della vita lo so non mi fa andare all'inferno[..] Un sogno che da voce alla sua filosofia di vita

Il video è stato girato e montato da Dario de Sanni e la traccia registrata , mixata e masterizzata da Raptor Records .

Link video :https://youtu.be/0tv_ExmRxTo

Cekka official:https://goo.gl/sD2JGN

Just Music Promotion official :https://goo.gl/ocSXm6

cettaannese070217Molfetta. Si terrà il prossimo 9 febbraio con inizio alle 19.30 presso l’ Auditorium San Domenico, il concerto in piano solo della polistrumentista Cetta Annese.

Conosciamo meglio la musicista.

Nata a Terlizzi (Bari) il 1995 intraprende gli studi del violino e del pianoforte all’ età di 4 anni e successivamente del canto lirico. È vincitrice di numerosi concorsi di esecuzione musicale nazionali e internazionali. Ha partecipato a numerosi seminari internazionali di formazione orchestrale presso il teatro Fedele Fenaroli di Lanciano . In qualità di violinista ha frequentato corsi di perfezionamento tenuti da Massimo Quarta, Felix Ayo e Marco Misciagna. Ha suonato in prestigiose orchestre sinfoniche quali “International youth orche- stra”, Orchestra nazionale dei conservatori (in cui ha svolto il ruolo di spalla dei secondi violini), Orchestra da camera “ I musici di Parma” e Orchestra giovanile italiana , ha svolto con queste orchestre tournee all’estero (Israele, Serbia, Austria) e ha suonato in prestigiose sale da concerto e teatri quali: Parco della musica “Sala Santa Cecilia” di Roma, Teatro sociale di Rovigo, Teatro Morlacchi di Perugia, Teatro argentina di Roma, Teatro dei rozzi di Siena, Teatro Petruzzelli di Bari, Sala Tripcovich di Trieste, Teatro nuovo go- vanni di Udine, Kolarac hall di Belgrado, Elbar saal di Vienna etc.. È stata di- retta da prestigiosi direttori quali Daniele Gatti, John Axelrod, Domenico Nor- dio, Bruno Aprea, Francesco Lanziollotta, Giuseppe Grazioli, Luigi Piovano, Marcello Panni e molti altri.

Nel 2016 si è diplomata in violino e canto lirico e nel 2017 conseguirà il di- ploma di pianoforte sotto la guida del maestro Luigi Ceci presso il Conserva- torio di Bari.

Durante la serata verrà eseguito il seguente programma:

Notturno n° 2 op. 27 – Chopin Notturno n° 2 op. 62 – Chopin Sonata op. 109 – Beethowen Studio n° 4 – C.Saint- Saens Ballata op 38 n°2 - Chopin Estampes - Debussy:

1. Pagodes, 2. La Soirée Dans Grenade, 3. Jardins Sous La Pluie.

L’ ingresso al concerto  è libero e costituisce l’ occasione per trascorrere alcune ore piacevolmente ascoltando buona musica.

ameliaresaz060217Molfetta. Venerdì 10 Febbraio 2017 alle  ore 19,00 presso la “Libreria Il Ghigno un mare di storie”, in  Via Salepico 47, Amelia Resaz presenta “Còntime. Una storia vera” Secop Edizioni. A dialogare con l’ autrice  ci sarà Zaccaria Gallo, poeta, drammaturgo e i lettori-attori.

Così il critico Manlio Triggiani descrive il romanzo: “Raccontami una storia riannoda, con una scrittura semplice e accattivante, frammenti della vita di una ragazzina che diviene donna, che ricorda i luoghi della propria infanzia e lo fa talvolta con amore, talaltra con gioia, a volte con un tocco fiabesco. E ci mostra quelle terre italiane con gli occhi di tanti anni fa.”

Il confine Italo Jugoslavo nel 900, fascismo, esodo, guerra fredda: queste le parole che possono identificare l’ opera .

Un analisi dei fatti avvenuti nel XX secolo lungo il cosiddetto “confine orientale” teatro di complesse dinamiche storiche e conflitti che hanno scandito la storia del novecento contribuendo a cambiare il volto dell’Europa

Sarà l’ occasione per conoscere alcune pagine di storia poco note al grande pubblico attraverso episodi della microstoria e della vita quotidiana.

mostragiaquinto060217Molfetta. Il successo di pubblico dell’ultimo week-end e le numerose richieste da parte di scolaresche e gruppi associativi hanno indotto gli organizzatori a prorogare la mostra su Corrado Giaquinto e Filippo Cifariello con nuovi inediti e contributi a cura del prof. Gaetano Mongelli.

L’esposizione, inaugurata lo scorso 11 dicembre in un Auditorium Salvucci gremito, mette in mostra opere dei due artisti molfettesi per lo più in collezione privata ed aggiunge un nuovo tassello agli studi che la struttura museale sta conducendo sulla collezione Piepoli-Spadavecchia. Da questa, infatti, provengono alcune delle opere in mostra, raffrontate con altre di pari soggetto o datazione. Un’esposizione che si innesta piacevolmente nel percorso espositivo invitando molti a riscoprire il patrimonio storico-artistico custodito al museo diocesano.

«Il positivo riscontro che l’iniziativa sta registrando tra i visitatori e gli addetti ai lavori – dichiara don Michele Amorosini, direttore della struttura museale – incoraggia a proseguire su questa strada per una valorizzazione sempre più efficace del patrimonio ecclesiastico in collaborazione con le realtà educative del territorio». Dopo l’inaugurazione e sino al nuovo termine sono attive, infatti, visite guidate alla mostra ed alla città, dove si annoverano preziose testimonianza dei due artisti.

Nel mese di marzo due nuove esposizioni legate al tempo della Quaresima e della Pasqua: Via Crucis – opere di Vito de Leo in collezione mons. Amato e testi dello stesso don Mimmo, indimenticato sacerdote e studioso; Con gli occhi di Giulio Cozzoli – opere preziose dello scultore molfettese corredate dalle foto di Cosmo Mario Andriani.

fabulanova060217Molfetta. La poesia è, tra le produzioni letterarie, la più complessa in assoluto.

Infinita ed essenziale al tempo stesso.
La poesia è una freccia che raggiunge il cuore ed anima i sensi: non è ­la parola a creare la poesia, pe­rché essa è arte, sin­estesia, oblio, melod­ia, immagini emotive, scandite da­l ritmo che termina i­n danza.
La poesia è parola, ­la parola, nella poes­ia è arte.
La poesia piace a tu­tti. Se non piace non­ è poesia...

Da questa idea prende forma il progetto EROS & PSICHE, le arti, la poesia, la poesia come miscela di arti, tema conduttore l'Amore....
Nasce il primo reading di componimenti inediti intitolato "Fabulanova In-Versus" sotto la direzione artistica di Antonella Puddu in collaborazione con Liliana Salerno, Fabulanova, il Carro dei Comici e un cast denso ed intenso di artisti:
" POETI: Luigi Armentano, Pietro Casella, Luana Lamparelli, Antonella Puddu, Liliana Salerno, Luisa Varesano
- MUSICISTI: Nicola Nesta, Shannon Anderson, Francesco Varesano, Silvana De Palma, Pantaleo Annese.
- BALLERINI: Vincenzo de Pinto, Helena de Pinto.
- DISEGNI: Helena de Pinto.
- ATTORE BURATTINAIO: Pantaleo Annese"
che hanno creduto in questo esperimento culturale.
Vi aspettiamo.

12 febbraio
ore 18:30
Teatro del Carro

via Giovene 23 - MolfettaFabulanova

3807090700

empty0502117Si respirava aria di altri tempi, ad iniziare dall’ abbigliamento per finire alle scarpe, presso “The Empty Space” a Molfetta, trasformato per una sera in raffinata balera, grazie alla musica ritmata e ai bravi ballerini.

La Swing Era ha fatto da padrona in questo spazio multifunzionale che di volta in volta si trasforma in teatro, in pista da ballo, in luogo per  lo svolgimento di aperitivo con delitto, attirando un pubblico eterogeneo per fasce di età e provenienza a seconda dello spettacolo proposto.

Questa volta, essendo i ballerini nella maggior parte baresi, si registravano tante presenze dal capoluogo di provincia; idea veramente vincente e trainante.

Gonne svolazzanti, originali scarpette da ballo, accessori simpatici come i papillon per i maschietti, hanno caratterizzato l’ appuntamento con il ballo. In pista volteggianti ragazze e aitanti ballerini, si sono mossi a ritmo di musica, proponendo coreografie e passi ben coordinati e ritmati.  Chi non ha ballato si è gustato lo spettacolo, guardando l’impegno e la concentrazione dei danzatori impegnati a creare una sinergia con l’altro componente della coppia per instaurare  il massimo affiatamento.

Protagonista indiscusso il quartetto capitanato da Mike Zonno, con Mino Lacirignola, Gino Palmisano e Beppe Brizzi, complice una pista da ballo e un ambiente à la Savoy Ballroom.

Spostati quindi i tavolini, dopo aver creato un ulteriore affiatamento fra i danzatori, ecco che il sotto palco si trasforma e si da’ il via alle danze.

Grande successo per il  nuovo appuntamento della  seconda parte della stagione 2016-2017 del The Empty Space di Molfetta, organizzato da Andrew Sheldon e Roberta Bini.

Già previsto in calendario per il 7 gennaio, ma purtroppo rinviato a causa delle avverse condizioni atmosferiche che hanno flagellato la nostra regione, si è quindi tenuto posticipato di quasi un mese il primo appuntamento con The Golden Era of Swing & Dance il nuovissimo progetto che ha  una parentesi sul jazz tradizionale, tutto da ballare, con l’esperto quartetto capitanato dal ben noto contrabbassista e cantante Mike Zonno, il trombettista Mino Lacirignola, il pianista Gino Palmisano e il batterista Beppe Brizzi, musicisti che vantano tutti importanti collaborazioni.

E’ stata una serata tutta da ascoltare, da cantare, da ballare e da gustare complice un ambiente  raffinato, caldo ed accogliente. Veramente soddisfatti gli organizzatori per la riuscita della serata, per il clima creatosi e per aver portato un po’ di gente da Bari a Molfetta, impresa non facilissima.

Il prossimo appuntamento con il jazz è per sabato 25 febbraio con Guido Di Leone Trio guest Fabrizio Bosso.

Il teatro, invece, torna sabato 11 febbraio con la Compagnia del Dadotratto che porterà in scena Yvonne.

empty060217Primo appuntamento della seconda parte della programmazione teatrale del The Empty Space sabato 11 febbraio con la piece Yvonne portata in scena da La Compagnia del Dadotratto

Si apre il sipario della seconda parte della programmazione della sezione teatro della stagione 2016-2017 del The Empty Space di Molfetta, organizzato da Andrew Sheldon e Roberta Bini.

Sabato 11 febbraio (ore 21) andrà in scena Yvonne, liberamente ispirata all’opera di Jean Cocteau “Parenti terribili”, che sarà portata in scena dalla compagnia del Dadotratto con la regia è di Ebe Guerra e gli attori Paola Arnesano, Roberta Costantini, Simona Dinielli, Paolo Spezzati, Alessandro Volpe, Annalisa Mondino.

Quante volte una dedica entra nella messa in scena, al punto da diventare un motore del racconto stesso? L'autore quasi mai dimentica chi ha ispirato il proprio lavoro, il pubblico sì! Yvonne vuole essere la celebrazione della dedica e da qui patire per raccontare quella presenza discreta ma fondamentale. Ancor più, se si considera che l'attrice Yvonne de Bray interpretò Parenti Terribili dieci anni dopo il debutto teatrale, nel 1948, nella versione cinematografica sempre diretta e scritta da Cocteau.

Informazioni per prenotazioni e abbonamenti: 393.8170201; 340.6436415; www.theemptyspace.eu; www.facebook.com/theemptyspace0913?fref=ts

L`associazione culturale "Empty Space" organizza e propone varie forme di arte, musica e spettacolo ai propri soci.

cinderella2901117Molfetta. Oggi domenica 29 gennaio presso  il Seminario Regionale, Viale Pio XI n.54 – Molfetta  andrà in scena "CINDERELLA" spettacolo bilingue (italiano-inglese) ad Anno nuovo Storie nuove VI ed. - rassegna di teatro ragazzi e famiglie.

Apertura botteghino alle  ore 18:00, porta ore 18.45 e inizio spettacolo alle ore 19.00.

In una casa da fiaba, in una stanza dei giochi, tutto sembra fatato, tutto è rosa…castelli, bambole, barbie….sopraggiunge lei, Cenerentola, diversa, dinamica, quasi rock, con un carico di macchinine e mattoncini colorati. Adora il blu.
Nulla le è familiare: due sorelle estremamente vanitose, presuntuose, una lingua straniera, fiocchi, pizzi, merletti. Sarà solo grazie al gioco che le tre fanciulle riusciranno a far incrociare i propri mondi, a condividere pensieri e ad apprezzare le diversità.
Le tre ragazze, metteranno in scena proprio la storia di Cinderella, ma cosa potrebbe succedere se la scarpetta persa al ballo non fosse di cristallo, se il principe non avesse un cavallo bianco, e se ci fossero due principi anche per le sorellastre?
Un finale inaspettato sorprenderà tutti.
Ai bambini si parlerà d’amore, di bellezza interiore, di accoglienza dell’altro, di differenze di genere ma… nella storia di Cenerentola c’è anche competizione, umiliazione e perdono…
Uno spettacolo bilingue, in italiano ed inglese per raccontare in modo originale la romantica storia di Cenerentola.
Verranno utilizzati i codici più familiari ai bambini: la fantasia, l’immaginazione oltre che giocattoli, bambole, fiumi di vestiti e scarpe.
In inglese i bambini ascolteranno, visualizzeranno ed impareranno le parti del Corpo umano, i colori, l’abbigliamento , gli oggetti reali e magici.
Una storia senza tempo per grandi e piccini.

Ricordiamo i prossimi appuntamenti di Anno nuovo Storie nuove

Domenica 5 FEBBRAIO – L’ORA DELLE OMBRE
Room to Play

Domenica 12 FEBBRAIO – LA PRINCIPESSA ALLEGRA
Marluna Teatro

Domenica 26 febbraio – LA PIRAMIDE DI MALABU’
(PREVISTO IL 15 GENNIAO E RINVIATO CAUSA NEVE AL 26 FEBBRAIO)
Teatro Eidos (Benevento)
..e a seguire la premiazione del concorso “EMOZIONI A TRATTI…” libera espressione su carta




NOTIZIE PIU' LETTE

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino