Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. Continuano gli appuntamenti di Festa d'estate Malalingua. Oggi 12 agosto e domani 13 agosto, presso il Giardino del Museo Civico Archeologico del Pulo di Molfetta, si terranno due spettacoli "poetici e buffi adatti a grandi e piccini" di Antonio Catalano. Si parte questa sera alle ore 21.00 con Conferenza Buffa – Incontro sul comico o comico incontro, una lezione di teatro, un “Bignami” dell'esperienza teatrale e dei suoi linguaggi, dal mimo, al grammelot, alla narrazione, al sussurro, al silenzio, per affermare che “il teatro deve ritrovare la sua capacità di essere indispensabile” e per rivelare al pubblico che “la malinconia a volte è la zia dell'allegria”. Un nuovo capitolo dedicato alla poetica della fragilità che Antonio Catalano sta sviluppando in tutto il mondo, creando spettacoli, narrazioni, percorsi poetici, installazioni d'arte, mondi immaginari da consultare, vivere, ascoltare e in cui emozionarsi e meravigliarsi. Una riflessione semi-seria per invitare ad abbandonarsi al sussurro, alla gioia, ai silenzi della natura; a misurare il tempo con la fatica degli occhi ei ricordi del cuore, ad aprirsi ai nuovi tempi antichi, al tempo dell'ascolto e della meraviglia; all'elogio dei tonti, del sole, del vento, del bambino appena nato, delle nuvole, del mare, della luna che sa solo di sé e non sa niente di noi. E la magia del teatro e della narrazione continua venerdì 13, alle ore 21.00, con il secondo spettacolo di Antonio Catalano dal titolo "Il Vangelo spiegato da un asino patentato. Ritrovo poetico". L'evento si svolgerà presso il Giardino del Museo Civico Archeologico del Pulo di Molfetta.

Di seguito alcuni link per conoscere il Maestro Antonio Catalano: https://www.ecodibergamo.it/videos/video/antonio-catalano-il-vangelo-raccontato-da-un-asino-patentato_1051402_44/ 

 https://www.youtube.com/watch?v=NUn5kzQayJI&t=140s 

https://www.youtube.com/watch?v=gy7h9j7EghI&t=123s

Il costo del biglietto è di 10.00 Euro, ridotto under 30, euro 5.

Promozione: l'acquisto di un biglietto per lo spettacolo del 12 agosto dà diritto ad un accesso gratuito per lo spettacolo del 13 agosto.

Per info e prenotazioni: telefono 349 40 37 423.

E-mail associazione Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Modulo https://bit.ly/3lEx6ad

Festa d'Estate è realizzato grazie al prezioso sostegno del Comune di Molfetta, nell'ambito del programma del Coordinamento dei Teatri di Molfetta.

All'ingresso sarà necessario esibire il GreenPass. Gli spettacoli si svolgeranno nel rispetto delle norme Anti-Covid.

 

 

 

MOLFETTA. Sono 36 gli incivili che soltanto nel mese di luglio sono stati multati dal nucleo Ambiente della Polizia locale per aver abbandonato rifiuti per strada. Da via Sergio Pansini, al cimitero, passando per via Spadolini e per le strade dell’agro. In tutte queste zone della città ancora una volta sono state utili le registrazioni video delle 160 telecamere monitorate dalla centrale operativa del Comando. In particolar modo gli agenti hanno individuato chi non fa la raccolta differenziata, ma si sbarazza dell’immondizia di casa lanciandola dall’automobile in corsa o lasciandola nei piccoli cestini portarifiuti. “Tolleranza zero – affermano il sindaco di Molfetta Tommaso Minervini e l’assessore alla Sicurezza Pietro Mastropasqua – verso chi non rispetta la nostra città. In questi mesi, grazie al lavoro svolto dagli agenti del Comandante Cosimo Aloia abbiamo sanzionato centinaia di sporcaccioni. Non ci fermeremo nel contrastare e multare queste sacche di inciviltà che ignorano la differenziata e si sbarazzano per strada dei rifiuti”.



 

MOLFETTA. A partire da martedì 17 agosto fino al 23 agosto, presso l'Anfiteatro di Ponente, si terrà il festival “Il Paese delle Meraviglie”, alla sua settima edizione. Ogni giorno ci sarà un nuovo spettacolo per tutta la famiglia, con compagnie provenienti da tutta Italia. Dopo gli eventi a Bisceglie e Terlizzi, è la volta di Molfetta, con una serie di spettacoli entusiasmanti. L'evento è promosso da Arterie Teatro che da sette anni organizza il Festival delle Arti Condivise “Il Paese delle Meraviglie” con la direzione artistica di Alessandra Sciancalepore. Negli anni il Festival è divenuto un evento atteso dal pubblico di bambini e famiglie e nel 2020 entra a far parte della Rete di Festival Marameo, Festival interregionale e internazionale del Teatro per Ragazzi, aumentandone il prestigio e la rilevanza artistica a livello nazionale. Cinque le regioni coinvolte, Abruzzo, Calabria, Lazio, Marche, Puglia con attualmente 27 Comuni aderenti, oltre cento spettacoli in programma, laboratori, incontri, mostre, eventi. La più grande festa del teatro per l'infanzia e la gioventù in Italia. La caratteristica del festival, l’impronta che lo rende immediatamente riconoscibile, è quella di appartenere a più luoghi rendendoli unici attraverso la sinergia che si crea con il territorio. Le Direzioni Artistiche per la Puglia sono di Alessandra Sciancalepore, con la sua compagnia, ARTERIE TEATRO e Antonello Arpaia per MOLINO D'ARTE. Il Festival rappresenta un’occasione di crescita culturale e sociale del territorio portando gli eventi artistici, quali spettacolo dal vivo e laboratori rivolti ad un pubblico di bambini, ragazzi e famiglie, nei luoghi storici delle città, nelle aree verdi, sul mare, nelle piazze, fra le strade, creando le condizioni per la condivisione di un Tempo di qualità per i nuclei familiari che vi partecipano.

Di seguito il programma degli spettacoli che si terranno a Molfetta dal 17 al 23 agosto, presso l'Anfiteatro di Ponente. Ingresso alle ore 20.00. Sipario ore 20.30

N.B. posto unico € 5,00 - abbonamento € 21,00 (7 spettacoli). E’ possibile prenotare i propri posti telefonicamente al 340-3868956, ritirandoli di persona oppure on line (con diritti preventiva) al link https://www.2tickets.it/titoliese.aspx?ide=2022&set=t 
In entrambi i casi va contattato il 340- 3868956 per l’assegnazione del posto in applicazione delle normative anti-Covid vigenti.

In base alle disposizioni vigenti si accederà con GREEN PASS.

17 AGOSTO - LA BELLA ADDORMENTATA. In scena il FLORIAN METATEATRO (PESCARA). Due sovrani e il loro desiderio più profondo: avere un figlio. Proveranno di tutto e… dopo l’astrologo di corte, il cuoco, la dama, il maniscalco… finalmente qualcosa avverrà e il loro desiderio sarà esaudito. Una dolce fanciulla di nome Rosaspina crescerà a corte, tra le mille attenzioni dei novelli genitori, ma qualcosa dovrà ancora accadere, un pericolo che minaccerà la loro felicità!”

 

18 AGOSTO - DON CHISCIOTTE E SANCHO PANZA. In scena il TEATRO EIDOS (BENEVENTO). il celebre Don Chisciotte e il suo fidato scudiero Sancio Panza si apprestano a liberare Dulcinea, prigioniera di un perfido duca. I due incontreranno i famosi mulini a vento e un disonesto oste che cercherà di sottrarre loro il danaro. Lo spettacolo, insomma, condurrà il pubblico nel surreale mondo di Don Chisciotte fatto di giganti e saracini, di estenuanti battaglie e alta gesta eroiche” 

 

19 AGOSTO - L’ISOLA DEI PIRATI. In scena I GUARDIANI DELL’OCA (CHIETI). Un giovane ragazzo, la mappa del tesoro, suo nonno e un divertente equipaggio pronti a partire per un viaggio avvincente e avventuroso!”

 

20 AGOSTO - IL MAGO DI OZ. In scena il TEATRO BERTOLD BRECHT (FORMIA). Il dottor Pirolozzi, stravagante e surreale medico e scienziato, cerca di curare Dora, una ragazza convinta di essere la Dorothy del favoloso mondo di OZ, organizzando una vera e propria messa in scena per farle vivere il favoloso viaggio e l’incontro con i fantastici personaggi del racconto. Ci riuscirà? Vedere per credere !!!”

 

21 AGOSTO - PI.. PI.. PINOCCHIO. In scena il TIEFFEU TEATRO (PERUGIA). un omaggio alla figura del burattinaio per eccellenza: Mangiafuoco, che riscattato dal ruolo di “cattivo” a cui siamo abituati, diventa il narratore nostalgico di una propria storia del famoso burattino. Mangiafuoco, dopo il fatidico incontro con Pinocchio, entra in crisi di identità… non possiede più la vita delle figure, venendogli negata la funzione di “creatore” e “animatore”… Pinocchio vive di vita propria. L’impedimento di questo ruolo gli fa scoprire i suoi limiti “umani” ma allo stesso tempo scatena nel suo animo sentimenti di rispetto e ammirazione….. Quel piccolo essere di legno lo ha fatto emozionare con le sue strabilianti avventure alla ricerca del padre perduto”

 

22 AGOSTO - CAROSELLO DI FIABE. In scena LA MANSARDA TEATRO DELL’ORCO (CASERTA). Le Fiabe sono una cosa seria, non solo puro divertimento o gioco infantile. In esse vi sono contenuti grandi significati, servono a sublimare le paure delle fasi cruciali della vita, sono, molto spesso, il racconto di un “rito di passaggio”. I bambini incontreranno i personaggi delle Fiabe più note , scoperte a vivere uno dei momenti più significativi della loro avventura. Una sorta di “Museo delle Fiabe” all’aria aperta, un evento assolutamente suggestivo e coinvolgente. Accompagnati da un abitante del bosco, gli spettatori si imbatteranno dunque in Cappuccetto rosso alle prese con il lupo, con Hansel e Gretel, Biancaneve, La Principessa ed il Principe ranocchio, in un susseguirsi di sorprendenti ed inaspettati incontri”

 

23 AGOSTO - CENERENTOLA IN BIANCO E NERO. In scena PROSCENIO TEATRO (FERMO). Quella di Cenerentola è storia di mondi magici, di straordinari rapporti con la natura e gli animali, ma è anche storia di una profonda ingiustizia, di riscatto, di prepotenze sconfitte, del bene che trionfa sul male. Tutti, chi prima e chi dopo, abbiamo subito nella nostra vita dei torti, si comincia già a scuola con il triste fenomeno del bullismo, e tutti abbiamo sognato di avere giustizia, questo ci permette un’immediata identificazione con le vicende di Cenerentola, siamo dalla sua parte sin dall’inizio, lo siamo stati per secoli e continueremo ad esserlo ancora.”

 

 

 

 

 

 

 

MOLFETTA. Si chiama “Aurora” il nuovo sportello informativo sulle malattie rare del Comune di Molfetta. L’iniziativa è frutto di una proposta della Commissione Pari Opportunità, recepita dalla Giunta comunale, e della collaborazione dell’Organizzazione di volontariato Mitocon. L’obiettivo dello sportello è quello di offrire una rete informativa su una tematica delicata per migliorare la qualità della vita delle persone affette da malattie genetiche rare. L’Amministrazione comunale ha quindi concesso alcuni locali della Casa della salute, dove attualmente si trovano i medici del servizio Usca. “Siamo tra i pochi Comuni – afferma il sindaco Tommaso Minervini – ad aprire uno sportello informativo sulle malattie rare. Ringrazio per l’input che ci è stato dato la Commissione Pari Opportunità e il suo presidente Giovanna Vista, la consigliera comunale Rosalba Secchi e tutti i volontari. Anche questa volta abbiamo ricevuto il supporto della Network Contacts per l’attivazione di una linea telefonica dedicata e per questo ringrazio il direttore generale Giulio Saitti e il suo staff nelle persone di Diletta Rosati e Claudia Caradonna. Si tratta di un lavoro di squadra, un progetto sinergico che vede anche la preziosissima collaborazione dell’associazione Mitocon, presieduta da Marco Marmotta”.  “Il nome dello sportello – spiega l’assessore ai Servizi sociali Germana Carrieri – è dedicato ad Aurora, una bambina che ci ha lasciato nel gennaio scorso a causa di una rara sindrome. Aurora è stata costante fonte di ispirazione per questa iniziativa, stimolo e forza per continuare a far del bene. E l’impegno in prima linea del suo papà Domenico Porcelli ne è testimonianza”. Un'altra conferma della centralità delle politiche sociali per l'Amministrazione comunale, vicina alle famiglie e alle persone più in difficoltà.

 

MOLFETTA . Per il secondo anno consecutivo “Luce in Festa - luminarie in musica” animerà la Festa Patronale 2021, illuminando l’imponente luminaria sistemata sulla facciata della Basilica della Madonna dei Martiri. Lo spettacolo è una assoluta novità per la città: un evento originale che per la prima volta a Molfetta porta la tecnologia delle luci a led e della loro accensione a ritmo di musica. Qualcosa di mai visto, una vera e propria festa di colori per l’avvio dei festeggiamenti in onore di Maria SS. dei Martiri. “Luce in festa - luminarie in musica” è promosso ancora una volta dal Comitato Feste Patronali: la prima accensione è in programma questa sera alle ore 21.00 e si ripeterà ogni sera fino a conclusione della fiera. Nello stesso momento verranno accese anche quelle su viale dei Crociati e su Corso Dante. “Crediamo fortemente in questo progetto - spiega Leonardo Siragusa, presidente del Comitato Feste Patronali - perché rappresenta la tradizione delle nostre feste con le luminarie ma anche la loro forte connotazione nel presente grazie alla tecnologia che consente di realizzare un vero e proprio spettacolo”. “Come Comitato Feste Patronali abbiamo voluto pensare a uno spettacolo come “Luce in Festa” anche per attrarre gente in città - continua il presidente Siragusa - e sostenere le attività commerciali locali più piccole, grazie al supporto delle più importanti aziende locali che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento”. Lo spettacolo di “Luce in Festa” accompagnerà i molfettesi e non verso le date degli eventi tradizionalmente più significativi dei festeggiamenti in onore della Madonna dei Martiri “portando gioia - conclude Siragusa - in una edizione della Festa Patronale che riuscirà comunque a garantire giorni di celebrazione alla città della sua compatrona nel rispetto della salute di ognuno”.  Il 10 agosto le successive accensioni avverranno alle ore 21.30, 22.00, 22.30, 23.00, 23.30 e 24.00. Da mercoledì 11 agosto e fino a sabato 28 agosto gli orari di “Luce in festa - luminarie in musica” saranno: ore 20.45, 21.15, 21.45, 22.15, 22.45, 23.15, 23.45. 

Successivamente saranno resi noti gli orari delle accensioni delle giornate della novena (dal 29 agosto al 6 settembre).

Foto di Simona Tolomei- graphic by Pixabay

MOLFETTA. L’ondata di caldo di domenica 8 agosto non ha scoraggiato la partecipazione alle iniziative promosse dal Centro studi e didattica ambientale Terrae – CEA Ophrys, in collaborazione con il consorzio Metropolis e l’associazione Plastic Free, e con il patrocinio del Comune di Molfetta nell’ambito del progetto “Ti raccontiamo la Natura – Estate 2021”. Un centinaio di partecipanti di ogni età hanno assistito alla divertente e coinvolgente narrazione de “La rapa gigante” A. Tolstoj e N. Sharkey, proposta da Il Teatro dei Cipis. Una fiaba molto antica i cui protagonisti sono due vecchietti che coltivano un’enorme rapa. Per riuscire a sradicarla dovranno farsi aiutare dagli animali che vivono nella fattoria (impersonati da tanti piccoli spettatori). Non sono mancate le passeggiate nella lama a cura di Terrae, che hanno favorito la scoperta delle peculiarità di uno dei più preziosi polmoni verdi della città. Una narrazione che è stata il coronamento di una intensa settimana per esperti e volontari del centro studi. Nelle scorse giornate, infatti, si è tenuto un nuovo appuntamento con Libri da (A)mare. L’incontro è stato incentrato su “I giorni della balena”, di Enza Montenegro e Michele Barone. Entusiasmante la scoperta di Annalisa, la balenottera della città di Bari, e la sua storia, avvincente come una fiaba. Un progetto a cui gli esperti di Terrae credono molto è “Sentinelle Verdi”, promosso dall’ASM, condotto in collaborazione con Appassionatamente, Sermolfetta e Croce Rossa Italiana – Comitato di Molfetta e patrocinato dal Comune di Molfetta. L’iniziativa è giunta alla sua sesta tappa.  Con la collaborazione dei volontari dell’associazione Plastic Free, invece, si è proceduto alla pulizia della spiaggia nell’area antistante il Lido Belvedere e a Cala San Giacomo: piccoli ma significativi gesti che si pongono l’obiettivo di educare i più giovani, e non solo, alla salvaguardia dell’ambiente.

 

MOLFETTA. Si è svolto sabato 7 agosto il primo appuntamento, “Tu che albero sarai?”, di Molfetta City Lab. Laboratori itineranti – 3^ed., promosso dall’associazione archeologico-culturale Antiqua Mater e patrocinato dal Comune di Molfetta nell’ambito dell’estate 2021. Questa terza edizione ha come titolo “Oltre la storia”, ed è proprio uno sguardo nuovo che la presidente dell’associazione, dott.ssa Valeria Fontana, vuole offrire ai bambini dai 6 ai 10 anni e alle famiglie, per osservare alcuni luoghi storici di Molfetta, attraverso visite guidate e attività esperienziali e laboratoriali. Uno sguardo nuovo rivolto al futuro, che vada oltre se stessi, le abitudini, la tristezza, la paura… e porti ogni partecipante a realizzare i propri sogni, ad andare oltre la propria storia, per diventare quello che ognuno vorrà essere. In ogni incontro si intrecceranno tante storie: quelle narrate e quelle di ogni partecipante. Le visite guidate, le letture, i racconti e l’arte ci condurranno alla scoperta di luoghi inesplorati fuori e dentro di noi. L’appuntamento di sabato è stata l'occasione per parlare del nostro territorio, di natura, di alberi, di amore e bellezza, prima attraverso una passeggiata nel Parco Naturale di Lama Martina e poi splendide illustrazioni ci hanno offerto le chiavi per entrare nel mondo intimo di ognuno di noi. Una performance delicata e rilassante ha permesso la trasformazione finale dei partecipanti in una splendida foresta! I prossimi appuntamenti ci porteranno nel centro storico con l’attività “Custodi dei sogni” e poi presso il Faro di Molfetta per chiudere, emblematicamente, con “Rinnovare sguardi”. Partecipazione a numero chiuso. Prenotazione obbligatoria.

MOLFETTA. “Restituzioni. Opere, storie di uomini e d’arte dai depositi della Concattedrale di Ruvo di Puglia” è l’esposizione di sculture e dipinti, che sarà inaugurata lunedì 9 agosto presso la chiesa dell’Annunziata.
La mostra gratuita è stata promossa dal Capitolo Concattedrale di Ruvo, in collaborazione con l’Ufficio diocesano per i Beni Culturali e l’Arte Sacra e il Museo Diocesano, con il patrocinio e il sostegno della Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi e del Comune di Ruvo di Puglia. A curare l’intera iniziativa, Francesco Di Palo, storico dell’arte, con l’intenzione di lanciare un ponte tra generazioni e, in ogni caso, permettere a ciascuno di intercettare un messaggio divino o di salvezza, in accordo con la funzione salvifica che all’arte e alla bellezza si attribuisce. “Restituzioni” offre a tutti un’occasione di contemplazione e riflessione, come sostenuto da Mons. Cornacchia, dal momento che il Capitolo restituisce alla comunità un patrimonio storico-artistico notevole, per quanto a lungo poco valorizzato e addirittura dimenticato. La cerimonia di inaugurazione si terrà lunedì 9 agosto presso la chiesa dell’Annunziata, alle ore 19.30, con la presenza del dott. Francesco Di Palo, il vescovo Mons. Cornacchia, don Vincenzo Speranza Presidente del Capitolo Concattedrale di Ruvo, il sindaco Avv. Pasquale Chieco, l’Assessora alla Cultura e Sviluppo turistico prof.ssa Monica Filograno e don Michele Amorosini Direttore dell’Ufficio diocesano per i Beni Culturali e l’Arte Sacra e Direttore del Museo Diocesano. La cerimonia sarà trasmessa in diretta streaming sui canali diocesani. Il Capitolo ha interrotto l’oblio in cui erano finite le opere oggi restituite alla comunità, per far conoscere questo patrimonio da tempo trascurato, con l’auspicio di costituire una sezione distaccata dal Museo Diocesano, in cui ammirare altre opere di interesse, note e meno note. Come scrive don Vincenzo Speranza, questa attività di recupero «diventa momento qualificante per la nostra storia collettiva, del vissuto cristiano di una comunità che mai si è risparmiata nel rendere piena testimonianza della propria fede attraverso segni anche significativi e di cui la nostra straordinaria Cattedrale dedicata a Santa Maria Assunta, custode delle antiche tradizioni religiose ruvestine e la cui storia si intreccia intimamente con quella del Capitolo e antiche tradizioni religiose ruvestine e la cui storia si intreccia intimamente con quella del Capitolo e dei Vescovi diocesani, costituisce emblema noto in tutto il mondo».
“Restituzioni” è opportunità per fare memoria e di questo è grato anche il Sindaco Avv. Pasquale Chieco, che insieme all’Assessora Monica Filograno si è impegnato per valorizzare la storia e il vissuto della città. «Ogni azione in grado di riaccendere in una comunità la luce della memoria dona a questa nuova forza e nuovo valore». La mostra sarà fruibile gratuitamente dal venerdì alla domenica dal 9 agosto al 10 ottobre, dalle 18.30 alle 21.30 presso la chiesa dell’Annunziata, per testimoniare la fede e «riannodare i fili della storia».



MOLFETTA. La Nox Molfetta conosce le avversarie della sua prima, storica partecipazione alla Serie A2 di calcio a 5 femminile. Venerdì, infatti, il Consiglio Direttivo della Divisione Calcio a 5 ha reso noti i gironi e gli organici in vista della stagione 2021-2022. In attesa del calendario ufficiale delle gare, comunque è già nota da tempo la data dell’esordio ovvero domenica 10 ottobre. Atletico Chiaravalle, Atletico Foligno, Futsal Perugia, Florida, Futsal Orione, Vis Fondi, Virtus Ciampino, Femminile Molfetta, Città di Taranto, New Cap 74 e Soccer Altamura le avversarie. Al folto gruppo di rappresentanti pugliesi si uniscono quelle del centro Italia per un girone dall’alto contenuto tecnico e tattico. «E’ un girone che vale la serie A2 - spiega la società – e che ci fa rendere ancora di più conto del grande risultato che abbiamo ottenuto con la promozione a giugno: siamo tra le squadre più forti e migliori d’Italia. Queste avversarie, così strutturate fuori e dentro il campo, ci obbligano immediatamente a calarci in una realtà completamente diversa da quella della serie C, facendo tutti quanti un salto di qualità notevole e a confrontarci sempre con l’obiettivo di migliorare giorno per giorno». «Il nostro obiettivo non cambia – prosegue la società - crescere partita per partita, affrontare ogni match con entusiasmo e metterci sempre il massimo. Saremo sì una matricola ma con grande voglia di fare bene ed essere protagonisti, senza paura seppure con grande rispetto di ciascun avversario». «Come società durante queste settimane proseguiremo a lavorare per consentire allo staff tecnico e alla squadra di iniziare la preparazione nel miglior modo possibile, convinti che ancora una volta solo così potremo raccogliere risultati».

MOLFETTA. Pubblicata all’albo pretorio l’ordinanza sindacale anti-bivacco nei giorni di Ferragosto, che sarà in vigore dal 13 al 16 agosto. La misura è necessaria per tutelare l’igiene e la pulizia del territorio. È fatto divieto all’interno del territorio di Molfetta – si legge nel dispositivo –, in particolare, nelle zone della “prima Cala”, Cala San Giacomo, Banchina, Duomo, Cala Sant’Andrea e zona retrostante la Capitaneria di Porto bivaccare, pernottare e occupare aree mediante tende, frigo bar, camper, barbecue”. La Polizia locale e le altre forze dell’ordine pattuglieranno le spiagge per controllare eventuali fenomeni di abusivismo. Previste per i trasgressori sanzioni fino a 500 euro.



JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino