Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. Mercoledì 4 agosto alle ore 20.30, presso la Basilica Madonna dei Martiri- Atrio dei Pellegrini, si svolgerà il quarto e ultimo appuntamento di Storie italiane, il 1° festival di letteratura a Molfetta. In occasione del 700° anniversario dantesco, in programma, il recital su Dante, “Scorci sulla Divina Commedia”, a cura del professore Franco Terlizzi, con accompagnamento musicale eseguito dal Maestro flautista Ferdinando Dascoli. Il professor Franco Terlizzi declamerà e interpreterà a memoria versi della Divina Commedia. Sarà una serata all'insegna dell'amore per Dante e per la sua Opera. Merito del professor Terlizzi, docente di lettere in pensione che dedica il suo tempo libero al recupero dei grandi poeti del passato, rivisitandoli alla luce della sua passione per la letteratura, delle sue dottissime conoscenze, delle sue capacità interpretative e della sua non comune prodigiosa memoria. Un viaggio dantesco in compagnia del prof. Terlizzi da non perdere: Nel recital DANTE 700 è delineata la discesa agli Inferi, ossia l'angosciosa presa di coscienza del male e del peccato, e quindi appare il Dante 'politico' che sentiva di essere precipitato, in quel fatidico anno 1300, nel grado più basso della sua vita morale, perso nella Selva del disordine e del peccato. Attraverso la declamazione A MEMORIA di alcuni celeberrimi episodi, le tremende invettive, le invocazioni a Dio, le profezie millenaristiche che costellano la Divina Commedia, il recital si articola e si intreccia con l'amara vicenda politica ed esistenziale di Dante, cacciato dalla sua città, privato della sua patria comunale, dello status di cittadino, della sua famiglia, dei suoi beni e della sua dignità di uomo libero. Una condizione spirituale, penosa e umiliante da cui Dante cercherà di riscattarsi, gridando la sua innocenza di "exul immeritus", esorcizzando le sue angosce, le sue ansie, le sue paure, i suoi rimorsi, l'avvilente senso di fallimento con la scrittura del suo immortale capolavoro, che nasce dunque dal dolore e dalla pena del cuore. La Commedia (sarà Boccaccio a definirla Divina) è il percorso eterno dell'uomo che si smarrisce, in una società dove regnano sovrani disordine e anarchia, e sente il bisogno di ritrovare per sé primariamente, e poi per tutti quell'ordine e armonia, che sono il suggello di Dio "che l'universo a Sé fa simigliante”.

L'ingresso è libero, ma con prenotazione.

Info Libreria Il Ghigno via Salepico 47 Molfetta https://www.instagram.com/storieitalianemolfetta/

https://ilghignolibreria.wordpress.com/

 

 

 

MOLFETTA. Il Segretario di Stato Vaticano Pietro Parolin celebrerà a Molfetta una messa all’aperto il prossimo 8 settembre, in occasione delle celebrazioni della Madonna dei Martiri. L’annuncio è stato fatto dal Vescovo della Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi Monsignor Domenico Cornacchia, nel corso della conferenza stampa sul conferimento a Molfetta del titolo di “Civitas Marie” e sul programma per i festeggiamenti in onore della patrona. “Ringrazio il Vescovo – afferma il sindaco di Molfetta Tommaso Minervini – per la bellissima notizia. Dopo avere provato l’emozione di ricevere Papa Francesco, il 20 aprile del 2018 in occasione del venticinquesimo anniversario della morte di don Tonino Bello, avremo l’onore di avere con noi il numero due della Chiesa cattolica nel momento più gioioso per la nostra comunità. La festa della Madonna dei Martiri ha un valore identitario fortissimo per i nostri concittadini, in Italia e all’estero”. “Come affermato dal presidente del Comitato feste patronali Leonardo Siragusa – conclude il primo cittadino –, sarà obbligatorio il green pass per poter accedere a tutte le iniziative legate alla celebrazione della Madonna dei Martiri. Invito, pertanto, tutti i cittadini a vaccinarsi e munirsi del green pass il prima possibile”.

 

 

MOLFETTA. Quarto volto nuovo in difesa per la Molfetta Calcio. Dopo gli arrivi dei giovani “senior” Panebianco e Demoleon e dell’under Pinto, il club presieduto da Ennio Cormio affida le chiavi della propria difesa all’esperto Matteo De Gol.
Classe 1989, difensore centrale dal fisico importante, De Gol sa ben destreggiarsi anche come terzino destro e sinistro risultando una pedina fondamentale nello scacchiere di mister Renato Bartoli. L’atleta di Latina, nell’ultima stagione, ha vestito la maglia del Gravina, ma ben conosce il girone H, grazie alle esperienze alla Grumentum Val D’Agri e al Francavilla in Sinni. Per lui importanti esperienze, in serie D, con il Cynthia, la Turris e il Castelli Romani, team con cui ha vinto la quarta serie approdando in serie C, categoria che ha difeso con la maglia dei Castelli Romani, ma anche con le piazze storiche di Aversa Normanna, Avellino e Torres, per un totale di 62 presenze tra i professionisti.
A De Gol il compito di portare esperienza ad un reparto ricco di talento.

MOLFETTA. La Nox riconferma anche Chiara Fattibene e Ilaria Guercia, a disposizione di Mister Alessandra de Bari pure nella stagione 2021/2022. Per entrambe si tratta del secondo anno con la società molfettese dopo averne sposato il progetto già in serie C: il portiere ritrova Nico Spadavecchia con cui potrà ricominciare la preparazione dopo l’infortunio rimediato a inizio della scorsa stagione e gli allenamenti alla ripresa del campionato. Il pivot continuerà ad essere centrale nelle trame di mister de Bari dopo aver siglato la rete decisiva per la vittoria dello spareggio promozione. «Sono contenta ed entusiasta di poter continuare a giocare a Molfetta – commenta Guercia - per cui ringrazio la società e tutto lo staff per avermi dato la possibilità di continuare a farlo. Il pivot traccia anche il bilancio della prima stagione in maglia biancorossa. «La Nox è una realtà dove si respira aria di “famiglia” – spiega - Spero di poter dare il mio contributo al mister e alle mie compagne di squadra così da divertirci e far divertire per un campionato all’altezza del nostro valore». «Ho sempre guardato questa società con ammirazione e sono molto contenta di averne fatto parte – sono le prime parole di Fattibene - Nonostante il poco tempo, ho avuto la possibilità di crescere, soprattutto mentalmente, grazie alla società tutta, alla mister e ad un maestro/amico come Mister Spadavecchia». «Spero di poter dare ancora di più a questa squadra. Ho voglia di fare bene e di ripartire», conclude.

 

MOLFETTA. La Pavimaro Pallacanestro comunica di aver raggiunto l’accordo con il playmaker Francesco Villa, che vestirà la maglia biancorossa nel prossimo campionato di Serie B. Francesco nato il 29/05/1997, cresce nel settore giovanile dell’Olimpia Milano con cui esordisce e mette a segno i primi punti in Serie A nella stagione 2014/15 prima di trasferirsi a Bernareggio la stagione successiva in Serie C Gold. Villa nonostante la giovane età vanta già importanti esperienze nel campionato di Serie B, dopo le due stagioni a Omegna dal 2016 al 2018, nel campionato successivo indossa le maglie di Desio e Salerno. Negli ultimi due anni ha giocato, sempre in Serie B, nella Sutor Montegranaro chiudendo il campionato con oltre 11 punti di media, e nella passata stagione a Empoli dove con 12 punti a partita è stato tra i grandi protagonisti della salvezza della squadra toscana. Villa si aggiunge al riconfermato Bini e ai nuovi arrivi Tassone, Infante, Kekovic ed Epifani, il General Manager Scardigno insieme al Coach Gesmundo sono al lavoro per completare il roster e nelle prossime ore potrebbero arrivare importanti novità. La società della Pavimaro Molfetta vuole ringraziare i Procuratori dell’atleta Simone di Trani e Riccardo Artoni dell’Agenzia SportLab Network per la disponibilità e velocità nel concludere la trattativa. Benvenuto a Molfetta Francesco!

 

MOLFETTA. L’Ospedaletto dei Crociati è stato un luogo di grande importanza nel Medioevo, quando la Puglia è stata costantemente percorsa dai pellegrini che si recavano a San Michele del Gargano, a San Nicola di Bari e si imbarcavano per Gerusalemme. Questo punto strategico era un luogo di sosta e cura dei pellegrini, vicinissimo agli antichi approdi di Cala San Giacomo e Cala dei Pali e risalente al secolo XI. All’associazione Labs Molfetta, nata nel 2020, l’onore di ridare valore a questo luogo di grande interesse storico, con l’intento di promuovere esperienze di inclusione sociale e benessere sostenibile attraverso tutte le forme dell’arte. L’obiettivo dell’APS è quello di sostenere nuove e moderne azioni che consentano di coinvolgere ed includere le comunità locali, valorizzando l’energia dei giovani nell’impegno comune della salvaguardia del territorio. L’evento inaugurale si terrà il 7 agosto: a cento anni dalla nascita di Astor Piazzolla, l’associazione Labs Molfetta e l’associazione Auditorium, in collaborazione con l’Orchestra Filarmonica Pugliese e l’associazione culturale Symposium, rendono omaggio al ricordo di uno tra i più famosi musicisti del ventesimo secolo, riformatore del tango e strumentista d’avanguardia. All’Ospedaletto dei Crociati di Molfetta andrà in scena “1, 10, 100 Astor”, un emozionante viaggio in musica e danza nel genio di Piazzolla, attraverso le opere più celebri dell'inventore del “nuevo tango”. Sul palco il virtuosismo e lo stile del quartetto “Tango Sonos” sarà accompagnato da due straordinarie coppie di ballerini, Neri Piliu con Yanina Quiñones e Pablo Nelson Piliu con Giselle Tacon. L’esibizione avrà inizio alle ore 21 di sabato 7 agosto e l’accesso sarà consentito su  registrazione gratuita (per rispetto delle regole anti-Covid) al seguente link https://www.labsmolfetta.com/eventregistration.html oppure tramite mail scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Per qualsiasi informazione è possibile contattare i numeri 3495903303 e 3669904039. Questo evento sarà solo il punto di partenza dell’attività di Labs Molfetta: dal mese di settembre, infatti, partiranno progetti di innovazione sociale per la cittadinanza con laboratori di musica, di disegno, corsi di social media marketing e di educazione civile per la condivisione degli spazi con tutte le realtà del territorio e non solo.

 

MOLFETTA. Il personale del Nucleo di Polizia Ambientale della Capitaneria di porto – Guardia costiera di Molfetta, nel corso di controlli effettuati in ambito portuale, hanno elevato a carico del Comandante di un motopesca ormeggiato nel locale sorgitore, una sanzione amministrativa di 2.000,00 euro e posto sotto sequestro, circa 5.700 chilogrammi (un centinaio di esemplari) di “Alletterati” appartenenti alla famiglia dei tunnidi, per aver omesso di comunicare le informazioni obbligatorie sui dati di cattura del prodotto ittico, tra le quali, la data ed il luogo di pesca, il tipo di attrezzo da pesca utilizzato, la stima del quantitativo di ciascuna specie in chilogrammi o, in numero. L’obbligo a carico dei motopesca di registrare nei giornali di bordo e comunicare le predette informazioni, è previsto dalle normative europee e nazionali, ed è finalizzato a garantire uno sfruttamento sostenibile delle risorse della pesca e, più in generale, ambientale, mediante il monitoraggio continuo dello sforzo di pesca. Controllo e monitoraggio che necessitano, per la loro efficacia, del rispetto delle tempistiche e modalità stabilite per l’inoltro dei dati di cattura del pescato, che invece, qualora non rispettate, vanificherebbero l’obiettivo della norma. Tutto il prodotto ittico sequestrato, dopo essere stato dichiarato idoneo al consumo umano da parte del competente servizio veterinario, in considerazione dell’ingente quantitativo, è stato devoluto in beneficenza ad Enti ed Associazioni presenti nelle provincie di Bari e Barletta-Andria-Trani. I controlli sulla filiera sulla pesca rientrano nel novero delle attività istituzionali di prioritario interesse per il Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, e continueranno, costantemente, sia a mare che a terra, per garantire il rispetto delle norme che disciplinano l’intera filiera ittica, al fine di tutelare i consumatori e l’ambiente marino.



MOLFETTA. Proseguono le attività di educazione ambientale attraverso i campi estivi promossi dal Centro Studi e Didattica Ambientale “Terrae” – Centro di Educazione Ambientale Ophrys presso Oasi Cala San Giacomo e Lido Belvedere. Una nuova iniziativa sta, infatti, riscuotendo grande interesse; si tratta della rassegna “Libri da (A)Mare”, che vuole sensibilizzare alla lettura e all’educazione ambientale attraverso la lettura animata e laboratori legati ai testi. Come ben si comprende dal titolo della rassegna, filo conduttore è il tema del mare e della sua salvaguardia. Alla manifestazione è intervenuta l’assessore all’Ambiente Maridda Poli, che ha testimoniato la forte volontà dell’Amministrazione comunale di puntare sull’educazione ambientale nella nostra città, a partire dai più giovani ma con lo sguardo rivolto a tutte le età. I primi due appuntamenti hanno visto la partecipazione della scrittrice Chiara Cannito, autrice del libro per bambini “La sirenetta e i rifiuti in mezzo al mare”. Con la sua dialettica coinvolgente e una storia affascinante ha catalizzato l’attenzione dei piccoli ascoltatori, trasportandoli in un fantastico mondo sottomarino. Al termine della storia i bambini hanno partecipato a un divertente laboratorio di riciclo creativo, sotto la guida dei Raffaele Annese, vicepresidente Centro Studi e Didattica Ambientale “Terrae” – Centro di Educazione Ambientale Ophrys, e delle animatrici ambientali dell’associazione. Una vera e propria gara a chi riusciva meglio a trasformare i rifiuti, ovviamente puliti (spugne, buste e bottiglie di plastica, ritagli di tessuto, bottoni, nastri per pacchi…), in oggetti a forma di pesce o di altre specie ittiche.

Numerose sono le iniziative in cantiere. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al numero: 3497935091.

MOLFETTA. Più sinergie tra i 41 Comuni dell’area metropolitana di Bari. L’iniziativa denominata “Un grande obiettivo COMUNI” mira a dare seguito al processo di pianificazione strategica avviato nel 2016 dalla Città metropolitana, finalizzato all’elaborazione di nuove visioni e progetti per il territorio in linea con le grandi sfide del futuro ispirate all’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e al Next Generation EU. A Bari, nel Museo Archeologico di Santa Scolastica,  Antonio Decaro e gli altri sindaci della Città Metropolitana, tra cui il primo cittadino molfettese Tommaso Minervini, hanno firmato il Manifesto per una Città metropolitana partecipata. “Nei prossimi mesi – afferma il sindaco di Molfetta – arriveranno fondi e finanziamenti del PNRR, il Piano nazionale di Ripresa e Resilienza, e bisogna farsi trovare pronti per intercettarli. Costruire una grande rete tra gli enti locali è strategico per attuare processi comuni di pianificazione, progettazione e partecipazione, portando benefici sul territorio”.



 

MOLFETTA. Ventennale del “Gran Galà Disconovità” 2021 - A grande richiesta ritorna, sempre con tante novità, l’evento del Gran Galà Disconovità per il ventesimo anno consecutivo. Con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale di Molfetta e la partnership della F.I.D.A.S. (Federazione Italiana Associazioni Donatori Sangue). Un traguardo importante quello di Radio Idea, l’emittente storica di Molfetta che da circa 40 anni intrattiene i propri ascoltatori con notizie, informazione e soprattutto selezioni musicali. Il direttore artistico di Radio Idea, Gianfranco Sorangelo, seleziona ogni giorno i brani musicali e quelli più adatti all’ascolto radiofonico, diventano quindi “Disconovità” e vengono promozionati per una settimana nel programma di Andrea Terrezza su Radio Idea e sulle emittenti del circuito Airplay. Ogni anno i migliori, vengono invitati ad esibirsi dal vivo nella splendida location dell’Anfiteatro di Molfetta si terrà il Gran Galà, Mercoledì 28 Luglio 2021 alle ore 20:30. Lucia Catacchio è la direttrice artistica, ed ha ideato un format esclusivo che prevede la proiezione del videoclip musicale con l’esecuzione live in sincrono del cantante. Un format adatto anche per la diretta televisiva su Radio Idea TV e quella radiofonica su Radio Idea e le emittenti aderenti al circuito Airplay. Lucia Catacchio presenterà come sempre la serata e sarà coadiuvata da due splendide vallette, Miriana e Jennifer. Tanti gli ospiti: Annalisa Marella (Deva), Gabriella Aruanno, Lorena Fanelli (Lorè), Ylenia Roma, Lorena Sancilio, MikeS The Shame e poi: Stella Calà (cantante ed attrice palermitana, cugina dell'attore Jerry Calà) ritornerà a Molfetta per presentarci il suo nuovo inedito: “Ti porto lontano”. Giorgio Jackson che si esibirà con una spettacolare performance di ballo e canto, emulerà il mitico re del pop Michael Jackson. L’Acoustic Duo Live con la voce talentuosa di Effemme (Federica Memmola) e la chitarra virtuosa di Giorgio Mongelli. Raffaele Parisi, direttore della scuola di ballo Les Dances di Molfetta, con il corpo di ballo ufficiale del Disconovità ci farà assistere ad una inedita coreografia sulla versione spagnola del Disconovità, un brano scritto da Luigi Catacchio, cantato e musicato da Ray Campa con il featuring di Catiana (giovanissima cantante di Valentia). Questa sarà la sigla mentre in conclusione ascolteremo la versione dance remix con il featuring dj Stefano Dani. Giada e Paolo, pluricampioni in varie competizioni FIDS (Federazione Italiana Danza Sportiva), della Magic Dance Terlizzi con la maestra Anna Enriquez si esibiranno in danze latino americane. Da segnalare infine l’attesissima sfilata a cura del Centro Moda Mastropierro Molfetta. Ingresso libero e gratuito dalle 20:00 - Diretta TV su www.radioidea.i

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino