Redazione_Online

Redazione_Online

Molfetta. Durante il convegno si ripercorreranno i trent'anni del periodico “L'Informazione” del Panathlon Molfetta a cui seguirà la cerimonia di consegna del Premio Giosuè e Fair Play. Verranno inoltre premiate due fotografe molfettesi per il risultato conseguito nel concorso fotografico internazionale Photo Contest 2022

molfettapanathlonL161122Venerdì 18 novembre, con inizio alle 18.30, nell’Aula Magna del Seminario Vescovile in Piazza Garibaldi, avrà luogo a Molfetta l’evento “Giornalismo e Sport”, dialoghi tra il Dott. Emiliano Cirillo, redattore sportivo di RAI3 Puglia e il Prof. Angelantonio Spagnoletti, Curatore del periodico a diffusione interna del Panathlon Club Molfetta “L’INFORMAZIONE”.

Nell’editoriale del numero zero del periodico, pubblicato nell’aprile 1992 e che quindi, quest’anno ha raggiunto il ragguardevole traguardo del trentennale di esistenza, il suo ideatore e curatore Dario Ruggieri, scriveva: «Non è certamente facile imbarcarsi in un'avventura anche se piacevole: specie se trattasi di un’impresa editoriale come quella di portar su, dal nulla, un veicolo d’informazione quale può essere un notiziario informativo del Panathlon Club di Molfetta»E sicuramente, non sarà stato facile in quel momento storico per l’indimenticabile Dario dare concretezza al desiderio, condiviso dai soci del Club, di far nascere un notiziario ad uso interno!

Così come non sarà stato facile assicurare la continuità della pubblicazione per quanti si sono succeduti nella responsabilità di garantirne la formazione, l’impaginazione e la pubblicazione: dapprima per il promotore Dario Ruggieri, che ha coordinato la Redazione dal 1992 al 1999, poi per Sebastiano Gadaleta che ne ha raccolto il testimone negli anni 2000 e 2001; poi a seguire per Corrado Natalicchio (2002), Luigi Monticelli Cuggiò (2003 – 2004), Domenico Lasorsa (2005 – 2009), Domenico Valente (2010 – 2011), nuovamente Sebastiano Gadaleta (2012 – 2013) e poi ancora Domenico Valente. Infine, per Angelantonio Spagnoletti a partire dal 2018.

Senza ombra di dubbio, decisiva è stata la collaborazione di molti. Prima fra tutti, quella del Presidente Fondatore ed Onorario del Club Antonio Giancaspro, e poi il costante affiancamento dei Presidenti che negli ultimi trenta anni si sono succeduti alla guida del Club: a cominciare da Sergio Gervasio (sotto la cui presidenza è stato varato il notiziario), per proseguire con Franco Perta, Oronzo Amato, Nicolò de Robertis, Domenico Valente, Angelantonio Spagnoletti.

Altrettanto decisiva, e quindi è giusto ricordarlo in questa occasione, è stata la collaborazione di Mauro Zaza, Giacomo Lucivero, Vito De Candia, Lisa Ruggiero Murolo, Ottavia Spadavecchia Calò, Jole de Pinto Minervini, Manlio Memola, Pasquale de Palma, Angela Patrizia Camporeale, Angelantonio Spagnoletta.

Senza dimenticare i tanti soci e non che hanno collaborato in forma episodica ma che comunque hanno dato, anche con un solo articolo, il loro apporto alla preparazione del giornale che, nato senza grosse pretese, è stato premiato per ben quattro anni (1995 – 1996 – 1999 – 2001) dal Panathlon International con il prestigioso riconoscimento internazionale del “PRIX COMMUNICATION”!

Ma il Panathlon, oltre che celebrare giustamente il proprio passato giornalistico, ha lo sguardo rivolto alle società sportive e a quanti operano sul territorio per l’affermazione dell’ideale sportivo e dei suoi valori morali e culturali, quale strumento di formazione ed elevazione della persona e di solidarietà tra gli uomini e i popoli.

Quindi, nel corso della serata sarà conferito per l’anno 2022 il Premio Giusuè Poli alla Lega Navale Italiana Sezione di Molfetta, per i prestigiosi risultati sportivi conseguiti nell’anno. Così come il Premio Fair Play sarà consegnato all’ASD Virtus Molfetta per il suo impegno nel sociale che travalica l’interesse per il mero risultato sportivo. Infine saranno premiate Maria Ferrareis e Federica Dorotea De Candia per la partecipazione e il brillante risultato conseguito nel concorso fotografico internazionale Photo Contest 2022 con le opere “Oltre la rete” (che ha vinto il Premio del Pubblico per i likes ricevuti in rete), “Un’invincibile tranquillità” e “Lettere dal mare”.

Indubbiamente una serata interessante e da non perdere, in cui sarà distribuito ai soci il numero speciale del Trentennale de “L’INFORMAZIONE”: in definitiva, una serata che potrebbe e dovrebbe fungere da stimolo per un auspicabile conferimento di riconoscimenti istituzionali alle società sportive e a quanti si impegnano per la diffusione dell’ideale olimpico a livello locale.

 

Molfetta. Da venerdì 2 dicembre nella suggestiva cornice del centro storico di Molfetta grandi e piccini torneranno a vivere la magia del Natale

molfettaproloco151122Nel 2022, dopo due anni di rinunce imposte dall’emergenza pandemica, la Pro Loco di Molfetta non solo organizzerà il tradizionale appuntamento con l’evento tanto caro ai bambini del “San Nicola che vien dal Mare”, giunto oramai alla 22a edizione, ma trasformerà l’intero Centro Storico di Molfetta, cuore pulsante delle nostre tradizioni, in un palcoscenico di iniziative tutte legate alle nostre tradizioni natalizie.

Con il Patrocinio del Comune di Molfetta e l’incoraggiamento del Sindaco e soprattutto con il caloroso sostegno di alcuni Imprenditori del nostro territorio e la partecipazione entusiasta di Associazioni Culturali, Artigiani, e Operatori Commerciali del Centro Storico, dal 2 dicembre 2022 sarà possibile vivere la Magia del Natale tra le strade, le piazze e i palazzi del Centro Storico molfettese.

«Per S. Nicola e le festività di Natale quest’anno la Pro Loco di Molfetta ha voluto trasformare il Centro Storico in un luogo magico, quasi fuori dal tempo, ricco di luci, addobbi, colori, profumi, sapori, musica e tante altre attrazioni che i visitatori, quasi in una caccia al tesoro, potranno scoprire girando per le sue strade», annuncia Felice Visaggio, Presidente della Pro Loco di Molfetta.

Non mancheranno però anche i momenti di coinvolgimento dei bambini, veri protagonisti del S. Natale; si inizierà con la storica manifestazione del S. Nicola che vien dal Mare e continuerà durante tutto il periodo natalizio con la Casa di Babbo Natale e la Casa degli Elfi. Tutto il Centro Storico sarà illuminato con un impianto a led a basso consumo energetico (meno di 1 kw/ora) che è stato fortemente voluto con tali caratteristiche per garantire il maggior risparmio energetico con il miglior risultato scenografico, ci saranno addobbi natalizi collocati in tutte le strade, all’ingresso del Centro Storico e lungo l’intera Muraglia per accogliere i visitatori in un’atmosfera calda e festosa, mentre lungo le strade e nelle piazze saranno accompagnati dal sottofondo musicale delle melodie natalizie, che faranno vivere ai visitatori una vera magia del Natale.

Il programma definitivo è in fase di preparazione - conclude ma posso anticipare che, con il contributo delle associazioni culturali da noi coinvolte e che hanno aderito all’invito della Pro Loco a presentare progetti ed iniziative per tale evento e degli operatori commerciali e artigianali già presenti nel Centro Storico, verranno allestiti stand gastronomici con la degustazione dei prodotti della nostra tradizione natalizia, le botteghe artigiane organizzeranno laboratori didattici per adulti e bambini, e altri eventi sono in fase di avanzata definizione».

Conclude il Presidente della Pro Loco ringraziando il Sindaco e l’Amministrazione Comunale per la fattiva collaborazione e per il sostegno all’iniziativa con l’attribuzione del Patrocinio, quegli imprenditori che con entusiasmo non hanno fatto mancare il loro contributo economico volontario alla riuscita dell’iniziativa, le Associazioni culturali e gli operatori commerciali e Artigianali del Centro Storico che si sono subito attivate per la migliore riuscita dell’evento, i Soci della Pro Loco e il suo Consiglio Direttivo e dà appuntamento a tutti al 2 dicembre , nel Centro Storico di Molfetta, per vivere tutti insieme la Magia del Natale.

Per maggiori info: Facebook: Proloco.molfetta – Instagram _proloco.molfetta – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

 

  

 

Molfetta. La maglia verde fluo sarà indossata per la prima volta in occasione del match di Coppa Italia Regionale d'Eccellenza

molfettacalciofemminileG151122Per le ragazze della Molfetta Calcio Femminile in arrivo un inedito outfit caratterizzato da un colore nuovo, fresco e carico come il verde. Un colore che esprime da sempre il valore della speranza. La Molfetta Calcio Femminile in questa stagione 2022/2023 indosserà questo colore presente sulla sua seconda maglia ufficiale presentata dalle nostre due atlete Tersa Pischetola e Gaia Alfonso.
Speranza, ma anche tanta determinazione nell’affrontare la vita dentro, ma anche fuori dal rettangolo di gioco.

La maglia da gara verde fluo sarà indossata per la prima volta dalle nostre ragazze domenica 20 novembre in occasione del match di Coppa Italia Regionale d’Eccellenza contro il Nitor Brindisi ore 11.30 presso il precampo di Brindisi.

Molfetta. Domenica 20 novembre i biancorossi di mister Bartoli saranno impegnati nella sfida casalinga contro Casarano: disponibili i biglietti per la partita

molfettacalcio151122Dopo l'ultima trasferta giocata e vinta contro il FC Francavilla, Molfetta Calcio è pronta al prossimo incontro che si giocherà presso lo stadio Paolo Poli di Molfetta alle ore 14-30.

I biglietti per la dodicesima giornata del girone di andata del Campionato di Serie D, girone H, sono disponibili sul circuito e nei punti vendita Ciatocckets al seguente sito https://www.ciaotickets.com/biglietti/molfetta-casarano

La partita sarà dedicata ad UniPancreas, associazione che aiuta e supporta i malati di tumore al Pancreas, divulga informazioni per una cultura preventiva e si finanzia grazie alla generosità di persone e Aziende. La Molfetta Calcio devolverà ad UniPancreas l’intero incasso dello streaming della partita perché le sfide si vincono insieme. Per donare e contribuire a questa nobile causa: C.F. 93281330238 - P.IVA 04598850230 - CC presso BANCO BPM - IBAN IT 34 U 05034 59660 000000002258. Questo il sito per seguire la partita in streaming: https://business.facebook.com/events/432640975737080/

In altertnativa si potrà accedere alla propria pagina Paypal ed eseguire le seguenti azioni: cliccare su Trasferisci denaro, inserire Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e specificare l’importo. Sarà possibile acquistare il biglietto il giorno della partita domenica 6 novembre, presso il botteghino dello Stadio Paolo Poli dalle ore 10 alle ore 12, dalle 13:45 alle 15:15.

Come sempre sarà possibile comprare i biglietti presso i punti vendita qui sotto indicati:

Edicola Allegretta Giuseppe, Via L. Azzarita.

Edicola della Stazione, Piazza A. Moro.

Tabaccheria della Villa, Piazza G. Garibaldi 6.

- Bar Tabacchi al Porto, Via S. Domenico 4.

La partita sarà trasmessa sul seguente link: https://business.facebook.com/events/432640975737080/ 

 

Foto di copertina da Pixabay

Molfetta. Lunedì 14 novembre è ripartito il progetto lettura Circolo dei lettori. Per il primo appuntamento gli studenti hanno incontrato la scrittrice barese Francesca Palumbo che ha presentato “Hai avuto la mia vita”

molfettaferrais151122Per il settimo anno consecutivo, nell’istituto I.I.S.S. “Galileo Ferraris” di Molfetta, riparte il progetto lettura a scuola con il “Circolo dei lettori”. I ragazzi si impegnano nella lettura di libri selezionati dalle docenti Clara Spagnoletta e Beatrice Scava, e nel corso degli incontri con gli autori approfondiscono tematiche differenti.

Quest’anno il progetto, voluto fortemente dal dirigente scolastico prof. Luigi Melpignano, affronta la tematica delle relazioni interpersonali e geopolitiche.

Nel primo incontro, tenutosi lunedì 14 novembre, presso l’aula magna del Liceo OSA, i ragazzi hanno avuto l’opportunità di incontrare Francesca Palumbo, autrice del romanzo “Hai avuto la mia vita”. Quest’ultimo narra la storia di Sylvia Ageloff, segretaria di Lev Trotskij, usata da una spia di Stalin, Ramon Mercader, per l’assassinio del suo rivale politico. L’intervento dell’autrice, come per tradizione, è stato preceduto dalla visione di un book-trailer e dalla lettura di alcuni passi salienti del romanzo.

Gli studenti hanno chiesto alla scrittrice per quale motivo avesse scelto di raccontare proprio la storia di Sylvia Ageloff. La prof. Palumbo ha spiegato di essersi avvicinata alla storia di questa donna leggendo il libro “The man who loved the dogs” di Leonardo Padura; è stata molto colpita dal fatto che, nonostante il personaggio avesse avuto un ruolo cruciale all’interno della vicenda dell’omicidio di Trotskij, ci fossero poche e dispregiative informazioni circoscritte soltanto all’aspetto estetico di Sylvia.

L’autrice ha deciso quindi di dar voce a questa donna, raccontando la vita, le passioni e le fragilità che l’hanno caratterizzata, e la straordinaria forza nel ricostruire la propria vita dopo la manipolazione subita. A causa della sua scarsa autostima, scaturita dagli stereotipi di bellezza imposti dalla società, la giovane è stata vittima di un grande complotto in cui era coinvolto l’uomo al quale aveva “dato la propria vita”, un assassino che l’ha usata come semplice mezzo per raggiungere il suo scopo.

In conclusione, ci si è interrogati su come si potesse superare un trauma del genere, e l’autrice ha restituito la viva testimonianza di Sylvia che, dopo tanti anni di rabbia, tristezza e pentimento, ha trovato la forza di perdonare se stessa e chi le ha causato tanto dolore.

Come ha infatti detto Francesca Palumbo: ”Il perdono attesta la superiorità di una persona”.

 

 

 

 

 

Molfetta. Il concerto diretto dal Maestro Antonio Magarelli si terrà oggi martedì 15 novembre alle ore 19.30

molfettalagrimealsepolcroQuesta sera presso l'Auditorium del Museo Diocesano di Molfetta, la Cappella Musicale Corradiana si esibirà sulla sestina "Lagrime d'amante al sepolcro dell'amata", VI Libro dei Madrigali a cinque voci, "Lamento d'Arianna" di Claudio Monteverdi. Compositore italiano vissuto tra la fine del Cinquecento e la prima metà del Seicento, Claudio Monteverdi segnò il passaggio dal linguaggio rinascimentale a quello barocco. Fu autore di madrigali e di opere teatrali e la sua sensibilità drammatica lo portò a un approccio innovativo dell'uso delle voci e degli strumenti per meglio esaltare, far emergere il significato del testo poetico.

L'opera che si ascolterà questa sera, la Sestina, su versi di Scipione Agnelli, fu composta nel 1600 e data alle stampe nel 1614. Il componimento è composto di sei Madrigali dedicati alla memoria di una giovane cantante, Caterina Martinelli, detta La Romanina.

La piccola Caterina era stata portata a Mantova alla Corte di Vincenzo Gonzaga quando aveva tredici anni e, messa in casa di Monteverdi per essere educata alla musica, ne era diventata l'allieva prediletta. Purtroppo Caterina morì poco prima di interpretare il personaggio di Arianna, figura centrale dell'omonima opera di Monteverdi, di cui ci è pervenuta solo il celebre "Lamento".

Un concerto da ascoltare per conoscere l'arte di un artista che ha rivoluzionato il modo di fare e ascoltare la musica elevandola a pura poesia. La direzione del concerto è di Antonio Magarelli: Antonella Parisi, alla viola da gamba, e Gaetano Magarelli, al clavicembalo.

L'ingresso è libero.

Molfetta. Il bando è rivolto a tutti i gruppi Caritas parrocchiali attivi nella Diocesi di Molfetta, Ruvo, Giovinazzo, Terlizzi. Il termine per la candidatura dei progetti è fissato a domenica 11 dicembre 2022

molfettacaritasdiocesanaparrocchiecreattiveLa Caritas Diocesana ha indetto il bando "Parrocchie Creat(t)ive. Sul passo degli ultimi" che andrà a finanziare tre interventi parrocchiali nel territorio diocesano di Molfetta, Ruvo, Giovinazzo e Terlizzi.

Il bando rivolto a tutti i gruppi Caritas Parrocchiali ha come obiettivo quello di aiutare con un finanziamento la realizzazione di attività solidali nei confronti dei soggetti più deboli delle comunità parrocchiali, creando percorsi partecipativi di inclusione sociale in risposta ai difficile momento storico che stiamo vivendo e per ridurre i danni psico-fisici e sociali causati dalla pandemia da COVID-19.

A beneficiare di queste azioni saranno minori e adulti italiani e stranieri a rischio di emarginazione sociale che verranno coinvolti tramite non solo aiuti concreti, ma percorsi di inclusione come attività ludico -ricreative, formative, artistiche e sportive. Inoltre con il bando Parrocchie cret(t)ive si vogliono sviluppare iniziative inclusive e partecipative per la riqualificazione e la promozione del territorio e le sue peculiarità che facilitino la trasmissione della memoria storica del territorio mettendo in relazione le persone in ottica intergenerazionale.

SCARICA IL BANDO 

Tutte le Parrocchie interessate dovranno presentare un progetto al fine di incentivare la riqualificazione e la promozione del territorio, la pratica di azioni solidaristiche e caritatevoli in armonia e coerenza con le finalità pedagogiche della Caritas.

L’auspicio, come da indicazioni contenute nel bando, è che le Caritas Parrocchiali sappiano pensare e progettare interventi, anche sotto la forma di semplici ma efficaci “opere segno/seme”, con il coinvolgimento attivo di terze realtà, sia parrocchiali che del territorio, così da testimoniare il valore dell’agire in comunione per il bene collettivo.

Ai progetti selezionati verrà assegnato un contributo sulla base di una graduatoria stilata da un’apposita commissione composta dai referenti dell’Equipe Diocesana. Tutte le Caritas parrocchiali potranno richiedere un contributo massimo di 5mila euro sulla base del piano economico e finanziario del progetto e delle attività da svolgere.

I progetti dovranno essere inviati per posta elettronica al seguento indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , e compilati secondo le modalità espresse nel bando entro e non oltre l'11 dicembre 2022.

Per approfondimenti e informazioni https://www.diocesimolfetta.it/caritas/2022/11/03

Molfetta. Un altro buco nell'acqua per il roster di Carolillo battuto dalla Nuova Matteotti Corato per 83-71

molfettadaiopticalvirtus141122La stagione della DAI Optical Virtus Basket Molfetta sembra essere entrata in un tunnel senza fine, dove trovare la via di uscita appare sempre più difficile e complicato. Gli uomini di coach Carolillo a Corato ottengono l’ennesima sconfitta contro un team sicuramente più determinato e preparato come la Nuova Matteotti Corato che si impone sui biancazzurri 83-71.

Non basta alla Virtus un sussulto nel finale per ribaltare una partita probabilmente persa già dal primo quarto. A pesare è ancora l’assenza dell’esperto Chiriatti ai box per un infortunio e purtroppo il brutto incidente capitato a Lukas Kazlauskas sul finale di gara. Brown, Buccini, , Vujanac, Mavric e lo stesso Kazlauskas purtroppo non riescono a tenere il ritmo dei padroni di casa, bravi a portarsi subito in vantaggio e ad incrementarlo fino alla fine del primo quarto, che si è chiuso con il parziale di 21-15 per i neroverdi.

Nel secondo quarto, il doppio canestro di Paganucci illude soltanto la DAI Optical Virtus Basket Molfetta che continua a subire gli assalti della coppia Gatta – Paulauskas. A metà del secondo quarto lo svantaggio inizia a farsi pesante con ben 13 punti da dover recuperare a cui si aggiunge il maggiore agonismo dei padroni di casa abili a sfruttare gli errori del team di Sergio Carolillo.

Alla fine della prima metà di gara il risultato premia ancora i neroverdi avanti per 48 a 33. All’inizio del terzo quarto è Kazlauskas a provare a dare la scossa ai suoi: ben 19 i punti realizzati in tutta la gara, ma purtroppo insufficienti ai fini del risultato. Il match sembra ormai avviato con la Nuova Matteotti Corato che incrementa il proprio vantaggio per 70 a 49. 

La vera Virtus (probabilmente anche per un calo di concentrazione degli avversari) si vede soltanto nell’ultimo quarto, quando Mavric, Buccini e Brown accorciano le distanze, riaprendo il match e portandosi soltanto a sei lunghezze dai neroverdi. A pochi minuti dal termine del match, per un violento scontro, Kazlauskas è stato costretto ad abbandonare il parquet. Infatti a causa di un fallo di gioco, il lituano ha riportato una profonda ferita sul sopracciglio. Il gioco è rimasto fermo per diversi minuti, frenando proprio la Virtus che con un Kazlauskas in più avrebbe potuto provare la rimonta.

Il Corato nel finale riprende il controllo del match, chiudendo definitivamente sul risultato di 83-71. La DAI Optical Virtus Basket Molfetta torna a casa con una sconfitta, ma soprattutto con il rammarico di non averci mai creduto, nonostante potenzialità indiscusse dei singoli che, tuttavia, non fanno ancora gruppo. Ad influire sulle negative prestazioni dei biancoazzurri è anche la questione relativa agli infortuni, troppi dall’inizio della stagione. Tuttavia, forzare i rientri rischia di pregiudicare maggiormente la tenuta fisica e atletica della squadra.

La prossima gara vedrà la Virtus impegnata in casa contro il New Basket Mola in programma lunedì 21 novembre alle ore 20.30 al Pala Poli.

Risultati e parziali: Nuova Matteotti Corato DAI Opticaìl Virtus Molfetta

1° quarto 21 15

2° quarto 48 33

3° quarto 70 49

4° quarto 83 71

Tabellino: DAI Optical Virtus Molfetta: O’Connell n.e., Brown 24, Chiriatti n.e., Buccini 4, Vujanac 2, Mavric 11, Kazlauskas 19, Minervini n.e., Paganucci 9, Annese, Marcone 2. Coach: Carolillo

Nuova Matteotti Corato: Altieri n.e., D’Imperio, Gatta 26, Olocco 10, Paulauskas 20, Razic 12, Baldin 4, Angarano n.e., Markovic N. 2, Sciscioli n.e., Bojang n.e., Formica 9. Coach: Patella

Molfetta. Una sconfitta già annunciata quella della Dinamo CAB Molfetta. Il commento del coach Francesco Marzocca: «Abbiamo iniziato bene, ma piano piano è venuta fuori la superiorità dell’avversario. Il rammarico è che non siamo ancora in grado di osare»

molfettadinamocab141122Una sconfitta che, per certi versi, era stata messa in conto, seppure, lottando con pizzico in più, si sarebbero potuti riuscire ad esprimere meglio quei progressi visti durante le ultime uscite. Finisce 3-0 al Palazzetto dello Sport di Monopoli in favore della padrone di casa, la cui vittoria non è mai stata in dubbio. Maggiore forza fisica, più esperienza delle singole e sicuramente più determinazione in una sfida che, tuttavia, non ridimensiona gli obiettivi stagionali dell’ASD Dinamo CAB Molfetta.

Il primo set si apre con un iniziale equilibrio, dove le ragazze in maglia arancio rispondono colpo su colpo alle biancoverdi. Equilibrio che dura poco: il Fenix Monopoli non ci mette molto a prendere le misure alle molfettesi, che dopo 15 min di gioco si trovano sotto di quattro punti, costringendo Marzocca a chiedere il primo timeout. Non cambia nulla perché le padrone di casa si portano velocemente sul 14-6 e sul 17-11.

La timida reazione della Dinamo non basta a concretizzare la rimonta. A nulla valgono i preziosi punti raccolti da Ayroldi, Cervelli e Parisi perché il Monopoli chiude il set sul risultato di 25 a 17.

Una Dinamo che si fa vedere a tratti, seppure, quando emerge, è in grado di far vedere il proprio valore a discapito di un avversario forte e deciso. Il secondo set si apre sulla falsa riga del primo: all’iniziale vantaggio molfettese risponde il Monopoli che in pochi minuti ribalta l’iniziale svantaggio di 4-2. Tuttavia il primo quarto d’ora del secondo set appare più equilibrato con le ragazze di coach Marzocca brave a tener testa alla schiacciate di Rodriguez e Ragone.

Un equilibrio che si rompe di lì a poco. Le padroni di casa prendono il sopravvento e punto si punto fanno proprio anche il secondo set. Il vantaggio maggiore lo hanno sul 20-10. Set chiuso sul risultato finale di 25-14. Alla Dinamo CAB Molfetta non riesce l’impresa di riaprire la partita. Il terzo set vede il Monopoli prevalere ancor più dei due set precedenti. Troppi gli errori della Dinamo che favoriscono le avversarie, fortissime a muro. Il passivo nel terzo set si va parecchio pesante per le molfettesi, costrette a rincorrere le avversarie da subito. Emblematico è il parziale di 15-4 per il Fenix, a cui segue un 20-6 e un successivo 22-12.

Non basta la reazione della Dinamo che lascia i tre punti partita al Monopoli, bravo a chiudere in suo favore anche il terzo set sul risultato di 25-13. Concisa e specifica l’analisi del match fatta dal coach Francesco Marzocca a fine gara. «Abbiamo iniziato bene, ma piano piano è venuta fuori la superiorità dell’avversario – ha commentato - questo nel primo set. Nel secondo siamo stati bravi ad entrare in campo più decisi, me, puntualmente, abbiamo permesso loro di superarci e metterci in difficoltà. Nel terzo siamo entrati in campo spenti.. il mio rammarico è quello che non siamo ancora in grado di “ osare”. Dal punto di vista “ tecnico” – ha concluso il coach- abbiamo subito soprattutto in ricezione e difesa. Complimenti all’avversario, ma dobbiamo lottare di più».

Delusione emerge anche dalle parole di Serena Abbattista, intervenuta ai microfoni nel dopo gara. «Sapevamo di affrontare un avversario forte sulla carta – è stato il suo commento – e tale si è dimostrato anche in campo. Siamo consapevoli di aver commesso degli errori soprattutto in ricezione su cui lavoreremo meglio in settimana. La loro fisicità non è tutto perché le vittorie si ottengono soprattutto con il gruppo. Questo è un punto a nostro favore su cui puntare e ripartire in vista del prossimo match». Dunque ripartire subito già in vista della prossima partita, domenica 20 novembre ancora in trasferta a Potenza contro la PM VOLLEY.

Risultati Set

1° set AS Labruna Fenix Monopoli - Dinamo CAB Molfetta 25-17

2° set AS Labruna Fenix Monopoli - Dinamo CAB Molfetta 25-14

3° set AS Labruna Fenix Monopoli -Dinamo CAB Molfetta 25-13

Formazioni

Dinamo CAB Molfetta: Abbattista (palleggiatrice); Sciancalepore (opposto); Lazzizzera/Gambardella (centrali); Parisi/Cervelli (schiacciatrici) ; Panunzio (libero).

AS Labruna Fenix Monpoli: Laera (palleggiatrice); Palmiotto (opposto) – Cesareo/Nuovo (centrale) ; Rodriguez/Ragone (schiacciatrici) ; Cofano (libero).

Molfetta. L'appuntamento con la rassegna letteraria Conversazioni dal Mare versione autunnale torna sabato 26 novembre. Dragosh e Lucy saranno i protagonisti di un doppio incontro tutto dedicato ai bambini

molfettaconversazioni141122Sabato 26 novembre nella Piazza Nave del Gran Shopping Mongolfiera di Molfetta è in programma un doppio appuntamento con Conversazioni dal Mare AutunnoSarà un incontro tutto dedicato ai più piccoli. Si parte alle ore 18 con la presentazione di “Il piccolo Dragosh e il grande aquilone”, di Carlo Picca, edito da Les Flaneurs.

Il protagonista è Dragosh un bambino molto timido, che viene dall’Asgatica, un paese di fantasia lontanissimo. Ha solo sei anni, ma ne ha già passate tante: è scappato in fretta e furia dalla sua terra a causa della guerra, ha dovuto abbandonare i genitori e i nonni, senza sapere se li avrebbe rivisti in futuro. I piccoli lettori, oltre ad assistere alla presentazione del libro, parteciperanno a un piccolo laboratorio condotto dallo stesso autore del libro, Carlo Picca. 

Alle ore 19 si terrà la presentazione di “Lucy” di Anna Garofalo, Florestano Edizioni . "Lucy" è una storia di immagini, parole e suoni, che racconta la gentilezza di una bambina pronta ad accogliere la diversità. Due specie dissimili, ma il regno è sempre lo stesso. Un incontro imprevisto fra una piccola umana e un rettile parlante, perché i bambini possono ascoltare le voci piccole che i grandi non hanno più tempo di ascoltare. Questo racconto di Anna Garofalo è impreziosito dalle immagini di Sabrina De Virgilis, mentre la sonorizzazione dell'audiolibro è a cura di Marco Altini. Il libro è dedicato a tutti i bambini della scuola primaria di primo grado, per l'amore che porta verso la natura e l'attenzione alla vita. 

Si invitano i bambini a portare con sè quaderno e colori, strumenti utili per partecipare al laboratorio con Carlo Picca. A tutti i partecipanti saranno donati i segnalibri di Conversazioni dal Mare. 

Per informazioni e approfondimenti: www.conversazionidalmare.it 320.02.61.528 – email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.- Facebook @conversazionidalmare – Instagram: Conversazionidalmare_molfetta – Youtube: Conversazioni dal Mare .

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino