MOLFETTA. "SE VUOI LA PACE, PREPARA LA PACE", CONVEGNO PER GLI STUDENTI MOLFETTESI IN PREPARAZIONE ALLA MARCIA DELLA PACE

By Novembre 27, 2015

IMG 2842MOLFETTA - «Se vuoi la pace, prepara la pace». Non è solo una trasformazione forzata e parafrasata di un vecchio adagio latino «Si vis pacem, para bellum», «Se vuoi la pace, prepara la guerra», ma sicuramente un anelito profetico che trova riscontro in un bisogno contemporaneo dell’animo umano e che può senz’altro realizzare la profezia di Isaia: «Trasformeranno le loro lance in falci e le loro spade in vomeri…».

È anche lo slogan del Progetto che si sta svolgendo in questi giorni a Molfetta, promosso dalla Rete delle Scuole superiori cittadine, in collaborazione con “Pax Christi” e la cooperativa editrice “La Meridiana”, rivolto agli studenti di tutte le Scuole Secondarie di Secondo Grado e del quale si è già celebrato il primo incontro, il 25 u. s., presso l’Auditorium dell’I.I.S.S. “Mons. Tonino Bello”. Per l’occasione sono intervenuti, in qualità di testimoni, don Renato Sacco, coordinatore nazionale di Pax Christi, don Salvatore Leopizzi, amico di Don tonino, e Franco Depalo, tra i primi obiettori di coscienza al servizio militare e volontario storico, i quali hanno raccontato agli studenti le esperienze vissute nei territori di provenienza e in quelle zone del mondo in cui guerre ataviche e persistenti violenze a danno delle popolazioni civili e dei soggetti più deboli, vecchi e bambini, mettono a dura prova i più tenaci sentimenti di speranza per un mondo più giusto e pacificato.

Immancabile il riferimento al pensiero di don Tonino Bello, indimenticabile vescovo di Molfetta, che alla pace ha dedicato la sua intera esistenza e credibilità di uomo di Chiesa e di cristiano, in difesa della quale sono state scritte le parole più belle e le riflessioni più coinvolgenti del suo insegnamento magisteriale. Impossibile, infatti, dimenticare la marcia della pace a Sarajevo del 1992, nel pieno della guerra balcanica, e la marcia della pace a Molfetta il 31 dicembre dello stesso anno, in cui un don Tonino visibilmente consumato dal cancro (solo nel corpo, ma non nello spirito), riusciva a coinvolgere l’opinione pubblica sui temi della convivialità delle differenze, mai come oggi tornati fortemente in auge in occasione dei recenti fatti di sangue causati dal terrorismo e dal fanatismo che vuole imporre una religiosità di facciata e senza valori.

Toccanti le testimonianze dei relatori su quelle zone del mondo tormentate dalle guerre e dalle violenze: dalla storia della giovanissima e irriducibile Malala, nel Pakistan, alle missioni umanitarie in Kenia e Mozambico c’è un filo rosso che lega tra loro tutte queste vicende umane e cioè che le guerre sono volute da una oligarchia di potentati che hanno interesse a prolungarla per riscuotere i profitti più sporchi e gli interessi più infimi e di basso profilo. Significative anche le sollecitazioni di don Renato, don Salvatore e Francesco agli studenti e il messaggio di libertà ad essi rivolto: la povertà e la violenza si combattono con lo studio, l’impegno e l’educazione alla pace.

I prossimi appuntamenti si celebreranno nei giorni 1 e 10 dicembre p. v. con le testimonianze di Rosa Siciliano, direttore della rivista “Mosaico di Pace”, Sergio Paronetto, consigliere nazionale di Pax Christi e autore del volume “Amare il mondo. Creare la pace. Papa Francesco e Tonino Bello”, Elvira Zaccagnino, presidente della casa editrice “La Meridiana”, che, attraverso gli incontri-dibattito, prepareranno gli studenti alla Marcia nazionale della Pace, prevista a Molfetta il 31 dicembre p. v.

Anche gli studenti delle quinte classi del Liceo Scientifico “A. Einstein_” si stanno preparando alla manifestazione con incontri monotematici sul tema della pace e con un approccio euristico agli scritti di don Tonino per una formazione culturale integrale e di promozione del bene comune. Gli stessi saranno parte attiva all’interno della Marcia.

Last modified on Mercoledì, 02 Dicembre 2020 13:37

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino