MOLFETTA. FESTA DELLA MATEMATICA. LE CLASSI VA E VB DEL LICEO CLASSICO SI CLASSIFICANO AL SECONDO POSTO

MOLFETTA. Vincere un premio nazionale alla Festa della Matematica frequentando il Liceo Classico, per di più il corso Cambridge, dove la Matematica e la Biologia sono studiate in lingua inglese. Una bella impresa riuscita alle classi VA e VB Cambridge del Liceo Classico “Leonardo da Vinci” che con il loro video “La catalasi” si sono piazzate ieri al secondo posto nella sezione della Festa della Matematica denominata il “Mercatino delle idee”, dove si sono confrontati e sono stati valutati filmati che raccolgono giochi matematici, esperimenti di fisica, chimica e altre scienze proposti da scuole di tutta Italia. Il video descrive “La catalasi”, un enzima che protegge le strutture viventi dall’azione nociva dell’acqua ossigenata che continuamente si forma nei tessuti per numerosi processi chimici fisiologici. Si tratta di una attività di BIOLOGY, vale a dire una delle discipline del Syllabus Cambridge che caratterizzano il Liceo Classico Cambridge. L’esperimento, infatti, è condotto in italiano ed in inglese e a motivare il premio “l'originalità (spiegare un esperimento in inglese) e la metodologia didattica”. Proprio di due classi ginnasiali Cambridge, la VA e la VB, fanno parte gli alunni protagonisti Pietro Fabiano e Alice Greco, VA Cambridge; Angelo Capuozzo e Vittoria la Forgia, VB, Cambridge. Docenti: proff. Amelia Sagliano, Doriana Spagnoletta e Andrew Sheldon. Il video è stato montato da Nicolò Petruzzella, della VA Cambridge. Alla Festa Della Matematica hanno partecipato per volontà delle docenti di questa disciplina, prof.sse Anna Salvemini, Mimma Grilli e Pasqua Farinola, le classi IVA,IVB, VA, VB, VC, IA, IB, IC del Liceo Classico ed una loro rappresentanza ha anche gareggiato nella competizione pomeridiana. Per tutti la possibilità di conoscere la matematica sotto diversi aspetti, per esempio etici, visto che fra gli organizzatori c’è anche il Sermig - Arsenale della Pace. E, come ha commentato un alunno, comprendere che fra le loro prospettive future di studio universitario e di lavoro c’è, con consapevolezza di potercela fare e bene, anche l’ambito scientifico e specificatamente matematico.

Last modified on Sabato, 27 Marzo 2021 16:58

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino