MOLFETTA. DAL 17 AL 23 AGOSTO IL PAESE DELLE MERAVIGLIE LAB FEST 2021- FESTIVAL DI TEATRO PER RAGAZZI E FAMIGLIE

MOLFETTA. A partire da martedì 17 agosto fino al 23 agosto, presso l'Anfiteatro di Ponente, si terrà il festival “Il Paese delle Meraviglie”, alla sua settima edizione. Ogni giorno ci sarà un nuovo spettacolo per tutta la famiglia, con compagnie provenienti da tutta Italia. Dopo gli eventi a Bisceglie e Terlizzi, è la volta di Molfetta, con una serie di spettacoli entusiasmanti. L'evento è promosso da Arterie Teatro che da sette anni organizza il Festival delle Arti Condivise “Il Paese delle Meraviglie” con la direzione artistica di Alessandra Sciancalepore. Negli anni il Festival è divenuto un evento atteso dal pubblico di bambini e famiglie e nel 2020 entra a far parte della Rete di Festival Marameo, Festival interregionale e internazionale del Teatro per Ragazzi, aumentandone il prestigio e la rilevanza artistica a livello nazionale. Cinque le regioni coinvolte, Abruzzo, Calabria, Lazio, Marche, Puglia con attualmente 27 Comuni aderenti, oltre cento spettacoli in programma, laboratori, incontri, mostre, eventi. La più grande festa del teatro per l'infanzia e la gioventù in Italia. La caratteristica del festival, l’impronta che lo rende immediatamente riconoscibile, è quella di appartenere a più luoghi rendendoli unici attraverso la sinergia che si crea con il territorio. Le Direzioni Artistiche per la Puglia sono di Alessandra Sciancalepore, con la sua compagnia, ARTERIE TEATRO e Antonello Arpaia per MOLINO D'ARTE. Il Festival rappresenta un’occasione di crescita culturale e sociale del territorio portando gli eventi artistici, quali spettacolo dal vivo e laboratori rivolti ad un pubblico di bambini, ragazzi e famiglie, nei luoghi storici delle città, nelle aree verdi, sul mare, nelle piazze, fra le strade, creando le condizioni per la condivisione di un Tempo di qualità per i nuclei familiari che vi partecipano.

Di seguito il programma degli spettacoli che si terranno a Molfetta dal 17 al 23 agosto, presso l'Anfiteatro di Ponente. Ingresso alle ore 20.00. Sipario ore 20.30

N.B. posto unico € 5,00 - abbonamento € 21,00 (7 spettacoli). E’ possibile prenotare i propri posti telefonicamente al 340-3868956, ritirandoli di persona oppure on line (con diritti preventiva) al link https://www.2tickets.it/titoliese.aspx?ide=2022&set=t 
In entrambi i casi va contattato il 340- 3868956 per l’assegnazione del posto in applicazione delle normative anti-Covid vigenti.

In base alle disposizioni vigenti si accederà con GREEN PASS.

17 AGOSTO - LA BELLA ADDORMENTATA. In scena il FLORIAN METATEATRO (PESCARA). Due sovrani e il loro desiderio più profondo: avere un figlio. Proveranno di tutto e… dopo l’astrologo di corte, il cuoco, la dama, il maniscalco… finalmente qualcosa avverrà e il loro desiderio sarà esaudito. Una dolce fanciulla di nome Rosaspina crescerà a corte, tra le mille attenzioni dei novelli genitori, ma qualcosa dovrà ancora accadere, un pericolo che minaccerà la loro felicità!”

 

18 AGOSTO - DON CHISCIOTTE E SANCHO PANZA. In scena il TEATRO EIDOS (BENEVENTO). il celebre Don Chisciotte e il suo fidato scudiero Sancio Panza si apprestano a liberare Dulcinea, prigioniera di un perfido duca. I due incontreranno i famosi mulini a vento e un disonesto oste che cercherà di sottrarre loro il danaro. Lo spettacolo, insomma, condurrà il pubblico nel surreale mondo di Don Chisciotte fatto di giganti e saracini, di estenuanti battaglie e alta gesta eroiche” 

 

19 AGOSTO - L’ISOLA DEI PIRATI. In scena I GUARDIANI DELL’OCA (CHIETI). Un giovane ragazzo, la mappa del tesoro, suo nonno e un divertente equipaggio pronti a partire per un viaggio avvincente e avventuroso!”

 

20 AGOSTO - IL MAGO DI OZ. In scena il TEATRO BERTOLD BRECHT (FORMIA). Il dottor Pirolozzi, stravagante e surreale medico e scienziato, cerca di curare Dora, una ragazza convinta di essere la Dorothy del favoloso mondo di OZ, organizzando una vera e propria messa in scena per farle vivere il favoloso viaggio e l’incontro con i fantastici personaggi del racconto. Ci riuscirà? Vedere per credere !!!”

 

21 AGOSTO - PI.. PI.. PINOCCHIO. In scena il TIEFFEU TEATRO (PERUGIA). un omaggio alla figura del burattinaio per eccellenza: Mangiafuoco, che riscattato dal ruolo di “cattivo” a cui siamo abituati, diventa il narratore nostalgico di una propria storia del famoso burattino. Mangiafuoco, dopo il fatidico incontro con Pinocchio, entra in crisi di identità… non possiede più la vita delle figure, venendogli negata la funzione di “creatore” e “animatore”… Pinocchio vive di vita propria. L’impedimento di questo ruolo gli fa scoprire i suoi limiti “umani” ma allo stesso tempo scatena nel suo animo sentimenti di rispetto e ammirazione….. Quel piccolo essere di legno lo ha fatto emozionare con le sue strabilianti avventure alla ricerca del padre perduto”

 

22 AGOSTO - CAROSELLO DI FIABE. In scena LA MANSARDA TEATRO DELL’ORCO (CASERTA). Le Fiabe sono una cosa seria, non solo puro divertimento o gioco infantile. In esse vi sono contenuti grandi significati, servono a sublimare le paure delle fasi cruciali della vita, sono, molto spesso, il racconto di un “rito di passaggio”. I bambini incontreranno i personaggi delle Fiabe più note , scoperte a vivere uno dei momenti più significativi della loro avventura. Una sorta di “Museo delle Fiabe” all’aria aperta, un evento assolutamente suggestivo e coinvolgente. Accompagnati da un abitante del bosco, gli spettatori si imbatteranno dunque in Cappuccetto rosso alle prese con il lupo, con Hansel e Gretel, Biancaneve, La Principessa ed il Principe ranocchio, in un susseguirsi di sorprendenti ed inaspettati incontri”

 

23 AGOSTO - CENERENTOLA IN BIANCO E NERO. In scena PROSCENIO TEATRO (FERMO). Quella di Cenerentola è storia di mondi magici, di straordinari rapporti con la natura e gli animali, ma è anche storia di una profonda ingiustizia, di riscatto, di prepotenze sconfitte, del bene che trionfa sul male. Tutti, chi prima e chi dopo, abbiamo subito nella nostra vita dei torti, si comincia già a scuola con il triste fenomeno del bullismo, e tutti abbiamo sognato di avere giustizia, questo ci permette un’immediata identificazione con le vicende di Cenerentola, siamo dalla sua parte sin dall’inizio, lo siamo stati per secoli e continueremo ad esserlo ancora.”

 

 

 

 

 

 

 

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino