IL DOTTOR FELICE SPACCAVENTO ENTRA NELLA STRUTTURA DI SUPPORTO DELLA PROTEZIONE CIVILE

Molfetta. Già a capo delle Usca dallo scorso aprile, il medico molfettese darà il suo contributo nella divisione pugliese della Protezione Civile

molfettafelicespaccavento240122Felice Spaccavento, dirigente medico, anestesista e rianimatore di Molfetta, è entrato a far parte della Struttura di Supporto della Protezione Civile della Regione Puglia. Già coordinatore dallo scorso aprile delle Usca – unità speciali di continuità assistenziale della Asl di Bari, il dott. Spaccavento continuerà a dare il suo contributo in campo medico anche all’interno della Protezione Civile pugliese.

Il decreto di nomina per il rinnovo della composizione della Struttura di Supporto della Protezione Civile, giunge a margine delle nuove disposizioni adottate dal Governo, dai Commissari e dai Soggetti attuatori individuati per far fronte all’emergenza pandemica, in accordo con l’Unità di crisi regionale e con le varie strutture istituzionali.

Nello specifico, il dott. Spaccavento si occupa per le Usca della Asl di Bari di monitorare e coordinare le misure di trattamento nei reparti di terapia intensiva e sub-intensiva, degli standard relativi al servizio di emergenza e urgenza del 118, delle reti di assistenza domiciliare e residenziale come da disposizioni regionali e nazionali.

La composizione e l’attività della Struttura di Supporto saranno definite e rimodulate in base alle effettive necessità territoriali e sulla scorta delle normative che verranno adottate in futuro nella gestione della pandemia. La Struttura di Supporto della Protezione Civile sarà guidata dal dott. Nicola Lopane, dirigente ad interim della Sezione Protezione Civile e responsabile dell’Unità di Crisi della Regione Puglia.

Last modified on Lunedì, 24 Gennaio 2022 13:11

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino