LA PARTIGIANA DI MOLFETTA CORDELIA LA SORSA TRA LE “DONNE RESISTENTI” IN MOSTRA AL MUSEO CIVICO DI BARI

Molfetta. Dopo il debutto in Francia e la tappa in Spagna, la mostra rimarrà allestita a Bari fino al prossimo 6 febbraio

molfettadonneresistenti250122C’è anche la storia eroica di Cordelia La Sorsa, partigiana originaria di Molfetta, tra le preziose testimonianze che compongono la mostra “Donne Resistenti. 1936-1945”, allestita all’interno del Museo Civico di Bari. Dopo il debutto a Tulle in Francia e la tappa a Rivas-Vaciamadrid in Spagna, la mostra è approdata nel capoluogo pugliese lo scorso 21 gennaio e sarà visitabile fino al prossimo 6 febbraio.

Cordelia La Sorsa, come ricorda la sezione molfettese di Rifondazione Comunista, nacque il 31 gennaio 1919 a Molfetta. Residente a Roma, fu attiva in Abruzzo nelle fila di Bandiera rossa. Fu resistente nel "gruppo Ciavarella", così intitolato in onore di Francesco Ciavarella, marinaio pistoiese arrestato a Roma nel febbraio 1944 e fucilato alle Fosse ardeatine il 24 marzo. Il "gruppo Ciavarella" terminò le proprie attività il 10 giugno 1944, all'arrivo dell'esercito alleato.

Accanto a quella di Cordelia La Sorsa, le storie di centinaia di altre donne provenienti da tutta Italia, che hanno contribuito, talvolta anche con la morte, al cambiamento tutt’ora in atto nel nostro Paese come nel resto d’Europa. Una fitta rete di partigiane combattenti, attiviste, giornaliste, fotoreporter che si è opposta con ogni mezzo al modello patriarcale che negava l’indipendenza delle donne e impediva loro la partecipazione alla vita politica, intellettuale e culturale.

La rassegna è frutto di un progetto internazionale di ricerca intitolato “Le donne come elemento di resistenza della memoria d’Europa”, promosso dall'Associación para la recuperación de la memoria historica (ARMH), una ONG spagnola nata con il fine di cercare e recuperare i resti delle oltre 114.000 persone scomparse durante la dittatura franchista.

Finanziata con il programma europeo Europe for Citizens, la mostra fotografica e documentaria illustra il ruolo delle donne nella lotta antifascista, con particolare riferimento a quattro paesi, cui sono dedicate altrettante sezioni della mostra: Spagna, Francia, Germania, Italia. L’ANPI (Associazione nazionale partigiani d’Italia) è partner di questo progetto e ha collaborato alla preparazione ed esecuzione della sezione italiana.

Nel corso della mostra saranno organizzati incontri con il pubblico, approfondimenti su figure dell’antifascismo barese che integrano la narrazione della mostra, tra cui quello appunto sulla partigiana molfettese Cordelia La Sorsa.

Orari

Da martedì a venerdì: ore 9.30-13.30; 16.30-20.30 / sabato ore 9.30-13.30; 16.30-19.30 / domenica ore 9.30-13.30 / chiuso il lunedì.

Ingresso con Green Pass. Il biglietto (5 euro, ridotto 3 euro) consente la visita del museo.

Info e prenotazioni alle visite guidate: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., www.facebook.com/bari.anpi, tel. 080 5772362.

 

Se questo contenuto ti è piaciuto, continua a leggere Il Fatto di Molfetta e rimani sempre aggiornato via social, mettendo un Like alla nostra pagina Facebook

 

Foto dell'archivio fotografico ANPI

Last modified on Mercoledì, 26 Gennaio 2022 10:51

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino