MIRAGICA, AL VIA TRA DUE SETTIMANE L’ASTA PER LA VENDITA DEL PARCO DIVERTIMENTI DI MOLFETTA

Molfetta. La base d’asta per la rilevazione della “Gardaland del Sud” sfiora i 4 milioni e 9cento mila euro, oneri inclusi

molfettaastamiragica03022022Miragica – Terra dei Giganti, il Parco divertimenti più grande del Sud Italia, inaugurato a Molfetta il 3 aprile del 2009 e chiuso ormai dal 2018, è stato messo all’asta dal Tribunale di Brescia con un prezzo di partenza che sfiora i 4 milioni e 9cento mila euro, oneri inclusi.

Le offerte devono pervenire al Tribunale entro le ore 12 del 17 febbraio prossimo, mentre la gara sarà avviata il giorno seguente, venerdì 18 febbraio, alle ore 14.30. Chi si aggiudicherà l’acquisizione diventerà proprietario dei beni mobili strumentali all’attività, di proprietà della società fallita, comprendenti attrazioni, attrezzatura da ristorazione, attrezzatura varia, arredi, macchine elettriche ed elettroniche, macchinari, mezzi di sollevamento e trasporto e rimanenza di magazzino.

Il Parco tematico conosciuto anche come la “Gardaland del Sud”, si estende su 100mila metri quadri e comprende ben 17 attrazioni dedicate ai bambini e a tutta la famiglia, un teatro da 700 posti e un’ampia offerta gastronomica con chioschetti dove degustare pizza o gelato, un angolo fast food e un ristorante con 300 posti a sedere.

La gara si svolgerà nella modalità telematica sincrona mista, che prevede la formulazione dei rilanci, nella medesima unità di tempo, sia in via telematica sia “in presenza”, comparendo innanzi al referente della procedura. Gli offerenti telematici che saranno ammessi alla gara parteciperanno alle operazioni di vendita attraverso il sito fallcoaste.it e utilizzando l’apposita funzione di partecipazione alla gara. Gli offerenti che intendano presentare la propria offerta in modalità tradizionale, partecipano comparendo presso lo studio del Curatore Fallimentare in Brescia (BS) Via Moretto n. 84. Per poter effettuare la registrazione all’asta è richiesto il versamento di una cauzione per un importo pari al 10% del prezzo offerto, quindi di circa 490mila euro.

A seguito dell’apertura dell’asta, in caso di unica offerta valida, il bene sarà aggiudicato all’unico offerente. In caso di pluralità di partecipanti, si procederà all’apertura di una gara competitiva, con rilanci minimi pari a 50mila euro, entro il tempo di 60 secondi. Il lotto unico potrà essere aggiudicato al miglior offerente, all’unico offerente o al primo offerente, anche se non comparso e/o non connesso. In caso di più offerte uguali e valide per il lotto, ove nessuno degli offerenti intenda rilanciare in sede di gara, il lotto verrà aggiudicato all’offerente che per primo abbia presentato la propria offerta.

Chissà se non c’è già qualche società o cordata di imprenditori interessata a far tornare in funzione Miragica, un luogo abbandonato da circa 4 anni su cui di recente è ricaduta l’attenzione di Les Lieux Abandonnés, collettivo francese che censisce e racconta i luoghi dimenticati di tutto il mondo, che qui ha realizzato un reportage di cui abbiamo parlato qualche giorno fa.

Last modified on Mercoledì, 02 Febbraio 2022 21:58

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino