MOLFETTA. LE BUONE PRATICHE MUSICALI DELL’ I.C.S. “SAN GIOVANNI BOSCO”

ICSMOLFETTA - A conclusione del Progetto di Pratica Musicale nella scuola primaria realizzato dall’ I.C.S. “S.G.Bosco” di Molfetta nel corrente anno scolastico,il7 e l’8 giugno si terrà il Saggio finale del Laboratorio Corale,presso la sede dell’Accademia Musicale Wagner.

Gli alunni del coro, costituito da una rappresentanza degli alunni delle classi quinte di scuola primaria dell’istituto, si esibiranno sotto la guida dell’ ins. Antonella Rutigliani, accompagnati dalla piccola orchestra di bambini e ragazzi tra i 7 e i 16 anni, allievi delle classi di violino, pianoforte, chitarra, flauto traverso e arpa dell’Accademia, convenzionata con il Conservatorio “Paesiello” di Taranto.

La manifestazione si pone a coronamento di un anno in cui il Dirigente Scolastico dell’I.C.S. “S.G.Bosco” dott.ssa M.Tiziana Santomauro ha scelto di attuare le linee guida del

DM 8/ 11, valorizzando le competenze professionali del personale scolastico, promuovendo e sostenendo un cammino coerente con la diffusione della cultura e pratica musicale nella scuola primaria,oltre che con l’incremento dell’offerta formativa.

Il tempo scuola è stato articolato in modo flessibile, individuando le soluzioni più idonee per il migliore impiego delle risorse professionali disponibili inserite nell’organico di istituto: la specifica competenza musicale dell’insegnante specialista è stata messa a disposizione di più classi, oltre quelle di titolarità, nell’ottica del team teaching.

Le esperienze pratiche sul ritmo, sulla lettura della notazione convenzionale, sull’ascolto e sulla pratica vocale e strumentale sono state strutturate appositamente per essere destinate a bambini di scuola primaria; ogni percorso è stato diretto al singolo alunno, per farlo sentire subito coinvolto all’ interno di un gruppo classe stimolato alla realizzazione di esperienze pratico- cognitive musicali.

Il percorso didattico svolto con il coro ha posto particolare attenzione sulla voce e tutte le sue ricche potenzialità espressive, emotive, relazionali e umane, cercando di stimolare, disinibire, liberare e guidare gli alunni a superare la graduale perdita della tecnica e dell’espressività nella vocalità in corrispondenza dell’aumento dell’inibizione psicologica nei confronti della presa di parola e presa di canto.

Numerose le attività musicali ed iniziative promosse nel corso dell’intero anno scolastico: il 21 ottobre 2015 gli alunni delle classi di scuola secondaria hanno partecipato alla terza Giornata Pro Grammatica nelle scuole con la scrittura su twitter di titoli di canzoni in cui “l’italiano è musica ed il rilancio dall’ account twitter ufficiale di Radio 3 e dai partner dell’iniziativa (@Accademia della Crusca @Miur social @ Farnesina Press).

Il 27 gennaio 2016, in occasione della Giornata della Memoria, gli alunni hanno partecipato alla lezione - concerto a scuola di musica Yddish e Krezler, che ha visto protagonisti gli strumenti  del genere musicale caratteristico della cultura e della tradizione ebraica ; ad esibirsi al violino  il m° IevgeniiaIaresko al clarinetto il m° Eugenio Tattoli, alla fisarmonica il m° Giuseppe Volpe, tre musicisti che hanno dato prova di grande professionalità, suscitando l’entusiasmo e, a tratti, la commozione di tutti i presenti.

A fare da sfondo, alcune immagini di disegni e di poesie realizzati dai bambini del Campo di raccolta di Terezin, a cui gli alunni hanno scelto di dedicare l’evento.

Nel mese di febbraio, grazie alla preziosa collaborazione della Junior band dell’Associazione Culturale Musicale S. Cecilia Città di Molfetta,si è tenuta una secondalezione- concerto a scuola dal titolo “SaràBanda: la musica spiegata ai ragazzi dai ragazzi”; gli alunni hanno applaudito a lungo la performance impeccabile dei giovani musicisti, con cui hanno avuto modo di interagire, rivolgendo domande sulla meccanica dei diversi strumenti a fiato che compongono la compagine bandistica.

E poi …ancora grande musica dal vivo: il 26 febbraio 2016, nell’ambito del Progetto “Il Petruzzelli per le scuole”,gli alunni delle classi quarte e quinte di scuola primaria e delle classi prime e seconde della scuola secondaria di 1° grado hanno assistito allo spettacolo del “Nabucco” di Giuseppe Verdi nel gremitissimo tempio della musica.

“Senza la musica la vita sarebbe un errore” scriveva Nietzsche...

 Anche la scuola, sicuramente …

 

 

ins. Antonella Rutigliani

Last modified on Mercoledì, 02 Dicembre 2020 13:40

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino