IL REGNO MAGICO, SORGE A MOLFETTA IL PRIMO PARCO BIOENERGETICO DEL SUD ITALIA

Molfetta. Giuseppe Minervini e Cinzia ­Anchisi sono i fondatori dell’innovativo progetto che permette a chiunque di recuperare la propria energia vitale

molfettailregnomagico11022022 5Ripristinare una connessione profonda tra uomo e natura. Questo l’obiettivo perseguito dall’agronomo Giuseppe Minervini e dal perito alberghiero Cinzia Anchisi, fondatori di un innovativo progetto nelle campagne molfettesi. Su un terreno di due ettari in contrada Cascione sorge Il Regno Magico, il primo parco bioenergetico del Sud Italia. In questo meraviglioso spazio verde, coltivato prevalentemente a oliveto e frutteto, è possibile recuperare la propria energia vitale godendo degli effetti del bio-elettromagnetismo vegetale sul corpo umano.

Realizzato anche grazie a un finanziamento pubblico intercettato dal Gal Ponte Lama, Il Regno Magico si compone di 22 aree bioenergetiche ad alta influenza benefica, in grado di migliorare la salute psicofisica di chi sosta al loro interno. Un toccasana per organi e funzioni biologiche, che prende origine dalle piante e dalla loro interazione col corpo umano secondo la filosofia del “Bioenergetic Landscapes”, un’innovativa tecnica utilizzata per progettare parchi e giardini bioenergetici, che nasce da un approfondito studio della relazione elettromagnetica tra la biosfera locale, l’uomo e le piante. Le attuali tecniche di rilevazione hanno permesso di scoprire che ogni specie vegetale possiede peculiari caratteristiche energetiche, capaci di influire in maniera diversa sul nostro organismo e che in certe condizioni gli alberi sono in grado di modificare favorevolmente, in un raggio che può essere più o meno esteso, la qualità bio-elettromagnetica della biosfera che li circonda.

«Questo parco bioenergetico si chiama Il Regno Magico – spiega Giuseppe Minervinima non c’è nulla di metafisico qui, nessun trucco e nessun inganno, solo la riscoperta di una dimensione ad alto potenziale benefico per l’organismo. Pensiamo all’antico mito orientale dell'albero guaritore, che suggerisce di abbracciare gli alberi per recuperare l'energia vitale e ottenere un beneficio psicofisico: ecco, qui accade questo.

Dopo aver individuato l’area, anche grazie alla collaborazione di Marco Nieri, massimo esperto in Italia di Bioenergetic Landscapes, abbiamo fondato Il Regno Magico nel 2019, purtroppo a ridosso della pandemia. A causa delle disposizioni anticontagio ci siamo concentrati più sulla coltivazione, ma a breve avvieremo tutti i nostri progetti che coinvolgono in maniera diretta la cittadinanza. Gli effetti benefici delle 22 aree bioenergetiche sono stati rilevati attraverso strumentazioni tecnologiche in grado di misurare il livello di influenza positiva su corpo e mente, sistema immunitario e, in particolare, su determinati organi vitali.

Abbiamo scommesso su Molfetta perché crediamo nella sensibilità e nell’attenzione che i nostri concittadini hanno verso i progetti innovativi e a breve saremo pronti per dare inizio alle varie attività olistiche che si terranno all’interno del parco. In collaborazione con alcuni professionisti del territorio – conclude Giuseppe Minervini saranno infatti organizzati corsi di Yoga, sessioni di bio-trans-energetica, una pratica fisico-spirituale e percorsi di osteopatia costruiti in base alle esigenze dei singoli».

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito ufficiale de Il Regno Magico, oppure rivolgersi presso il punto vendita al civico 7 di Via Capitano Tommaso De Candia, dove si possono acquistare peraltro ortaggi e frutti di stagione prodotti all’interno del parco bioenergetico. 

 

 

Last modified on Venerdì, 11 Febbraio 2022 09:44

NOTIZIE PIU' LETTE

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino