AMMINISTRATIVE, CENTROSINISTRA: PASQUALE DRAGO È IL PRIMO CANDIDATO SINDACO DI MOLFETTA

Molfetta. Ex magistrato, su Drago convergono: Pd, Rinascere, Senso Civico, Movimento Cinque Stelle e Con

molfettapasqualedragocontentPer le elezioni amministrative che si terranno a Molfetta a giugno prossimo c'è un primo candidato ed ha l'appoggio del presidente della regione Michele Emiliano. È l'ex magistrato e già coordinatore della Direzione distrettuale Antimafia di Bari, Pasquale Drago, che nella serata di ieri, giovedì 17 marzo, ha ufficializzato la sua candidatura dalla sede del Pd, dove si sono riuniti i rappresentanti di tutte le forze politiche che compongono questa nuova coalizione in cui, oltre ai democratici, si vede convergere Rinascere, Senso Civico, Movimento Cinque Stelle e Con.

Ad aprire l’incontro, l’onorevole Ubaldo Pagano, che ha suggellato l’inizio della campagna elettorale per Drago sindaco, garantendo il suo appoggio in Parlamento per risolvere innanzitutto le gravi criticità che attualmente soffocano la marineria molfettese, e tutte le marinerie d’Italia, a causa del caro gasolio.

Il vertice in via Margherita di Savoia è proseguito con gli interventi di Annalisa Altomare, Davide De Candia, Dario La Forgia, Oronzo Amato e Felice Spaccavento, prima di lasciare la parola al candidato sindaco che ha messo d’accordo quasi tutte le forze di centrosinistra della città.

74 anni, una vita spesa al servizio delle istituzioni e della legalità, Pasquale Drago, citando Gianni Carnicella e Guglielmo Minervini ha dichiarato: «Sono descritto come una persona mite e riservata, ma non sottovalutatemi: quando lavoro sono determinato. Perciò non mi sottrarrò alla battaglia politica che bisognerà condurre per far rivivere questa città. Ho necessità dell’aiuto di tutti per portare avanti il mio impegno, a cui mi voto totalmente, dato che sono un pensionato e potrò dedicarmi alla vita amministrativa a tempo pieno. Ho lasciato il mio lavoro in Procura a Bari nel 2018 – continua Dragoper cui di quello che sta succedendo a Molfetta e dei pericoli che la città corre ne so qualcosa, non posso rivelare i dettagli perché sono in corso le indagini, ma conosco cose che voi non sapete e cose che ho già vissuto sulla mia pelle. Percoli derivanti dall’attività criminale barese che potrebbero germogliare in una situazione di difficoltà politica e di degrado morale come è quella che negli ultimi tempi si è sviluppata a Molfetta.

Sono preoccupato – continua Drago – non lusingato. So quanto è ardua la battaglia che mi accingo ad affrontare per riportare il progresso. Quando mi è stato chiesto di tornare a lavorare per la mia città mi sono sentito investito di un compito importante da portare avanti insieme a tutti voi per il bene della collettività. Riusciremo nel nostro intento se sapremo comunicare le nostre intenzioni: vogliamo far mangiare tutti e far rubare nessuno!

Su questo sono irremovibile, non sono attaccato alla poltrona, ma fin quando avrò il vostro sostegno porterò avanti una battaglia di legalità, di crescita della città, di oculata gestione di quei finanziamenti che riusciremo a intercettare, anche attraverso i fondi europei erogati dalla Regione. Conto su di voi – conclude Pasquale Dragocontattatemi da subito perché sono a vostra disposizione per mettere nero su bianco le linee programmatiche utili a costruire un piano condiviso da proporre all’elettorato cittadino».

 

 

Last modified on Venerdì, 18 Marzo 2022 10:59

NOTIZIE PIU' LETTE

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino