Print this page

IL FERRARIS AL CIRCEO, UN'ESPERIENZA PER ACQUISIRE COMPETENZE NATURALISTICHE

Molfetta. Il campo si è svolto dal 31 marzo al 1°aprile. Un'esperienza singolare e coinvolgente per gli studenti della classe seconda del settore Biotecnologie dell'Istituto molfettese

molfettaferrariscontent060422La classe seconda del settore Biotecnologie dell’I.I.S.S. “Galileo Ferraris” di Molfetta ha tenuto un campo scuola, dal 31 marzo all’1° aprile, per acquisire competenze sugli aspetti storico-geografico, naturalistico e geologico, presso il Parco Nazionale del Circeo.

Gli studenti del settore Biotecnologie dell'I.I.S.S. del Galileo Ferraris, dal 31 marzo al 1°aprile hanno vissuto un'esperienza del tutto originale partecipando a un campo scuola nel Parco Nazionale del Circeo, nel Lazio. Accompagnati dai docenti, la prof.ssa Maria Adessi e dal prof. Giacomo Berardi, gli studenti hanno vissuto un’esperienza singolare e coinvolgente.

Grazie all’esperta guida di elevato spessore culturale, la dott.ssa Cinzia Vastarella, gli studenti sono stati condotti alla scoperta del mosaico di ambienti naturali del Parco quali la Foresta o Selva di Circeo, le Zone Umide, Le Dune Litoranee, Il Promontorio del Circeo, tutte caratterizzate da un’alta biodiversità rappresentata da una ricchezza di specie vegetali e animali di notevole interesse.

Momenti particolari sono stati vissuti, nel silenzio della Foresta del Circeo a diretto contatto con la maestosità dei lecci e nelle Dune Litoranee, dove gli studenti, passeggiando lungo la spiaggia, si sono improvvisati citizen scientists, alla ricerca di resti di organismi animali e vegetali come le palle di Nettuno di Posidonia Oceanica, di consistenza feltrosa, conchiglie di bivalvi, alcune forate dal murice, masse porose biancastre all’interno delle quali il murice depone le uova, chele di granchi.

A completare e coronare questi momenti di arricchimento scientifico e culturale sono state, la zona umida del lago di Fogliano e l’area di riserva integrale “Rovine di Circe”. Infine sulle sponde del lago di Paola, dove sono stati osservati i resti di una villa romana, fatta risalire al tempo dell’Imperatore Domiziano.

Last modified on Mercoledì, 06 Aprile 2022 11:14