PNRR: APPROVATO FINANZIAMENTO INTEGRATIVO PER IL PARCO DI LAMA MARTINA

Molfetta. Il progetto di greening urbano prevede lo sviluppo di percorsi ciclo-pedonali, interventi di recupero degli immobili ed elementi antropici come pagghiar, casine e muri a secco

molfettalamamartina 1E così dopo decenni di parole, Lama Martina diventerà un vero e proprio Parco naturale in pieno territorio urbano. Una unicità per Molfetta e per l’intera regione, con interventi per 3.700.000,00 di euro. Premiata dal Ministero questa ulteriore progettualità di Molfetta che aveva presentato il Progetto Parco Lama Martina. Attivazione del Parco della Lama e sua integrazione con il tessuto urbano consolidato”, nell’ambitodel bando nazionalePiani Integrati, BEI, Fondo dei fondi - M5C2 – Intervento 2.2 b)” del PNRR promosso dal Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli affari Interni e Territoriali. Molfetta aveva presentato la sua proposta insieme agli altri comuni della Città metropolitana.

Il progetto di greening urbano prevede lo sviluppo di percorsi ciclo-pedonali sterrati, per oltre 4 km. Questo reticolo di infrastrutture verdi consentirà lo spostamento urbano senza l'attraversamento di strade carrabili; il recupero e la rifunzionalizzazione degli immobili e degli elementi antropici esistenti ("pagghiar", "casine", muri a secco e costruzioni rupestri). Parte di questi immobili, quelli con un valore storico, verranno recuperati salvaguardando la ricostruzione con idonei materiali. Alcuni immobili saranno predisposti alla ricezione ricreativo-turistica, e verranno riqualificati.

Previsto dal progetto anche l’inserimento di elementi indicatori e piccole infrastrutture (indicatori dei percorsi, indicatori didattici, aree di sosta con panchine, strutture rifugio, cartelli segnalatori, staccionate di separazione, aree di fitness all'aperto); l’eliminazione degli elementi cementizi inutili al contesto (viali, piccole strutture); la rifunzionalizzazione di aree libere, interne alla lama, da destinare alla coltivazione di orti urbani e orti didattici; la piantumazione con inserimento di nuova flora autoctona.

Nell’ambito dello stesso progetto sarà anche realizzato un attraversamento interrato con un sottopasso ciclo-pedonale, da realizzare con la tecnica del "pipe ramming". Il tutto sarà realizzato riducendo al minimo l'uso del calcestruzzo e creando pendii naturali. E poi marciapiedi, creati con materiale drenante, a ridosso delle villette a schiera già presenti e un sistema di allerta idrometeorologico che consenta il deflusso delle acque di ruscellamento superficiale verso il mare durante le precipitazioni e le alluvioni.

Il progetto ora passa alla fase esecutiva in concerto con le associazioni e gli abitanti del lungo lama e dovrà essere rendicontato come tutti i finanziamenti PNRR entro il 2026, per questo è necessario evitare tempi morti.

L’ambiente, il verde con l’amore ed il coraggio dei fatti concreti. Questi i segni concreti del miglioramento della qualità della vita di Molfetta che chiediamo di non interrompere.

Last modified on Martedì, 03 Maggio 2022 10:57

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino