LETTURE IN CORSIA, INAUGURATA A MOLFETTA LA PRIMA BIBLIOTECA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA

Molfetta. Sono 1200 i volumi che compongono il fondo librario della biblioteca ospedaliera sorta grazie al lavoro della divisione molfettese di Cittadinanzattiva - Tribunale del Malato 

molfettainaugurazionebibliotecaospedale 6Dai gialli alla narrativa per ragazzi, dai romanzi alla saggistica contemporanea. C’è un libro per ogni genere letterario nella prima biblioteca ospedaliera della ASL di Bari, sorta al quarto piano dell’Ospedale “Don Tonino Bello” di Molfetta. Degenti, personale medico/sanitario e chiunque si trovasse per vari motivi in Ospedale può contare su un fondo librario di milleduecento volumi, tra libri e riviste, da leggere in biblioteca, ma anche in corsia. Perché “Leggere fa bene alla Salute”, così come recita il titolo del progetto ideato e promosso dalla divisione molfettese di Cittadinanzattiva – Tribunale del Malato, che ha portato alla realizzazione della biblioteca ospedaliera.

L’inaugurazione si è svolta nella mattinata di ieri, martedì 3 maggio, con una cerimonia a cui ha preso parte la direzione la responsabile della direzione del presidio Anna Mundo, il direttore amministrativo Luigi Fruscio, la direttrice amministrativa del presidio Rachele Popolizio, Marta Pisani e Angela Panunzio referenti locali del TDM, Ottavio Balducci coordinatore di Cittadinanzattiva Molfetta, Matteo Valentino segretario regionale di Cittadinanzattiva Puglia, nonché l’imprenditrice-filantropa Maddalena Pisani, che ha donato gli arredi e 300 libri, e il sindaco di Molfetta Tommaso Minervini.

«La lettura contribuisce al benessere psico-fisico, favorisce la circolazione delle conoscenze, delle informazioni, promuove atteggiamenti positivi di ascolto e lo sviluppo di rapporti interpersonali – spiegano da Cittadinanzattiva – Tribunale del Malato di Molfetta – secondo un percorso di cura abbinato ad un concetto di benessere. Essa, inoltre, può consentire di vivere con serenità i tempi di attesa ed i ritmi ospedalieri così diversi da quelli della vita quotidiana. Tra le finalità perseguite c’è anche quella di rendere l’ospedale pubblico aperto alla realtà esterna, nell’ottica di un processo di miglioramento della qualità assistenziale e di umanizzazione dell’ambiente ospedaliero»

«Questa che nasce oggi – ha commentato Fruscio - è la prima sperimentazione di biblioteca ospedaliera, un modello virtuoso che intendiamo replicare nelle altre strutture ospedaliere. È un bel progetto perché apre le porte di un luogo di cura alla cultura e alla comunità, essendo il frutto del contributo fattivo di volontari e associazioni, ma anche delle donazioni di case editrici e singoli cittadini, cui va il nostro ringraziamento. Grazie all’impegno dei volontari e della direzione medica, da oggi in poi potremo garantire l'apertura di questo servizio dedicato in particolare ai pazienti, alleviandone la sofferenza nel momento più delicato per la loro salute, così come ai familiari, ai visitatori e agli stessi operatori sanitari».

«Ringrazio i volontari che si sono impegnati per dare vita a questo progetto – dichiara il sindaco Minervinie i tanti volontari grazie a cui l’intera struttura va avanti, garantendo con grande senso di responsabilità il servizio ospedaliero a un bacino di utenza di oltre 350mila persone. Mi auguro che quanto abbiamo stabilito con la ASL di Bari non molto tempo fa per la riqualificazione e il riammodernamento di questo Ospedale trovi concretezza e che la direzione generale disponga quanto prima gli interventi necessari, dimostrando con i fatti che l’Ospedale di Molfetta, seppur di base, è una struttura fondamentale per il nostro territorio».

Gestita dai volontari del Tribunale per i Diritti del Malato, la biblioteca include anche una emeroteca per la consultazione di giornali e riviste e garantisce non solo la lettura in sede, ma anche il prestito dei libri. È attiva il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 16 alle ore 18 e il martedì e giovedì dalle ore 10 alle ore 12.

Last modified on Martedì, 03 Maggio 2022 18:20

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino