IL VESCOVO CORNACCHIA INCONTRA PAPA FRANCESCO E PORTA IN DONO IL SUO LIBRO SU DON TONINO BELLO

Molfetta. Mons. Domenico Cornacchia ha partecipato all'udienza generale, a margine della quale ha fatto dono al Santo Padre del volume "Testimone e maestro di virtù. Il cammino cristiano di don Tonino Bello"

molfettacornacchiapapafrancescoMons. Domenico Cornacchia, Vescovo della Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi, ha partecipato nella mattinata di ieri, mercoledì 4 maggio, all'udienza generale di Papa Francesco. A margine dell'evento, Mons. Cornacchia ha donato al Santo Padre il suo libro di recente pubblicazione "Testimone e maestro di virtù. Il cammino cristiano di don Tonino Bello".

Nel pomeriggio poi il Vescovo è stato ospite della trasmissione “Il diario di Papa Francesco” in onda sull'emittente cattolica TV2000, per commentare le parole che del Papa e per presentare il volume che descrive la figura di don Tonino senza ricorrere al racconto di particolari aneddoti, ma come esempio di cristiano che è riuscito ad annunciare il Vangelo e a viverlo in prima persona.

«Nell’udienza di ieri mattina – si legge nella nota della Diocesi – il Papa ha ribadito ancora una volta l’importanza di una fede sostenuta da una importante dimensione spirituale, che non si esaurisca cioè in un insieme di teorie o precetti. E questo don Tonino lo sapeva bene, lui che ha sempre congiunto parole, visioni e opere e che continua ad essere esempio di santità nel quotidiano.

Per chi crede non può esistere una vita separata dalla fede, perché è questa che la sostanzia e attraverso le figure di spiritualità è possibile accrescerla. Sia Papa Francesco che don Tonino invitano a rivolgersi con costanza e fiducia alla Madonna, soprattutto in questo mese a Lei dedicato, per affidarle le nostre speranze di pace, per l’Ucraina e l’umanità intera».

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino