IMPARARE DAL PASSATO: GLI ALUNNI DELLA “SAVIO” A SCUOLA DAGLI EREDI DELLA STORIA

Molfetta. Durante una visita guidata condotta all’interno della sede dell’associazione, gli alunni hanno approfondito i periodi storici delle due Guerre Mondiali e del Risorgimento italiano

molfettaeredidellastoriascuolasavioFelice il popolo che non ha bisogno di eroi”, recita un famoso aforisma di Bertold Brecht mai diventato attuale, perché gli esseri umani non hanno ancora di fatto imparato a convivere pacificamente tra loro. Per questo è indispensabile favorire la costruzione di una memoria storica nelle nuove generazioni e, a Molfetta, tra chi si è assunto questa delicata responsabilità c’è l’associazione Eredi della Storia A.N.M.I.G.

La sede dell’associazione, sita in piazza Mazzini n° 92, nei giorni scorsi ha accolto le alunne e gli alunni della Scuola secondaria di 1° grado “San Domenico Savio” dell’Istituto Comprensivo Scardigno - Savio, con l’intento di approfondire lo studio delle due Guerre Mondiali ed il periodo del Risorgimento. Qui, accolti gentilmente dal presidente, il Cav. Sergio Ragno, e dai consulenti storici, professoressa Nanda Amato e il Luogotenente della Marina Militare Michele Fiorentino, hanno visitato il Museo storico degli “Eroi Molfettesi” (dove sono custodite tutte le memorie dalla seconda guerra mondiale ad oggi) per poi recarsi presso il “Museo del Risorgimento e della Grande Guerra” sito in via San Pietro n° 15.

In entrambi i casi sono “tornati in vita” i cimeli tra cui foto d’epoca dei concittadini eroi di guerra, medaglie al valor militare, armi, bandiere, documenti e testimonianze relative ai periodi storici in questione. I musei furono fortemente voluti dal presidente A.N.M.I.G. Cav. Uff. Onofrio Bufo, ultimo presidente invalido di guerra e dal prof. Giuseppe Binetti ultimo presidente combattente, recentemente scomparso all’età di 101 anni. Entrambi sono stati reduci dei campi di concentramento. L’opera fu completata dall’indimenticabile presidente dell’Ass. Eredi della Storia, dott. Michele Spadavecchia e dal gruppo tecnico – scientifico dell’associazione.

«Questa realtà ha suscitato nei nostri ragazzi curiosità ed emozione e nello stesso tempo tale visita è stata l’occasione per conoscere la grande storia nazionale dal punto di vista della nostra Molfetta», hanno commentato gli Eredi della Storia.

«Tornati a scuola – raccontano gli alunni delle classi II e III della Scuola “S.D. Savio” che hanno partecipato al progetto – abbiamo discusso della guerra. Il pensiero è corso all’attuale guerra in Ucraina e alle bandiere della pace esposte alle finestre della nostra scuola. Unanime è stato il NO alla guerra e la necessità di attuare il dialogo fra i popoli, di costruire ponti, sognando un futuro prossimo in cui la guerra, con il suo carico di morte e distruzione, possa diventare un tabù».

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino