COLTO E MANGIATO, PROSEGUE IL PROGETTO INTERGENERAZIONALE TARGATO AUSER MOLFETTA

Molfetta. Prosegue per un altro anno il progetto che coinvolge attivamente anziani e studenti, impegnati nella conduzione dell’orto sociale realizzato a Lama Scotella

molfettaortosocialelamascotellacontentFavorire l’inclusione sociale e lo scambio intergenerazionale coltivando la terra. È questo l’obiettivo di “Colto e Mangiato”, progetto ideato e promosso dalla Auser Onlus di Molfetta e accolto, per il terzo anno di fila, dall’amministrazione comunale, che ha rinnovato la concessione d’uso gratuita della porzione di terreno a Lama Scotella trasformata in un orto sociale e disposto il parziale finanziamento dell’iniziativa.

Grazie a un contributo di circa 5mila euro, che servirà a coprire le spese vive di attivazione dell’orto e della consulenza tecnico-scientifica dell'agronomo, le attività previste dal progetto sono state prorogate fino alla fine di ottobre prossimo. Nato per favorire il trasferimento dei saperi legati alla coltivazione della terra dagli anziani agli studenti della città, il progetto ha coinvolto nel tempo altri cittadini e tantissimi bambini, anche disabili, che hanno dimostrato grande interesse e curiosità. Un risultato raggiunto attraverso la collaborazione di altre associazioni, come "Appoggiati a me" e "Apertamente", che si occupano di bambini autistici e la "Comunità Oasi 2" che si occupa di migranti e politiche finalizzate alla loro inclusione sociale ed economica di volontariato.

Nell’ottica di avvicinare sempre più bambini al progetto, il Comune di Molfetta ha accolto la proposta dei genitori e dei soci delle varie associazioni, concedendo l’allestimento di un’area dedicata esclusivamente alle coltivazioni dei più piccoli. Su richiesta dell’associazione Auser Onlus, infatti, l’amministrazione comunale ha disposto l’attribuzione di un ulteriore contributo economico unico di 2500 euro, destinato alla creazione di questo nuovo spazio.

Qui, stando a quanto riporta la proposta avanzata da Auser Molfetta, sarà favorito un approccio scientifico alla terra, che mira alla scoperta, alla conoscenza e alla sperimentazione. Saranno creati percorsi sensoriali di esplorazione dell’ambiente anche attraverso la tradizionale pratica orientale di abbracciare gli alberi presenti e sarà approfondito lo studio delle erbe aromatiche nostrane. Inoltre, grazie a delle coperture mobili, saranno organizzati laboratori di lettura ad alta voce, per esercitare la concentrazione e agevolare la comprensione. Queste attività, essenziali per lo sviluppo cognitivo, linguistico ed emozionale di ragazzi e bambini, anche piccolissimi, saranno estese anche agli adulti, che potranno utilizzare gli spazi per rilassarsi e leggere all’aria aperta.

Last modified on Mercoledì, 11 Maggio 2022 20:44

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino