A SCUOLA DI YOGA: I DOCENTI DELLA "SCARDIGNO-SAVIO" ALLA RICERCA DEL NIRVANA

Molfetta. Si è concluso pochi giorni fa il primo Corso di Yoga per docenti delI'Istituto Comprensivo Scardigno-Savio. «Un'esperienza formativa utile e innovativa»

molfettayogacontent.190522Innovazione, didattica, formazione. Sono parole che spesso ricorrono negli ambienti educativi e scolastici, dove è necessario metterle in pratica al meglio. Un compito cui gli insegnanti sono quotidianamente chiamati a svolgere con attenzione e dedizione. Ma non sempre è facile e, anzi, con la pandemia tutto è diventato più complesso.

Con l'obiettivo di migliorare la qualità della vita lavorativa dei docenti, guardando di conseguenza al benessere degli alunni, la Dirigente Nicoletta Paparella insieme alle funzioni strumentali dell’Area Benessere, Sostenibilità e Formazione, Grazia de Dato, Nadia Gadaleta e le docenti del gruppo di lavoro dell’ICS Scardigno-Savio, hanno attivato un corso di Yoga dedicato agli insegnanti.

«L’idea di partenza - spiegano dall'Istituto - è stata quella di creare uno spazio formativo per i docenti del plesso che andasse oltre l’idea classica di formazione e si trasformasse in uno spazio di percezione di se stessi, rilassamento, corporeità e condivisione. Dimensioni che implementano la consapevolezza e la riflessione utilissime alla professione docente. Dopo un momento di confronto con l’Associazione Nazionale Yoga Educazione di Molfetta, la dott.ssa Marisa Cavalluzzi, pedagogista ed esperta del settore, ha elaborato la proposta progettuale che ha avuto una durata di tre mesi e si è conclusa pochi giorni fa con una ricaduta positiva sui docenti che vi hanno preso parte: una bella esperienza da sperimentare nuovamente».

«Al corso, iniziato a gennaio e conlcusosi circa una settimana fa, hanno partecipato una ventina di docenti - spiega Marisa Cavalluzzi, insegnante di Yoga, ma anche di scuola dell'infanzia - che hanno frequantato con asiduità e tratto diversi benefici dalla pratica, personali e inevitabilmente anche professionali. Durante i mesi in cui abbiamo convissuto maggiormente con la pandemia, a scuola si creavano episodi di tensione emotiva, dovuti quasi sempre alla notizia di un contagio in classe. Gestire queste tensioni e lo stress che ne consegue non è stato semplice e la pratica dello Yoga, attraverso esercizi di respirazione, stretching e rilassamento, ha indubbiamente aiutato gli insegnanti a raggiungere un buon livello di consapevolezza e serenità interiore».

.

 

Last modified on Sabato, 21 Maggio 2022 19:59

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino