COMUNALI. AMBIENTE E NATURA: DRAGO ELOGIA TERRAE E SI IMPEGNA A TUTELARE IL TERRITORIO

Molfetta. Lillino Drago risponde all'appello dell'associazione Terrae ASP e promette di tutelare e valorizzare al meglio le risorse ambientali, storiche e naturalistiche di Molfetta

molfettalillinodragoA seguito della diffusione del documento inviato dall'associazione Terrae ASP ai quattro candidati sindaco, in cui si sottopone alla loro attenzione una serie di proposte sulla tutela ambientale, il primo a rispondere è il candidato sindaco Lillino Drago,che in una nota stampa afferma: «Bene ha fatto l’associazione Terrae, in questi giorni, a sollecitare i candidati a Sindaco di Molfetta su alcune grandi questioni che riguardano la tutela e la valorizzazione delle bellezze naturalistiche, storiche e archeologiche della nostra città.

Ho colto in questo appello un aspetto comune a tutti i luoghi per cui si chiede una particolare attenzione: la mancanza, a distanza di anni dalla loro apertura, di piani di gestione che li rendano fruibili da parte di tutti i cittadini in ogni periodo dell’anno e con un coinvolgimento delle risorse umane più competenti e operanti sul territorio.

Infatti – ha proseguito Drago – l’associazione, a distanza di molti anni, come nel caso del “sistema Pulo”, o di alcuni anni, come nel caso di Lama Martina, evidenzia come manchi ancora un “programma di gestione”, su come rendere più accessibili e valorizzati questi siti di grandissimo pregio che, come nel caso della nostra dolina carsica, sono da considerarsi addirittura unici nel Meridione d’Italia.

E bene fa l’associazione “Terrae” ad invocare lo strumento del “bando” per giungere alla gestione qualificata di questi beni pubblici, che contenga precise indicazioni sul team di esperti che dovranno essere coinvolti nella direzione delle azioni da svolgere e nello svolgimento quotidiano delle attività di educazione ambientale e delle visite guidate ai luoghi.

Ritengo che si debba porre fine a gestioni pasticciate ed estemporanee così come sono state quelle che fino ad oggi sono state portate avanti da questa amministrazione uscente. Occorre riattivare subito, dopo molti anni di blocco delle attività, il Forum di AGENDA XXI della Città di Molfetta che ha rappresentato una cabina di regia e di confronto continuo tra l’Amministrazione comunale e tutte le realtà associative cittadine impegnate sulle scelte di programmazione con un impatto ambientale sul territorio.

Ben note, infatti, sono state nel periodo 2014-2016 le sessioni del Forum che hanno riguardato le scelte e le prospettive sul Nuovo Porto Commerciale, sul Parco Baden Powell, su impianti a produzione di energia da realizzare sul territorio, sulla Condotta sottomarina, sul nuovo Corso Umberto I, su alcuni comparti edilizi.

Infine – ha concluso il candidato sindaco Lillino Drago –, l’impegno della mia amministrazione sulla tutela e valorizzazione dell’ambiente e del territorio comunale non si fermerà a quanto giustamente evidenziato nell’appello della associazione “Terrae”, ma tenderà a frenare il degrado delle Coste, delle Lame e dei parchi e dei giardini urbani a cui si accompagnerà una attenzione maggiore alla mobilità sostenibile e al risparmio energetico. Molfetta deve tornare a essere un posto bello da vivere e per fare questo è necessario che vengano tutelate e valorizzate al meglio tutte le sue risorse ambientali, storiche e naturalistiche».

Last modified on Giovedì, 09 Giugno 2022 10:32

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino